Creato da OsirideDioDeiMorti2 il 15/11/2010

ViaggiatoriNelTempo

ANTICO EGITTO

 

blog.libero.it/osiris2

 

 

 

 

 

 

 

centro assistenza

 

 

 

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

CONTATTA L'AUTORE

Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 52
Prov: RM
 
Citazioni nei Blog Amici: 25
 

TAG

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

« IL REGNO DI AKHENATON E ...IL REGNO DI AKHENATON E ... »

IL REGNO DI AKHENATON E LE SUE CONSEGUENZE - III░ Parte

Post n°121 pubblicato il 27 Luglio 2012 da OsirideDioDeiMorti2
 

Allorchè salì al trono

Amenofi IV, il giovane e inesperto

figlio di Amenofi III e della sua

regina principale Tiye, ereditò

una situazione difficile. Il regno dei

Mitanni, a quel tempo alleato

dell'Egitto, era sottoposto a

pressione da parte di un Hatti che

risorgeva fomentando guai fra

gli infidi stati vassalli della

Siria, mentre bande di nomadi

predoni Hapiru creavano disordini

in palestina.

 

(Sopra) La Cartina mostra la situazione mediorientale dopo le guerre di conquista del faraone Thutmosis III, bisnonno di Akhenaton. In rosso si vede l'impero ittita, in blu il territorio dei Mitanni e in giallo in basso i territori assogettati, allo scopo di creare stati-cuscinetto, dall'Egitto. (Sotto) In un bel disegno di Angus McBride, specialista delle ricostruzioni di popoli antichi, ecco come dovevano apparire i guerrieri Mitanni di stirpe Cro-Magnon e di derivazione ario-indo-vedica. In realtà quel regno si basava su una popolazione semitica, gli hurriti, dominata da un'aristocrazia di origine indoeuropea: a questo gruppo apparteneva Tadu-Heba, la celebre Nefertiti.

(Dal Web)

I tempi richiedevano un sovrano

forte come erano stati i faraoni

conquistatori della prima metà della

dinastia, i quali alla testa dei loro

eserciti avevano marciato fin

nell'interno dell'Asia, domando con

esemplare severità le

insurrezioni e le minuscole zuffe.

Invece il nuovo sovrano scelse

come consiglieri sua madre Tiye, la

sua regina principale Nefert-iti e il

sacerdote favorito Ay, marito della

sua governante. Anzichè correre in

aiuto dei suoi alleati Mitanni, il

giovane sovrano si immerse

profondamente nella teologia

filosofeggiante del tempo;

e in tali contemplazioni egli

sviluppò continuamente ideali

e propositi che fecero di lui il

più straordinario fra tutti i

faraoni e il primo personaggio

della storia umana.

La trasformazione dell'Egitto in

impero mondiale, compiuta durante

la XVIII dinastia, portò nuove

concezioni nel pensiero egizio e fece

sorgere l'idea di un unico dio

universale, il Sole, il cui potere

si estendeva su tutta la terra e che

era signore di tutti i paesi, non

solo dell'Egitto.  Già sotto

Amenofi III era venuto in uso

in modo eminente un antico nome

del sole materiale, l'Aton,

cioè il Disco; e sotto suo figlio

il culto di questo dio si

diffuse rapidamente, finchè esso

divenne non solo la suprema

divinità, ma anche l'unica. Una nuova

simbologia raffigurava l'Aton come

il disco solare circondato da raggi,

ognuno dei quali portava

all'estremità una mano umana;

di queste mani alcune portavano

il simbolo della vita alle narici

del re e della regina, dando così

l'idea di una potenza che emanava

da una fonte celeste e posava

la sua mano sul mondo e sulle

cose degli uomini. Questo

simbolo esteriore...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIMI COMMENTI

Come sempre Ŕ un piacere fare visita in questo mondo egizio...
Inviato da: matteo
il 19/08/2014 alle 22:16
 
Eccoci qui dopo un lungo periodo di assenza a fare un...
Inviato da: Matteo
il 09/06/2014 alle 20:15
 
Che effetto tornare qui dopo tanto tempo..che sogno, che...
Inviato da: animad.argento
il 15/09/2013 alle 13:57
 
buonasera a tutti i visitatori di questo mondo antico...
Inviato da: princemat
il 09/04/2013 alle 20:42
 
sempre affascinante e fantastico entrare in questo mondo...
Inviato da: princema
il 04/03/2013 alle 20:55