Creato da theriddle il 02/05/2006
'Scintille di Filosofia Civile - Uno stato è una gente e una terra'
 

Manifesti

 

 

LA PADANIA


immagine

 

Ultime visite al Blog

pisti59bisiodgl0gatto_felix_1studiopaolooliveropaiscomariopioneer_procinetrashmariabreemanuelemarullogloriagrieco10jeli_Mfluffonegiannii0ottelli.marinasilvia.sorlini
 

Area personale

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 19
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« Sellero: consiglio comun...VALSAVIORE: Scuole, pass... »

Canile Comprensoriale a Sellero? Sì, no, forse...

Post n°551 pubblicato il 17 Novembre 2010 da theriddle
 

 

Di seguito la replica alla risposta che il Sindaco di Sellero ha fornito alla mia interrogazione in merito alla disponibilità di un terreno comunale sul quale realizzare il "Canile di valle Camonica"

*************************

 

Sellero, 17/11/2010

All'Egregio Signor Sindaco Del Comune di Sellero


Egregio Signor Sindaco,

Innanzitutto La ringrazio per la risposta alla mia interrogazione, sebbene questa sia caratterizzata dal solito tono "velatamente sarcastico" con cui Lei ed i Suoi satrapi siete soliti rivolgersi a chi legittimamente osa fare delle domande altrettanto legittime, siano questi i consiglieri di minoranza che nel pieno delle loro funzioni ed educatamente cercano di svolgere al meglio il loro incarico a favore dei cittadini e/o comuni cittadini che si rivolgono - anche tramite i consiglieri di minoranza - ai loro amministratori per avere quelle informazioni che un'amministrazione trasparente dovrebbe mettere a disposizione di tutti. Un tono al quale ormai però mi sono abituato e che palesa la scarsa caratura politica di chi, non potendo o non sapendo argomentare altrimenti, usa non l'ironia ma bensì il dileggio e a volte persino l'insulto e la calunnia (affidata a prezzolati sicofanti) per contrastare quelli che, a viso aperto e senza tornaconti personali, si schierano contro lo stantio e clientelare modo di amministrare la cosa pubblica che da ben 5 lustri regna nel nostro comune.

In riferimento alle opinioni da Lei a me attribuite, vorrei solamente precisare di non aver ancora espresso nessun giudizio in merito alla possibile realizzazione del canile in quel di Sellero, né sul terreno in oggetto né su altri terreni. Questo ovviamente perché non ho ancora avuto modo di valutare nessuna proposta concreta che sia stata fatta in tal senso dall'amministrazione comunale.

Certo è che l'ipotesi di collocare la struttura  in una"area boschiva periferica" sita in "zone anche impervie o non servite da strade adeguate" con l'unico e alquanto  malcelato intento di realizzare la struttura solo per far sostenere le spese per la realizzazione di nuove strade agli enti responsabili della stessa, sa tanto di presa in giro, sia per gli enti e per le istituzioni che si stanno adoperando per realizzare l'opera che per quei volontari che, gratuitamente, con spirito di offerta e non senza sacrifici anche di carattere economico, mantengono vive strutture come queste.

In ogni caso anche da una poco attenta - come del resto mi pare sia stata quella operata dal Signor Sindaco- lettura dell'interrogazione, appare palese che l'aver qualificato il lotto come "unico spazio idoneo all'eventuale realizzazione di un canile" è da riferirsi semplicemente al fatto che questo sia l'unico con determinate caratteristiche inserito all'interno del piano delle valorizzazioni approvato dal Consiglio Comunale.

Ma si sa, l'esercizio di travisare la realtà per chi guida questa amministrazione è sempre all'ordine del giorno (al contrario dei temi scottanti come il caso TSN, che continuano a mancare dall'ordine del giorno dei consigli comunali), soprattutto quando si vede messo alle strette e soprattutto quando viene pungolato nel vivo su argomenti che vanno a toccare quei labili confini tra interesse pubblico e privato che, troppo spesso, nel nostro comune si elidono.

Nell'interrogazione ho fatto  riferimento ad un terreno che, sebbene il manifesto interesse all'acquisto da parte dei privati (come confermato da Lei Signor Sindaco nel corso del Consiglio Comunale del 8 ottobre) è stato oggetto di ripetute aste pubbliche andate però sempre deserte.

Ai più maliziosi potrebbe quindi sorgere il dubbio che si cerchi di ricondurre il tutto a trattativa privata o comunque di giustificare la cessione del terreno ad un prezzo inferiore (del 20-25%?) ai 106 mila euro stimati nel piano delle alienazioni approvato dal consiglio, ma si sa, queste sono solo congetture prive di qualsivoglia fondamento e solo il tempo, che è sempre galantuomo, ci dirà quanto il Comune di Sellero incasserà dall'alienazione del terreno (106mila euro? 90 mila? 75mila?) e chi effettivamente godrà dei benefici di questa alienazione.

Mi si conceda infine un'osservazione in merito al suggerito utilizzo "pubblico" della c.d. proprietà Moscardi o di qualsiasi altra "proprietà di terzi", che,  in quanto tali, non parrebbero rientrare nel patrimonio immobiliare nella disponibilità del Comune di Sellero, il quale per poter  adibire a canile o a qualsivoglia altro utilizzo pubblico qualsiasi area privata dovrebbe quindi acquisirla dagli attuali proprietari.

In questo caso il Signor Sindaco è sicuramente l'unica persona titolata a trattare con l'amministratore della proprietà Moscardi o di qualsiasi altra proprietà privata al quale, ne sono certo, saprà fare l'offerta più conveniente. Bisogna solo capire per chi... I precedenti in tal senso non sono certo confortanti. Mi auguro quindi che eventuali future trattative private o accordi bonari non portino, com'è avvenuto una decina di anni fa in occasione dell'acquisizione delle aree di proprietà Gazzoli, a lunghe ed alquanto onerose cause, che si concludano com'è successo anche per la riqualifica dell'area Ex-Fucinati, con la condanna dell'ente al risarcimento per inadempienza o violazioni procedurali. Quella in questione d'altronde pare essere una zona non particolarmente foriera di fortuna per quanto riguarda gli interventi messi in atto dall'amministrazione comunale. Interventi rivelatisi infatti sempre "poco oculati" e i cui costi, ai quali non sono corrisposti benefici, sono sempre e solo ricaduti sulle teste e nelle tasche dei cittadini del Comune di Sellero. Ultimo il caso della causa per morosità - tuttora in corso  -  intentata contro "Legno Energia", la punta di diamante di quella tanto sbandierata, ma mai realizzata, filiera di eccellenza del legno fortemente promessa da questa  amministrazione (tant'è che lo stesso Sindaco è stato amministratore di Legno Energia dalla sua nascita fin al 2009). A tal proposito mi sorprende un po' che il Signor Sindaco non abbia suggerito quest'area di proprietà comunale - circa 10.000 mq con 4.000 mq di capannone - come "location" per un eventuale canile.  In questo caso forse anche i residenti preferirebbero la presenza dei cani alle ceneri di TSN che attualmente risultano stoccate in loco o ai fumi e agli odori acri che si spandono dal sito in questione.

 

Tanto Le dovevo. Cordiali saluti

 

Il Consigliere Comunale

Severino Damiolini

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

Contatta l'autore

Nickname: theriddle
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 47
Prov: BS
 



immagine




 

Ipse dixit

Il coraggio nessuno lo può regalare, bisogna che ogni uomo lo trovi nella propria anima. (Umberto Bossi)

"Chi controlla il passato, controlla il futuro; chi controlla il presente, controlla il passato" George Orwell

“E tutti si scandalizzano quando sentono dire: quel tale tipo di mammifero o di uccello ormai è sparito dalla faccia della terra, non lo vedremo più; è una grave perdita. Certo, si tratta di gravissime perdite. Ma non sarebbe forse più grave se sparisse una comunità umana?” (Bruno Salvadori)


"I molteplici consigli legislativi, e i loro consensi e dissensi, e i poteri amministrativi di molte e varie origini, sono condizioni necessarie di libertà. La libertà è una pianta di molte radici. (...) Quando ingenti forze e ingenti ricchezze e onoranze stanno raccolte in pugno d'un'autorità centrale, è troppo facile costruire o acquistare la maggioranza d'un unico parlamento. La libertà non è più che un nome: tutto si fa come tra padroni e servi." (Carlo Cattaneo)


IL VOSTRO CANCRO E' PIU' GRAVE DEL MIO. Un cancro ben più tragico, ben più irrimediabile del mio. Un cancro per il quale non esistono chirurgie, chemioterapie, radioterapie. Il cancro del nuovo nazifascismo, del nuovo bolscevismo, del collaborazionismo nutrito dal falso pacifismo, dal falso buonismo, dall'ignoranza, dall'indifferenza, dall'inerzia di chi non ragiona o ha paura. Il cancro dell'Occidente, dell'Europa e in particolare dell'Italia. (Oriana Fallaci)

Penso ad un popolo multirazziale
ad uno stato molto solidale
che stanzi fondi in abbondanza
perché il mio motto è l'accoglienza,
penso al problema degli albanesi,
dei marocchini, dei senegalesi
bisogna dare appartamenti
ai clandestini e anche ai parenti
e per gli zingari degli albergoni
coi frigobar e le televisioni.
....
penso che è bello sentirsi buoni
usando i soldi degli italiani. (G.Gaber)


Un giorno milioni di uomini abbandoneranno l'emisfero sud per irrompere nell'emisfero nord. E non certo da amici. Perché vi irromperanno per conquistarlo. E lo conquisteranno popolandolo  coi loro figli. Sarà il ventre delle nostre donne a darci la vittoria.”  Houari Boumedienne - Presidente algerino -  1974 - dinanzi all'Assemblea delle Nazioni Unite





 

Video

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.