Trani Autism Friendly. Il lavoro che abbatte le barriere Di;Annamaria Natalicchio

Trani;Presentazione progetto presso MegamarkAl via il progetto di inserimento lavorativo e formativo nell’ambito di Trani Autism Friendly, per il quale è stato siglato dal Comune di Trani, dalla ASL BT e dal Gruppo Megamark un opportuno protocollo d’intesa che dà seguito all’avviso pubblico dell’istituzione comunale di marzo con il quale si intendeva promuovere ogni forma di partecipazione a tale progetto ed in particolare si richiedeva l’invio delle candidature delle persone con autismo a cui era rivolta l’iniziativa.Un progetto innovativo – lo definisce Fabrizio Ferrante, vicesindaco e promotore di Trani Autism Friendly -, che cerca di diffondere la consapevolezza sull’autismo anche attraverso questi inserimenti lavorativi con tirocini ordinari. L’ordinarietà costituisce proprio la straordinarietà di questo percorso. Così cerchiamo di fare un passo avanti nell’evoluzione culturale sul concetto di diversabilità. Questi ragazzi fanno da apripista.E’ entusiasta la dott.ssa Brigida Figliolia, Direttore dell’unità territoriale di neuropsichiatria infantile della Asl Bt che ha al suo interno una sezione dedicata al C.A.T. «L’innovazione risiede sia nella logica della cura sia nel nuovo sguardo che si ha della fragilità, che non porta più a pensare ad una diminutio ma ad una opportunità, ad una occasione di scambio. Prendersi cura delle persone – conclude Figliolia- non è più una valutazione di quanto io faccia per l’altro ma vuol dire quanto io insieme all’altro creo un progetto di vita che costruisce un nuovo presente e un nuovo futuro. 

Trani Autism Friendly. Il lavoro che abbatte le barriere Di;Annamaria Natalicchioultima modifica: 2021-07-26T06:56:39+02:00da mimmosiena2011

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.