A Settembre Parte Il Progetto Musicale Della”Banda Leon”Di;Cinzia Tattini

LEONDa sempre gli artisti si cimentano nella rappresentazione dell’importanza della musica. L’arte musicale da sempre affascina l’uomo con la capacità di coinvolgere ogni singolo individuo in maniera differente, suscitando emozioni, ricordi e sensazioni.In tutto questo il Maestro Philippe Leon ha voluto dar vita ad un progetto che racchiude vari stili musicali, per continuare ad emozionare con le melodie più disparate.Ecco come ha definito il progetto il Maestro Leon.

Maestro come nasce il progetto Banda Leon?”Nasce per gioco ed è il frutto di un insieme di aneddoti divertenti, racconti, di sorrisi tra me e i miei collaboratori. Da questa serie di cose abbiamo sentito la necessità di costituire un entourage di artisti e addetti ai lavori al fine di dare concretezza alle nostre idee”.

Qual è l’obiettivo della Banda Leon?L’obiettivo è di riunire più generi musicali per avere un arcobaleno di emozioni.

Chi sono i componenti della Banda Leon?Essi sono stati scelti da una mia personale ricerca e saranno rivelati nel mese di settembre. Al momento sto lavorando con alcuni di loro su alcuni brani musicali che faranno parte del repertorio.

Perché Banda Leon? dopo tanti anni di lavoro come produttore, autore e compositore per vari artisti, tra cui Mina, Celentano, Patty Pravo, Loredana Bertè, Giorgia, Amanda Lear, Toto Cutugno, Nino D’Angelo e tanti altri, ho sentito la necessità di realizzare questo nuovo progetto, dove gli artisti hanno la possibilità di potersi avvicendare all’interno della Banda Leon  e lasciando, a loro modo, un contributo artistico. Questo vivaio di artisti dovrebbe rendere eterogeneo il repertorio della Banda Leon. Da sempre la contaminazione di stili e generi musicali diversi ha poi finito per restituirci delle novità.

 

A Settembre Parte Il Progetto Musicale Della”Banda Leon”Di;Cinzia Tattiniultima modifica: 2021-07-26T21:10:53+02:00da mimmosiena2011

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.