Creato da kayfakayfa il 10/01/2006

LA VOCE DI KAYFA

IL BLOG DI ENZO GIARRITIELLO

 

 

« RENZI E I PREGIUDICATI A...ALFANO- RENZI, S'ERANO ... »

IL PAPA NON É GRILLINO MA NEMMENO RENZIANO

Post n°1815 pubblicato il 28 Maggio 2017 da kayfakayfa

Come era prevedibile le parole pronunciate dal Papa ieri a Genova durante l’incontro con i lavoratori dell’Ilva stanno suscitando una ridda di interpretazioni e di polemiche politiche di cui ne avremmo fatto volentieri a meno. Cos’abbia esattamente detto il Pontefice di così scioccante è presto detto: a un certo punto, rivolgendosi agli operai e agli imprenditori presenti nel capannone, Francesco ha condannato i sussidi, dichiarando “non il reddito per tutti ma il lavoro per tutti”. Aggiungendo, “un buon imprenditore risolve i problemi non licenzia!”.

E subito c’è stato chi politicamente s’è appropriato di quelle frasi, strumentalizzandole a proprio uso e consumo, per dimostrare che la visione del Papa è in sintonia con la propria e contraria a quella dei suoi avversari politici.

È il caso del Segretario del Pd Matteo Renzi che alcune settimane fa definì anticostituzionale il reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia dei cinque stelle, in quanto, a suo giudizio e con fondate ragioni, essendo l’Italia una Repubblica fondata sul lavoro, come recita l’articolo uno della Costituzione, qualunque forma di reddito assistenziale mina tale principio.

Dimenticandosi però che altrettanto incostituzionali sono i milioni di italiani senza lavoro...

Poiché le parole di Francesco giungono giusto una settimana dopo quelle di Grillo durante la marcia Perugia-Assisi per il reddito di cittadinanza, “siamo noi i veri francescani”, che suscitarono l’ira del Vaticano al punto che il giorno dopo, durante un incontro con i giornalisti, il Segretario di Stato Pietro Parolin stigmatizzò l’affermazione del leader del M5S asserendo, “nessuno può pretendere di avere l’esclusiva del messaggio francescano.  Sono contento che i politici si richiamino a San Francesco, ma che ci si definisca veri francescani non si può dire”, forte è il dubbio che le parole del Santo Padre non solo condannino senza “se” e senza “ma” una politica assistenzialista, ma mirino a screditare politicamente il M5S, reo di essersi auto identificato in San Francesco,  che da sempre si batte perché in Italia venga introdotto il reddito di cittadinanza.

Le parole del Papa devono essere apparse al Segretario del Pd come manna caduta dal cielo. E infatti sulla sua pagina facebook  Renzi ha subito scritto un post: “Ciò che Papa Francesco ha detto a Genova sta coerentemente dentro la grande storia della dottrina sociale della Chiesa Cattolica ma assume un valore straordinario in questo preciso momento storico. Ve lo ripropongo perché credo che sia fonte di grande ispirazione e riflessione. Davanti alle "ideologie" che chiedono di dare a tutti un reddito, di far mantenere le persone con un assegno sociale Papa Francesco rilancia sulla necessità non di un reddito per tutti, ma un lavoro per tutti." Perché "senza lavoro per tutti non ci sarà dignità per tutti". E il Papa insiste: "Bisogna guardare senza paura e con responsabilità alle trasformazioni tecnologiche dell'economia". Non sussidi e assistenzialismo, ma crescita e lavoro: questo il messaggio che nel nostro piccolo vogliamo rilanciare con forza. Perché il lavoro è innanzitutto questione di dignità prima che fattore meramente economico.
Avanti, insieme”.

Dal suo blog Beppe Grillo ha replicato: “Oggi Papa Francesco ha parlato dei due temi che sono al centro del dibattito per il futuro del nostro Paese e della nostra civiltà: reddito e lavoro. I piccoli leader in cerca di visibilità e i piccoli giornalisti hanno subito strumentalizzato alcune sue parole a fini politici, ma non si sono soffermati a capire e hanno ascoltato solo quello che pareva a loro. Il Papa ha detto che "Il sistema politico a volte sembra avvantaggiare chi specula e non chi investe", come dargli torto davanti a un governo che ha abolito l'articolo 18 per rendere più facili i licenziamenti? Ha criticato il gioco d'azzardo, che il governo continua a incentivare in tutti i modi possibili, e la scelta di mantenere negozi aperti 24 ore su 24.

Ha detto anche che "l’obiettivo da raggiungere non è il reddito per tutti, ma il lavoro per tutti, perché senza lavoro per tutti non ci sarà dignità per tutti". La proposta di Reddito di Cittadinanza del MoVimento 5 Stelle va esattamente in questa direzione. Il Reddito di Cittadinanza del MoVimento 5 Stelle garantisce a tutti i cittadini di avere un reddito al di sopra della soglia di povertà e contemporaneamente permette loro di inserirsi o reinserirsi nel mondo del lavoro. L'occupazione è il fine del Reddito di Cittadinanza, ma mentre si raggiunge questo obbiettivo dobbiamo tirare fuori milioni di persone dalla povertà, garantire loro un tenore di vita dignitoso che gli consenta di potersi sfamare e vivere a testa alta all'interno della società. Il Reddito di Cittadinanza che il MoVimento 5 Stelle propone all'Italia è una misura che è presente in tutta Europa, tranne che nel nostro Paese e in Grecia ed è l'unica risposta possibile all'emergenza nazionale che i partiti hanno causato e fanno finta di non vedere: la povertà.

Non è un mistero che il lavoro che dà reddito stia scomparendo a causa dell'avanzata dell'automatismo, della robotica e dell'intelligenza artificiale. Non tenere in conto questo dato, per chiunque si candidi a governare il Paese, è segno di miopia. Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg, nel suo discorso ad Harvard, ha avanzato l'ipotesi di un "reddito di cittadinanza universale, per dare a ognuno un punto d'appoggio per provare a fare cose nuove. Cambieremo lavoro molte volte, quindi abbiamo bisogno di assistenza ai bambini che sia accessibile, per potere andare al lavoro, e di cure sanitarie che non siano legate a un'azienda." Elon Musk, CEO di Tesla, ha avanzato la stessa proposta a più riprese. Sono due delle persone al mondo che hanno i mezzi più avanzati per avere un'idea precisa del futuro che ci aspetta.

Ma adesso la priorità è il Reddito di Cittadinanza come proposto dal MoVimento 5 Stelle: garantiamo alle persone una dignità e aiutiamole a inserirsi o reinserirsi nel mondo del lavoro.”

---------------------------------------------------------

Probabilmente preda dell’entusiasmo per quanto aveva ascoltato da Francesco,  peccato che nel suo post Renzi  abbia omesso di citare e analizzare l’altra affermazione forte del Papa: “un buon imprenditore risolve problemi non licenzia”.

Essendo stato il suo governo ad abolire l’articolo 18 che tutelava i lavoratori dai licenziamenti ingiusti; ad aver introdotto i voucher per i pagamento delle prestazioni occasionali - la cui frettolosa  abolizione a marzo di quest’anno da parte del governo Gentiloni a molti è apparsa come una manovra indotta da Renzi per evitare il referendum per la loro cancellazione proposto dalla CGIL al fine di scansare una nuova mazzata referendaria  dopo quella subita con il No alla riforma costituzionale  del 4 di dicembre, in vista delle primarie del Pd, e la loro probabile reintroduzione  che sta alimentando uno scontro tra governo e sindacati e all’interno della stessa maggioranza di governo; ad aver varato una riforma del lavoro, il jobs act, che non ha affatto risolto il problema della disoccupazione, soprattutto giovanile, nel nostro paese -  come molti avevano preventivato, una volta terminato il periodo in cui gli imprenditori che assumevano potevano godere dei benefici fiscali, le assunzioni sono crollate e aumentati i licenziamenti per giusta causa; ad aver varato una riforma scolastica ribattezzata enfaticamente Buona Scuola, che tanti problemi ha creato e sta creando agli insegnanti, imponendo trasferimenti in massa dal sud al nord, mettendo a rischio la tenuta di interi nuclei familiari; ad aver varato il Decreto Salva Banche che di fatto azzerava i risparmi di migliaia di piccoli azionisti per salvare Banca Etruria, il cui vicepresidente era il papà di Maria Elena Boschi, all’epoca Ministro delle Riforme, oggi sottosegretario alla Presidenza del Consiglio,  e altre tre banche in crisi; ad aver entusiasticamente paragonato due anni fa il rilancio di Alitalia al rilancio dell’Italiaoggi Alitalia è miseramente fallita ed è in svendita; essendo stato il suo governo ad aver acuito tutta una serie di problematiche sul piano lavorativo a danno dei lavoratori, favorendo imprese e banche, non si comprende l’entusiasmo dell’ex Premier alle parole del Papa.

 A meno che in esse, riportate solo in parte nel suo post, Renzi non  veda un appiglio da giocarsi in campagna elettorale contro il M5S, sperando di far presa sull’elettorato moderato che da quando è scomparsa la DC o non va più a votare, o vota per i partitini di centro che oggi fungono da sostegno al governo - vedi Alfano e Verdini - ma se passasse una legge elettorale con lo sbarramento al 5% sarebbero fuori dai giochi costringendo i loro elettori a indirizzare altrove il proprio voto.

Per il momento una cosa è certa, le parole che il pontefice ha pronunciato ieri a Genova non sono né una condanna al M5S, seppure enunciate nella città natale del suo leader, né un sostegno a Renzi e alle sue politiche sociali.

Ieri a Genova il Papa ha bacchettato sia gli imprenditori che speculano sulla pelle dei lavoratori, e sono tanti, sia i politici che gli reggono il gioco varando leggi che favoriscono le imprese penalizzando i lavoratori.

Mi sa che Renzi ha poco da gioire!

Commenti al Post:
Vince198
Vince198 il 29/05/17 alle 08:44 via WEB
Il Papa ha ragione da vendere specie sulla questione licenziamenti, tuttavia dovrebbe anche riflettere sul fatto che i cosi detti poteri forti vogliono mano libera sulle assunzioni e pagare il meno possibile gli assunti. Con questa esasperante "tratta" di carne umana in particolar modo dall'Africa (bisognerebbe scavare per vedere chi la promuove fra guerre colorate et similia: qui è il vero problema), c'è chi ci guadagna in Italia e fuori dall'Italia. Bisognerebbe salvaguardare PRIMA i nostri poveri, quasi poveri, disoccupati, precari, chi cerca lavoro e non lo trova. Dopo, se c'è tempo e denaro tutto il resto. Come si sta agendo all'oggi si favorisce lo sfruttamento9 di poveri diavoli che non sanno cosa li aspetta e si mettono da parte milioni di italiani che, in quanto tali, hanno diritto a vivere decorosamente. Mi domando: dov'è finita quella sinistra sempre stata a fianco dei poveri, degli indigenti mentre oggi molti si danno da fare per fare affari con questa speculazione che va a danno dei profughi e dei rifugiati, accogliendo tutti, ben sapendo che con il debito pubblico mostruoso che abbiamo, quel che si incrementerà sarà solamente la povertà e certa criminalità organizzata? Una scelta prioritaria va fatta: questo fuor di dubbio, ancorché con troppa carne al fuoco, alla fine si brucia tutto. Secondo me è quello che sta ora avvenendo.
 
 
kayfakayfa
kayfakayfa il 29/05/17 alle 10:21 via WEB
Caro Vincenzo, la questione è davvero complessa. Di certo, come tu dici, la pessima gestione dei profughi e dei migranti che sbarcano sulle nostre coste senza un'adeguata gestione del "patrimonio" umano, sia nazionale che internazionale, crea non poche difficoltà nella scelta delle priorità, favorendo la criminalità organizzata che in questi disperati trova "mano d'opera" a basso costo. Tuttavia, visto che sia Renzi che il Papa si richiamano all'art 1 della Costituzione per "condannare" una politica fatta di sussidi anziché di lavoro per tutti come implicitamente recita il primo articolo della Carta, è evidente che la priorità dovrebbe essere la garanzia del lavoro a tutti i cittadini italiani. Ma, come sappiamo, a parole tutti so' bravi! Buona giornata
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Abbandonare Tara
- pensieri nel vento
- Il diario di Nancy
- sciolta e naturale
- Per non dimenticare
- il posto di miluria
- Arte...e dintorni
- dagherrotipi
- C'era una volta...
- passaggi silenziosi
- le ali nella testa
- Grapewine
- FAVOLE E INCUBI
- critica distruttiva
- GallociCova
- estinzione
- Starbucks coffee
- L'angolo di Jane
- In Esistente
- Comunicare
- Writer
- Chiedo asilo.....
- antonia nella notte
- Quaderno a righe
- come le nuvole
- Contro corrente
- Scherzo o Follia?
- La dama della notte
- MARCO PICCOLO
- Fotoraccontare
- epochè...
- considerazioni
- ESSERE E APPARIRE
- Oniricamente
- prova ad afferrarmi
- Nessuno....come te
- confusione
- io...Anima Fragile.
- evalunaebasta
- La MiA gIoStRa
- ...spiragli
- CORREVA L' ANNO...
- LE PAROLE
- SPETTA CHE ARRIVO
- (RiGiTaN's)
- esco fuori
- ....bisogni
- La Mia Arte
- pEaCe!!!
- Ginevra...
- Like A Wave
- BLOG PENNA CALAMAIO
- Amare...
- Sale del mondo....
- Praticamente Io
- Imperfezioni
- Mise en abyme
- Due Destini
- manidicartone
- acqua
- BRILLARE!!!!!
- Osservazioni
- XXI secolo?
- justificando.it gag comiche
- Di palo in frasca...
- montagneverdi...
- Verit&agrave;... Piero Calzona
- osservatorio politic
- Geopolitica-ndo
- Lanticonformista
- Riforme e Progresso
- LAVOROeSALUTEnews
- Ikaros
- ETICA &amp; MEDIA
- Canto lamore...
- Pino
- MY OWN TIME
- Tatuaggi dellanima
- cos&igrave;..semplicemente
- Acc&ograve;modati
- Il Doppio
- arthemisia_g
- senza.peli
- marquez
- Cittadino del mondo
- Quanta curiosit&agrave;...
- entronellantro
- iL MonDo @ MoDo Mio
- LOST PARADISE Venere
- Frammenti di...
- La vita come viene
- Mondo Alla Rovescia
- Pietro Sergi
- StellaDanzante
- Polimnia
- e un giorno
- Parole A Caso
- tuttiscrittori
- Dissacrante
- Artisti per passione
 
Citazioni nei Blog Amici: 61
 

ULTIME VISITE AL BLOG

les_mots_de_sablekayfakayfavolpinaOKleotrader2loveboatcaptain1Atena.88vizzafrancescoenzogiarritellosongekkaderipanlalistadeidesideri79guercio_antoninoClemClem1957ferretti591
 

ULTIMI COMMENTI

Caro Vincenzo, la questione è davvero complessa. Di certo,...
Inviato da: kayfakayfa
il 29/05/2017 alle 10:21
 
Il Papa ha ragione da vendere specie sulla questione...
Inviato da: Vince198
il 29/05/2017 alle 08:44
 
Più che dare le spiegazioni richieste dovrebbe spiegare...
Inviato da: Bushman
il 25/05/2017 alle 16:44
 
...
Inviato da: kayfakayfa
il 17/05/2017 alle 15:29
 
É possibilissimo. Però, più che una guerra (fra i...
Inviato da: Vince198
il 17/05/2017 alle 10:43
 
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom