Creato da sanguemisto84 il 19/04/2009
Un blog inutile

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

 

« TEMPI MODERNI: UOMO VS N...MINESTRONE DOMENICALE »

VOGLIO VEDERTI DANZARE

"come le zingare del deserto, con candelabri in testa, o come le balinesi nei giorni di festa" cantava Battiato qualche annetto fa. Probabilmente, essendo un precursore, il buon Franco avrà scritto questo testo pensando a una persona che nel 2012 entra in uno di quei bagni pubblici iper-iper tecnologici. Già vi vedo lì a pensare che le due cose non hanno alcun nesso logico, ma non è così cari signori. E vi spiego perchè.

Sta cosa m'è venuta in mente l'altra sera mentre mi accingevo a minzionare (
'mmazza che termini) nel bagno pubblico di un bar. Entro nella cess-room, una di quelle dalle forme futuristiche, luci a sensore, lavandini in plexiglass trasparenti: più che un gabinetto sembrava una banca. Chiudo la porta e mentre espleto i miei bisogni sta stracacchio di luce non so perchè si spegne. Ringrazio iddio di essere nato uomo e di poter fare pipì in piedi ed inizio ad alzare un braccio muovendolo per attivare la fotocellula, che è in alto a destra. Sembrava uno di quei balli latino-americani che si imparano nei villaggi vacanze (questo, clic):

"una mano en la cintura (
all' "attrezzo", in questo caso)
una mano en la cintura
un movimiento sexy
un movimiento sexy
Y ahora inizio a bestemiar
" perchè la luce non si accende!

Completo "l'operazione" al buio e come per magia alla fine la luce si accende. Fanculo. Ecco il collegamento con Battiato: chi ha inventato 'ste luci vuole vedere danzare come le balinesi nei giorni di festa colui che va in bagno in un'epica battaglia contro le fotocellule.  Ma radio tirana non trasmette musiche balcaniche, l'altro giorno c'era Gigi D'Alessio. Che stimola la diuresi, quindi va bene. Comunque vado per lavarmi le mani e chiaramente c'è il sensore anche al rubinetto del lavandino. Sciacquo prima le mani, poi le allontano per insaponarle. Le rimetto sotto il rubinetto e l'acqua chiaramente non scende. E andare un passo avanti, e andare un passo indietro. Ruoto le mani, ballo la macarena, ma l'acqua non scende. Penso di sputarci sopra perchè non posso andare via da li insaponato, ma non credo sia la soluzione migliore. Vuoi la guerra, rubinetto dei miei stivali? e guerra sia, all'ultimo nervo. Tanto ho una tattica: mi giro di spalle e faccio finta di andarmene con nonchalance, 2 passi verso la porta e poi piazzo la zampata vincente: con un movimento fulmineo mi rigiro e butto le mani sotto al rubinetto che finalmente eroga il prezioso liquido (
manco fosse petrolio) e mi permette di sciacquarmi. T'ho fregato! mi dirigo verso l'asciugatore, ma anche quello è automatico.

Me sa che stavolta mi asciugo la mani sui jeans...



(Franco Battiato - Voglio vederti danzare)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Ultimi commenti

Contatta l'autore

Nickname: sanguemisto84
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 36
Prov: NA
 

Ultime visite al Blog

ardizzoia.nataliaDj_Kaosramona.valentitnancostruzioniciop_70ABISAGdiSUNAMAstriddrancillotto640tam58Melpomene72rosaderenKikj5kombatsystemmakkurokuroke
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

LA MIA CANZONE PREFERITA

 

ALLA MIA DONNA :-)

 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

AUTOBIOGRAFIE SONORE

 

 

NO NUCLEARE

 

ALLA MIA CITTA'