Diario di bordo

Racconti di vita quotidiana

 

ULTIME VISITE AL BLOG

MargueriteGQuartoProvvisoriocercasi_sorrisoLess.is.moredaunfioredolcesettembre.1DoNnA.S74pollonTerzo_Blog.Giusdivinacreatura59chiacristofagramassimo.sbandernoPathos_ErosMrs_Nadine
 
 

PENSIERI DI EDUARDO DE FILIPPO

 

 

 

"Il Teatro sintetizza in un paio d’ore tutti gli stati d’animo della vita. Se ci si pensa un momento è un fatto semplicemente miracoloso! Il pubblico viene a Teatro, si accomoda in poltrona, le luci si spengono, si leva il sipario e la gente senza alcun problema viene proiettata in un’altra dimensione, un’altra epoca. E subito ci crede. Questo è il miracolo,la magia."

Eduardo De Filippo

 

VALE MOLTO DI PIÙ....

"Vale molto di più un gesto intenso

che

una frase enfatizzata!"

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 10
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 

I MIEI LINK PREFERITI

 

Le Donne, un mondo infinito di possibilità...

Post n°892 pubblicato il 11 Ottobre 2019 da MargueriteG
 

Mi piacerebbe raccogliere un giorno le tante testimonianze di Donne che ho incontrato sul mio percorso di Vita perchè ognuna di loro ha tantissime cose da raccontare ...
Dietro ogni sorriso, ogni lacrima, ogni affermazione c'è un mondo nascosto che nessuno a parte le Vere Amiche riescono a conoscere davvero e a capire e a condividere...
Ogni Donna porta con sè per tutta la Vita un bagaglio di esperienze belle o brutte che non l'abbandonerà mai!!

Molte volte metterà da parte ogni cattivo pensiero e supererà gli ostacoli a testa alta come una guerriera per difendere il bene più prezioso che ha la sua famiglia.
Ma ci siamo mai chiesti quanto male fa, portare tutto quel peso da sole? 

Ci siamo mai preoccupati di capire cosa veramente significhi quel sacrificio?

Mi piacerebbe aprire un dialogo con chi mi legge su questo blog e ricevere i commenti pertinenti su storie di Vita vissuta. 
Lancio questa mia richiesta e spero che qualcuno che passa di qui voglia esprimere un suo parere o raccontare una storia personale.
Non è necessario scrivere il proprio nome di Battesimo, va benissimo un nome di fantasia.

 

 
 
 

Quanto costano certi desideri?!

Post n°891 pubblicato il 08 Ottobre 2019 da MargueriteG

Più vado avanti e più mi rendo conto che i nostri desideri spesso non collimano con quelli di chi abbiamo al nostro fianco o che crediamo possa diventare la persona che ci potrà accompagnare lungo il nostro breve o lungo tragitto di vita!

Non è facile far coincidere i propri sogni con le aspettative di vita e soprattutto con la realtà che si vive ogni giorno.

Ci sono tante piccole o grandi differenze che segnano tutto il nostro essere!
Siamo portati, per causa di forza maggiore, a scegliere spesso tra i nostri desideri e le nostre possibilità reali e non sempre la scelta è fatta a cuor leggero!
Nel momento in cui ci accorgiamo che stiamo bene, scatta in noi un meccanismo perverso che ci porta a rielaborare il tutto e spesso ci induce in errori dei quali potremmo pentirci amaramente.

Accade purtroppo, più spesso del previsto e del prevedibile e fa male.... molto male ;-(

 
 
 

"Dove una volta c'era Amatrice"

Post n°890 pubblicato il 19 Settembre 2019 da MargueriteG
 

Domenica scorsa abbiamo deciso di fare una gita fuoriporta ed invece di andare nei luoghi più belli e suggestivi della Toscana, abbiamo scelto di portare un piccolo contributo economico in un paese che  ha chiesto più volte aiuto: Amatrice!
Non si può neanche immaginare cosa può provare il cuore nel vedere i luoghi del disastro! 
Strade chiuse o che riportano a scene di guerra, detriti di quelle che una volta erano le abitazioni di persone come Tutti noi, che ogni giorno vivevano la loro quotidianità e che oggi con coraggio, dignità e determinazione continuano a farlo vivendo in case prefabbricate da tre lunghissimi anni!!! 
Per arrivare ai ristoranti, che sono la maggiore attività produttiva e il centro turistico-gastronomico per cui era famosa Amatrice bisogna obbligatoriamente percorrere una strada costeggiata da ciò che resta di alcune abitazioni.
Ci si ritrova così a dover transitare davanti alle casette prefabbricate disposte tutte in fila come fossero bambini ubbidienti e silenziosi.  Subito dopo si trova un "centro" designato alla ristorazione. Sono tutti lì, raccolti come se si sostengano a vicenda. Lavorano ogni giorno alacremente. Li vedi correre tra i tavoli sempre col sorriso sulle labbra e la battuta pronta! "Qui lavoriamo tutti i giorni, solo a pranzo, perché ci sono gli operai, la sera qui è deserto e ne approfittiamo per "riposarci." così mi ha risposto una cameriera finito il turno! 
Ci ha detto che hanno potuto riprendere le attività grazie ai fondi raccolti dal Corriere e da La 7 che ha fatto costruire quel complesso di ristoranti comprensivo dell'arredamento delle cucine! 
Ha parlato con disinvoltura e con una grande dignità! Ci ha insegnato molto questo piccolo viaggio e penso sia utile condividerlo perché basta poco per creare solidarietà ed un aiuto concreto.
Quando ho raccontato di questa mia esperienza, un mio amico ha ricordato i momenti tristi di quella notte del 24 agosto 2016 e vorrei riportarli qui su questo diario perché credo che sia importante sapere cosa hanno potuto provare anche se in minima parte coloro che erano così lontano da quei luoghi sfortunati di quella notte:
M. P. : "Ho un ricordo preciso di quella notte, eravamo in vacanza a Viserbella (frazione di Rimini), la camera era al quarto piano, sentimmo oscillare tutto intorno a noi e nonostante durasse meno di un minuto sembrò infinito!
F.  non si accorse di niente continuando a dormire nel suo lettino, mia moglie non sapeva se uscire in strada o restare li, aspettammo, con lei impaurita stretta a me che cercavo di rassicurarla,  anche per non disturbare inutilmente F .
Quando vedemmo le notizie al telegiornale stentavamo a credere alla devastazione, non riuscendo nemmeno ad immaginare cosa potesse voler dire essere lì, se a così tanti chilometri di distanza noi lo avevamo percepito così chiaramente .
Ho pensato spesso anch'io  di andare in quei luoghi col tuo stesso obbiettivo e spero di farlo presto .
Spero anche che la tua bellissima testimonianza porti altri a muoversi verso quei luoghi, per dare anche se pur piccolo un contributo, che non è solo economico ma soprattutto umano!!!"
 

 
 
 

L' odore di casa....

Post n°889 pubblicato il 06 Settembre 2019 da MargueriteG

.... Erano lì seduti uno accanto all'altra, mano nella mano e guardavano nella stessa direzione ma le loro menti erano chissà dove.

Erano assorti nelle parole che si erano pronunciati poco prima... 
Continuavano a rivivere ogni singolo momento di ciò che si erano detti e riflettevano su ciò che era giusto o errato fare ma erano insieme, vicini e inconsapevoli eppure apparentemente felici di esserci in quel momento.

Ad un tratto lei, gli diede un bacio sulla guancia, poi sul collo e si inebriò con l'odore della sua pelle esclamando: "adoro il profumo della Tua pelle!"

Lui la guardò, le diede un bacio e le disse: "Anch'io! Mi fa sentire a casa!"

Quella frase segnò per sempre qualcosa dentro di lei che sapeva che a breve ci sarebbe stata una lunga pausa che chissà a cosa avrebbe  portato. Era necessaria, era richiesta, era forse provvidenziale anche se non avrebbe  mai  voluto che ci fosse...

... Il silenzio di lei, dopo quella sera,  durò circa tre giorni, aveva promesso e ci era quasi riuscita ma un giorno per uno scherzo del destino o solo per caso (ma non esiste il caso!) lei gli inviò un messaggio pubblicitario per un evento a cui lui avrebbe voluto partecipare nei mesi scorsi ma non aveva potuto.
Si presentava una nuova possibilità per lui e lei pensò di informarlo.
Gli inviò il messaggio ma niente di più. Lui le rispose quasi subito scrivendole: "Ciao ti stavo pensando!"
Il suo cuore ebbe un sussulto, fu  felice ma non sapeva cosa fare. 

Era già finito tutto, si ritornava indietro e poi che cosa sarebbe successo?
Sarebbero tornate  le domande senza risposte, le paure, le frasi che facevano rattristare?
No, lei non voleva che accadesse così ci scherzó su... Fece battute per capire, per verificare,  lui le rispose sinceramente che "le mancava un pò..." Sentì le capriole nel suo cuore, gioia infinita, anche lei  sentiva la sua mancanza e glielo disse... 
Lui la chiamò, il suono della sua voce era così soave per lei, le infondeva tranquillità, serenità ma soprattutto ascoltandola Lei capì che "si sentiva a casa" e si commosse.
Non aveva mai provato una simile sensazione ed era felice per ciò che provava...

 

 
 
 

Gli zii "una categoria da proteggere"

Post n°888 pubblicato il 03 Settembre 2019 da MargueriteG

Stamattina una mia collega raccontava che suo fratello (che conosco bene perché mio amico) ha conservato molti ricordi di quando sua nipote era piccola e ieri a distanza di anni ha rinviato attraverso WhatsApp un messaggio vocale dove si sente la vocina della sua nipotina che cerca di spiegare allo zio una parola che lui si è inventato per avere un rapporto più "confidenziale" con lei.

Succede a molti di noi che diventiamo zii ma non abbiamo avuto il piacere di diventare genitori di conservare i ricordi dei nostri nipoti come fossero reliquie sacre!!

Vorremmo conservare per sempre nella nostra mente ogni singolo istante di quei momenti trascorsi con quegli esserini meravigliosi che hanno sconvolto, scombussolato e rivoluzionato per sempre la nostra esistenza dandoci l'opportunità di diventare i loro zii e di crescere con loro ed attraverso loro.
Di poter ritrovare come un tempo passato, la gioia della complicità con i nostri fratelli o le nostre sorelle, di ritornare bambini e giocare insieme.

Quando accadono queste cose, quando mi vengono raccontate storie simili o quando io stessa mi ritrovo a pensare a cosa ha detto o fatto o quale bellissima emozione mi ha fatto provare la mia Poppetta, ripenso automaticamente a mio zio, a quanto amore incondizionato ci ha dato per tutta la sua esistenza e quanto bene avrà provato ma anche quanto dolore per quei figli che lui non ha mai avuto!!!

Comprendo i suoi sentimenti, provo ad entrare nella sua mente e a cercare di capire se come me si è sentito appagato ogni qualvolta era in nostra compagnia e condivideva il suo tempo con noi....

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: MargueriteG
Data di creazione: 03/10/2005
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

I pensieri creano la realtà.

 

Oggi scelgo quelli che mi fanno stare bene!

 

"Date alle donne occasioni adeguate ed esse possono fare tutto."

Oscar Wilde

 

"La maggior parte  delle donne non riesce ad avere neanche un quarto di paradiso,

e io ne avevo avuto uno intero tutto per me. 

Ero fortunata."

Marcela   Serrano  

"I quaderni del pianto"

 
 
 

Aime-moi quand je le mérite le moins

parce que ce sera quand j'en aurai le plus besoin.

 

ESSERE

"Implacabile ed attento regista dei comportamenti è il nostro stesso esistere con le sue regole ed imposizioni sociali che sin dal primo affacciarci alla luce, ci costringe, quasi inconsapevolmente a recitare, spesso a soggetto, la commedia della vita.

 Ad ognuno di noi è dato di impersonare il ruolo più consono alla propria personalità e di operare le scelte interpretative più opportune col fine ultimo di cogliere il consenso di quella platea, critica ed esigentissima, che altro non è che il mondo che ci osserva..."

L. Pirandello