Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiarabisou_fatalg1b9Arianna1921Riamy55maremontycassetta2norise1mariasen1dronedjibaldolondrafrescaselvaamorino11Crowuglybadbanderuola0
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 13/03/2024

Cartoonia 2, il ritorno.

Post n°3063 pubblicato il 13 Marzo 2024 da fedechiara
 

That's all, folks. 13 marzo 2021

Dunque, dice il fatto quotidiano e lo certificano i tiggi, la differenza tra Conte e Draghi è tutta e solo nel silenzio in partitura imposto da quest'ultimo e niente domande da parte dei giornalisti accreditati. Zitti e mosca, a un dipresso, e/o 'non parlate al conducente', come si scriveva un tempo sugli autobus nelle targhette appresso al guidatore. Peccato che oggi alcuni conducenti parlino al telefono con la moglie e/o l'amante e non sempre con gli auricolari, giuro, l'ho veduto con questi occhi.
E questa caratteristica del novello salvatore della patria sembra appartenere anche al Letta-nipote-di-suo-zio che torna come il Komeini dalla Francia e dice ai reprobi e ai dissidenti interni 'Ascoltate le mie parole. Io cerco la verità' . Qualcosa di simile a quel Tale, lontano nel tempo, di cui si dice che andasse vagando per le strade di Palestina e affermasse, temerario: .'Io sono la Verità, la Via e la Vita.' E proprio non vuol 'star sereno' l'Enrico che torna per fare la sua vendetta contro i maledetti renziani e scende nella fossa dei serpenti sicuro della protezione del sacro sigillo zingarettiano di 'Colui che può e vuole e più non dimandare'.
Questo e' quel tempo. Tempo di tirannie non dichiarate ma effettive e di guerre dichiarate invece, con gli slogans telegiornalistici e giornalisti embedded de: 'Statevene al riparo nelle trincee delle case e uscite solo per vaccinarvi.' E vaccinatevi anche se abbiamo quasi solo l'Astra Zeneca a disposizione – vaccino oggi sotto accusa per i noti casi in cronaca.
E si danno i numeri dei vaccinati, in tivù e sulla stampa embedded, - a partire dai luminosi exempla istituzionali che: 'se l'ha fatto Lui, caro lei, che sei tu per sottrarti' - ma non si danno i numeri di coloro che hanno fatto (e faranno) 'il gran rifiuto'. Vuoi per fede no vax, vuoi per la ragionevole prudenza de: 'Andate avanti voi che io non ho tutta questa fretta'. Ne riparliamo a settembre. 'Settembre, andiamo, è tempo di migrare', scrive il Poeta.
Ne riparliamo, per intenderci, quando le acque tempestose dell'emergenza vaccinale si saranno calmate e potremo esprimere giudizi più calibrati sulla validità, efficacia,immunità di gregge e quant'altro. That'all, folks!
Nessuna descrizione della foto disponibile.
Nessuna descrizione della foto disponibile.
"Inaccettabile non poter fare domande": un anno fa le proteste contro Conte. Draghi ha già parlato tre volte, sempre senza un confronto - Il Fatto Quotidiano
ILFATTOQUOTIDIANO.IT
"Inaccettabile non poter fare domande": un anno fa le proteste contro Conte. Draghi ha già parlato tre volte, sempre senza un confronto - Il Fatto Quotidiano
"Inaccettabile non poter fare domande": un anno fa le proteste contro Conte. Draghi ha già parlato tre volte, sempre senza un confronto - Il Fatto Quotidiano

 
 
 

Cartoonia e dintorni.

Post n°3062 pubblicato il 13 Marzo 2024 da fedechiara
 

News from Cartoonia (2) 13 marzo 2018

Ci piacerebbe definirla 'la creatività al lavoro' – e se fossimo dei creativi pubblicitari al servizio dell'attuale fase politica potremmo disegnare degli scenari grandiosi : un grande sole al tramonto con al centro uno sfilaccio di falce e martello in dissoluzione e un altro sole che sorge ad est con la faccia sorridente di Di Maio: il nuovo 'sol dell'avvenir' di una sinistra rigenerata e che si tuffa e si diluisce nel mare orientale a 5 stelle.
Che mille pesci di ogni genere e dimensione crescano e si riproducano in questo profondissimo mare immaginario.
E' la tesi senile di E.Scalfari e del Vaticano – e dispiace che si trovino in giro tanti cantori di questo paesaggio 'nuovo' perché odora, invece, di rancido e stantio: De Gasperi risorto (evocato dal Di Maio) e una nuova 'democrazia cristiana' alle porte con l'imprimatur e la ola di Francesco il Misericordioso. E, naturalmente, sullo sfondo, ius soli e dimenticatevi i rimpatri dei clandestini.
Appallottolo il disegno e lo fiondo nel cestino.
Lo scenario opposto, e il disegno che abbozzo, è quello di due 'uomini duri', due tipi da 'Lunga Marcia' attraverso il deserto delle avversità, che si stringono la mano in primo piano sullo sfondo di un paesaggio italico di macerie e uomini neri che scappano in tutte le direzioni gridando: 'No, il rimpatrio no!. Altamente improbabile e inviso a Soros e alle o.n.g. da lui foraggiate. Altro lancio e fionda nel cestino.
A reggere queste suggestive ipotesi ' creative' è l'ambiguità politica del M5S a guida Di Maio e il suo essersi costituito a polo di raccolta, da destra e da sinistra, degli elettori scontenti del quindicennio berlusconiano e, di contro, di quelli in uscita dal pd e dalla sinistra di s-governo del dopo Monti.
Una contraddizione destinata ad esplodere di fronte alla nuova polarizzazione dei cosiddetti 'populisti' delle frontiere chiuse e da chiudersi ulteriormente e di una sinistra sociale dura a morire e che agonizza nel suo letto di ospedale con i noti gemiti strazianti di 'accogliamoli tutti' e 'no ai fascisti' (che vi sian ciascun lo dice, dove sian nessun lo sa).
E le imprese funebri di entrambi gli schieramenti vincitori di fuori pronte alla celebrazione di un funerale 'di terza classe' in terra non benedetta.
Meglio la 'terza via' suggerita da un tale che scrive su 'Il Corriere della sera': brevissimo intermezzo 'di riflessione' ed elezioni bis fra qualche mese che mostrino agli elettori oggi confusi che chi è di destra dentro al M5S se ne torna all'ovile e chi geme, invece, in consonanza con quelli ricoverati in ospedale e prossimi a defunzione vada dove vuole o faccia dimagrire il movimento con una massiccia e desolata astensione.
Chi vivrà vedrà. That all, folks!

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963