Creato da HO.PERSO.LA.DENTIERA il 04/12/2006
Se io non brucio e Tu non ardi, se tutti e due non prenderemo fuoco, chi mai dissiperà le tenebre? (NAZIM HIKMET)

immagine

Il Blog di Tutti
che fa conoscere anche Te!
Visitalo

 

Area personale

 
 


immagine
WELCOME

immagine immagine immagine

immagine immagine immagine

immagine immagine immagine

NEWS

immagine immagine immagine

immagine immagine immagine

SIESTA!

immagine

 

FACEBOOK

 
 
 

Tag

 
 

Contatta l'autore

 
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 93
Prov: EE
 

immagine

 
Citazioni nei Blog Amici: 27
 

Ultime visite al Blog

 
stefanoschigianlucabona2007sirenette86edilgentilesrlYANI62raffy5504andreadolcissimo280boucelucadep1968petraccantonellacamperistisagradopatri820FIC0_VINTAGEphilosofo1Giuseppe.Marinelli
 

Ultimi commenti

 
Un augurio per un 2008 che ti veda realizzare tutto ciò che...
Inviato da: bimbayoko
il 29/12/2007 alle 14:39
 
serenità e armonia: ^___^ jò
Inviato da: JON.L
il 25/12/2007 alle 20:11
 
Un abbraccio forte ed un sorriso per augurarti gioia,...
Inviato da: bella64_g
il 25/12/2007 alle 08:13
 
Aahahahah:-)Buone feste a te ed ai tuoi cari,Martina
Inviato da: bimbayoko
il 23/12/2007 alle 01:47
 
davvero trasgressivo
Inviato da: Anonimo
il 10/12/2007 alle 00:08
 
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

immagine
MANIFESTO DEL BLOG

Questo Blog non è una Segreteria di Partito! Pur avendo delle convinzioni personali, l'autore non disdegna di accogliere chi la pensa diversamente. Non aspettatevi costrutti di chissà quali qualità: qui si scrive per il piacere di farlo, ma, soprattutto, per confrontarsi, discutere e capire.
I contenuti di questo Blog non seguono una rotta predefinita. Navigando nel mare delle idee, veleggio lì, dove mi portano le emozioni: attualità, pensieri sparsi, divagazioni e parentesi infinite, ma, anche,
sproloqui e cazzate intimiste...perchè no?
Il Blog sarà aggiornato senza alcuna periodicità ed attraverserà periodi comatosi: vivo, lavoro, amo, sorrido e piango, ma certo,
non mi sveglio alle cinque per scrivere un post.
Le immagini presenti nel Blog sono state talvolta reperite dalla rete; quelle a firma k.a.j.a.l, sono state da me create utilizzando materiale prelevato dal web.

Potete fumare, ubriacarvi, bivaccare in questo Blog e riprodurne i contenuti, a condizione di citare la fonte ed indicare l'url. Però sia chiara una cosa...questa è casa mia...

quindi non sporcate !!!!

immagine

"Non so dove i gabbiani abbiano il nido,
ove trovino pace.
Io son come loro, in perpetuo volo.
La vita la sfioro,
com'essi l'acqua ad acciuffare il cibo.
E come forse anch'essi amo la quiete,
la gran quiete marina.
ma il mio destino
è vivere balenando in burrasca."

immagine

immagine

immagine

Tu sei responsabile della tua rosa.
Va a rivedere le rose
ti accorgerai che la tua

è unica al mondo.

 


immagine


immagine

Una palabra entonces, una sonrisa bastan.
Y estoy alegre,
alegre de que no sea cierto.

 

Archivio messaggi

 
 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 


immagine

immagine

- Crea Testi Glitterati
- Scarica Alfabeti Animati
- Modifica on line le tue Gif

- Banner Generator On Line
- Test caricamento On Line
- Riduzione Url


immagine

immagine

- Il Forum di Pc-Facile
- Pc Self Computer facile
- Pc Al Meglio
- Pc Primi Passi
- Genietto delle mie parti

immagine

"E adesso so che bisogna alzare le vele e prendere i venti del destino,
ovunque spingano la barca.
Dare un senso alla vita può condurre alla follia,
ma una vita senza senso è la tortura dell'irrequietezza e del vano desiderio"

 


immagine

immagine

immagine

immagine

immagine


Vivere
col sole negli occhi.


 

immagine


Dopo un pò comprenderai la sottile differenza fra stringere una mano ed incatenare un'anima, e comprenderai che amore non significa dipendenza e che compagnia non significa sicurezza.


immagine


Incomincerai a comprendere che i baci non sono contratti ed i doni non sono promesse, e incomincerai ad accettare le sconfitte a testa alta e con gli occhi bene aperti, con la compostezza di un adulto e non con il dolore di un bimbo.


immagine


E imparerai a tracciare la strada sull'oggi, perchè il terreno del domani è troppo incerto per essere pianificato.
Dopo un pò comprenderai che persino il sole può bruciare se ne prendi troppo.


immagine


Allora, cura il tuo giardino ed abbellisci la tua anima, senza aspettare che qualcuno ti regali dei fiori.
E imparerai che puoi veramente farcela, che sei veramente forte e che vali veramente molto!

Veronica A. Shoffstall


immagine


 


Il paradosso del nostro tempo nella storia è che abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse, autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.
Spendiamo di più, ma abbiamo meno, comperiamo di più, ma godiamo meno. Abbiamo più istruzione, ma meno buon senso, più medicine, ma meno benessere.
Beviamo troppo, fumiamo troppo, spendiamo senza ritegno, ridiamo troppo poco, guidiamo troppo veloci, ci arrabbiamo troppo, facciamo le ore piccole, ci alziamo stanchi, vediamo troppa TV e preghiamo di rado.
Abbiamo moltiplicato le nostre proprietà, ma ridotto i nostri valori. Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso. Abbiamo imparato come guadagnarci da vivere, ma non come vivere. Abbiamo aggiunto anni alla vita, ma non vita agli anni. Siamo andati e tornati dalla luna, ma non riusciamo ad attraversare il pianerottolo per incontrare un nuovo vicino di casa.
Abbiamo conquistato lo spazio esterno, ma non lo spazio interno. Abbiamo creato case più grandi, ma non migliori. Abbiamo pulito l'aria, ma inquinato l'anima. Abbiamo dominato l'atomo, ma non i pregiudizi. Scriviamo di più, ma impariamo meno. Pianifichiamo di più, ma realizziamo meno.
Abbiamo imparato a sbrigarci, ma non ad aspettare. Costruiamo computers più grandi per contenere più informazioni, per produrre più copie che mai, ma comunichiamo sempre meno.
Questi sono i tempi del fast food e della digestione lenta, grandi uomini e piccoli caratteri, ricchi profitti e povere relazioni. Questi sono i tempi di due redditi e più divorzi, case più belle ma famiglie distrutte.
Questi sono i tempi dei viaggi veloci, dei pannolini usa e getta, della moralità a perdere, delle relazioni di una notte, dei corpi sovrappeso e delle pillole che possono farti fare di tutto, dal rallegrarti, al calmarti, all'ucciderti.
E' un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino. Un tempo in cui la tecnologia può farti arrivare questa lettera ed in cui puoi scegliere di condividere queste considerazioni con altri, o di cancellarle.
Ricordati di spendere del tempo con i tuoi cari ora, perchè non saranno con te per sempre.
Ricordati di dire una parola gentile a qualcuno che ti guarda dal basso in soggezione, perchè quella piccola persona presto crescerà e lascerà il tuo fianco. Ricordati di dare un caloroso abbraccio alla persona che ti sta a fianco, perchè è l'unico tesoro che puoi dare col cuore e non costa nulla.
Ricordati di dire "vi amo" ai tuoi cari, ma soprattutto pensalo. Un bacio ed un abbraccio possono curare ferite che vengono dal profondo dell'anima.
Ricordati di tenerle le mani e godi di questi momenti, un giorno quella persona non sarà più lì.
Dedica tempo all'amore, dedica tempo alla conversazione e dedica tempo per condividere i pensieri preziosi della tua mente.
E ricorda sempre:
la vita non si misura da quanti respiri facciamo, ma dai momenti che ce li tolgono.

George Carlin


 
 

 

 
« DIGILAND...TOGLI LE MANE...Community Trash »

Una storia finita...

Post n°68 pubblicato il 19 Marzo 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA
 

immagineQuando finisce una storia rimaniamo attoniti, smarriti, sospesi. In realtà la fine di una storia non è mai improvvisa nè avviene per caso. L'evento scatenante può essere una piccola cosa senza importanza, ma la parola fine è il frutto di un percorso graduale ed inconsapevole, del quale percepiamo le avvisaglie, negando a noi stessi cosa stia succedendo, rifiutando l'idea che quel momento così triste stia arrivando proprio per noi.
Il più delle volte prolunghiamo stupidamente il dolore di entrambi, reiteriamo la sofferenza evitando di prendere coscienza dell'amara verità.
A guidarci è il timore del cambiamento, l'assuefazione ad uno status quo, la pallida illusione di poter ricostruire, di poter sanare, di poter ancora andare avanti insieme.
Spesso il rapporto è ormai morto da tempo, la relazione è stanca, provata dalla quotidianità, prodiga di malumori ed avara di momenti di gioia; ma noi continuiamo sordi e ciechi a percorrere un tunnel, ignari che quella luce tanto desiderata, quel piccolo spiraglio intravisto in lontananza, non sia la possibilità di riprovarci insieme, bensì l'inizio di una vita nuova, di un nuovo percorso.
Io ho provato tantissime volte a farti cambiare idea ed a nulla vale ormai la mia tardiva presa di coscienza, così come è sterile e crudele il tuo "je accuse".
Pure, sento il bisogno di ammettere le mie pecche, di farlo pubblicamente...è l'ultima carezza che ti riservo e nasce dal profondo del cuore...è il mio modo per dirti che sono cambiata, che ho compreso cosa non abbia funzionato tra noi, che mai più dopo te, ripeterò gli stessi errori.
Confesso di avere ignorato i tuoi segnali di allarme, ne prendo atto. Nel graduale lavacro della mia coscienza, ammetto gli sbagli innumerevoli commessi, prendo atto soprattutto di averti chiesto troppo.
Quante volte mi hai chiesto sostegno ed io nel più muto egoismo ho tirato avanti, come se nulla tra noi potesse mai cambiare!
Quante volte ti ho coperto di strumentali ed artificiose attenzioni volte semplicemente a farti essere più accomodante, paziente ancora per un pò.
Quante volte ho infierito su di te perchè avevo perso le staffe, incurante della tua stanchezza e dello stress che ti procuravo!
E' vero, ci sono stati momenti, giorni, mesi indimenticabili, carichi di complicità e di passione, ma il loro ricordo oramai non riesce ad alleviare il dolore che ci affligge entrambi.
Ho capito mesi orsono che questo giorno sarebbe prima o poi arrivato, ineluttabilmente.
Ho sperato e provato e sperato e riprovato ancora.
E' dura da ammettere ma il giorno è giunto.
E' difficile ammetterlo, riconoscere che la nostra storia è finita, ma devo farlo, devo farlo per la tua sopravvivenza, per il tuo benessere, ma anche per me stessa.
Anche il mio ultimo tentativo è stato vano!

Ti ho comprato una scheda di rete e ti ho promesso che ti avrei offerto un sostegno...che da oggi ti avrei chiesto il meno possibile, rivolgendo altrove le mie richieste pressanti.
Ma hai avuto il rigetto!
Il tuo disco fisso è ormai giunto allo stremo, colmo di librerie orfane, di periferiche sconosciute delle quali più nulla ricordo, di driver vaganti nell'oblio e di programmi shareware scaduti e mai disinstallati.
Non c'è proprio più scampo per noi!
Anche l'ultima speranza di creare una rete wireless tra te ed il portatile, è andata delusa: hai detto BASTA...


P.S. Sono mesi ormai che per lavorare su un qualsiasi file devo necessariamente essere connessa altrimenti mi pianti in faccia la tua stupida clessidra per ore!
Rifiuti di entrare in rete col portatile? E va bene!
ADESSO BASTA! SI TI FORMATTO!

HO.PERSO.LA.DENTIERA

 
 
 
Vai alla Home Page del blog