Blog
Un blog creato da amoon_rha_gaio il 21/09/2007

Immagini dal mondo

i miei viaggi, i miei pensieri

 
 

BABBO NATALE - UOMO DI DICEMBRE

https://www.federicogasp.com/Blog/2016/12/Joe-Putignano.jpg

 

ULTIME VISITE AL BLOG

 
 

tumblr analytics

 

IL POTERE DI UN ABBRACCIO

 

QUANTI MI STANNO LEGGENDO

site statistics
 

AREA PERSONALE

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
Citazioni nei Blog Amici: 194
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Il risvolto della medaglia

Post n°2679 pubblicato il 12 Dicembre 2018 da amoon_rha_gaio
 

https://i.pinimg.com/originals/f1/77/fd/f177fdbd5978bf33b8e6fddc504598a6.jpg

Dopo avervi raccontato cosa non va, vi volevo anche dire cosa va.

Qualche giorno fa rovistando nell'armadio dove avevo messo tutte le cose dopo il trasloco, distrattamente sono incappato in un pacco dono dei miei ex colleghi di lavoro. Dentro un biglietto: "Tristi per la tua partenza ma anche col sorriso". Che bello essere ricordati dagli altri, che bello pensare di aver lasciato una traccia dopo il proprio passaggio.

Venerdì 21 sono stato invitato alla festa degli ex colleghi,  e siccome le distanze se si vuole si possono accorciare, ho deciso di accettare.

Ma non basta: qui a Torino ho fatto amicizia con alcuni colleghi che incontro durante la pausa caffè di metà mattina. Ad unirci la comune passione per il tifo granata, ma tolto questo devo dire che siamo totalmente su un altro pianeta rispetto a i colleghi del gruppo di cui faccio parte.

Proprio grazie a questo legame venerdì sono stato invitato ad una loro festa, riservata ad uno stretto e selezionato numero di colleghi: sono molto contento perchè l'ambientamento, anche se non completato per ragioni intrinseche al mio carattere, procede.

Tra cene e aperitivi si prevede un periodo festivo all'insegna del cibo come scusante per cementare i rapporti interpersonali. Com'è giusto che sia.

Amoon

 

 
 
 

Sono tornato

Post n°2678 pubblicato il 10 Dicembre 2018 da amoon_rha_gaio
 

https://www.tuttouomini.it/images/2017/1/sexy1naked-santa.jpg

Nel nuovo ambiente di lavoro la situazione è decisamente fluida.

I due pazzi dell'ufficio stanno venendo fuori in tutta la loro psichiatria: l'altro giorno mi hanno tenuto "ostaggio" in ufficio per dirmi perchè ce l'hanno con tutti e i pazzi sono gli altri...

Se su alcune cose hanno ragione, per la maggior parte direi di no: tra l'altro se non riesci a rapportarti con nessuno in ufficio forse due domande sul tuo comportamento le farei.
In ogni caso quella rabbia, quell'ostilità manifestata durante quel "sequestro" mi hanno un po' destabilizzato: io sono venuto a Torino per stare tranquillo e sereno, per non avere rogne e lavorare come del resto ho sempre fatto.

Urge pertanto staccare la spina e il Natale devo dire che me ne darà occasione. Ho in programma di tornare al vecchio posto di lavoro per un aperitivo di Natale con ex colleghi. E poi di rivedere la mia vecchia città: che strana la vita, quando ci abitavo volevo scappare e ora non vedo l'ora di tornarci. Del resto ci ho vissuto 15 anni.

Il Natale sarà poi in famiglia come sempre e speriamo che le cose vadano meglio rispetto all'anno scorso, quando mio padre, forse fresco del ricovero, non venne al pranzo con mia zia.
Capodanno? manca ancora molto ma con gli amici è sempre difficile da organizzare: il motivo è semplice, non rispondono ai messaggi. Due, i soliti due, non si fanno vedere ormai dai 6 mesi, uno dei due ha il padre malato. Poi scopriamo su Facebook che vanno in giro, festeggiano, mangiano torte....con gli altri. Io e M. siamo seccati anche se fra di noi cerchiamo di non dimostrarlo. Riusciranno i nostri eroi ad organizzarsi?

E voi che fate?

Buongiorno

Amoon

 
 
 

Ambiente caldo

Post n°2677 pubblicato il 27 Novembre 2018 da amoon_rha_gaio
 

https://static.nexilia.it/bitchyf/2017/03/coca-cola-gay.jpg

Col cambiamento di lavoro ho sicuramente guadagnato una vita torinese e una casa a Torino. Era quello che avevo sempre sognato anche se la cosa me la sono sudata eccome viste tutte le vicissitudini.

Ma se da un lato la casa e la città mi piacciono, non posso dire lo stesso delle nuove mansioni e dei colleghi. Premetto che se come me sono tutti cordiali, quello che non funziona è il clima che si respira.

Dovete sapere che siamo in 4 a formare il gruppo: di questi due non parlano con una terza, mentre con la quarta persona (cioè io) hanno rapporti civili. Io ho rapporti con tutti (è meno di 1 anno che sono qui).

Quello che accomunua tutti gli altri 3 è il disprezzo verso il modo di lavorare del coordinatore che a sua volta è difeso a prescindere dal capo.

Il capo si lamenta che non siamo un gruppo, ma non fa nulla per distendere e pacificare gli animi, anzi fomenta lo scontro. E pensare che in questi giorni ci hanno fatto fare un corso sui conflitti in ambiente lavorativo: soldi buttati.

Alle volte vorrei fuggire, tipo quando mi chiedono: "Ma tu cosa ne pensi del fatto che loro non si parlano"?

A me verrebbe voglia di dire "Guarda con tutti i problemi che ho a casa, una vita sentimentale inesistente, secondo te da uno ad un cazzo quanto vuoi che me ne importi?"

Amoon

 
 
 

Chi se ne frega

Post n°2676 pubblicato il 06 Novembre 2018 da amoon_rha_gaio
 

https://www.tpi.it/app/uploads/2018/11/salvini-isoardi-rottura.png

E' da ieri che rimbalza la notizia che Elisa Isoardi, nota showgirl piemontese conduttrice de "La Prova del Cuoco", abbia lasciato il vicepremier leghista Matteo Salvini.

Una storia che, ai tempi in cui venne ufficializzata, destò molto stupore e che oggi, alla notizia della fine, desta stupore, ironia e non solo.

Pare che, secondo i ben informati, Elisa non abbia lasciato ma sia stata lasciata. Altri dicono che abbia ufficializzato una cosa nota da tempo visto che già convive con altro uomo. Eh si perchè è stata proprio il volto di Rai1 a diffondere la notizia tramite Instagram, pubblicando una foto di lei e Salvini a letto con tanto di dedica pseudo-poetica.

L'utilizzo dei social da parte dei giovani sta diventando un problema serio, soprattutto quando l'uso diventa ab-uso. E in questo senso un grave problema nella diffusione del fenomeno ce l'hanno anche i vip che sfruttano il mezzo per condividere qualsiasi cosa della propria vita, anche l'intimità, abbattendo quel muro che la privacy vorrebbe tutelare.

Se da un lato capisco che un Vip possa raccontare sul web che la propria storia sia finita (non è un obbligo sia chiaro), dall'altro trovo incredibile che il tutto avvenga come didascalia di una foto scattata in un momento privato e che tale forse avrebbe meritato di rimanere.

Più in generale perchè pubblicare le foto di neonati sul web o altro? Perchè raccontare sul web quanto siete felici col vostro ragazzo/ragazza? perchè in particolare pubblicare foto mentre vi baciate? A mio avviso chi racconta tutto di se stesso ha forse una grave mancanza sentimentale che in qualche modo deve colmare col racconto sul web anche se in quel racconto si dichiara felice.

Amoon

 
 
 

E' passato un anno

Post n°2675 pubblicato il 31 Ottobre 2018 da amoon_rha_gaio
 

https://pbs.twimg.com/media/Bm5FQ4OIYAAx0zx.jpg

Rieccomi dopo i bagordi dei festeggiamenti per mio padre.

La festa/sorpresa è andata benissimo. I suoi 80 anni sono stati completati dalla presenza di sua sorella, giunta con mia cugina da Napoli, e i 3 giorni sono volati. E' proprio vero che il tempo passa più velocemente quando si sta bene.

Ammetto di essere stato un po' cattivello perchè ho fatto credere a mio padre che mia zia, giunta il venerdì, sarebbe ripartita la domenica, proprio il giorno del campleanno di mio padre. E così la domenica mattina lui è caduto in depressione tale che mia zia mi ha dovuto telefonare allarmata: "Ti prego diciamogli che oggi si festeggia".

Tutto è andato bene anche con mia cugina e suo marito: personaggio strano lui. Non ha vie di mezzo: o si esce per conoscere la città o a casa a poltrire...e non ammette alternative all'ozio che lui preferisce. Insomma, ci sono molti modi per oziare no?

Con la partenza dei parenti la vita è tornata alla normalità e questo mese di ottobre ha visto altre ricorrenze: il 27 è stato un anno della vendita della vecchia casa, mentre oggi è un anno dall'acquisto di quella torinese. Sembra ieri che imprecavo ma che poi festeggiavo una cosa che mi sembrava impossibile, viste le difficoltà patite per avere la documentazione.

Oggi è una giornata diversa da 1 anno fa: l'anno scorso c'era il sole, oggi diluvia e speriamo non faccia danni.

Buona giornata

Amoon

 
 
 
Successivi »
 
 

L'UCCELLINO DI AMOON

 

RIEPILOGO DEI MIEI POST

Immagini dal mondo
 
 

Wikio - Top dei blog

 

 

DETTAGLI VISITE