Reunion Torna a pungere l’Albero di Porcospino

porcupine-tree

Porcupine ” Il segreto meglio custodito della storia del rock”.

E lo speciale Porcupine

Il 1º novembre 2021, come un fulmine a ciel sereno, i Porcupine Tree annunciano la reunion dopo undici anni di pausa, e presentano il singolo Harridan, anticipazione del nuovo album Closure/Continuation previsto per il 24 giugno 2022. Nell’autunno dello stesso anno il gruppo intraprende una tournée europea per la promozione del disco. All’annuncio partecipano Steven Wilson (chitarra e voce), Richard Barbieri (tastiere e programmazione) e Gavin Harrison (batteria);  unico assente il bassista Colin Edwin. Per i fans italiani della band si prefigura una data a Milano (Lunedì 24 ottobre 2022, Mediolanum Forum – Assago (MI).

Già da un primo ascolto emerge chiaramente che i Porcupine tree non intendono affatto crogiolarsi sul proprio illustre passato mostrando come le vie del “progressive” siano davvero infinite, e sempre aperte a nuove forme di contaminazioni.  Con un Gavin Harrison pazzesco alle pelli, in un pezzo ricco di groove tutto costruito sui tempi dispari (5/4, 3/4, 5/4), è il segno che il magistero crimsoniano ha dato buoni frutti (Harrison, insieme a Rieflin e Mastellotto hanno accompagnato la ‘band del Re Cremisi’ nel recente tour a tre batterie).

Questo post infine funge da introduzione ad uno Speciale Porcupine, articolato in più sezioni, in cui andremo a svelare alcuni arcani di quello che è stato definito come il “segreto meglio custodito della storia del rock”.

Buon  ascolto ~Harridan

 Il brano resta difficile ad un primo ascolto ma certamente  8 minuti ben equilibrati nella loro potenza ritmica e melodica

  lyrics  ~ It’s the time of the almost rain without you …

 CrossPurposes Millenium21

Reunion Torna a pungere l’Albero di Porcospinoultima modifica: 2022-01-14T22:50:33+01:00da CrossPurposes

8 Comments Add yours

  1. CrossPurposes scrive:

    @MilleAdmin …ma che lavoro di editing pazzesco hai fatto! Il post luccica in bacheca *_*

  2. Cross, grazie a te, iniziare a svelare i Porcupine è luccicoso (il post)
    *****
    Harridan va ascoltato per bene; mentre editavo l’ho ascoltato più volte. Si torna a parlare di tempi ed atmosfere dispari, fusion e contaminazioni di genere sono palpabili. Gran bel brano. I Porcupine meritano lo Speciale.

    1. CrossPurposes scrive:

      Si, Harridan va ascoltata per bene e sono curioso di ascoltare tutto l’album quando uscirà.

      Come scritto nel post i Porcupine non si sono seduti sugli allori ma vogliono evolversi, Wilson è un genio, il Robert Fripp degli anni novanta e duemila (non stupisce la liason col leader dei Crimson nella seconda fase della loro vita). Sarebbe stato facile tornare coi brani sognanti e atmosferici di quasi 30 anni fa ma avrebbe avuto poco senso una reunion nostalgia dopo 11 anni di inattività, e dopo che lui stesso aveva fatto le sue belle esperienze da solista. Ma non anticipiamo troppo, c’è uno speciale in uscita. Godiamoci Harridan e il suo bianco tuonante che squarcia l’apatia ⚡

  3. cassetta2 scrive:

    Mi sto ancora mangiando le mani. Mi sembra fosse il 2009, suonavano a Padova e io l’ho saputo … il giorno dopo.

  4. CrossPurposes scrive:

    @CASSETTA2, se era 2009 probabilmente era il tour di The Incident, il loro ultimo disco, uscito quello stesso anno.

  5. preparati per ottobre ’22 Cassetta ! ⲙⳕⳑⳑⲉ

  6. I Porcupine tengono molto all’Italia, Coma divine è tratto da un concerto a Roma dove avevano tra l’altro una colonia ben nutrita di fan, se ne parlerà nello Speciale Porcupine Tree..

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.