Nutro molti dubbi che il vaccino Astrazeneca possa causare fenomeni tromboembolici in concomitanza a piastrinopenia.

AstraZeneca,15 trombosi e 22 embolie su 17 milioni di vaccinati | L'HuffPost

La decisione di sospendere, in via del tutto precauzionale, la somministrazione del vaccino anglo-svedese, è del tutto legittimo. Parliamo di un Lotto, il che  può accadere. Ciò che  non trovo giusto è fermare la vaccinazione  con l’utilizzo degli altri lotti.

Il Regno Unito ha inoculato questo prodotto a circa 12 milioni di cittadini con 3 segnalazioni di trombosi venosa cerebrale, quindi, una proporzione non quantificabile. Stessa cosa in Germania, che su 1.600.000 inoculazioni sono state registrate 7 casi di cui 3 deceduti.

Il fenomeno che ha indotto a questa sospensione è l’aumento di una forma di Trombosi venosa cerebrale a seguito dell’inoculazione del prodotto vaccinale Astrazeneca.

Quindi, “Trombosi venosa cerebrale”, che, va detto, è una forma trombotica  a dir poco rarissima: si parla di 2-6 casi ogni milione di persone durante l’anno.

Allora. Stiamo parlando di un tipo di Trombosi rarissima che si verifica a seguito dell’occlusione della vena sinusale cerebrale per  formazione di coaguli e favorita da forme di alterata coagulazione del sangue su base genetica. Fin quì nulla da eccepire. Ciò che invece lascia poco spazio alle spiegazioni è, la trombocitopenia, cioè, il concomitante abbassamento delle piastrine: fenomeno che solitamente non si rileva; anzi, i fenomeni ischemici( trombosi ) registrano un innalzamento piastrinico o per lo meno piastrine nella norma. Da quì, questa associazione ha dell’incredibile, un evento avverso del tutto nuovo e privo di documentazione scientifica, ma che, potenzialmente viene attribuita  come fatto causale al medicinale vaccinale, il che sarebbe davvero da dimostrare seriamente.

In conclusione, le piastrinopenie non sono rare, ma assai rara questa forma di trombosi.

Un fatto molto rilevante è, che nel Regno Unito, in 12 milioni di inoculazioni, nessun caso ha registrato un abbassamento piastrinico.

Sono certo che molto presto verrà fatta luce che vedrà scagionata la casa produttrice. Il problema è, riconsegnare la fiducia alla gente

Nutro molti dubbi che il vaccino Astrazeneca possa causare fenomeni tromboembolici in concomitanza a piastrinopenia.ultima modifica: 2021-03-16T16:56:07+01:00da un_uomonormale0

10 pensieri riguardo “Nutro molti dubbi che il vaccino Astrazeneca possa causare fenomeni tromboembolici in concomitanza a piastrinopenia.”

  1. Sono d’accordo con te: credo che la lotta violenta e all’ultimo spasmo, stia emergendo nell’ambito del grande business. I colpi bassi sono questi, uno spargere o un mettere in evidenza condizioni che se non sottolineate, enfatizzate, nessuno ne terrebbe conto. Troppi business, troppi soldoni che girano e nessuno ci sta a rimanere indietro. Questi giocano con la pelle della gente e se ne fregano altamente dei morti. A loro interessano i vivi che se campassero a lungo, più a lungo, consumerebbero molti più vaccini.
    Buona sera Peppe.

    1. Eppure Astrazeneca è un colosso farmaceutico, mica una bottega. E tuttavia, non sembra avere imboccato la via giusta. Personalmente sono sicuro che verrà scagionata, ma, ahiloro, ho la sensazione che si sia “macchiata la fedina penale”; come dire, è marchiata. Senza la fiducia questo vaccino non credo riabbia credibilità.

      1. Potrebbe anche accadere, tuttavia c’è da riconquistare la credibilità e riprendere posizione. Dopo milioni di inoculazioni , non posso credere che abbiano saltato qualche passo importante. Staremo a vedere, tuttavia gli altri colossi hanno puntato sulla rete per fare piazza pulita. La guerra oggi si fa sul web e chi lo ha capito, rischia di vincere sempre….più o meno!
        Buonasera Peppe.

  2. Era inevitabile che ‘la fretta’ nello sfornare i vaccini avrebbe causato qualche problema. Ma da perfetta ignorante in materia, appellandomi alla pura matematica, mi viene da dire che i morti per gli effetti conseguenti alla somministrazione dei vaccini in generale, tipo quelli ai bambini per intenderci, sono spalmati in lunghi periodi e ampie fasce di popolazione. In questo caso tutto si concentra in poche settimane, coinvolgendo milioni di persone. E’ normale che i numeri relativi agli effetti secondari, morti o reazioni gravi, sembrino superiori alla media. Il fatto è che non abbiamo termini di paragone attendibili con gli altri vaccini. Mi sono espressa in maniera un po’ contorta ma spero di essermi spiegata. Quanto alla piastrinopenia concomitante alle trombosi in effetti, sempre da perfetta ignorante, mi sembra contraddittorio.

    1. Quella che tu definisci “fretta” io lo chiamerei “miracolo della scienza”. Ti confesso che, sicuramente per miei limiti, non ho afferrato bene il tuo concetto circa le somministrazioni e morti sono più superiori alla media. Inoltre quella sui bambini. Tuttavia, mi sento potere affermare senza se e senza ma, che chi vuole paragonare l’attuale situazione a quella dell’anno scorso, come per dire che nulla è cambiato, beh, non è così.Per quanto riguarda il vaccino Astrazeneca, mi sento; magari con un pizzico di presunzione, affermare che è un vaccino assai sicuro ed efficace. E’ anche vero che si sono avute segnalazioni per fenomeni avversi contemporaneamente alla somministrazione, ma sono numeri che non dicono un bel nulla e la casa farmaceutica verrà sicuramente scagionata. Personalmente sono pronto a farmi vaccinare con questo vaccino. Se a seguito della inoculazione, casco dal marciapiede per avere poggiato male il piede, non sarà stato per il vaccino. Per quanto riguarda il termine di paragone con altri vaccini, si sono avute segnalazioni anche per Pfizer di fenomeni trombotici; circa 35, su decine di milioni di somministrazioni. Il Regno Unito, circa 1 mese fa contava qualcosa come 1.600 morti al giorno; oggi se ne contano 64. Quindi vacciniamoci, vacciniamoci, vacciniamoci.Il numero dei decessi di oggi; peraltro sempre molti, non debbono meravigliarci in quanto fenomeno legato alla variante inglese che circola più forte:Sono certo che il trend della curva fra un mese sarà assai incoraggiante.

      1. Non sono brava con le statistiche, di conseguenza non sei tu che non hai capito, sarò sicuramente io che mi esprimo male. Vedo di cavarmela con un esempio. Se vacciniamo 1.000.000 di bambini contro il morbillo in 5 anni, avremmo forse 100 morti per quel vaccino in quel lasso di tempo. Se vacciniamo 1.000.000 di persone in 5 mesi con AstraZeneca o altro vaccino Covid, 100 morti faranno un effetto terribile in così poco tempo. Ma i morti x morbillo non fanno così notizia perchè ‘spalmati’ in 5 anni. Questo molto a spanne. E comunque, sì, io mi vaccinerei e lo farò quando sarà il mio turno, stanne certo. Buona serata

        1. Sul vaccino anti morbilloso è evidente che il tuo è solo un esempio. Morte per vaccino anti morbilloso non se ne sono mai registrate; anzi, col vaccino sono state salvate milioni di bambini di età tra 1-4 anni. A tale proposito secondo stime dell’OMS nell’ultimo triennio si sono registrate forti aumenti di Morbillo, con fenomeni epidemici preoccupanti in varie parti del mondo. Devi calcolare che l’anno 2020, a causa del covid-19 le coperture vaccinali per questa malattia si sono aggravate, e di conseguenze il numero di morti per mancanza di vaccinazione. Covid-19 purtroppo si è preso l’intero palcoscenico di questa triste “COMMEDIA”. Aggiungo altresì, che a fare notizia( negativa ) sarà tutto ciò che riguarda Covid-19, ivi compresi i prodotti vaccinali. Questa pandemia sollecita ad accumulare quanti più capri espiatori possibili.

  3. Molti sono quelli che rifiutano il vaccino di qualsiasi tipo : vi sono medici e infermieri e vi sono anche insegnanti. E’ gente incosciente che non si rende conto del male che fa a se stessa ed agli altri. Per la loro professione , dovrebbero essere obbligati alla vaccinazione. Spesso si confonde il significato di libertà , se non si ha senso civico e rispetto per il prossimo ,oltre che per se stessi. Si pensi ad un insegnante, possibile portatore di infezione ed a ciò che può succedere dal suo contatto con gli alunni che,a loro volta hanno alle spalle intere famiglie …Un caos vero e proprio di infezioni a catena, che non si può permettere. Intanto, oggi come oggi è così. Sperare in un ravvedimento? Ma ancora funziona la coscienza? Giorni sereni per te, Dott.

    1. Mia cara, la tua un’analisi che è una radiografia dell’attuale situazione, merita solo condividerla appieno. E’ stato segnalato che due infermiere volontarie della CRI, che si sono rifiutate vaccianrsi sono state sopsese in provincia di Belluno. Sia per te una giornata generosa di serenità.

Lascia un commento