E abbiamo altre due ghiandole molto importanti….I SURRENI

 

CorporeSano - Food&Training System: Fitness, bodybuilding e nutrizione |  Testosterone e fisiologia dell'asse ipotalamo-ipofisi-surrene-gonadi (I  parte: Asse Ipofisi-surrene)

Abbiamo il Surrene che come dice lo stesso termine è rappresentato da 2 piccole ghiandole a forma di cappuccio che  sormontano la parte apicale dei reni. I Surreni sono ghiandole molto importanti nella nostra vita di relazione che producono tutta una serie  di Ormoni, ma soprattutto sottolineo l’importanza della parte centrale che è detta la “midollare” dentro cui ci sono le cellule che producono Adrenalina e Noradrenalina. L’Adrenalina è uno dei protagonisti della nostra vita quotidiana. Chiunque ha fatto esperienza di questo ormone. Ad esempio, quando ci siamo trovati davanti al nostro docente esaminatore, ci sentivamo in tensione, sotto stress e che ci sentivamo più reattivi. Perchè ? E’ dovuto al Surrene che era entrato in azione rilasciando Adrenalina mettendola in circolo. Ma su quale bersaglio agisce ? Sul cuore, senza dubbio. Le cellule del cuore hanno i recettori per l’Adrenalina e fanno si da stimolare le cellule cardiache a contrarsi più rapidamente, quindi, il cuore a pompare più velocemente per portare più Ossigeno al cervello, quindi, farlo reagire più prontamente, e pure i muscoli-scheletrici. Un esempio per concludere. Se voi vedete passare una pecora, è ovvio che non ci sarà alcuna scarica di Adrenalina, ma se invece, passa una pantera, l’istinto trova due vie, o che rimaniamo paralizzati dalla paura, oppure, a gambe levate fuggire, quindi, mettere in funzione tutto l’apparato muscolo- scheletrico.

Un  articolo brevissimo e leggero.

E abbiamo altre due ghiandole molto importanti….I SURRENIultima modifica: 2021-04-10T19:48:41+02:00da un_uomonormale0

8 pensieri riguardo “E abbiamo altre due ghiandole molto importanti….I SURRENI”

    1. Buon giorno a te Rosina, Questo ormone generalmente viene controllata- sia pure non è un esame di routine – nei casi di squilibri pressori, come pressione troppo alta o troppo bassa, che non rispondono a nessuna terapia. Va detto anche che riscontrare livelli di adrenalina alti, o troppo bassi nel sangue, possono essere forieri di altre patologie. Qualora si riscontrano livelli molto bassi questo può essere legato alla fisiologica conseguenza se il soggetto per ragioni cliniche ha avuto asportate le ghiandole surrenali. Ma può avere anche altre cause, come infezioni gravi in corso. Va tuttavia spezzata una lancia positiva dell’Adrenalina. Essa viene somministrata in casi emergenziali in un soggetto in Shock anafilattico, o magari per dare modo a un cuore che batte poco ( bradicardia) di ripristinarsi nella normalità.

        1. Rosina, carissima, capisco la tua “sete ” di conoscenza, ma le tue legittime domande, ahimè, mi costringerebbero a toccare punti che, in verità, cerco di evitare per non creare suggestioni. A questa tua ultima domanda, la risposta è, che tutto dipende dall’ormone – secernente- Ad esempio, qualora vi fosse un aumento di Cortisolo verrà a svilupparsi la nota malattia di Cushing. Nei casi in cui, ad essere Aldosterone-secernente( sempre da parte del surrene ), si viene a sviluppare una forma di Ipertensione, detta secondaria, che è refrattaria al presidio farmacologico che la persona segue. Ci sono casi in cui, c’è un eccessiva produzione di ormoni sessuali: evenienza molto rara comunque, se a prevalere sono gli estrogeni ci si trova davanti un quadro di “femminilizzazione”, mentre se prevale un eccesso di Androgeni; quali Testosterone, avremo un quadro clinico di “mascolinizzazione “, quale l’Irsutismo, ovverosia,crescita abnorme di peluria – nella donna – in zone dove è presente solo nei maschi: mento, petto, torace, cosce ecc. Ecco, in maniera molto leggera, spero di averti esaudita. Ciao Rosina

  1. Una sola curiosità.. mi piacerebbe sapere quanta.. e quale acqua bisogna bere per evitare i calcoli renali.. ho letto pareri contrastanti.. (ne soffriva mia mamma).. e se è ereditario oppure un problema solo personale… Grazie.. ti auguro una SerenaGiornata …

    1. Belle le tue domande, che in verità si scostano un pochino dalle mie competenze specialistiche. Tuttavia, bene o male sono pur sempre un medico, quindi raduno le nozioni degli studi oltre che da qualche esperienza in campo. Rispondo partendo dalla tua ultima domanda:” e se è ereditario!” Si, per la massima parte si riconoscono fattori su base genetica e familiare, ma non si deve escludere lo stile di vira, nel senso che un po’ tutti non amiamo bere nella giusta misura quotidiana. La 2^ domanda:” Quanta berne di acqua al giorno ?” A prima vista sembra la domanda più semplice a cui dare risposta che orienta tra 1,5 e 2,5 litri quotidiani e preferibilmente acqua pura che abbia un residuo fisso entro i limiti stabiliti. Si sa, che un residuo fisso alto rende l’acqua più dura, quindi esposte alla formazione di calcoli. Non ci sono dati scientifici certi circa la scelta dell’acqua che sia efficace a prevenire la calcolosi renale. Vorrei concludere dicendoti che alte quantità di acqua non necessariamente significa “beneficio”. Mi spiego, maggiori quantità ( es. 3 litri ) vanno bene solo per la tipologia dei calcoli di Cistina ), in altri casi si può rivelare dannoso. Non so proprio se sono stato esaustivo. Ciao Margò

  2. Mi dispiace averti messo in difficoltà con la mia domanda non proprio pertinente alle tue conoscenze.. e comunque è quello che volevo sentirmi dire… Grazie mille… BuonaSerata e visto che oggi la rete o libero funzionano male.. alla prossima.. linea permettendo …

Lascia un commento