Creato da sparus_rm il 14/08/2005
La mia personale giungla cambogiana

 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Novembre 2017 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Par condicio, me ce ficco

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

Se vuoi contattarmi...

Ultime visite al Blog

mi.citoemilytorn82volpoca0diletta.castellimg.padovanoelena33310pantaleoefrancarossi.dancefoggianellamakavelikascellone73labirintodolce_pesoenzoattanasioMaddalena_e_oltre
 

Ultimi commenti

ri-apri sta minchiazza di blog?
Inviato da: liubiza
il 22/05/2009 alle 16:22
 
Ho provato a mandarti un messaggio ma a quanto pare non è...
Inviato da: kolline
il 09/04/2009 alle 07:54
 
Sono d'accordo.Un'altra "vittima" della...
Inviato da: CONTROILMONDO
il 01/04/2009 alle 17:22
 
emmm... vabè, io non centro :)
Inviato da: elbirah
il 25/03/2009 alle 21:13
 
Wow! "Ovemai" Era una vita che non sentivo questa...
Inviato da: antesignana
il 22/03/2009 alle 20:46
 
 

I miei Blog Amici

- Perturbazione
- Polystirene
- Le Arabe Felici
- Femme Normale
- La camera Lilla
- Esco fuori (TheMarryingMaiden)
- Skassa
- antonia nella notte
- ....bisogni (respiro liberamente)
- Sex&theCity
- cognitive displaysia
- STURM und DRANG - Pornoromantica
- Bagnacauda
- OBLÒG
- Claudia's world
- Frame by Frame
- Ambrosia e cicuta
- MiSsSrEfuSe
- Irony is life
- Satine Rouge
- Contro corrente
- Voodoo_DoLLy
- Sex and the City
- PensoQuelloCheDico
- Quei formidabili anni 70
- L ATTIMO FUGGENTE
- In Esistente
- *Serendipity*
- jazzando
- Dare/Avere...
- In trappola - Kolline
- In Dipendenza
- ! Call Sazu !
- LIGHTHOUSE KEEPER
- Sconfinando
- Specchi dellanima
- Turista per caso
- LE MELE GIALLE
- Tracce
- Job and the city
- Oniricamente
- Anima In.Pena
- Bagnacauda e capperi
- Albatros_1972
- certi momenti
- Autoestinguente
- She goes away.
- ...viaggiando...
- DESIDERATA
- oliviaspaghetti
- Calamity Jane
- Pensieri
- Trozzolerie varie - Rospia
- outing
- DILOGIE & OMBRE DevaLou
- ES - Lady Violet
- im lazy - Gericorosa
- lo sguardo altrove
- Gozerdammerung
- Divino Flagello
- MY OWN TIME - Lallamai
- LORIAPRO - Volpoca
- LAraba Infelice
- Negli angoli di casa
- vivazapatero
- petali perduti
- Extraterrestre
- LOLITA A 360°
- da Napoli a Milano
- QUARTO BLOG
- MareMatta
- Piazza delle Erbe
- voci dal sottosuolo
- Mocambo
- Cinesi Felici
- HocusPorcus
- Clotiride
- Fogliosporco
- Siamo fatti cosi globuli rossi
- Nodopurpureo
- La Cortigiana scrive
- middlemarch
- *
- le con diréne
- TURK 182
- Umbilicus Pop
- Gli Allegri Beduini
- Cinesi Felici 3
- La Capoccia
- ANARCHICO BLOWJOB
- Ghiaccio
 
Citazioni nei Blog Amici: 39
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Forse vado a pescaDue antropologi alle fes... »

Due antropologi alle feste dei singles (1/2)

Post n°9 pubblicato il 17 Agosto 2005 da sparus_rm
 
Foto di sparus_rm

La concorrenza tra gli uomini c’è, ma è governata da regole non scritte ma rigidissime. Si ha l’impressione che tutti facciano la corte a tutti e insieme a nessuno. Giocano, scherzano. Per alcuni interminabili minuti ai due lati della tavolata si vedono alcuni pericolosi tentativi di separazione “uomini di qua, donne di là”. Malgrado il pericolo, l’industriosa comunità dei single si ricompone in un attimo come un branco di pesci dopo il passaggio di una barca. Niente di losco, però, non c’è alcun clima da scambio di coppia o che so io. Si interagisce in modo educato, con eleganza. Stupefacente. Cerchiamo di capire ora se ci provano solo o ce dell’altro. Una bella mora dai capelli lunghi si siede accanto a me e a PariGrado. Parla con quelli dall’altra parte del tavolo, ma ogni tanto cerchiamo di partecipare ai discorsi. L’osservazione partecipante ci consente di apprendere nozioni di vitale importanza sulla tribù dei single. Il principale mito che sostiene la cosmogonia dei singles è l’idea che sia una condizione scelta e portata avanti con dedizione religiosa. Un fatto quasi elettivo, anzi. Registriamo da lontano la celebrazione di diversi rituali del telefonino. Per essere più partecipi della soggettiva realtà dei singles, cominciamo a sgargarozzare bicchieri di vino a rotta di collo. A quanto pare la tribù non ha un elevato capacità di coordinamento interno e grado di divisione del lavoro, per cui siccome ognuno doveva portare qualcosa, ci troviamo alla fine con ottantasette bottiglie di vino e due sacchetti di patatine, oltre al resto. Il rito del “mannaggia, a saperlo portavo una torta gelato” si consuma in silenzio. Il tasso alcolico sale, insieme alla spigliatezza della tribù. Ci troviamo calorosamente a parlare del più e del meno con quelli dell’altra parte del tavolo. La mora attacca bottone a PariGrado, gli faccio rapidi cenni per fargli capire che è il caso di insistere. La gente aumenta. Il tasso alcolico pure. Mi lancio in due chiacchiere con la bella mora, che è anche lei da sola alla festa. Faccio presente a PariGrado che la cosa si sta smosciando un po’, e gli chiedo se gli va di invitare insieme la mora per due chiacchiere, una birra o del gelato nel quartier generale. Non faccio in tempo a dirglielo la seconda volta che già il falchetto di turno le si è seduto accanto, un brizzolato tutto trendy. Passano minuti a parlare. In un attimo li vediamo scambiarsi i cellulari e andarsene via. Ci rimaniamo dimmerda™. Ci ha cercato lei, e noi, tutti presi dall’osservazione antropologica non ci abbiamo capito un cazzo, mi sa. Ci rifaremo però, lo sento. Torneremo, come diceva Manfredi, “belli e spietati, come Conti di Montecristo”.

ROTFL.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog