Creato da HO.PERSO.LA.DENTIERA il 04/12/2006
Se io non brucio e Tu non ardi, se tutti e due non prenderemo fuoco, chi mai dissiperà le tenebre? (NAZIM HIKMET)

immagine

Il Blog di Tutti
che fa conoscere anche Te!
Visitalo

 

Area personale

 
 


immagine
WELCOME

immagine immagine immagine

immagine immagine immagine

immagine immagine immagine

NEWS

immagine immagine immagine

immagine immagine immagine

SIESTA!

immagine

 

FACEBOOK

 
 
 

Tag

 
 

Contatta l'autore

 
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 87
Prov: EE
 

immagine

 
Citazioni nei Blog Amici: 27
 

Ultime visite al Blog

 
FIC0_VINTAGEphilosofo1Giuseppe.Marinelliprogaiafelixamedialuz1flavianocolombo1959Mostrichattola8MoStriChatt0lagiuliocrugliano32marsicovetere.lisaadriana.redaellinuccio.san08gaetanapolinifabians66asia.mari
 

Ultimi commenti

 
Un augurio per un 2008 che ti veda realizzare tutto ciò che...
Inviato da: bimbayoko
il 29/12/2007 alle 14:39
 
serenità e armonia: ^___^ jò
Inviato da: JON.L
il 25/12/2007 alle 20:11
 
Un abbraccio forte ed un sorriso per augurarti gioia,...
Inviato da: bella64_g
il 25/12/2007 alle 08:13
 
Aahahahah:-)Buone feste a te ed ai tuoi cari,Martina
Inviato da: bimbayoko
il 23/12/2007 alle 01:47
 
davvero trasgressivo
Inviato da: Anonimo
il 10/12/2007 alle 00:08
 
 

Chi può scrivere sul blog

 
Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

immagine
MANIFESTO DEL BLOG

Questo Blog non è una Segreteria di Partito! Pur avendo delle convinzioni personali, l'autore non disdegna di accogliere chi la pensa diversamente. Non aspettatevi costrutti di chissà quali qualità: qui si scrive per il piacere di farlo, ma, soprattutto, per confrontarsi, discutere e capire.
I contenuti di questo Blog non seguono una rotta predefinita. Navigando nel mare delle idee, veleggio lì, dove mi portano le emozioni: attualità, pensieri sparsi, divagazioni e parentesi infinite, ma, anche,
sproloqui e cazzate intimiste...perchè no?
Il Blog sarà aggiornato senza alcuna periodicità ed attraverserà periodi comatosi: vivo, lavoro, amo, sorrido e piango, ma certo,
non mi sveglio alle cinque per scrivere un post.
Le immagini presenti nel Blog sono state talvolta reperite dalla rete; quelle a firma k.a.j.a.l, sono state da me create utilizzando materiale prelevato dal web.

Potete fumare, ubriacarvi, bivaccare in questo Blog e riprodurne i contenuti, a condizione di citare la fonte ed indicare l'url. Però sia chiara una cosa...questa è casa mia...

quindi non sporcate !!!!

immagine

"Non so dove i gabbiani abbiano il nido,
ove trovino pace.
Io son come loro, in perpetuo volo.
La vita la sfioro,
com'essi l'acqua ad acciuffare il cibo.
E come forse anch'essi amo la quiete,
la gran quiete marina.
ma il mio destino
è vivere balenando in burrasca."

immagine

immagine

immagine

Tu sei responsabile della tua rosa.
Va a rivedere le rose
ti accorgerai che la tua

è unica al mondo.

 


immagine


immagine

Una palabra entonces, una sonrisa bastan.
Y estoy alegre,
alegre de que no sea cierto.

 

Archivio messaggi

 
 
 << Novembre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 


immagine

immagine

- Crea Testi Glitterati
- Scarica Alfabeti Animati
- Modifica on line le tue Gif

- Banner Generator On Line
- Test caricamento On Line
- Riduzione Url


immagine

immagine

- Il Forum di Pc-Facile
- Pc Self Computer facile
- Pc Al Meglio
- Pc Primi Passi
- Genietto delle mie parti

immagine

"E adesso so che bisogna alzare le vele e prendere i venti del destino,
ovunque spingano la barca.
Dare un senso alla vita può condurre alla follia,
ma una vita senza senso è la tortura dell'irrequietezza e del vano desiderio"

 


immagine

immagine

immagine

immagine

immagine


Vivere
col sole negli occhi.


 

immagine


Dopo un pò comprenderai la sottile differenza fra stringere una mano ed incatenare un'anima, e comprenderai che amore non significa dipendenza e che compagnia non significa sicurezza.


immagine


Incomincerai a comprendere che i baci non sono contratti ed i doni non sono promesse, e incomincerai ad accettare le sconfitte a testa alta e con gli occhi bene aperti, con la compostezza di un adulto e non con il dolore di un bimbo.


immagine


E imparerai a tracciare la strada sull'oggi, perchè il terreno del domani è troppo incerto per essere pianificato.
Dopo un pò comprenderai che persino il sole può bruciare se ne prendi troppo.


immagine


Allora, cura il tuo giardino ed abbellisci la tua anima, senza aspettare che qualcuno ti regali dei fiori.
E imparerai che puoi veramente farcela, che sei veramente forte e che vali veramente molto!

Veronica A. Shoffstall


immagine


 


Il paradosso del nostro tempo nella storia è che abbiamo edifici sempre più alti, ma moralità più basse, autostrade sempre più larghe, ma orizzonti più ristretti.
Spendiamo di più, ma abbiamo meno, comperiamo di più, ma godiamo meno. Abbiamo più istruzione, ma meno buon senso, più medicine, ma meno benessere.
Beviamo troppo, fumiamo troppo, spendiamo senza ritegno, ridiamo troppo poco, guidiamo troppo veloci, ci arrabbiamo troppo, facciamo le ore piccole, ci alziamo stanchi, vediamo troppa TV e preghiamo di rado.
Abbiamo moltiplicato le nostre proprietà, ma ridotto i nostri valori. Parliamo troppo, amiamo troppo poco e odiamo troppo spesso. Abbiamo imparato come guadagnarci da vivere, ma non come vivere. Abbiamo aggiunto anni alla vita, ma non vita agli anni. Siamo andati e tornati dalla luna, ma non riusciamo ad attraversare il pianerottolo per incontrare un nuovo vicino di casa.
Abbiamo conquistato lo spazio esterno, ma non lo spazio interno. Abbiamo creato case più grandi, ma non migliori. Abbiamo pulito l'aria, ma inquinato l'anima. Abbiamo dominato l'atomo, ma non i pregiudizi. Scriviamo di più, ma impariamo meno. Pianifichiamo di più, ma realizziamo meno.
Abbiamo imparato a sbrigarci, ma non ad aspettare. Costruiamo computers più grandi per contenere più informazioni, per produrre più copie che mai, ma comunichiamo sempre meno.
Questi sono i tempi del fast food e della digestione lenta, grandi uomini e piccoli caratteri, ricchi profitti e povere relazioni. Questi sono i tempi di due redditi e più divorzi, case più belle ma famiglie distrutte.
Questi sono i tempi dei viaggi veloci, dei pannolini usa e getta, della moralità a perdere, delle relazioni di una notte, dei corpi sovrappeso e delle pillole che possono farti fare di tutto, dal rallegrarti, al calmarti, all'ucciderti.
E' un tempo in cui ci sono tante cose in vetrina e niente in magazzino. Un tempo in cui la tecnologia può farti arrivare questa lettera ed in cui puoi scegliere di condividere queste considerazioni con altri, o di cancellarle.
Ricordati di spendere del tempo con i tuoi cari ora, perchè non saranno con te per sempre.
Ricordati di dire una parola gentile a qualcuno che ti guarda dal basso in soggezione, perchè quella piccola persona presto crescerà e lascerà il tuo fianco. Ricordati di dare un caloroso abbraccio alla persona che ti sta a fianco, perchè è l'unico tesoro che puoi dare col cuore e non costa nulla.
Ricordati di dire "vi amo" ai tuoi cari, ma soprattutto pensalo. Un bacio ed un abbraccio possono curare ferite che vengono dal profondo dell'anima.
Ricordati di tenerle le mani e godi di questi momenti, un giorno quella persona non sarà più lì.
Dedica tempo all'amore, dedica tempo alla conversazione e dedica tempo per condividere i pensieri preziosi della tua mente.
E ricorda sempre:
la vita non si misura da quanti respiri facciamo, ma dai momenti che ce li tolgono.

George Carlin


 
 

 

 

NETIZEN CLANDESTINO: SCIOPERO DEI BLOG/SITI IN DIFESA DELLA LIBERTà DI ESPRESSIONE

QUESTO SITO/BLOG E' UN CLANDESTINO

ed aderisce allo sciopero-oscuramento "Netizen Clandestino"

NO ALLA CLANDESTINITA' VOGLIAMO LA LIBERTA'

http://ammazzablog.wordpress.com

Manifesta anche tu per la libertà della rete,lista a lutto il tuo sito/blog, oscuralo con una pagina nera, inserisci il banner ed il video di Netizen Clandestino, canta anche tu questo testo in cam e carica il video con il tag netizen clandestino

 

 
 
 

Post N° 72

Post n°72 pubblicato il 10 Settembre 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA

VAFFANCULO!

Perchè su Blog Penna Calamaio non lo posso scrivere!

 
 
 

Mohamed Hegazi

Post n°71 pubblicato il 21 Agosto 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA
 

Quest'uomo si chiama Mohamed Hegazi.
Ha 25 anni. E' stato condannato a morte in Egitto per essersi convertito al cristianesimo ed essersi fatto fotografare con il Vangelo in mano.
Nessuno ne parla.
Solo tre blogger di libero hanno postato a riguardo:carinci, redazione_blog e stelladanzanteforeve.
SVEGLIATEVI!!!
E' una battaglia di civiltà!
Invocare il rispetto della civiltà in un Paese a noi così vicino significa difendere la CIVILTA' per noi e per le generazioni future.

 
 
 

Community Trash

Post n°70 pubblicato il 03 Giugno 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA
 

Ho combattuto per giorni con i  problemi hardware e software del mio pc: il computer era completamente in panne e persino la formattazione e reinstallazione del sistema operativo mi risultavano impossibili, dal momento che cd-rom e masterizzatore rifiutavano di partire. Dopo giorni di smanettamenti ed ancora isterica per l'impossibiltà di condividere la connessione internet tra il pc fisso ed il portatile, finalmente ho trovato un attimo di tempo per accedere al blog e scoprire le cd. migliorie apportate alla community il 31 Maggio.

Come di consueto, dopo qualsiasi intervento dei "tecnici di libero" decine di blog sembrano quasi posseduti da entità demoniache, molti lamentano l'impossibilità di postare da giorni, altri hanno subito modifiche al template ed alterazioni disastrose dell'html, c'è persino qualcuno che addebita al restyling di libero, la sparizione dei file immagazzinati sul proprio spazio web.
La mia casella di posta e la mia messaggeria come redazione_blog, sembrano diventate d'un tratto bi-tematiche: o mi si scrive per chiedere aiuto o mi giungono "inviti" per l'inserimento tra gli "amici" del profilo.
Non prendetevela per quanto sto per scrivere...le mie motivazioni prescindono da questioni personali...pure, credo che cancellerò dal profilo di redazione_blog tutti gli amici già inseriti e per il momento rifiuterò di inserirne altri, oltre ad evitare di sfruttare le cd. migliorie introdotte dallo staff di libero.
Nel dire questo mi permetto solo una nota personale nei confronti di ventodamare, ringraziandolo per avermi invitato tra gli amici del suo profilo non come redazione_blog bensì come HO.PERSO.LA.DENTIERA , lo ringrazio perchè così facendo ha voluto forse, trasmettermi un messaggio di apprezzamento personale, prescindendo dalla presunta visibilità che ipoteticamente avrebbe avuto ottenendo l'inserimento tra gli amici di redazione_blog. 

Non è però di questo che voglio scrivere oggi, anche se ne avrei di cose da dire sulle "amicizie di blog" e "sulle presunte amicizie nate attraverso il pc".
Oggi voglio piuttosto invitare voi blogger a riflettere sulla politica del portale, una politica che non solo danneggia noi blogger ma acquisisce addirittura i connotati del boicottaggio, volontario o inconsapevole.
Occhio ragazzi qui ci stanno fregando per i loro soliti scopi. Pecunia non olet si è soliti dire...ma a me tutte queste presunte modifiche di facciata puzzano solo di  bieco commercio fatto alle spalle dei blogger.
All'interno della blogosfera, libero, i blogger di libero e gli utenti di Digiland sono sinonimo di trash, di mediocrità, di non cultura.
Nei giorni scorsi ho assistito silenziosa ad una battaglia di alcuni blogger di digiland, in difesa della libertà di espressione. Tralascio le mie considerazioni sull'accaduto e sulle modalità con le quali conferencemaster, direttamente, o sotto le mentite spoglie di tal marie19 abbia gestito la vicenda.
Si è gridato inopinatamente alla censura, eppure oggi c'è in ballo qualcosa di più grave della censura di contenuti, e noi neanche ce ne accorgiamo, anzi..ci stiamo votando inconsapevolmente alla omologazione verso i livelli più bassi delle potenzialità di espressione insite nel web.
Credete sia un caso se spesso nei nostri blog ci troviamo a dover fronteggiare guerre di blogger, commenti violenti e volgari, comportamenti di bullismo del web da parte di gruppetti ben organizzati e tollerati da chi dovrebbe tutelarci?
Non è un caso...tutta la feccia di internet trova nella nostra community un piacevole luogo di approdo e di permanenza.
Provate ad osservare per qualche giorno la home page di libero. Le notizie di cronaca sono scelte in funzione dello scalpore e dell'aggressività che possono suscitare, i titoli sono ad effetto e spesso prescindono dal reale contenuto delle notizie, i commenti, per quanto soggetti a moderazione, sono degni del più infimo bar di paese, i video pubblicizzati hanno in prevalenza un contenuto sessuale...tutto è all'insegna del trash!
Per i blog non si fa nulla...nessuna reale occasione di visibilità nessuna promozione degli scambi con le altre realtà presenti nella blogosfera, nessun miglioramento alle falle dell'editor, nè la eliminazione dei limiti all'html che in molti abbiamo richiesto!
Anzi, da oggi, grazie alle "migliorie di facciata" saremo ancora più ghettizzati ed isolati. Chi di voi era solito inviare i propri post al Blog_Magazine per riceverne visibilità,  faccia caso a come il Blog_Magazine sia stato affossato dal restyling di questi ultimi giorni. L'accesso al magazine è diventato molto meno visibile sia per i navigatori esterni, sia per gli utenti di digiland.
La redazione di liberoblog (diversa da quella di Digilan) effettuerà delle recensioni dei blog appartenenti alla Community? E cosa possiamo aspettarci? Sono le stesse persone che moderano i commenti su liberoblog consentendone la pubblicazione anche quando sono zeppi di volgarità, razzismo e violenza verbale!
Pensate che con gli inviti per essere inseriti nei profili altrui, avrete maggiori possibilità di visibilità per il vostro blog?  Vi sbagliate! Tutte queste presunte migliorie,  per noi blogger saranno solo pregiudizievoli.
Chi si attarda nel nostro profilo a leggerne i contenuti verrà poi a visitare il nostro blog? Non credo. Le visite risulteranno dimezzate e lo sarà in genere la visibilità dei blogger di libero che si ritroveranno sempre più  chiusi tra le loro pareti. Accedendo al nuovo profilo non è possibile capire a priori se un utente dispone o meno di un blog, ma evidentemente,  sviluppare e favorire la piattaforma di blogging non è tra le strategie di libero. Eppure siamo circa 67.000 blogger qui dentro!!!
Mi sorge il sospetto che a quelli del portale non gliene freghi una cippa dei blogger, della qualità dei blog, degli sforzi che in tanti abbiamo fatto per migliorare, per aggregarci, per renderci maggiormente visibili all'esterno di libero. A loro..a quelli del portale interessa solo un certo tipo di utenza...quella che cerca incontri, quella che ama sguazzare nella volgarità ed è a questo bacino di potenziali fruitori che puntano le modifiche apportate al profilo. Se accedete alla pagina principale della community troverete in primo piano foto di utenti (quarda caso donne)...sono gli specchietti per attirare le allodole..e tale è anche il nuovo profilo introdotto dai "tecnici di libero".
Libero persegue la strategia del trash, libero vuole aumentare gli accessi e le iscrizioni da parte di un certo tipo di utenza...quella che presumibilmente si iscriverà anche al servizio "trovamore" , servizio solo apparentemente gratuito, (basta approfondirne le regole cercando su google la parola "meetic" per rendersene conto).

Il nuovo profilo serve ad alimentare tutto questo e danneggerà noi blogger...ma noi stiamo tacendo e ci stiamo rassegnando all'omologazione.

 
 
 

Una storia finita...

Post n°68 pubblicato il 19 Marzo 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA
 

immagineQuando finisce una storia rimaniamo attoniti, smarriti, sospesi. In realtà la fine di una storia non è mai improvvisa nè avviene per caso. L'evento scatenante può essere una piccola cosa senza importanza, ma la parola fine è il frutto di un percorso graduale ed inconsapevole, del quale percepiamo le avvisaglie, negando a noi stessi cosa stia succedendo, rifiutando l'idea che quel momento così triste stia arrivando proprio per noi.
Il più delle volte prolunghiamo stupidamente il dolore di entrambi, reiteriamo la sofferenza evitando di prendere coscienza dell'amara verità.
A guidarci è il timore del cambiamento, l'assuefazione ad uno status quo, la pallida illusione di poter ricostruire, di poter sanare, di poter ancora andare avanti insieme.
Spesso il rapporto è ormai morto da tempo, la relazione è stanca, provata dalla quotidianità, prodiga di malumori ed avara di momenti di gioia; ma noi continuiamo sordi e ciechi a percorrere un tunnel, ignari che quella luce tanto desiderata, quel piccolo spiraglio intravisto in lontananza, non sia la possibilità di riprovarci insieme, bensì l'inizio di una vita nuova, di un nuovo percorso.
Io ho provato tantissime volte a farti cambiare idea ed a nulla vale ormai la mia tardiva presa di coscienza, così come è sterile e crudele il tuo "je accuse".
Pure, sento il bisogno di ammettere le mie pecche, di farlo pubblicamente...è l'ultima carezza che ti riservo e nasce dal profondo del cuore...è il mio modo per dirti che sono cambiata, che ho compreso cosa non abbia funzionato tra noi, che mai più dopo te, ripeterò gli stessi errori.
Confesso di avere ignorato i tuoi segnali di allarme, ne prendo atto. Nel graduale lavacro della mia coscienza, ammetto gli sbagli innumerevoli commessi, prendo atto soprattutto di averti chiesto troppo.
Quante volte mi hai chiesto sostegno ed io nel più muto egoismo ho tirato avanti, come se nulla tra noi potesse mai cambiare!
Quante volte ti ho coperto di strumentali ed artificiose attenzioni volte semplicemente a farti essere più accomodante, paziente ancora per un pò.
Quante volte ho infierito su di te perchè avevo perso le staffe, incurante della tua stanchezza e dello stress che ti procuravo!
E' vero, ci sono stati momenti, giorni, mesi indimenticabili, carichi di complicità e di passione, ma il loro ricordo oramai non riesce ad alleviare il dolore che ci affligge entrambi.
Ho capito mesi orsono che questo giorno sarebbe prima o poi arrivato, ineluttabilmente.
Ho sperato e provato e sperato e riprovato ancora.
E' dura da ammettere ma il giorno è giunto.
E' difficile ammetterlo, riconoscere che la nostra storia è finita, ma devo farlo, devo farlo per la tua sopravvivenza, per il tuo benessere, ma anche per me stessa.
Anche il mio ultimo tentativo è stato vano!

Ti ho comprato una scheda di rete e ti ho promesso che ti avrei offerto un sostegno...che da oggi ti avrei chiesto il meno possibile, rivolgendo altrove le mie richieste pressanti.
Ma hai avuto il rigetto!
Il tuo disco fisso è ormai giunto allo stremo, colmo di librerie orfane, di periferiche sconosciute delle quali più nulla ricordo, di driver vaganti nell'oblio e di programmi shareware scaduti e mai disinstallati.
Non c'è proprio più scampo per noi!
Anche l'ultima speranza di creare una rete wireless tra te ed il portatile, è andata delusa: hai detto BASTA...


P.S. Sono mesi ormai che per lavorare su un qualsiasi file devo necessariamente essere connessa altrimenti mi pianti in faccia la tua stupida clessidra per ore!
Rifiuti di entrare in rete col portatile? E va bene!
ADESSO BASTA! SI TI FORMATTO!

HO.PERSO.LA.DENTIERA

 
 
 

DIGILAND...TOGLI LE MANETTE AI NOSTRI BLOG!!!

Post n°67 pubblicato il 18 Marzo 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA
 

immagineDa alcuni giorni i blog di Digiland sono invasi da un massiccio attacco degli spammer nei trackback.
E' questa l'ennesima conseguenza dell'impossibilità, per noi utenti, di intervenire sull'html dei nostri blog.
Troppo spesso ci soffermiamo su richieste non indispensabili per la gestione dei blog e tralasciamo invece il problema fondamentale, rappresentato proprio dalle stringhe bloccate e dalla impossibilità di intervenire sull'html del template.
A causa di questo blocco:

non possiamo inserire appositi codici che ci permetterebbero di combattere lo spam nei trackback e nei commenti;

non possiamo inserire l'attributo rel="nofollow" che impedirebbe agli utenti di aumentare artificiosamente i propri links su technorati grazie a commenti "anonimi e strumentali";

non possiamo implementare dei semplici script che ci permetterebbero di tenere traccia dei nostri commenti lasciati su altri blog;

non possiamo inviare automaticamente e contemporaneamente i nostri post agli aggregatori;

non possiamo inserire immagini mappate nè usufruire delle utilissime mappe di google;

persino il contatore accessi shinystat (uno dei pochi che riusciamo ad inserire senza troppi tagli indesiderati al codice) FUNZIONA AL 20%, precludendoci di esaminare la provenienza dei visitatori da siti, motori di ricerca e chiavi di ricerca.
Quelle sono informazioni indispensabili per aumentare la visibilità dei blog e lo stesso successo di Digiland!

Tutto questo e tanto altro ancora (numero limitato dei blog amici, bug dell'editor, scarsa informazione e formazione degli utenti in materia di html, indicizzazione, posizionamento, aggregatori di post, aggregatori di feed ecc...) fa di noi DEI BLOGGER DI SERIE B   bloccando la crescita della stessa piattaforma!

SBLOCCATE LE STRINGHE!!!
LIBERATE I NOSTRI BLOG!!!


Per l'occasione ho riaperto il forum di Blog Penna Calamaio, ho migliorato la grafica e creato nuove sezioni, dedicandone alcune proprio alla formazione dei blogger.
Chiunque desideri collaborare come animatore e moderatore del forum, può scrivermi a redazione_blog@libero.it

Ma ora uniamoci per sollecitare i gestori di Digiland ed ottenere finalmente l'accesso all'html del blog.

SBLOCCATE LE STRINGHE!!!
LIBERATE I NOSTRI BLOG!!!

 
 
 

Non è giusto chiuderlo...non è giusto per me stessa...

Post n°66 pubblicato il 07 Marzo 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA

Ho urlato tanto oggi al punto da sentirmi ora la gola raschiata.
Nè avrei voluto esser qui ora, avrei volentieri preso la macchina per farmi accarezzare dalla notte, girare per strada in solitudine annusando l'odore dell'asfalto bagnato.
Ma come al solito  penso troppo agli altri e poco a me stessa, ed ho pensato che a mia madre le avrebbe preso un bel principio di infarto se mi avesse visto uscire a quest'ora , sotto la pioggia e con gli occhi fuori dalle orbite.

Poi ad un tratto qualcuno mi ha scritto sulla messaggeria di questo nick: carino il tuo blog, perchè non posso commentarci?
Ho pensato a quando è nato questo blog ed al perchè è nato, alla cura che ho avuto nel creare la grafica, all'obbiettivo che mi ero riproposta nel crearlo e che stavo raggiungendo.
Ed era pieno di vita, di commenti, di incontri.

Quando ho smesso di scriverci? Quando l'ho cancellato? E quando ho chiuso i commenti...per chi tutto questo?
Già..per chi tutto questo?

Ho riletto i box, ho sfogliato le pagine, ho ricordato i commenti e la serenità che avevo.
Non credo sia giusto chiuderlo, non lo è per me stessa.
Per chi ho distrutto quella serenità?
Uno dei primi post di questo blog parlava di una stella. Presto lo pubblicherò senza dedica su blog penna calamaio anche se adesso lo interpreto al contrario di quando l'ho scritto.

Per ora riapro i commenti ..prima o poi forse ricomincerò a scrivere.

Strano. Questo blog si chiamava "Un Ammasso di stelle" ed il nick originale era ANNATEVENEAFF.

Non urlavo tanto dal giorno in cui avevo creato quel nick.

 
 
 

Post N° 65

Post n°65 pubblicato il 24 Febbraio 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA

mi fa tutto maledettamente schifo.

 
 
 

Senza parole.......

Post n°64 pubblicato il 27 Gennaio 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA
 

Commenti e accessi non servono ai fini del posizionamento!

immagine

C'è tutto da imparare da maga sissunchi!

 
 
 

OGGI E' SUCCESSO QUESTO

Post n°63 pubblicato il 25 Gennaio 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA
 

Ma  non ha più alcun senso.
Volevo creare una vetrina per i blog di digiland
scalare le classifiche con un blog nel quale far conoscere altri blog.

Hanno distrutto un'idea
e mortificato l'entusiasmo.

immagine
La prima pagina di Blogbabel

I BLOG DI DIGILAND SU BLOG ITALIA

1)Blog Magazine 16°
2)Sissunchi  26°
3)LeArabeFelici  52°
4)Trascrivendoemozioni  64°
5)Peace!! 73°
6)GRILLO PARLANTE  81°
7)Senzafiltroblog  86°
8)Firulì Firulà  102°
9) Aids e dintorni  126°
10)Sgosh! 137°
11)Studiareabologna  143°
12)Rigitan's  146°
13)La toga strappata 147°
14) Blog Penna Calamaio 154°

 
 
 

Post N° 62

Post n°62 pubblicato il 22 Gennaio 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA

immagine

 
 
 

DE LURKING DAY 2007

Post n°61 pubblicato il 11 Gennaio 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA
 

Oggi, 11 Gennaio (e fino al 13), si festeggia il Delurking Day. Ovvero una giornata immaginenella quale ogni blogger dovrebbe chiedere ai propri lurker di palesarsi almeno una volta nei commenti. I lurker sono i lettori di un blog che solitamente non lasciano commenti, o che non hanno mai lasciato in vita loro un segno della loro presenza sul blog in questione.

Sono 3 anni che questa iniziativa viene fatta in tutto il mondo.

Il giorno esatto sarebbe il 13 ma cadendo di sabato i blogger di varie piattaforme hanno deciso di darsi qualche giorno in più, perchè si sà che il sabato non gira sui blog "manco un cane" anzi uno si...il cane mio: Pisipachi

Quindi, ecco le regole del Delurking Day, palesatevi:

1) Voi accaniti lettori che non avete mai commentato questo blog

2) Quelli che 'sì, leggo', ma non lo ammetterò mai

3) Quelli che vengono leggere per puro odio, per puro amore, ma si vergognano a   scrivere un commento

4) Quelli che hanno commentato una volta e poi si sono confessati per il peccato commesso, ma dentro di loro vogliono peccare ancora....e ancora!

5) Quelli che non hanno mai dato segno della loro presenza e questa è un'occasione più unica che rara per farlo

6) Quelli che non hanno mai provato a fare qualcosa insieme e potrebbero scoprire che è : " un sacco bello"

7) Quelli che vogliono rompere sta mosceria che c'è nei blog e partiranno da oggi a commentare come pazzi.

Happy commenting to you!

Segnalate questa iniziativa sui vostri blog, potrebbero venire fuori belle scoperte. Copiate e incollate il post comprensivo dei link e aggiungete il vostro, è bello far vedere che stiamo facendo qualcosa tutti insieme!
(Lo segnalano Dave, Fran, Velenero Sw4n sissunchi blogpennacalamaio 
natodaunmousedemente

scritto da: sissunchi

 
 
 

Non è stata una dimenticanza..

Post n°60 pubblicato il 04 Gennaio 2007 da HO.PERSO.LA.DENTIERA
 

Al mio post precedente è stato inserito il presente trackback:

>> Annuncio: "DENTIERA SMARRITA!!!" su Passioni|Sentimenti| Ricevuto in data 04/01/07 @ 17:02E' stata smarrita una dentiera, si prega di segnalarne immediatamente il ritrovamento dato che il...




Lo stesso trackback, è stato inserito su Blog Penna Calamaio, le cui regole, visibili a tutti sulle pagine web di servizio al blog, prevedono la immediata cancellazione dei trackback non congruenti con il contenuto del post cui sono indirizzati.
Attraverso l'esame dei link in entrata e, delle citazioni aventi ad oggetto il mio nick ed i titoli dei blog, mi è stato possibile risalire ad altre iniziative, simili a quelle contenute nel trackback su riportato...
Le suddette iniziative sono state poste in essere da parte di altri blogger, i cui nick sono fin troppo noti a chi, in Digiland, si occupa di disciplinare  l'uso della community.
(Ho scritto "disciplinare"...  non "controllare").
La successione e reale natura degli eventi è facilmente controllabile, per chi se ne voglia prendere il disturbo,...o per chi abbia il dovere di attendere a questa incombenza. Nè è necessario indicare dove andare a guardare.
Ho provveduto alla cancellazione del trackback inserito su Blog Penna Calamaio.
Non averlo cancellato da qui non è stata una dimenticanza.
Mi astengo per il momento da qualsiasi considerazione.
Ma forse, non è un caso che in questo blog non sia riportato il banner anti-troll, per quanto, io stessa, abbia dedicato un post al fenomeno, già nell'agosto 2006.
 
 
 

Capodanno scaramantico: riti e tradizioni del "non è vero ma ci credo".

Post n°59 pubblicato il 30 Dicembre 2006 da HO.PERSO.LA.DENTIERA

immagineAnno nuovo, vita nuova!

Per salutare degnamente il nuovo anno, pare non sia sufficiente levare in alto i calici o indossare qualcosa di nuovo, qualcosa di vecchio, qualcosa di regalato ed ovviamente qualcosa di rosso!

Esiste infatti una moltitudine di riti scaramantici dalle origini più curiose;

tutti riconducibili all'intento di dimenticare le negatività e propiziarsi fortuna, amore,  prosperità per l'anno a venire.

Accattivarsi la fortuna nella notte più festosa dell'anno, sembra essere un'arte che richiede piccoli gesti, rituali propiziatori, luci, colori, euforia e cibi invitanti.

In Malesia ci si trafigge il naso e la lingua con aghi minuti, in Argentina si buttano via i giornali,

in Giappone si suonano 108 rintocchi di campana, uno, per ogni peccato commesso dall'umanità, mentre in Cina, paese dei draghi, si lascia volare verso il cielo una miriade di  draghi di carta;  li si lascia volar via nell'infinito, dopo aver trascritto su di essi  i problemi patiti durante l'anno trascorso.

L'Italia è il paese del buon cibo, e, per quanto sia invalsa l'abitudine di bruciare vecchi calendari, gettar via oggetti usati, o sparare petardi e fuochi d'artificio, è la tavola il luogo nel quale gli italiani,  manifestano appieno le proprie tradizioni nell' ultima notte dell'anno.

Mangiare lenticchie, si sa, è auspicio di ricchezza e di buona sorte, ma a tavola non dovranno mancare anche uva,  chicchi di melograno, mandorle, fichi secchi, datteri e l'intramontabile cotechino.

L'uva ha un significato sacro. Essa infatti, insieme al grano, è una delle offerte che il fedele porge a Dio durante la messa, sicché rappresenta la gratitudine dell'uomo per le grazie ricevute ed i desideri esauditi.

I chicchi di melograno, sono l'antico talismano che simboleggia la fedeltà coniugale, poiché, nel mito di Proserpina, fu proprio il gesto di addentare una melagrana, a legare indissolubilmente la dea agreste, al dio dell'Ade  Plutone.

Mandorle ed uva passa, sono simboli di fecondità e denaro, mentre, tutti i frutti racchiusi in un guscio legnoso o spinoso, sembrano capaci di portare fortuna.

La tradizione popolare afferma infatti che, come il guscio ha protetto il frutto sino alla sua maturazione, così il frutto proteggerà con la sua forza, la persona che se ne nutre.

Durante la notte del 31 Dicembre, chi lo possiede dovrà accendere il camino ed alimentare il fuoco con estrema attenzione, poiché se esso dovesse spegnersi sarebbe presagio di sfortuna.

Gli innamorati, dovranno scambiarsi un bacio sotto il vischio, il portafortuna che i celti veneravano e chiamavano "acqua di quercia".

Il vischio, infatti, crescendo in simbiosi con la quercia, richiama i legami tra le persone e la tenacia dei sentimenti.

Ed è proprio con un rametto di vischio, che voglio fare a tutti voi gli auguri per un buon anno, convinta come sono che i legami tra le persone rendano la vita degna di essere vissuta, al di là delle amarezze, delle delusioni, dei problemi che la quotidianità ci riserva.

Buon Anno a tutti voi...che sia un anno di amicizia tra le persone.

 
 
 

Petizione a favore dei sei detenuti in Libia

Post n°58 pubblicato il 21 Dicembre 2006 da HO.PERSO.LA.DENTIERA
 

Ricevo da Marco Bazzato e volentieri pubblico questo articolo con la relativa petizione. Aderite e diffondetela in tanti.
La vicenda è stata trattata anche nel blog Reincarnazioni di quis, meritandosi l'attenzione di Digiland con la nomina a Blog del Giorno, sia pure soltanto per poche ore.
L'indifferenza di noi utenti (solo 18 commenti per lo più anonimi ed offensivi) e l'avvicendarsi delle notizie sul caso Welby, hanno fatto sì che il post fosse sostituito nella home page di libero.
Un'ulteriore riprova che quando ci vengono proposte tematiche importanti, non abbiamo la maturità e la sensibilità per apprezzarle, discuterle e diffonderle.
Marco Bazzato ci riprova nel suo Blog, segnalandoci un link per tentare qualcosa di concreto attraverso una petizione. IO LO SOSTENGO!


Chiedo espressamente l'intervento di shadday, tigre.grintosa, elviralilla e tutti gli altri blogger di un gruppo col quale ho condiviso altre campagne.
Aderite in tanti in nome della GIUSTIZIA e del rispetto per la vita umana.

HO.PERSO.LA.DENTIERA


IL POST DI MARCO BAZZATO

Sig. Ben Bot, Ministro degli affari esteri dei Paesi Bassi; Presidenza olandese dell’UE

   Egregio Signor BOT,

   Il 6 maggio 2004 cinque infermiere bulgare e un medico palestinese sono stati condannati a morte per coscientemente l'infezione dei più di 400 bambini libici con il virus del AIDS. È emersa la prova che i bambini nell'ospedale libico sono stati infettati con il virus dovuto le precarie condizioni igieniche insite nell’ospedale, molto prima dell’arrivo del personale sanitario e del medico in Libia.

   Tuttavia, le autorità giudiziarie libiche non hanno considerato queste prove durante vari processi degli ultimi cinque anni. Se non verrà presa alcuna iniziativa,le cinque infermiere bulgare ed il medico palestinese riceveranno la pena di morte attraverso il plotone d’esecuzione.

   L’Unione Europea, il Dipartimento di Stato americano, i governi nazionali e vari  organizzazioni internazionali hanno già espresso le loro serie preoccupazioni sull’ l'imparzialità delle prove e ne hanno denunciato i verdetti.

   L'appoggio viene espresso per accertarsi e fare appello a favore di  un movimento per questa gente innocente.

   Tuttavia, l’azione diplomatica coordinata dell’Unione Europea raggiungerà indubbiamente un risultato migliore. Noi, i sottoscriventi dell’appello, chiedono a voi, Ministro degli esteri dei Paesi Bassi, di prossima presidenza olandese dell’Unione Europea, affinché usiate urgentemente tutte le misure adatte per aiutare efficacemente i sei  cittadini imprigionati.

   I Paesi Bassi sono famosi per l’Eccellenza nella mediazione e diplomazia nei conflitti. A motivo della serietà della materia, chiediamo che considerate questa edizione con la netta priorità.

   Cordialmente

 Note:

Faccio appello agli italiani di diffondere questo comunicato e sottoscriverlo, facendo sentire la nostra voce come un Paese che sa unirsi, per valere questa petizione a favore dei sei condannati.

   Seguite il lik e compilate il format, è facile e semplice.

http://www.petitiononline.com/bulgaria/petition.html

 

Marco Bazzato

21.12.2006

http://marco-bazzato.blogspot.com/

 

 
 
 
Successivi »