Creato da kayfakayfa il 10/01/2006

LA VOCE DI KAYFA

IL BLOG DI ENZO GIARRITIELLO

 

 

« Lodo Alfano, un orrido ossimoroGrazie Vita! »

Eluana Englaro: diritto alla dignità umana

Post n°480 pubblicato il 11 Luglio 2008 da kayfakayfa

Come era prevedibile, la decisione della Corte di Appello di Milano di autorizzare la sospensione a somministrare artificialmente alimenti e farmaci a Eluana Englaro, la ragazza in coma dal 18 gennaio 1992 a seguito di un incidente automobilistico, ha scatenato le proteste del Vaticano e di tanti cattolici che considerano la disposizione dei giudici una vera e propria autorizzazione all’eutanasia. Già  in passato con il caso Welby, dove si disse contraria affinché si staccasse la spina al ventilatore che aiutava Welby a respirare e a vivere una vita non vita, la Chiesa si era espressa contro l'interruzione della vita seppur supportata da macchinari. Tuttavia, pur difendendo ad ogni costo la vita come impone il suo ruolo, l'autorità ecclesiastica dichiarò anche di essere contraria all’accanimento terapeutico per il rispetto della dignità umana. Ma condannò comunque Welby, reo a suo dire di aver cercato volontariamente la morte, e quindi ne impedì l'accesso in chiesa della salma perché ai suoi occhi Piergiorgio era un suicida seppure non fu lui a staccare la spina!
A mio avviso il confine tra eutanasia e accanimento terapeutico è talmente labile che non è certo facile stabilire dove comincia l’una e finisce l’altro. Personalmente ritengo che la decisione sia soggettiva, a discrezione di chi è costretto ad attuarla in rapporto al proprio credo religioso e formazione culturale.
Di sicuro nel caso specifico di Eluana, in stato vegetativo permanente da ben 16 anni, penso non si possa parlare né di eutanasia  visto che, apparentemente, il paziente non soffre e lascia capire che vuole porre fine al suo tormento, né di accanimento terapeutico appunto perché non vi sono segni tangibili di sofferenza da parte della donna per le cure di cui è oggetto.

Dal giorno dell’incidente Eluana, per la precisione il suo corpo, vive grazie alle macchine. La sua anima forse vegeta in quel presunto limbo che secondo diverse filosofie e religioni, compresa quella cristiana ch,e, se non erro crede nel purgatorio, separa la vita dalla morte. E quindi probabilmente soffre per non poter varcare definitivamente la soglia che separa il nostro mondo dall'aldilà…

Se staccando le macchine che la tengono in vita Eluana morirà lentamente, come avverrà, ciò non significa che la tecnologia applicata al corpo della ragazza alterava il corso della natura, imponendo una forzatura alla vita? Per cui nei riguardi di Eluana si commetteva una sorta di accanimento terapeutico, quell’accanimento terapeutico che la chiesa condanna al pari dell'eutanasia?  

Commenti al Post:
bil37
bil37 il 11/07/08 alle 14:01 via WEB
Tema che riporta alla ribalta un caso di grande attualità, che coinvolge le nostre coscienze e l'umana pietà. L'eutanasia, piuttosto che l'accanimento terapeutico o la sopravvivenza prolungata per mezzo di strumenti artificiali, costituiscono scelte estreme, risposte radicali ad un problema indissolubilmente legato alla dignità della persona umana. A mio parere, il primo passo da compiere, è quello di regolamentare per legge la possibilità del "Testamento biologico". Una scelta di civiltà e un'opportunità per responsabilizzare gli individui sul loro "destino ultimo".
 
 
kayfakayfa
kayfakayfa il 11/07/08 alle 15:07 via WEB
Proprio perché è un tema toccante sarebbe il caso indire un referendum per lasciar scegliere liberamente alla gente che fare della propria vita quando questa è ai margini della morte. Ma non lo si farà perché il vaticano non permetterà mai che sia la gente a scegliere da sola il proprio destino, estromettendo finalmente la chiesa dal dominio delle proprie coscienze!
 
ercolale
ercolale il 11/07/08 alle 16:06 via WEB
e' un discorso troppo complicato e difficile credo solo che parlarne senza essere coinvolti è diverso da quando hai una figlia nel letto da 16 anni che vive ma non vive non so cosa farei... spero solo di non trovarmi mai in una situazione del genere....!
 
 
kayfakayfa
kayfakayfa il 11/07/08 alle 16:20 via WEB
Cara amica hai perfettamente ragione, un conto è cercare di ragionarci su non esssendo direttamente coinvolti e un altro è trovarsi nella condizione del padre di Eluana! Ciao, Enzo
 
carmen46c
carmen46c il 11/07/08 alle 21:47 via WEB
Ciao Enrico....scherzettoooooo...ahahaha....lo so, questo aqrgomento è troppo serio e non sarebbe il caso di fare scherzi, comunque,io dico la mia, e se qualcuno mi vuole mangiare perchè la penso così...faccia pure! Io sono a favore dell'eutanasia, ci ho pensato abbastanza a lungo, sono contro l'accanimento terapeutico, soprattutto detesto il fatto che la Chiesa faccia sentire troppo la sua influenza su questo argomento delicato. Sono cruda lo so, ma di fronte a certi argomenti, non esistono le ambiguità, la Chiesa filosofeggia sulla vita della gente che soffre, se parli ad un uomo che soffre tra atroci dolori e gli parli di Dio e della vita, l'unica cosa che questi desidera è di morire per non maledire Dio e la vita stessa. E poi che gli diciamo? Che non merita neanche la benedizione di Dio? Scusate....non riesco ad essere fredda su certe questioni....
 
tristezza54
tristezza54 il 12/07/08 alle 11:12 via WEB
la chiesa fa il suo dovere ma al dila' di questo io penso che nessuno possa sapere cosa fare solo chi vive una situazione cosi e non e' detto che chi la vive la pensino tutti allo stesso modo queste sono decisioni che in un modo ho in un altro segneranno la coscienza di chi deve prenderle ciao
 
briciolabau
briciolabau il 12/07/08 alle 17:05 via WEB
Ciao , ti vedo passare a non ti fermi, come addetta ai lavori , ti dico che sono contraria all'accanimento terapeutco, di conseguenza all'eutanasia, ma forse nessuno si è mai chiesto quanti miliardi girano intorno a questo tipo di problema parlo di case farmaceutiche e tanto altro! Persone in lista d'attesa di un rene, una cornea, questa purtopppo aihmè è la Sanità nessuno neache O.M.S. organizzazzione mondiale sanità fa nulla, , non sentono nè Chiese ne nulla e le persone muoiono ugualmente, tra lo strazio ancor più grnade dei congiunti che sperano ogni giorno che la ragazza riprenda vita! Io dal mio canto , sono con il tuo pensiero,ma io non sono nessuno, ed essere nessuno, in questi ambienti non ti permette di fare nulla,se non sperare nel coraggio dei genitori, che possano firmare il foglio per far cessare ogni tipo di attività sulla propria figlia, ma tu come genitore te la sentiresti? O rimarresti attaccato anche alla più flebile speranza? Bel post sarebbe bello farne un articolo di giornale...buon fine settimana Isabella!!!
 
ninograg1
ninograg1 il 12/07/08 alle 21:50 via WEB
sono qui oltre che salutarti anche per un piccolo problema di una nostra collega blogger questo è il link http://blog.libero.it/robindisherwood/5062257.html al post se puoi postalo sul tuo e fallo girare con i tuoi contatti sia di profilo che di blog, grazie.nn passare dal mio vai direttamente sul suo e fai copia e incolla non sono qui per farmi pubblicità, ciao
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Abbandonare Tara
- pensieri nel vento
- Il diario di Nancy
- sciolta e naturale
- Per non dimenticare
- il posto di miluria
- Arte...e dintorni
- dagherrotipi
- C'era una volta...
- passaggi silenziosi
- le ali nella testa
- Grapewine
- FAVOLE E INCUBI
- critica distruttiva
- GallociCova
- estinzione
- Starbucks coffee
- L'angolo di Jane
- In Esistente
- Comunicare
- Writer
- Chiedo asilo.....
- antonia nella notte
- Quaderno a righe
- come le nuvole
- Contro corrente
- Scherzo o Follia?
- La dama della notte
- MARCO PICCOLO
- Fotoraccontare
- epochè...
- considerazioni
- ESSERE E APPARIRE
- Oniricamente
- prova ad afferrarmi
- Nessuno....come te
- confusione
- io...Anima Fragile.
- evalunaebasta
- La MiA gIoStRa
- ...spiragli
- CORREVA L' ANNO...
- LE PAROLE
- SPETTA CHE ARRIVO
- (RiGiTaN's)
- esco fuori
- ....bisogni
- La Mia Arte
- pEaCe!!!
- Ginevra...
- Like A Wave
- BLOG PENNA CALAMAIO
- Amare...
- Sale del mondo....
- Praticamente Io
- Imperfezioni
- Mise en abyme
- Due Destini
- manidicartone
- acqua
- BRILLARE!!!!!
- Osservazioni
- XXI secolo?
- justificando.it gag comiche
- Di palo in frasca...
- montagneverdi...
- Verit&agrave;... Piero Calzona
- osservatorio politic
- Geopolitica-ndo
- Lanticonformista
- Riforme e Progresso
- LAVOROeSALUTEnews
- Ikaros
- ETICA &amp; MEDIA
- Canto lamore...
- Pino
- MY OWN TIME
- Tatuaggi dellanima
- cos&igrave;..semplicemente
- Acc&ograve;modati
- Il Doppio
- arthemisia_g
- senza.peli
- marquez
- Cittadino del mondo
- Quanta curiosit&agrave;...
- entronellantro
- iL MonDo @ MoDo Mio
- LOST PARADISE Venere
- Frammenti di...
- La vita come viene
- Mondo Alla Rovescia
- Pietro Sergi
- StellaDanzante
- Polimnia
- e un giorno
- Parole A Caso
- tuttiscrittori
- Dissacrante
- Artisti per passione
 
Citazioni nei Blog Amici: 61
 

ULTIME VISITE AL BLOG

costanzatorrelli46kayfakayfacavalierenero67paolo.santitrasportigipoaqkk700aurigaapiero6394cesare.todaroosasasfedelegianluca1966salto_nel_vuotooosdssdsgiupian72010Vitameravigliosa1
 

ULTIMI COMMENTI

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom