ARTICOLO SCONCERTANTE

Sfogliando l’inserto del Corriere della Sera  IO DONNA del 15 luglio 2017 mi sono imbattuto nell’articolo  CIAK; COME FARE FUORI LA MAMMA, di Costanza Rizzacasa.

COME FAR FUORI LA MAMMA 1 COME FAR FUORI LA MAMMA 2

Sono rimasto sconcertato. Penso che sia giusto parlarne.    Questo è il mio commento. A voi la palla……                     

Questione di lana caprina?

Forse.

Ma le prove sono concrete.

In effetti l’animazione pullula di orfani, e non solo l’animazione; anche il cinema con attori.

Viene davvero il sospetto che qualcosa della figura materna disturbi registi ed autori  .

Può darsi che si tenda un pò ad esagerare, come, a mio parere, nel caso di Toy Story.

Nè mancano  eccezioni: voglio segnalarne altre

LA CARICA DEI 101

GLI ARISTOGATTI

IL RE LEONE

ma in definitiva mi schiero con la fumettista Sarah Boxer.

Nel suo libro LA NATURA DEL PREGIUDIZIO Gordon Allport segnalava che spesso il cinema ritraeva le minoranze etniche come stereotipi e raramente come individui.

Allora il cinema è causa o effetto?

Comunque sia è sintomo di quella sinistra “invidia dell’utero”?

Sebbene non sia troppo raro che anche il padre muoia o manchi,condivido quanto scritto sulla pellicola GLI INCREDIBILI, forse il miglior film della PIXAR. 

I DEVOTI DI KRISHNA

I DEVOTI DI KRISHNA

Seguo gli Hare Krishna da molti anni e ho letto parecchi dei loro libri, questo mi ha spinto a condividere con voi il mio pensiero che di seguito espongo…

Un giorno di circa trent’ anni fa, animato da un forte desiderio di cercare non sapevo bene neanch’ io cosa, decisi di andare a trovare gli Hare Krishna (dopo che avevo ascoltato un disco di Claudio Rocchi).

Il primo impatto con una concezione di esistenza completamente differente dalla mia (ammesso che ne avessi una) fu molto negativo. Dovendo fare a meno delle sigarette, del caffè, del vino e della carne… scappai. Ma, mi colpirono i loro volti sorridenti e beati; mi domandai come facessero ad essere sempre così felici.

Dopo quella volta, visitai diversi loro templi e con il tempo imparai ad apprezzare gli Hare Krishna. Lessi molti dei loro libri. Visitai i temoli di Milano, Bergamo, Brescia, Firenze… In seguito mi accorsi che avevo investito in un affare straordinario che rendeva il centuplo e anche di più.

Non voglio dire che tutti gli Hare Krishna siano perfetti e irreprensibili, ma certamente hanno qualcosa da insegnare in fatto di umiltà, umanità e spiritualità.

E poi i Veda: fantastici! Se non avete mai letto la Bhagavad Gita, vi consiglio di farlo.

Un’ opera così sublime merita di essere conosciuta.

Nick

gli U.F.O. A VOLTE RITORNANO… E GLI ufe?

U.F.E.

AIUTO!!HO VISTO UN …..U.F.E.

UNIONE FAMILIARI E UTENTI ESPERTI

Intervistiamo un esponente del gruppo:

– Cosa vuol dire l’acronimo U.F.E.?

UNIONE FAMILIARI E UTENTI ESPERTI

– Da quante persone è composto?

– A quale scopo si sono riunite?

– Quali figure ne fanno parte?

Il rappresentante ha partecipato a degli incontri di formazione che si sono tenuti presso il CSM di Alessandria. Che sono stati fatti con i medici e utenti. E’ stata fatta una panoramica su dove sono, come operano e a quale scopo. Gli UFE sono utenti del servizio di salute mentale e loro familiari che hanno maturato negli anni una buona esperienza.

Si sono formati per aiutare le persone con la loro esperienza, avendo vidùssuto delle difficoltà

A volte sono più di aiuto dello psicologo

I genitori cercano un modo per aiutare i figli………

L’dea di aiutare altre persone che sono in difficoltà, sono state raccontate esperienze positive…di utenti che hanno ripreso in mano propria vita e ora vogliono aiutare utenti che sono agli inizi.

SI SONO SVILUPPATE AMICIZIE

Sono al posot dello psichiatra o dello psicologo

Fare UFE vuol dire entrare in relazione con le persone, essere in sintonia, avere un dialogo spontaneo diretto e fidarsi della persona. Gli U.F.E. possono lavorare anche nei gruppi appartamento e nelle comunità.

Mettere a disposizione la tua esperienza di utente/familiare a supporto di chi si avvicina per la prima volta al servizio di salute mentale.

In quale posto puoi trovare aiuto? qui

L’ufe viene molto coinvolto dal punto di vista emotivo. la riservatezza di ciò che un malato dice…aspetti legati alla risonanza emotiva. Deve essere tutelata.

DOV’E’ IL CONFINE DELLA LIBERTA’ D’ESPRESSIONE?

img ultimo post

Abbiamo letto un articolo di Gianantonio Stella (Corriere della Sera) che verteva sul confine tra libertà d’espressione e capacità degli organi competenti di vigilare sui contenuti pubblicati in rete e di proteggere la privacy e la sicurezza dei cittadini. L’autore riportava alcuni messaggi messi online che consistevano in bufale e rappresentavano istigazione all’odio. Chiede l’autore:<< Dobbiamo rassegnarci? E’ questo il prezzo della libertà totale di parola? O esistono dei limiti di legge almeno all’insulto?>>.

Oltre a quest’ articolo che abbiamo letto, pochi giorni fa al telegiornale è stato evidenziato come sia totalmente fuori controllo la pubblicazione in rete di propaganda fondamentalista… a nostro avviso molto pericolosa.

E’ ormai tristemente noto quanto Facebook possa creare danni irreversibili alla dignità/sicurezza delle persone (vedi i diversi episodi con drammatico epilogo…) attraverso il cyberbullismo, rendendo virali contenuti privati e imbarazzanti… sappiamo che l’organo di competenza che dovrebbe vigilare sulla correttezza di quanto viene pubblicato in rete è la Polizia Postale. Ci sono numeri di riferimento e indirizzi email a cui inviare le segnalazioni, basta cercarli in rete,  QUINDI IN REALTA’ STA ANCHE A NOI VIGILARE SU QUANTO VIENE PUBBLICATO… FACCIAMOLO!

Un altro discorso è la fuga di dati personali… come fanno le compagnie telefoniche ad avere il mio numero cui chiamarmi a tutte le ore del giorno e della notte? Vedi il caso Weekeleaks…. sanno proprio tutto di noi?

Noi, da profani, pensiamo che potrebbe rappresentare una soluzione che ci fosse un ‘cervellone’ in grado di censurare direttamente, ovvero impedirne la pubblicazione, di una serie di parole stabilite da un organo preposto fatto di persone elette democraticamente.

Un’altra idea che ci è venuta è che lo stato facesse più prevenzione, per esempio informando i giovani, nelle scuole, sul cyberbullismo e sul corretto uso dei social media e della tecnologia.

Voi cosa ne pensate?

INTANTO ANDATE A VEDERE QUESTI SITI, PER INFORMARVI E PER TUTELARVI:

www.commissariatodips.it

www.laleggepertutti.it

NUMERO VERDE: 899803606

EVERYBODY WANTS TO RULE THE WORLD

soldato cane

immagine scaricata dal web

Oggi siamo qui a chiederci cosa sta succedendo nel mondo….cos’è che ci colpisce di più?

Ci fa più paura Putin o Trump? Ci sono state influenze russe sulle sue elezioni?

Trump sta disfacendo molto di quanto fatto da Obama rispetto alle conquiste sui diritti umani (vedi per i transgender). A distanza di tanti anni dalla caduta del muro di Berlino Trump vorrebbe erigerne uno in Messico…. per fortuna non ci sono i fondi!

Parliamo anche della crisi nord coreana, ci ricordano il film ‘Alba Rossa’… temiamo la terza guerra mondiale? E’ fantapolitica?

Come diceva la famosa canzone dei Tears For Fears…. tutti vogliono dominare il mondo… everybody wants to rule the world…. ahimè 🙁

Chissà se c’è un cantante che scriverà una canzone su quanto sta succedendo nel mondo oggi… stiamo a vedere….

Come ad esempio Sting che scrisse la canzone “Russian” che rappresenta  una dichiarazione d’intenti contro la politica estera  dominante ai quei tempi della guerra fredda e della dottrina della reciprocra distruzione tra Stati Uniti e Russia, anni in cui abbiamo rischiato la guerra nucleare, ricordate il film “War games”?