QUALCHE CONSIGLIO PER STARE IN FORMA

la-donna-cannone-a-colori

Oggi abbiamo come ospite un operatore laureato in Scienze Motorie, un… motorista 🙂 (scherzo) e quindi ne approfittiamo subito per fargli qualche domanda su come stare in forma (o piuttosto per tornare in forma!).

– Cosa può essere più utile per perdere peso?

La camminata è l’esercizio migliore, bisogna camminare almeno trenta minuti continuativamente a passo spedito (senza avere il fiatone) perchè nei primi 15/20 minuti si bruciano gli zuccheri e solo dopo circa trenta si iniziano a bruciare i grassi. La camminata è la cosa migliore per chi non è pratico e rischia di eseguire male gli esercizi, e per chi ha problemi di salute come ad esempio l’ipertensione.

– Come faccio a controllare l’alimentazione?

Con una dieta varia, come quella mediterranea, facendo più pasti al giorno di piccola entità, questo potrebbe essere un adeguato compromesso per poter controllare le kcal introdotte, così come lo stimolo della fame. Dieta varia essenzialmente significa: un po’ di carboidrati, un po’ di proteine e un po’ di grassi. Un dolce si può mangiare ma magari solo una volta alla settimana. I cibi poco complessi sono i migliori da assumere.

– Il cervello brucia calorie?

Sì certo, il glucosio, che è la prima fonte energetica del corpo.

Chi vuole avere un aiuto specifico per l’alimentazione farebbe bene a rivolgersi ad un nutrizionista.

Per chi non fa sport conviene iniziare con attività semplici e leggere, mangiare un po’ meno e magari iscriversi in palestra.

– E’ possibile saziarsi mangiando meno?

Secondo me può aiutare masticare di più, mangiare più lentamente, perchè la digestione comincia in bocca. Stare di più a tavola serve a dare il tempo al cervello di capire che hai mangiato a sufficienza e al senso di sazietà di prodursi. Gli enzimi della saliva aiutano nella fase digestiva ad utilizzare tutti i nutrienti prùdotti, cosa che non avviene se il cibo viene ingurgitato perchè il corpo non riesce ad utlizzare tutto quello che si è introdotto.

LA BIBLIOTECA NON E’ SOLO PER I SECCHIONI…E’ PER TUTTI

La biblioteca civica di Casale Monferrato, oltre ad essere un edificio storico di gran valore, ci risulta anche essere ad oggi una delle più fornite del Piemonte, alcuni di noi vi prestano servizio contenti di farlo.

biblio2-copia-690x470

Per usufruire dei servizi della biblioteca, per consultare o prendere in prestito un libro, bisogna essere registrati. Basta compilare la richiesta scritta su una scheda, per poter leggere sul posto; bisogna invece tesserarsi, per avere in prestito un libro e portarlo a casa, e per farlo bisogna risiedere a Casale o nei Comuni limitrofi. Il libro verrà registrato, e dovrà essere restituito entro un mese. La biblioteca concede in prestito anche cd e dvd per dieci giorni. Cinque è il numero massimo di cose che si possono prendere in prestito per volta. La biblioteca dispone anche di computer che si possono utilizzare, dotati dei principali pacchetti software, e con i quali è possibile anche l’utilizzo di Internet a pagamento. E’ possibile anche, sempre a pagamento, usare la fotocopiatrice. Recentemente sono cominciate le visite guidate alla biblioteca con prenotazione; a queste visite sono ammesse circa venti persone alla volta. Oltre ai libri si possono consultare giornali e riviste.

Spesso presso la biblioteca si tengono interessanti conferenze e incontri pubblici o addirittura concerti….informatevi 🙂

biblio2

ORARI BIBLIOTECA

lunedì

9.00 – 12.30 13.30 – 18.30

martedì

9.00 – 12.30 13.30 – 18.30

mercoledì

9.30 – 18.00

giovedì

9.30 – 18.00

venerdì

9.00 – 12.30 14.30 – 18.30

sabato

9.00 – 12.30  

tel. 0142/444323

(Nick e Nack)

ISEE

Che cos’è l’ISEE e a cosa serve

L’ISEE significa ‘Indicatore della situazione economica equivalente’, consente ai contribuenti a basso reddito di accedere a prestazioni sociali e servizi di pubblica utilità a condizioni agevolate. L’ISEE viene calcolato dall’INPS, tenendo conto di tre parametri fondamentali: composizione del nucleo familiare, reddito e patrimonio. Consiste in un codice numerico che definisce il tuo status economico.

Come si fa a ottenerlo

Sono tante le novità dell’ISEE 2016.

I documenti necessari per l’ISEE 2016 sono:

  • Dati anagrafici
  • Codice fiscale
  • Documento di identità valido
  • Contratti di locazione registrati se il nucleo familiare risiede in affitto
  • Certificazione CU del 2015 rilasciata dal datore di lavoro e/o ente pensionistico
  • Certificazione relativa a trattamenti assistenziali, indennitari, previdenziali non soggetti ad IRPEF, ad esempio assegno di cura (oppure assegno terapeutico e/o contributo per progetti terapeutici riabilitativi di ‘borsa lavoro’), contributo affitto, borse di studio
  • Patrimonio mobiliare: depositi, conti correnti bancari e postali, carte prepagate con IBAN (saldo e giacenza media)
  • Certificato di invalidità e/o handicap
  • Patrimonio immobiliare
  • Autoveicoli e imbarcazioni.

L’ISEE è a tutti gli effetti un’autocertificazione, quindi se una persona dichiara il falso si può incorrere in sanzioni penali.

L’ISEE è completamente gratuito e lo si può richiedere ai C.A.F. (Centri Assistenza Fiscale).

Di seguito un elenco di uffici a cui rivolgersi per richiedere l’ISEE nel territorio di casale M.to.

  • A.C.L.I. Via Mameli, 65 – da lun. a ven. 9/12 – lun. merc. e giov. 15/17.30 tel. 0142 418711
  • Patronato SENAS  Via Mameli, 2 –  Tel. 0142 455643
  • Confartigianato C.A.A.F. P.zza Venezia, 13; da lun. a ven. 9/12; 15/18 – tel.  0142 781962
  • CONFTERZIARIO Studio Quirino-Manca via Duomo, 3; da lun. a ven. 9/12; 14.30/17.30; sab. 9/11 – tel. 0142 76024
  • Confeder. Italiana Agricoltori Via del Carmine, 15; da lun. a ven. 8.30/12.30; 14.30/18.00 – tel 0142 454617
  • Federazione Provinciale Coltivatori Diretti Viale Cavalli d’Olivola, 6; da lun. a ven. 8.30/12.30 – tel. 0142 452840
  • C.G.I.L.  via G. Del Carretto, 10;  da lun a ven. 9/12.30; 15/18.30 – tel. 0142 336827
  • C.I.S.L. via Rivetta 41 – da lun a ven. 9/12.30; 14.30/18.30 sab.9/12 – tel. 0142 781012
  • U.I.L.Via E. Leoni, 12; da lun.a ven. 9/12; mart. e ven. 14.30/18 – tel. 0142 453210
  • CAF CONFAGRICOLTURA CESA C.so Indipendenza, 63; orario da lun. a ven. 8,30 12,30 – tel. 0142 452209- 0142 74555 – 77824 (fax)
  • UGL via Cavour, 60; da lun. a ven. 9.00 12.30 pomeriggio 15,00 19.00; tel. e fax 0142 75679

UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO (URP) E INFORMAGIOVANI A CASALE

Il Comune di Casale Monferrato offre due servizi di relazione e contatto con il cittadino e il turista: l’URP e l’Informagiovani. Pensiamo che conoscere i sevizi offerti possa valorizzare il diritto di tutti gli utenti all’informazione, all’ascolto e alla risposta.

Abbiamo intervistato la responsabile dell’URP, Luisa Zavanone.

  • Che servizi offre l’URP?

urp è UN SERVIZIO INFORMATIVO E ORIENTATIVO PER CHI necessita di Svolgere delle pratiche, procurarsi documenti o semplicemente avere informazioni sulla città, il servizio infatti informa anche sulle iniziative di interesse culturale e ricreativo… in altre parole ‘cosa succede in città’. L’ufficio è anche un ‘PUNTO INPS’, è POSSIBILE QUINDI EFFETTUARE RICHIESTA PER LA PRODUZIONE DEL cud O DELL’ESTRATTO CONTO CONTRIBUTIVO. E’ inoltre possibile prenotare la richiesta di passaporto alla Questura. Oltre a questo l’ufficio gestisce informazioni digitali, attraverso il progetto GASTONE, una piattaforma digitale cui si può accedere dalla home page del sito del Comune, dal link ‘filodiretto’, è possibile iscriversi alla loro newsletter per essere sempre informati rispetto a una serie di agevolazioni e contributi, ad esempio il contributo per la tassa sui rifiuti, per l’affitto, fornitura sacchetti per l’organico, il bando per le case popolari…

  • A chi si rivolgono i servizi dell’URP?

A tutti i cittadini, anche non residenti a Casale Monferrato, oltre che ai turisti.

  • Come si accede all’ufficio?

L’URP è in Via Mameli n. 21, proprio davanti all’ingresso del Comune. Gli orari di apertura al pubblico sono: da lunedì a venerdì, ore 09.00-13.00 e lunedì e mercoledì, ore 14.00-17.00 il telefono è 0142-444339 e l’email: urp@comune.casale-monferrato.al.it Inoltre, si può visitare l’area del sito del Comune e, come dicevo, iscriversi alla nostra newsletter per creare un filo diretto ed essere sempre informati.

  • Che differenza c’è tra URP e Informagiovani?

Il servizio Informagiovani veniva svolto, fino a qualche tempo fa, in un ufficio all’interno del Castello. E’ un sevizio nato ancora prima dell’URP e rivolto nello specifico ai giovani cittadini, per aiutarli nell’orientamento alla formazione e al lavoro e per la mobilità internazionale. Recentemente l’ufficio presso il Castello è stato chiuso, e il servizio è stato accorpato all’URP e da allora è calato, anche perché con l’avvento delle nuove tecnologie e di internet le esigenze dei giovani sono cambiate e c’è meno richiesta. Si sta vagliando l’ipotesi di una futura riapertura del servizio.

  • Il Servizio è gratuito o a pagamento?

Pressoché tutti i servizi che offriamo sono a titolo gratuito.

Riteniamo sia un servizio utile per ogni cittadino e siamo contenti che sia stato attivato.

E’ APERTO IL BANDO PER LE CASE POPOLARI A GIAROLE

l’Agenzia Territoriale per la Casa (ATC) pubblica i bandi per l’assegnazione di alloggi di edilizia sociale convenzionata sul proprio sito. In data 1 giugno 2016 è stato pubblicato il bando generale di concorso n. 2/2016 per l’assegnazione di alloggi nel territorio comunale di Giarole. Il bando si chiuderà il 15 luglio 2016, nel testo del bando ci sono i requisiti per l’adesione, ad esempio chi è residente a Casale può aderire. A parte il bando appena descritto, un altro posto dove vengono pubblicati i bandi sono i vari siti web dei Comuni. A Casale, l’U.R.P. offre come servizio, per chi si iscrive alla newsletter, un aggiornamento costante sui bandi in pubblicazione.

Sul bando compaiono tutti i requisiti necessari per potervi aderire. Per aderire si fa così: si ritira la modulistica necessaria in Comune o all’ATC e vanno espletate le pratiche nei tempi previsti, quindi occorre essere tempestivi. Il Gruppo Riabilitativo affianca gli utenti in carico nel percorso di accesso agli alloggi popolari.