Creato da un_uomonormale il 21/08/2013

SENZA TITOLO

IDEM

 

 

« INFIAMMAZIONI VAGINALI...L'INCONTINENZA URINARI... »

QUELLE FASTIDIOSE VAMPATE DI CALORE...

Post n°267 pubblicato il 07 Marzo 2015 da un_uomonormale

menopausa

La  menopausa  insorge  improvvisamente   solo  in   una  modesta  percentuale  di  casi.  Per  lo  più,  come   è  preceduta  da  una  fase  più  o  meno  lunga ( premenopausa),  in  cui  si  verifica  una  instabilità  funzionale  dell'asse  Ipotalamo-Ipofisi- gonade(ovaia).  Le  manifestazioni  più  precoci  e,  forse,  più  tipiche,  sono  rappresentate  da  irregolarità    del  ciclo  mestruale  che  vanno  dalla  Polimenorrea ( mestruazioni in anticipo rispetto ai canonici 24 giorni),  alla  oligomenorrea (  cicli  troppo lunghi,  che  superano i 36 giorni),  alla  ipo  e  ipermenorrea(  scarsa  mestruazione,  e  mestruazione abbondante).   In  una  bassa  percentuale  di  casi  si  assiste  a  cicli  apparentemente  normali,  ma  assenza  ovulatoria.  Alcune  donne  in  questo  periodo   presentano  un  alterato  equilibrio  psico-emotivo  e  neurovegetativo,  che  si  traducono  in  facile  affaticabilità,  irritazione,  depressione,  cefalea,  e  le  classiche  e  fastidiose  vampate  di  calore.  Inoltre,  non  di  rado,  qualche  donna  riferisce  sudorazione,  tachicardia  e  insonnia.  Successivamente,  con  l'instaurarsi  della  menopausa  e  la  conseguente  caduta  dei  tassi  di  estrogeni,  il  quadro  clinico  viene  dominato  da  una serie  di  manifestazioni  che  vanno  dalle  "Vampate  di  calore"   seguita  da  sudorazione( foss'anche  ci si  trovasse in inverno rigido).  Questa  manifestazione  è  la  più  tipica  della  menopausa.  In  una  fase  più  tardiva  prevalgono  i  segni  dipendenti  da  fenomeni  a  carico   dei  vari  apparati  e  delle  aletarzioni  metaboliche,  conseguenti,  appunto  al  calo  degli  ormoni  estrogenici.

La  sintomatologia  climaterica  è  però,  cme  ho  già  detto,  quanto  mai  multiforme  e  ciò,  in  relazione   alla  variabilità  degli  stessi  quadri  ormonali  che  si  determinano  in  un  soggetto,  e  inoltre  alla  componente  pscicologica  per  quel  processo  legato  all'età  feconda  che   passa  a  quella  infeconda.  Sul  fattore  psicologico  interferiscono  condizioni  ambientali,  realzionali,  culturaliu  e sociali,  che  concorrono  a  rendere  più  complicato  l'adattamento  ad  una  nuova  condizione  di  vita.

La  più  tipica  manifestazione  è  quella  della  instabilità  vasomotoria  che  segue   alla  diminuizione  di  estrogeni  in  circolo,  quindi  il  fenomeno  della  vampata  di  calore.   La  vampata  di  calore  consiste  in  una  improvvisa(ma le donne che ne soffrono  la conoscono benissimo)  sensazione  di  calore  sulla  cute  e  del  torace,  di  solito  accompagnata  da  sudorazione  e,  in  alcuni  casi  seguita  da  sensazione  di  ferddo.  E'  raro  che  questo  fenomeno  interessi  la  superficie  dorsale   del  corpo.  La  sua  durata  è  di  3-5 minuti:  ovviamente,  se  la  temperatura  esterna  è  calda,  influisce  sulla  durata.  Anche  se  la  vampata  può  essere  considerata   tipica  del  post-menopausa,  è  opportuno   tenere  presente  che  essa  può  manifestarsi  anche  in  donno  in  periodo  pre.menopausale;  ovverosia,  prefettamente  mestruate. Di  solito  le  vampate  regrediscono   man  mano  che  la  donna  si  allontana   dall'epoca   di  insorgenza  della  menopausa:  dopo  9  anni  dall'ultima  mestruazione,  solo  il   25- 28%  delle  donne  lamenta  ancora  vampate  di  calore.

 

 

 

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/061948/trackback.php?msg=13140000

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
picciro
picciro il 07/03/15 alle 15:35 via WEB
Una fase che ci tocca attraversare..ma ocorre conoscerla per cercare di superare quei fastidi..soprattutto psico-emotivi..crearsi interessi ..credo sia davvero un modo efficace per prenderne consapevolezza e pronte per vivere una fase della vita..che a guardar bene..porta svantaggi..ma anche vantaggi! Almeno io..la vedo così! Grazie sempre caro Peppe per le tue puntuali e specialistiche informazioni...grazie dal cuore e sereno fine settimana..un abbraccio..
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 07/03/15 alle 18:45 via WEB
Dici bene, Rosa cara. Non bisogna dimenticare che questo fenomeno è solo di passaggio, che lo lega ad una nuova fase della vostra vita di donna. Non solo, ma di non difficile trattamento, e che va vissuto in serenità. Basta con la vita frenetica, quindi una fase che chiede di essere guardata per toccare con mano quanto di buono avete seminato. Vivere lo svago con gioia, e le giornate interamente dedicate a voi stesse.E riprendere in mano tutto ciò che prima non avete potuto abbracciare. Tuttavia, non si deve dimenticare che è anche la fase che chiede attenzione per il vostro corpo e al vostro organismo.Controlli volti alla prevenzione che dovete eseguire ogni anno, con la stessa emozione come quando andate dal parruchciere per abbellirvi. Il ginecologo che vi ha seguiti in tutto il periodo fecondo, non va mandato in pensione, da questo momento sarà ancora il vostro migliore amico cui confidare le vostre ansie e i vostri timori: egli sarà il vostro balsamo. Mammografia, analisi del sangue, Moc, ecografie, ed altri esami che di volta in volta vi consiglierà, eseguitele in serenità. Vi sone donne che considerano questa fase, una fase negativa della loro vita: non è così. Ciao, Rosa...nonchè Donna !
 
melen.me
melen.me il 07/03/15 alle 18:59 via WEB
Finalmente passate! Sera Peppe :)
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 07/03/15 alle 21:05 via WEB
Sono passate ? Meglio così ! Buona serata Melèn....
 
woodenship
woodenship il 07/03/15 alle 20:32 via WEB
Una natura alquanto complessa ed alle volte dolorosa,amico mio,ma che tu illustri in maniera egregia......Complimenti ed un caro saluto.......W........
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 07/03/15 alle 21:15 via WEB
Grazie amico mio Wooden...preferisco dedicare così il mio tempo quassù. Eh..si caro Wood, noi maschietti siamo più sensibili rispetto alle femminucce, in ordine alle infezioni batteriche, virali o fungini. E questo è a motivo della bariera ormonale femminile che si erge a rafforzare le sue difese. Non è un caso se sin dall'inizio dei tempi sia stata scelta per la procreazione. Se questo ruolo l'avesse avuto l'uomo non so che fine avrebbe fatto il processo evolutivo. Ci pensi ? Noi saremmo l'UOMA!... Buona serata Wooden...
 
ottobre210
ottobre210 il 07/03/15 alle 22:12 via WEB
Caro Peppe per fortuna non ho mai sofferto di vampate.Una buona notte, Francesca
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 08/03/15 alle 13:27 via WEB
Cara Francesca, questo fenomeno vasomatorio non avviene in tutte le donne, e, in verità, non è chiaro ancora il perchè, anche se si avanzano delle ipotesi predisponenti quali il fumo, la sedentarietà e soprattutto la razza. Tuttavia, anche queste ipotesi non sono molto convincenti. Verosimile una condizione di ipertiroidismo, quindi un fatto endocrino. Buona domenica !
 
monellaccio19
monellaccio19 il 08/03/15 alle 12:01 via WEB
Un fenomeno che non ha tempi certi ma che può a secondo i soggetti, dilatarsi, fermarsi e poi riprendere. Ciao Peppe, una buona domenica mio caro.
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 08/03/15 alle 13:30 via WEB
Come ho accennato sopra, la durata varia in rapporto all'età di insorgenza della fase menopausale, e tende a diminuire dopo nove anni dall'ultimo mestruo, e una percentuale più ridotta lamenta il fenomeno oltre questo tempo. Buona domenica Carlo!
 
oscar_turati
oscar_turati il 08/03/15 alle 12:58 via WEB
Caro Peppe, caro il mio enciclopedico Peppe ... Ciao e buona domenica :). Oscar
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 08/03/15 alle 13:32 via WEB
Ciao, Oscar..., grazie del complimento un pochino generoso oltre i meriti reali! Buona domenica Oscar!
 
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 08/03/15 alle 15:06 via WEB
quando mi succedera, mi ricorderò che il mio amico Peppe nel suo blog ne aveva parlato...ciao Peppe passa una bella domenica:-)
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 08/03/15 alle 15:36 via WEB
Uhmmmm, beh, se si considera che l'età media in cui la donna entra in menopausa è compresa tra 48-52 anni, mi complimento con te... Buona domenica Elena!
 
   
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 08/03/15 alle 17:20 via WEB
wow!... già così grande sembro, Peppe? è un complimentone quello che mi fai, davvero...e dire che forse sei uno dei pochi che sa quanti anni ho perchè non ti convincevano i 3 anni ;-)
ri_buona domenica, un sorriso ^__________^ grande...
 
     
un_uomonormale
un_uomonormale il 08/03/15 alle 17:27 via WEB
Al contraio...come vedi sò custodire un segreto. In realtà, il mio è stato una forma di...depistaggio....come si direbbe a Quarto grado ahaha1!! Ciao Elena !
 
     
e_d_e_l_w_e_i_s_s
e_d_e_l_w_e_i_s_s il 08/03/15 alle 21:28 via WEB
touchée, Peppe! ^____________** ciaoooo
 
g1b9
g1b9 il 08/03/15 alle 19:00 via WEB
Io le lo avute, prima della menopausa. Ricordo che erano tre al giorno, sempre alla stessa ora, mai di notte , per fortuna. Sono passate anche presto con poco fastidio e poi la vita è continuata come prima, dopotutto è una fase della vita, che bisogna accettare con serenità!
Buona serata con un abbraccio!
 
 
un_uomonormale
un_uomonormale il 08/03/15 alle 19:23 via WEB
Lo si considera un disturbo tipico del climaterio, quando si apprezzano irregolarità di ciclo, e fluttuanti livelli di estrogeni circolanti. Un abbracio cara Giovanna!
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 
Citazioni nei Blog Amici: 20
 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

un_uomonormale0Bivaccare2g1b9bsx351matteo.tampelliniestragone3ulisse19800maurafelucispinboiocchigpipaperocassetta2ciccilbalp.pasquinivd79
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom