Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

fedechiaracassetta2azzurro781Paul12dglNemesys4m12ps12misteropaganoArianna1921Chevalier54_ZArtalekneveleggiadra0vololowCavalieraErranteossimora
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 12/10/2023

Very pulp reality.

Post n°2821 pubblicato il 12 Ottobre 2023 da fedechiara
 

Dimenticate l'orrore. È roba vecchia, sentimento obsoleto e largamente abusato. Dalle parti della Palestina e di Israele ne fanno collezione pressoché quotidiana.
Un po' come quelle tribù aborigene che mostravano le teste rimpicciolite dei nemici uccisi sulle porte delle capanne - forse per esorcizzarne le vendette postume.
Niente più orrore, quindi, non sappiamo che farcene, è pura, noiosa retorica giornalistica. I 40 bambini uccisi e decapitati nel kibbutz? Vengono dopo quelli ripescati tra le macerie dei palazzi implosi sotto le bombe - scegliete voi la guerra passata e le date e le parti in tragedia.
Quello che conta ora è vedere la traduzione nei fatti e negli obici di quel che ha promesso il generale israeliano incaricato del repulisti e della inevitabile decimazione: 'Pagherete caro, pagherete tutto.'
Con i dovuti interessi maturati e le necessità di mettere al riparo, una volta per tutte, i figli e i nipoti dal ripresentarsi spaventoso nelle case dei villaggi di confine delle belve assassine addestrate a sbranare fin dalle cune. Orchi dai denti di cannibali.
Pietà l'è morta. Ammesso e non concesso che abbia mai avuto vita, in quel b... del c... del mondo che è Gaza, la città dei morti viventi. Di gente che non sa che sia vita perché hanno giurato fin dalla più tenera età di diventare i kamikaze dell' orrore quotidiano, le macchine da guerra dei loro capi assassini e natural born killers.
Israele, orrore nel kibbutz Kfar Aza: la strage dei bambini
TG.LA7.IT
Israele, orrore nel kibbutz Kfar Aza: la strage dei bambini

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963