Creato da fedechiara il 14/11/2014
l'indistinto e il distinto nel suo farsi
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

Arianna1921fedechiaraChevalier54_ZArtalekneveleggiadra0vololowCavalieraErranteossimoraloveforever90QuartoProvvisoriofranz609Princejoint6stefanochiari666animasugVIOLA_DIMARZO
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi del 31/10/2023

Promemoria per gli storici di domani.

Post n°2852 pubblicato il 31 Ottobre 2023 da fedechiara
 

Il mio bisnonno, un pescatore che mai ho conosciuto, deve avere avuto le mie stesse impressioni intorno al 1915.
Troppi segni di eventi cupi sul suo orizzonte degli eventi, troppe avvisaglie di tregenda prossima ventura sui giornali e alla radio per poter fare spallucce e credere che le cose, in un qualche loro segreto modo, sarebbero andate al loro posto. Vivere in un'isola persa nel nord delle nebbie lagunari offre visioni di miraggi di Fata Morgana che disegnano le ombre di cannoniere dai cannoni puntati ad alzo zero appena fuori dalle bocche di porto.
E un emerito cretino, a Sarajevo, sparò a un Arciduca in carrozza e fece cadere la goccia sospesa sul vaso di Pandora del continente europeo e ne scaturì il male assoluto di quella che sarebbe stata chiamata la 'prima guerra mondiale'. Che ebbe un seguito di contraddizioni politiche irrisolte e, di lì a un Ventennio o poco più, scoppiò la seconda. Milioni di morti e il continente europeo in macerie.
Qualcuno offre di più? Non c'è due senza tre? Francesco ne è sicuro, mannaggia a lui, ma la spezzetta, forse per un suo segreto esorcismo e preghiera. 'La terza guerra mondiale a pezzi.' l'ha detta.
Ora, considerate la nostra semenza di gente 'non bruta', ma irritabile oltre misura e, sovente, irragionevole. Tuttora, malgrado la 'Storia magistra' e il sonno della ragione che ha prodotto quei mostri.
Per oltre un settantennio l'abbiamo scampata bella. Praticamente l'intera durata della mia vita, ma oggi ripenso a quel mio bisnonno pescatore e mi metto in quei suoi panni e povere cose di inizio secolo e scruto il mio residuo orizzonte degli eventi del millennio entrante e tiro le somme delle orrende cose che sono sotto i nostri occhi in questi giorni di inizio autunno.
Israele, più l'Occidente che ne difende il diritto a difendersi, contro la nazione islamica dei miserabili castigati dalla Storia che risorge come una orrida Fenice ottomana in veste di gigantesco avvoltoio (e include il Daghestan dei pogrom annunciati e 'dagli all'ebreo!).
Alle spalle, una Russia stupidamente costretta alle corde dalla scelta folle di cingerla d'assedio Nato e spalleggiare la pretesa democrazia Ucraina dei nazistoni Azov. E, quatta quatta, la Cina, desiderosa di riprendersi Taiwan, che sta in vigile attesa di 'vedere l'effetto che fa' prima di schierare le sue portaerei e i suoi missili balistici.
Che dite, sono troppo pessimista? Tutto si sistemerà? Torneremo, prima o poi, alle 'magnifiche sorti e progressive?
Correva l'anno...
Potrebbe essere un'illustrazione

 
 
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963