Creato da: carloreomeo0 il 03/06/2014
pensieri in libertà
Citazioni nei Blog Amici: 36
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Febbraio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 36
 

Ultime visite al Blog

prefazione09carloreomeo0daunfiorejigendaisukegiu9dglITALIANOinATTESAchiedididario66e_d_e_l_w_e_i_s_smarinovanniraziocinanteQuartoProvvisorioVasilissaskunkgalloceramiche.1997Cherryslsurfinia60
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« LA VERITA'IL CIRCO DELLA POLITICA »

SCANDALI REGIONE LOMBARDIA: NEGLIGENZA O INTENZIONALITA'

Post n°416 pubblicato il 24 Gennaio 2021 da carloreomeo0

 

La Lombardia è stata la regione, che nella prima ondata ha avuto i maggiori focolai del virus e in cui è stata gestita peggio l’emergenza sanitaria, che ha impiegato troppo tempo per definire e delimitare le zone rosse, ritardo che insieme ad altre negligenze, ha contribuito a aumentare il numero delle vittime del Covid, mandando letteralmente in tilt il sistema sanitario regionale. Sempre la Lombardia è stata la regione che ha inviato in ritardo i dati per richiedere la cassa integrazione, facendo crescere il disagio di intere famiglie che si sono trovate da un momento all’altro senza alcun sostegno economico, abbandonate a se stesse.

Come se tutto questo non bastasse in questi giorni la regione Lombardia è stata coinvolta in un altro scandalo: dopo che per settimane il suo governatore, Attilio Fontana, aveva accusato il governo di averla ingiustamente relegata in zona rossa danneggiandola a livello economico e sociale, si scopre che la zona rossa le era stata imposta perché per mesi la regione stessa aveva inviato i dati sbagliati all’ISS.

Tenendo conto che ognuno di questi eventi è stato impugnato a livello politico, con il preciso scopo di infangare l’operato del governo, io mi chiedo alla luce di tutto questo, possiamo ancora credere che si tratti solo di una serie di incredibili coincidenze, possiamo ancora parlare di negligenza, di disorganizzazione o possiamo avere il legittimo sospetto che vi sia intenzionalità in tutto questo?  

Io sarò un malpensante, uno che cerca il marcio in ogni cosa, ma ho la sensazione che quanto accaduto non sia altro che il palesarsi di un atteggiamento che si sta perpetrando da tempo, da troppo tempo, che consiste in un certo modo di fare politica in cui si crea un problema o se ne amplifica uno già esistente solo per avere il pretesto di lamentarsene, di strumentalizzarlo per incitare le masse, per far crescere l’odio, la rabbia, il disagio, la disperazione, la frustrazione e la paura per poi cavalcare tutto questo per scopi politici. Questo modo di fare politica non solo non mi piace, ma mi preoccupa e mi fa paura, perché per raggiungere i suoi fini non tiene conto dei morti, delle sofferenze fisiche e psichiche, del disagio economico e sociale che arreca, perché considera tutto questo alla stregua di danni collaterali.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog