Parvatasana, la posizione della montagna sacra

Parvatasana, la posizione della montagna sacra, prende il nome dalla dèa Parvati, cui è dedicata.

statua-della-dea-di-seduta-parvati-sulla-riva-ganga-rishikesh-103353852

Nella mitologia indù il dio Parvata impersona la montagna sacra (in particolare l’Himalaya, o Himavat). Parvati è sua figlia, sposa del dio Shiva.

In questa posizione la base del corpo è il collegamento con la madre terra, la “base della montagna” e rappresenta la forza della terra e il vertice del capo, con le braccia che allungate verso l’alto, sono la proiezione verso il cielo ed il divino. Il corpo assume una forma a triangolo, che simboleggia il cammino dell’adepto dal molteplice all’uno, verso la vetta.

 

PARVATASANA

Come la posizione di Tadasana è una posizione di stabilita, non solo fisica ma soprattutto interiore e di forza e nel contempo di introspezione. Come la montagna le nostre basi sono forti e stabili e affrontano ogni avversità senza lasciarsene travolgere. Il Mantra  collegato a questa posizione è OM SRI PARVATI YAI NAMAH e il Bija Mantra è LAM, il matra dell’elemento terra predominante in questa posizione. Il Chakra attivato è il MULADARA, il chakra radice.

Eseguire Parvatasana rafforza le spalle, le braccia e i muscoli del torace; tonifica tutti gli organi interni.

Parvatasana, la posizione della montagna sacraultima modifica: 2021-03-05T11:43:17+01:00da almacondomini

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.