Crostata di mele

Ingredienti:

250 g farina

1 bustina di vanillina per dolci

110 g zucchero

185 g burro

2 rossi d’uovo

limone grattugiato

un pizzico di sale

un cucchiaino di miele

2 mele

marmellata

Procedimento:

Impastare tutti gli ingredienti insieme, fino ad ottenere una bella palla omogenea.

Far riposare l’impasto in frigorifero qualche ora.

Togliere l’impasto dal frigorifero e lavorarlo con le mani in modo da ammorbidirlo.

Usare la tortiera da 22 cm come stampo per il fondo della torta, adagiarlo poi nella tortiera leggermente imburrata e infarinata, e bucare il fondo con la forchetta.

Con la frolla rimanente creare un salsicciotto e usarlo come bordo, con l’aiuto di un coltello a punta rotonda schiacciare in modo da far aderire il bordo alla base e ottenere delle decorazioni.

Sbucciare e togliere il torsolo dalla mela e tagliare a fettine molto sottili.

Mettere sul fondo della frolla pochi cucchiai di marmellata e poi adagiare le mele.

Infornare a 180 gradi per 20 minuti.

Far bollire qualche cucchiaio di marmellata e spennellarlo sulle mele una volta che la torta si è raffreddata.

Fonte della ricetta:https://blog.cookaround.com/unacucinapienadisogni/crostata-di-mele/

cuore4

Involtini di sardine

Ingredienti

800 G Sardine
120 G Pancetta Affumicata A Fette
1 Limone
1 Rametto Timo
2 Foglie Alloro
2 Cucchiai Olio D’oliva
Sale
Pepe

Preparazione

Eviscerate le sardine, togliete loro la testa, apritele a libro, lavatele e asciugatele.
Salate e pepate ogni sardina, avvolgetela in una fettina sottile di pancetta e fissate con uno stecchino.
Ungete una teglia da forno, disponetevi gli involtini, mettete nel recipiente due foglie d’alloro intere e un rametto di timo.
Bagnate con il succo del limone e due cucchiai d’olio. Cuocete in forno preriscaldato a 180 gradi per 15 minuti circa.
Fonte dela ricetta:https://blog.cookaround.com/unacucinapienadisogni/involtini-di-sardine/

Rotolo ai pistacchi

Ingredienti pe 8 persone:

800 g di fesa di vitello in un sola fetta,
300 g di vitello macinato,
100 g di mortadella,
70 g di formaggio grattugiato,
30 g di pistacchi sgusciati,
1 uovo grosso,
80 g di prosciutto cotto,
1 zucchina,
1 carota,
3 cucchiai di olio extravergine di oliva,
1 ramtto di rosmarino,
2 dl di vino bianco secco,
2 dl di brodo di carne,
sale pepe.

Stendete la fetta di vitello su un tagliere, assottigliatela leggermente con un batticarne, poi salate tutta la sua superficie. Amalgamate la carne macinata con la mortadella tritata, il parmigiano, i pistacchi spezzettati, l’uovo, sale e pepe, quindi stendete il composto sulla fetta di carne e coprite con le fette di prosciutto. Tagliate la carota e la zucchina a julienne e rosolate in un tegame con 2 cucchiai di olio per 5 min su fiamma vivace. Salate, pepate, poi distribuite queste verdure sul prosciutto. Arrotolate la carne, cucite le estremità e legatela con lo spago da cucina. Ponete il rotolo in una casseruola con il rosmarino e rosolatelo nel restante olio, bagnate con il vino e cuocete per 1 ora e 30 minuti, unendo, quando occorre, un mestolino di brodo. Affettate l’arrosto e servitelo con il suo sughetto.

Fonte della ricetta:https://blog.giallozafferano.it/unadonnaincucina/rotolo-ai-pistacchi/

Crema di avocado

Ingredienti:
3 cucchiai di capperi
3 avocado
8 cucchiai di olio
sale
pepe
latte di riso o soia
6 cucchiai di suco di limone

Privare del nocciolo gli avocado, sbucciarli e frullarli in un frullatore.
Aggiungere a crudo tuti gli altri ingredienti , compreso il latte di soia che va aggiunto in piccole quantità alla volta per amalgamarlo bene.
Servite la crema ottenuta su crostini di pane.
cuore4
Fonte della ricetta: https://blog.giallozafferano.it/unadonnaincucina/crema-di-avocado/

Cookies fatti in casa

Ingredienti per 8 persone:
260 g di farina 00
100 g di zucchero
1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di vanillina
1/2 cucchiaino di sale
1 uovo
170 g di burro
1 tuorlo
220 g di zucchero di canna
300 g di gocce di cioccolato

Con le fruste elettriche o con una planetaria o con il Bimby, sbattete in una ciotola il burro con i due tipi di zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso.
Unite la farina setacciata con il sale, il bicarbonato e la vanillina e continuate a mescolare.
Aggiungete anche l’uovo intero e il tuorlo, sempre mescolando
In ultimo aggiungete le gocce di cioccolato, mescolando ora con un cucchiaio di legno.
Lasciate riposare l’impasto in frigorifero per almeno mezz’ora, quindi formate delle palline grandi circa come una da golf e adagiatele ben distanziate su una teglia rivestita di carta forno
Cuocete a 170°C per 15 minuti circa. Controllateli spesso in ultimo in modo da non farli seccare.

cuore4

Fonte della ricetta:https://blog.giallozafferano.it/idolcigolosidinelly/cookies-fatti-in-casa/

BUONA EPIFANIA!!!

Zitti, zitti bimbi buoni,
presto, presto giù a dormire:
la Befana è per venire
col suo sacco pien di doni.

La Befana è una vecchina
che discende dalla luna
sulla scopa di saggina
non appena il ciclo imbruna.

E si accosta pian pianino
alle calze e alle scarpette
messe in fila sul camino
e, ridendo, mette e mette…

Fuori soffia tramontana
e vien giù la neve bianca,
ma pei bimbi la Befana
non ha freddo e non si stanca.

FONTE:https://blog.giallozafferano.it/unadonnaincucina/buona-epifania/

Buon Anno!

L’anno vecchio se ne va,
e mai più ritornerà.
Io gli ho dato una valigia
di capricci e impertinenze,
di lezioni fatte male,
di bugie e disubbidienze,
e gli ho detto: «Porta via!
Questa è tutta roba mia».
Anno nuovo, avanti avanti,
ti fan festa tutti quanti.
Tu la gioia e la salute
porta a nonni e genitori,
ai parenti e agli amici.
Rendi lieti tutti i cuori!
D’esser buono ti prometto
anno nuovo benedetto.
Fonte: https://blog.cookaround.com/cucinocomevivo/buon-anno/

Dieta dell’acqua

Dieta dell’acqua: ovvero come accelerare gli effetti di una dieta ipocalorica grazie al potere saziante, depurativo e drenante dell’acqua. Sì, perché a differenza di quanto si possa pensare, la dieta dell’acqua non è una dieta proibitiva, ma un’opportunità seria che ci consente di dimagrire in modo rapido senza patire troppo la fame. La regole più importanti da tenere in mente? Bere 8-10 bicchieri d’acqua al giorno ripartiti durante la giornata prima di ogni pasto principale e prediligere gli alimenti ricchi di liquidi.

Come funziona la dieta dell’acqua
Sin dai primi anni 40 gli esperti di nutrizione hanno iniziato a capire e infondere l’idea che abituarsi bere la giusta quantità di acqua ogni giorno potesse apportare enormi benefici alla forma fisica e alla salute. Avevano ragione: l’acqua è l’alimento dietetico per eccellenza e fa bene alla salute perchè non contiene alcuna caloria, è dotata di un elevato potere saziante, ha una funzione drenante che ci aiuta a eliminare le tossine e le scorie permettendoci di combattere la stitichezza, la diarrea così come il gonfiore e i dolori addominali.
La dieta dell’acqua ci suggerisce di bere due bicchieri d’acqua prima di colazione, pranzo o cena, in modo da raggiungere il senso di sazietà molto più rapidamente durante il pasto. Un consiglio sostenuto da diverse ricerche scientifiche. Recentemente gli studiosi del Virginia Tech – guidati dalla professoressa Brenda Davy – hanno approfondito prendendo in esame un gruppo di 48 adulti obesi o in sovrappeso di età compresa tra i 55 e i 75 anni. Tutti hanno intrapreso un percorso alimentare ipocalorico dimagrante, ma solo alla metà di loro è stato consigliato di assumere due bicchieri di acqua prima dei pasti principali. I risultati sono molto interessanti: mediamente gli individui che avevano adottato i principi della dieta dell’acqua avevano perso 2,2 chilogrammi in più a testa rispetto all’altra metà del gruppo. Le conclusioni della dottoressa Davy sono positive: “La ricerca ha dimostrato come durante una dieta dimagrante a basso contenuto calorico, l’aggiunta di acqua può favorire la perdita di peso”.
Si è inoltre evidenziato che i risultati della dieta dell’acqua sono duraturi. Chi ha mantenuto l’abitudine di bere prima dei pasti durante l’anno successivo alla sperimentazione, non ha solo mantenuto il peso raggiunto ma ha perso in media un altro chilogrammo. Chi invece non ha adottato la regola, ha ripreso uno.

Dieta dell’acqua, menù 1 settimana da abbinare
Oltre a bere la giusta quantità d’acqua, soprattutto prima dei pasti, per dimagrire è necessario seguire una dieta ipocalorica che prediliga alimenti con un alto contenuto in liquidi (frutta e verdura in primis). Di seguito riportiamo un esempio di menù settimanale da abbinare all’assunzione metodica di acqua:

Lunedì
Colazione: uno yogurt magro con un frutto a piacere
Pranzo: 70 grammi di pasta integrale con 50 grammi di ricotta di mucca, un’insalatona mista con carote, radicchio, insalata a foglia verde e pomodorini
Spuntino due fette di melone o di ananas
Cena: 50 grammi di pane integrale, 150 grammi di petto di pollo alla griglia, carciofi al vapore

Martedì
Colazione: un frullato di frutta e tre barrette ai cereali
Pranzo: 80 grammi di risotto con verdure e un’insalata mista a piacere
Spuntino: una mela o una pera
Cena: insalata mista con lattuga, cipolla, cetrioli e 120 grammi di tonno, 50 grammi di pane integrale

Mercoledì
Colazione: una tazza di latte parzialmente scremato con fiocchi di cereali e una spremuta d’arancia
Pranzo: Un’insalata di lattuga, 250 grammi di spigola al vapore, 50 grammi di pane integrale
Spuntino: una tazza di tè verde, due gallette integrali con due cucchiaini di miele, un frutto
Cena: 70 grammi di penne integrali ai gamberetti e zucchine, finocchi al vapore a piacere

Giovedì
Colazione: uno yogurt magro, un frutto a scelta, due fette biscottate integrali con due cucchiaini di miele
Pranzo: un’insalata mista di lattuga, carote, sedano, trevisana e un trancio di salmone alla piastra con tre grissini integrali
Spuntino: uno yogurt magro e una fetta di anguria
Cena: passato di verdure con 60 grammi di pane integrale tostato, 40 grammi crescenza

Venerdì
Colazione: tè verde con quattro gallette di riso e tre cucchiaini di miele, una spremuta di arancia
Pranzo: 80 grammi di pasta al pesto con fagiolini al vapore e due gallette di riso
Spuntino: una mela o una pera
Cena: insalata mista a piacere con 80 grammi di tonno e due fette di pane integrale tostato

Sabato
Colazione: una tazza di tè verde, un frullato di banana e un kiwi
Pranzo: : 80 grammi di riso integrale alla trevisana, un cavolfiore al vapore e due gallette di riso
Spuntino: uno yogurt magro e un frutto a piacere
Cena: pinzimonio di verdure con 150 grammi di insalata di mare e due gallette di riso

Domenica
Colazione: uno yogurt magro, una tazza di tè verde, un frutto a piacere
Pranzo: 80 grammi di orecchiette con cime di rapa, 300 grammi di porri gratinati e 50 grammi di crescenza.
Spuntino: una mela o una pera
Cena: insalata mista con carote, soia, sedano e radicchio, mais, un uovo sodo, una scatoletta di sgombro, due fette di pane integrale

Rischi ed effetti collaterali della dieta dell’acqua
L’acqua, si sa, stimola la diuresi: gli effetti collaterali e i rischi della dieta dell’acqua sono legati proprio a questo aspetto. Bere troppo è fortemente sconsigliato a chi già soffre di incontinenza oppure ha chi ha problemi a iniziare o portare a termine la minzione. I soggetti affetti da un’iperplasia prostatica benigna progredita, ad esempio, non dovrebbero mai eccedere con le quantità d’acqua assunte quotidianamente. Gli individui sani che volessero adottare i principi della dieta dell’acqua, a loro volta, non dovrebbero esagerare per non rischiare di essere obbligati a correre in bagno troppo spesso.
Quanta acqua bisogna bere ogni giorno?
L’acqua fa bene, ma non bisogna comunque eccedere con le quantità. Bere il giusto aiuta a dimagrire, ma non vige la regola che “più si beve più si dimagrisce”! Cerchiamo di non superare i due litri di acqua al giorno per non andare incontro agli effetti collaterali che abbiamo precedentemente menzionato.

La dieta Scarsdale

Ideata da un cardiologo americano, consente di perdere circa 450gr al giorno per 7-14 giorni, a condizione di consumare solo alimenti poveri di glucidi e materie grasse e ricchi di proteine.

Il principio

La dieta Scarsdale, o Scarsdale Medical Diet (SMD) è un programma di 14 giorni che si basa su uno scarso apporto calorico, circa mille calorie al giorno.
Si tratta quindi di un’alimentazione a base di carne, pesce magro e verdure poco caloriche.
Alla fine di queste due settimane, una fase di mantenimento permette di mangiare un po’ di più : tre uova alla settimana, due fette di pane al giorno, marmellata senza zucchero, noci e un bicchiere di vino al giorno. Dopodiché si ricomincia con 15 giorni di dieta e 15 giorni di mantenimento… e così via per tutta la vita (in teoria), secondo l’inventore di questo programma.
Il calcolo delle calorie, per questa dieta, non è previsto. Il che è un\\\\\\\’ottima cosa ma, in compenso, bisogna accontentarsi dei pasti principali: colazione, pranzo e cena. Gli spuntini non sono ammessi, a parte un po’ di verdura cruda.
Cibi vietati
Tutti i farinacei, le materie grasse aggiunte (olio, burro, panna), la maggior parte dei latticini, i succhi di frutta, l’alcol, i dolci, il cioccolato e i salumi.
Cibi autorizzati
Gli alimenti autorizzati sono il sedano, le carote, i cetrioli, i pomodori, la lattuga, i funghi, i cavolini di Bruxelles, i peperoni, gli spinaci, i broccoli, il cavolfiore. Spezie ed erbe aromatiche possono essere usate come condimento (guarda qui la nostra pagina speciale sulle spezie utilizzabili in cucina). Gli edulcoranti devono sostituire lo zucchero. Tutte le fonti proteiche (carne, pesce) sono da intendersi magre.

Giornata tipo

Colazione: ½ pompelmo o altro frutto di stagione 1 fetta di pane integrale, senza accompagnamento, con caffè o tè senza zucchero.
Pranzo: pollo, insalata a volontà, 1 cucchiaino di olio d’oliva, caffè o tè senza zucchero, 1 frutto quattro volte alla settimana.
Spuntino: carota o sedano crudo
Cena: pesce magro, verdura non calorica a volontà, 1 cucchiaino di olio di girasole, caffè o tè senza zucchero.
Risultati

Una rapida perdita di peso: circa 4kg la prima settimana, 450gr, in media, al giorno.
I Pro

Non c’è bisogno di contare le calorie né di pesare le porzioni. In compenso, bisogna seguire il programma alla lettera. La perdita di peso è rapida, cosa normale con un apporto calorico così ridotto.
I contro.

Questa dieta è molto restrittiva: la fame si fa quindi sentire rapidamente.
Secondo i detrattori di questo programma, il peso perso non è altro che acqua e quindi si rischia di riprendere peso in fretta non appena si interrompe la dieta.
Seguire questa dieta una volta sola, per 14 giorni, non comporta nessun pericolo per la salute. Invece, è pericoloso ripeterla a lungo termine a cause delle carenze che provoca.