Creato da: junglericette il 20/02/2008
Il nostro vanto nel mondo!

Filo diretto

Vuoi proporre una ricetta?
Un cambiamento?
Vuoi collaborare?

Allora scrivici!
Il nostro indirizzo e-mail è jungle.it@libero.it

Se invece vuoi commentare una ricetta, criticarla, enumerare le differenze nella preparazione di un piatto rispetto a come lo cucini tu, o quant'altro, non ti resta che commentare! E ti ricordiamo che puoi farlo anche anonimamente!

 

Area personale

 

Link utili

www.cooker.net
(in questo sito le ricette sono inserite da vari utenti detti "cookernauti", e potrete trovarci piatti veramente gustosi e alla portata di tutti)

www.dolcimomenti.altervista.org
(portale "personale" di una donna appassionata di cucina)

www.chococlub.com/ricette/ricette.htm
(sito tutto dedicato agli estimatori del cioccolato)

www.ricetteperfette.altervista.org
(splendido portale con ricette illustrate)

www.ricettepercucinare.com
(ricette per ogni occasione)

www.ricettemania.com
(sito di prelibatezze gastronomiche diviso in tante simpatiche sezioni)

www.chicucina.it
(ottimo sito di ricette, con un database che le divide anche a seconda della regione d'appartenza)

www.ricettesemplici.net
(ricette per ogni gusto e per ogni occasione, e riguardo queste ultime ci sono anche tante curiosità etniche e storiche... insomma, ampliate la vostra cultura e trovate anche i piatti giusti da cucinare!)

www.ricettegolose.it
(ricette di cucina facili e nuove)

www.ricettepertutti.it
(oltre alle ricette troverete anche vini, galateo, consigli dello chef...)

www.misya.info
(blog di una ragazza appassionata di cucina)

 

Le altre rubriche:

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

FACEBOOK

 
 

Ultime visite al Blog

santaronimcionfistefanian.astolfigiorgia_baldiniavv.FeliceRighettiRebuffa17marialiottigiusidmrobichanpaskneriatir_1966beachbeachclaudia.fasano86dina.marianinidaus1
 

Ultimi commenti

Grazzie!
Inviato da: Ours en peluche
il 31/07/2013 alle 08:51
 
Grazie per la ricetta!
Inviato da: Alberto Rebuffa
il 14/06/2012 alle 15:56
 
Il calzone con i funghi è la fine del mondo!
Inviato da: Diletta Canuti
il 14/06/2012 alle 15:56
 
Complimenti, la foto è davvero invitante
Inviato da: Bimbaminkia usata
il 14/06/2012 alle 15:55
 
Devo far leggere questo articolo ad una mia collega, lei...
Inviato da: Giuliettakarina
il 14/06/2012 alle 15:53
 
 
 

 

 

Si avvicina l'estate!

Post n°35 pubblicato il 09 Maggio 2008 da junglericette

Eh si! L'estate è praticamente alle porte, la voglia di dolci sale sempre di più e... anche le proibizioni in materia! Prendere chili nel traumatico mese di maggio per molti è la cosa più traumatica che possa esistere... ma allora bisogna rinunciare ai dolci? Ma no ragazzi e ragazze... basta limitarsi nelle quantità (una fettina fina x togliersi lo sfizio anzichè due bei fettoni enormi) e cucinare dolci che sappiano deliziare il palato e andarci leggeri con burro e grassi simili! Vi propongo qualcosa!

DELIZIA AL CIOCCOLATO SENZA BURRO E UOVA

Ingredienti:
200 gr. di farina,
100 gr. di zucchero,
cacao amaro a piacere (fino a scurire l'impasto...a seconda dei gusti)
la scorza del limone/arancia
1 bustina di lievito
250 ml. di acqua
un pizzico di sale e uno di cannella
Preparazione:
Mischiare farina e lievito, unire tutti gli altri ingredienti e amalgamare bene.
Versare in una tortiera unta e cuocere in forno caldo a 180 per ca. 30 min.
Spolverare con zucchero a velo.
MOUSSE DI ARANCIA SENZA LATTE, BURRO, UOVA, E GLUTINE.
Ingredienti:
6 grosse arance di Sicilia
6 cucchiai di zucchero

Preparazione:
Sbucciare le arance e privare gli spicchi delle pellicine bianche. Lavare la scorza di una delle sei arance e tritarla. Mettere in una casseruola gli spicchi, 6 cucchiai di zucchero, la scorza tritata e cuocere a fuoco moderato per 25 minuti. Frullare il composto fino ad ottenere una crema consistente e liscia. Lasciarla raffreddare e riporre in frigo per un’ora prima di servire.
TORTA DI MELE DIETETICA
Ingredienti:
1 kg Mele
Un Uovo
9 cucchiai di Zucchero 
1 tazzina di Latte
1 bustina di lievito
150 g di farina 
Sale q.b.
Preparazione:
Mescolate lo zucchero con la farina, l'uovo, il sale, unite il lievito che avrete fatto sciogliere nel latte, le mele tagliate a fette sottili, amalgamate bene il tutto e versate in una tortiera, foderata, di carta da forno. 
Cuocetela in forno, già caldo, a 180° minuti per circa 25 minuti. Quindi sformatela e servitela fredda.
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Torta di fragole

Post n°34 pubblicato il 15 Aprile 2008 da junglericette

INGREDIENTI:

500 g di fragole
120 g di burro a temperatura ambiente
3 uova intere
10 cucchiai di zucchero
10 cucchiai di farina
1 bustina di lievito per dolci

PROCEDIMENTO:
Lavorare inizialmente nel mixer il burro con lo zucchero, successivamente aggiungere (quando il mixer è sempre in funzione) le uova intere, la farina, 1 pizzico di sale e la bustina di lievito.
Foderare una teglia di 23 cm di diametro con della carta forno e versarvi l’impasto preparato.
Lavare le fragole, togliergli il picciolo e spruzzarle con il succo di mezzo limone, quindi disporle sopra alla torta con le punte rivolte verso l’alto.
Spolverizzare la torta con dello zucchero semolato e cuocere in forno preriscaldato a 180 °C per 40 minuti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Torta di carote

Post n°33 pubblicato il 15 Aprile 2008 da junglericette

• 5 uova
• 300 g zucchero
• 75 g farina
• 1 cucchiaino lievito dolci
• Scorza grattugiata 1 limone
• 250 g carote grattugiate
• 150 g mandorle tritate
• 150 g nocciole tritate
• Z velo per decorare
• Carotine di marzapane e chiodi di garofano per fare il pirozzolo

Montare i tuorli con lo zucchero, e gli albumi a neve.
Aggiungere ai tuorli montati le carote mescolando con una paletta, poi la farina e il lievito, mandorle, nocciole e la scorza, infine gli albumi dall’alto verso il basso.
Imburrare e infarinare una teglia di 24 cm versarci il composto e infornare a 170° - 1 ora. Decorare con lo zucchero a velo e le carotine.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Qualcosa con... le mele!

Post n°32 pubblicato il 15 Aprile 2008 da junglericette

TORTA DI MELE ALSAZIANA – di Maria grazia Calò

FROLLA
300 g farina
150 g burro
100 g zucchero
1 uovo
Scorza limone grattugiata
1 piz. Sale

RIPIENO

1 kg mele renette (4-5)
3 cucchiai marmellata albicocca
50 g amaretti

SALSA RUAIALLE

1 uovo
1 tuorlo
100 g panna fresca
70 g zucchero
2 cucchiai rum o marsala

FROLLA
Amalgamare la farina, 1 pizz. sale con il burro a pezzettini, riducendo in briciole, non lavorandola troppo altrimenti perde in croccantezza.
Aggiungere lo zucchero e l’uovo e la scorza( se non è sufficiente si aggiunge un tuorlo oppure si sbatte 1 uovo a parte e si aggiunge in necessario ).
Deve risultare elastico e compatto, se si amalgama bene basta l’uovo.
Se noi volessimo al posto della frolla fare una brisè dolce al posto dell’uovo aggiungeremo 70 g di acqua, cioè un po’ più del peso dell’uovo.
Tutte le paste a base di farina necessitano di un riposo di 30 min. in questo modo la farina perde elasticità
Volendo si può far riposare in frigo già stesa, quindi stenderla non nello stesso verso ma girandola, arrotolarla sul matarello e stenderla nella teglia, e sui bordi. Metterla in frigo.
Mettere gli amaretti in un sacchetto e schiacciarli con il batticarne.
Tagliare le mele renette, sbucciarla e tagliarla a spicchi un po’grossi tutti uguali (acidula, poco acquosa quindi rilascerà poco liquido).

La mela renetta è ricca di pectina e si può usare per fare le marmellate.
Per le marmellate:
bollire la mela intera a quarti in pentola quando si ammorbidisce passare la polpa al setaccio e aggiungerla alla mela, serve da addensante.

Con la rotella regolare i bordi della frolla, stendere sul fondo la marmellata, poi stendere gli amaretti, sbattere per stendere uniformemente. Gli amaretti come il pane grattugiato serve per assorbire l’umidità, al posto degli amaretti si possono usare frollini. Mettere le mele iniziando dal bordo tipo domino, appoggiate l’una all’altra, il cerchio si formerà da solo se mettiamo la parte più grande verso l’esterno. Infornare 180° 20-25 min.

Preparare intanto la salsa rouialle che metteremo sulla torta e poi inforneremo di nuovo per altri 20 min.

Mescolare con una frusta, l’uovo, il tuorlo, zucchero, amalgamare per sciogliere lo zucchero, aggiungere il rum e poi la panna fresca, come per le torte salate. Versare sulla torta e infornare 20-25 min. in totale deve cuocere 45 min.

MELE ESICCATE

Sciogliere 130 g zucchero con 100 g acqua, questo sciroppo è più denso di quello per la bagna che viene fatto con metà zucchero e metà acqua.

Prendere una mela intera e tagliarla a fettine sottili con la mandolina, verranno tonde, passarle nella bagna e metterle su carta forno, infornare come per le meringhe a 90° 3-4 ore, si devono asciugare dall’umidità. Si possono servire con creme o mousse.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Pizza di Pasqua

Post n°31 pubblicato il 15 Marzo 2008 da junglericette

Attenzione! Questa ricetta non è quella della tipica pizza di Pasuqa, ma della variante abruzzese. Presto spero di potervi dare ricette di pizze di Pasqua tipiche del Lazio... in particolare spero di riuscire a rubare a mamma la ricetta della pizza Civitavecchiese! E' buonissima, semplice e... bè, ci vado matta!

Vabbè, bando alle ciance ed eccovi la pizza nella versione abruzzese...

Dosi per 3 pizze:

ogni 12 uova:

300 gr. di zucchero
300 gr. di lievito di massa senza lievito di birra
900 gr. di farina
3 tazzine di olio d'oliva
20 gr. di semi di anice
cedro candito
uva secca
cioccolato a pezzetti
limone e cannella
sale (quanto basta)

Montare a neve gli albumi (aggiungendo un pizzico di sale, di modo che si montino più facilmente). Sbattere i tuorli con lo zucchero e mescolarli, poi, con gli albumi montati a neve.
Aggiungere l'olio, la farina, il lievito, i semi di anice e mescolare bene il tutto (è consigliabile l'uso di una vaschetta di plastica, che meglio conserva il calore necessario per una giusta lievitazione). Far lievitare una prima volta per circa 24 ore.
Aggiungere il cedro a pezzi, l'uva secca, la buccia di limone grattugiato, la cannella tritata finemente, il cioccolato a pezzi, rimescolando con cura.
Preparare le pentole ungendole, a piacere, con burro oppure olio o cera di api e ricoprirle con carta oleata. Dividere la massa e riempirne le pentole per circa un terzo della loro capienza (ad evitare che, lievitando, ne fuoriesca).Aspettare, quindi, che la massa lieviti una seconda volta (24 ore circa, ma controllare se ne occorrano di meno). Cuocere a forno abbastanza caldo per 60 minuti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Mousse al cioccolato

Post n°30 pubblicato il 07 Marzo 2008 da junglericette

In questi giorni sembra che l'inverno stia facendo marcia indietro rispetto al clima primaverile dei precedenti... e allora quale miglior rito propiziatorio per mandarlo via che preparare un delizioso "dolce" (non so se si possa propriamente definire tale) perfetto per la stagione più calda? Magari con questa ricettina scorderemo ilf reddo che fa fuori e, al caldo del camino, immagienremo già le rondini in cielo e i fiori sui ciliegi...

Mousse al cioccolato
200 g di cioccolato fondente, (80 gr di cacao)
100 g di panna da montare,
2 uova, pochissimo burro e
1 cucchiaio di zucchero.

Far sciogliere il cioccolato a bagnomaria. (Altrimenti puoi sciogliere il cacao in mezza tazzina da caffè di latte tiepido e farla raffreddare)
A parte scaldare la panna e aggiungerla al cioccolato sciolto. Mescolare bene. Aggiungere un tuorlo alla volta, sempre mescolando. Aggiungere il burro e mescolare. A parte montare a neve fermissima gli albumi e aggiungere lo zucchero. Sbattere ancora un minuto e aggiungere alla crema di cioccolato. Mettere in freezer per un paio di ore.
Usare lo stesso procedimento con 2 hg. di cioccolato bianco evitando di mettere alla fine lo zucchero.
Versare sopra la mousse nera e rimettere in freezer.

2° (variante)

Ricetta 8 per persone
• 200 gr cioccolato fondente al 50% (80 gr di cacao)
• 250 cc panna da montare
• 2 tuorli
• 3 albumi
• 2 cucchiai di zucchero
• 1/2 bicchiere di acqua

Preparazione

Far sciogliere il cioccolato a bagnomaria ed aggiungere il mezzo bicchiere di acqua. Nel frattempo montare la panna e metterla in frigo, poi montare gli albumi (ben sodi) e metterli in frigo, poi montare i due tuorli con lo zucchero. Quando la cioccolata sarà sciolta unire i tuorli montati, aggiungere gli albumi montati e aggiungere la panna. Far amalgamare bene il tutto e metterlo in delle coppette per almeno 2/3 ore in frigo. Potete servire con un po' di panna montata sopra oppure con una spruzzata di cannella in polvere.

Presentazione

E' un dolce strepitoso soprattutto per gli amanti del cioccolato. non è molto dolce per via del cioccolato fondente ma allo stesso tempo permette di assaporare appieno il sapore della cioccolata.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Sformato di cavolfiore

Post n°29 pubblicato il 29 Febbraio 2008 da junglericette

I nostri amici lnbg74 si sono proprio dati da fare! Hanno deciso di donare a tutti noi, dopo averci detto un ottimo modo per cucinare il cinghiale, una ricetta facile, gustosa e assolutamente da fare! Signore e signori ecco a voi lo...

SFORMATO DI CAVOLFIORE

Scottare il cavolfiore con dentro mezzo dado vegetale e un pizzico di sale (deve venire al dente perchè deve ricuocere) ,affettare una mozzarella, ricoprire con prosciutto cotto, un pochina di bescaimella, ricoprire col cavolfiore e terminare con un abbondante strato di besciamella. Prima della cottura, sul teglione aggiungere un filo d'olio e pangrattato.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Come cucinare il cinghiale

Post n°28 pubblicato il 29 Febbraio 2008 da junglericette

La carne non va cucinata tutta nello stesso modo. Il condimento che si abbina al pollo non sempre si abbina anche al bovino o al suino. E la cosa si complica ancor più quando ci ritroviamoa d aver a che fare con la carne di cinghiale. Quest'ultima infatti, a meno che non sia fatta come il tradizionale arrosto alla brace, perde davvero molto se non è cucinata a modo debito. Ecco quindi che i nostri amici il cui nick è lnbg74 hanno deciso di illuminarci parlandoci di un modo collaudatissimo e assolutamente gustoso di cucinare questo prelibatissimo alimento!

COME CUCINARE IL CINGHIALE

Ingredienti: Aglio, cipolla, olio, prezzemolo, sedano, una carota, salvia, rosmarino, alloro, un dado da carne (a scelta aggiungere bacche di ginepro, chiodi di garofano e semi di finocchio), poco sale iodato, pepe o peperoncino.

Preparazione: Mettere tutto insieme, coprire con acuqa a fuoco alto, dopo a fuoco lento, far cuocere per due ore (gli odori, tranne carota, cipolla e sedano, si possono legare insieme con uno spago).

Che dire di più... grazie lnbg74!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Maccaroni al pistacchio (siciliani)

Post n°27 pubblicato il 28 Febbraio 2008 da junglericette

Ingredienti:
pistacchi grattuggiati
pasta fresca se possibile
panna da cucina
pancetta a cubetti
pepe
sale
piselli
grana
cipolla

Preparazione
In una casseruola fare soffriggere con olio extravergine di oliva la cipolla con la pancetta, aggiungere i piselli e un pò d'acqua e far cuocre finchè quest'ultima non sia completamente evaporata.
Aggiungere la panna, il sale,il pepe e 4 cucchiai di pistacchio grattugiato; far cuocere ancora per qualche minuto.
Nel frattempo scolare la pasta (tenendo un pò di brodo in caso di necessità) e saltarla nella padella con il sughetto.
Aggiungere il formaggio a piacimento e una volta nel piatto un altro cucchiaio di pistacchio grattugiato.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Passatelli al brodo (piatto tipico romagnolo)

Post n°26 pubblicato il 28 Febbraio 2008 da junglericette

INGREDIENTI (4 persone):
150 g parmigiano grattugiato
150 g pangrattato
3 uova
noce moscata q.b.
brodo di carne
sale

PREPARAZIONE
Mettere in una terrina le uova, il formaggio e il pangrattato; aggiungere il sale e poca noce moscata grattata; amalgamare fino ad ottenere un impasto omogeneo. Tagliare in pezzi e passarlo nel tritacarne con i fori grandi (se non avete l’apposito ferro), lasciando cadere i passatelli direttamente nel brodo bollente. Cuocere circa cinque minuti e servire dopo qualche minuto

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Spaghetti al pesto (nello stile di Lipari)

Post n°25 pubblicato il 28 Febbraio 2008 da junglericette

INGREDIENTI:
350 g  Spaghetti
2 Cucchiai Mandorle Pelate
2 Cucchiai Pinoli
2 Cucchiai Noci Sguciate
2 Cucchiai Olio D'oliva Extra vergine
6 Pomodori da sugo 
1 Spicchio Aglio
5 Foglie Menta
Peperoncino
Sale

PREPARAZIONE
Mettete per qualche istante i pomodori in acqua bollente e poi passateli sotto l'acqua fredda, pelateli e privateli dei semi (se volete evitare questa fase sostituite i 6 pomdoori con una scatola di pomodori pelati di quelle comunissime che trovate inv endita ovunque).
Frullate insieme mandorle, pinoli e noci, lo spicchio d'aglio spellato e un pezzetto di peperoncino (la dose varia a seconda di quanto vi piace il sapore piccante). Frullate fino ad avere un composto fine e omogeneo. Quindi mettete il composto in una terrina e ivi aggiungete i pomodori, l'olio, le foglie di menta e il sale. Frullate ancora per mezzo minuto. Cuocete gli spaghetti, scolateli al dente e conditeli con il pesto!
Dato che la salsa è fredda, essa farà intiepidire la pasta: se volete ovviare a questo inconveniente fate riscaldare leggermente in una padella il pesto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Malloreddus de Tratalias

Post n°24 pubblicato il 24 Febbraio 2008 da junglericette

Ciao a tutti! Per il pranzo di questa domenica che sembra donarci un clima un pò migliore rispetto ai giorni passati vi propongo la ricetta di un nostro lettore, il cui nick è ero_solo_per_gioco. Un grazie immenso dunque a questo nostro amico e... ecco la ricetta, assolutamente italiana e tipica del luogo d'origine del suo autore!

 
MALLOREDDUS DE TRATALIAS
(GNOCCHETTI DI TRATALIAS)
 
Tempo di cottura e preparazione: 2 ore (+ 12 ore di ammollo per i fagioli)
Grado di difficoltà: Media
 
INGREDIENTI PER 4 PERSONE
 
PER LA PASTA:
250 G. DI FARINA
ACQUA Q.B.
SALE Q.B.
 
PER IL SUGO:
200 G. DI FAGIOLI BORLOTTI:
100 G. DI PANCETTA DOLCE
LA POLPA DI 5 POMODORI FRESCHI
½ CIPOLLA
 1 PIZZICO DI PREZZEMOLO
ALCUNE FOGLIE DI BASILICO
PECORINO GRATTUGIATO Q.B.
SALE Q.B.
PEPE NERO Q.B.
 
PREPARAZIONE
Procedere alla preparazione dei gnocchetti impastando la farina con l’acqua e il sale e, quando la consistenza risulterà omogenea ed elastica, avvolgere il composto in un canovaccio umido per evitare che si secchi. Dividerlo quindi in tante strisce grosse pressappoco quanto un mignolo, infine tagliare le strisce in pezzetti lunghi circa 1 centimetro.
Disporre e tocchetti su una spianatoia ben infarinata e premerli al centro facendo scorrere il pollice, in modo che la pasta si arrotoli su se stessa. Adagiare i gnocchetti su vassoi di cartone, avendo cura di distanziarli bene tra loro, finche non saranno asciutti.
 
Per la preparazione del sugo, cuocere i fagioli borlotti in acqua bollente per circa 1 ora, dopo averli lasciati in ammollo per 12 ore in acqua tiepida. Soffriggere nell’olio extravergine d’oliva la cipolla, la pancetta, il prezzemolo e il basilico per circa 10 minuti, aggiungere la polpa dei pomodori e lasciare sul fuoco per altri 10 minuti, insaporendo con pepe e sale.
Unire infine i fagioli ed ultimare la cottura.
Cuocere i gnocchetti per 4 – 5 minuti in abbondante acqua salata, condirli con il sugo e servirli, a piacere, con pecorino o olio extravergine d’oliva.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Torta di compleanno  (della vostra redattrice)

Post n°23 pubblicato il 22 Febbraio 2008 da junglericette

Salve a tutti!

Domani mi aspetta un pomeriggio tra i fornelli: questa settimana c'è stato il mio compleanno, e così questo sabato devo organizzare una cenetta per i miei familiari e il mio ragazzo per sancire "ufficialmente" l'arrivo dei miei 20 anni.

Ho pensato di parlavi della torta che ho in mente di fare: è un pan di spagna farcito con crema chantilly, ricoperto di cioccolata e decorato con scagliette di cocco. Eccovi la ricetta!

PAN DI SPAGNA

Ingredienti
6 uova
150g zucchero a velo
la scorza di 1 limone
150 g farina 00
1 noce di burro

Preparazione
Versare in una terrina i tuorli delle uova e aggiungere pian piano lo zucchero a velo sbattendo fino a montare i tuorli (insomma, fateli divenire qusi bianchi). 
Montare a neve soda gli albumi e aggiungerli pian piano ai tuorli, avendo cura di non smontarli.
Unire la scorza del limone grattugiata finemente e subito dopo la farina fatta scendere a pioggia da un setaccio. Mescolare bene gli ingredienti senza montarli, ma girando con un cucchiaio di legno. 
Imburrare una tortiera di 24 cm, infarinarla, versarvi il composto e infornare per 60 minuti a 180°.

CREMA CHANTILLY
(chiamata con questo nome sembra chissà cosa, ma in realtà è semplicemente 4/5 di crema pasticcera e 1/5 di panna montata (oppure, secondo i gusti, 2/3 dic rema e 1/3 di panna), a piacere aromatizzata con dell'aroma alla vaniglia. La trovate già pronta della Pane Angeli, altrimenti, se preferite farla genuinamente in casa, vi lascio la ricetta della crema pasticcera:

Ingredienti:
50 g di farina
100 g di zucchero
4 tuorli
1/2 litro di latte

Preparazione:
Mettete i tuorli in una terrina, incorporate lo zucchero e la farina setacciata e mescolate in continuazione per evitare grumi. Diluite il latte freddo che verserete molto lentamente rimestando sempre. A questo punto passate tutto sul gas fino a portare il composto ad ebollizione, ricordandovi di mescolare in continuazione. Appena bolla abbassate la fiamma al minomo e lasciate bollire pianissimo per altri 2 minuti. Togliete dal fuoco e il gioco è fatto!)

Per la crema chantilly: mescolate 200 g di crema pasticcera con 50 grammi di panna (variate le dosi a piacimento).

TORTA:

Tagliate il pan di spagna in 3 sezioni orizzontali. Prendete un disco e bagnatelo leggermente con dello sciroppo allo zucchero (fatto con 2 cucchiai di amaretto di saronno e tre cucchiai di acqua calda in cui avrete fatto sciogliere un cucchiaio pieno di zucchero). A questo punto versate e spalmatevi sopra metà della crema. Appoggiate sopra un altro disco di pan di spagna e ripetete l'operazione già fatta per il primo disco. Ponete infine il terzo disco come coperchio (se l'ultimo disco non è abbastanza piano pensate voi a livellarlo tagliando la spiovenza con un coltello a lama lunga) e bagnatelo con lo sciroppo allo zucchero.. Far sciogliere a bagnomaria del cioccolato (300 grammi, fondente) con mezzo bicchiere di latte e tre cucchiai di zucchero, e poi colarlo sulla torta, aiutandovi nel ricoprirla con un coltello. A questo punto, prima che la ciococlata si asciughi, decorate con le scaglie di cocco. Ponete in frigorifero per un paio di ore e... buon appetito!

Eccovi la torta (decorata con 4 Raffaello)

E vi posso dire anche i commenti di chi l'ha mangiata: dicevano che a vederla sembra pesante, ma una volta che la mangi ti accorgi che invece ha un gusto delicatissimo e... una fetta tira l'altra!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Calzoncino filante con funghi

Post n°22 pubblicato il 22 Febbraio 2008 da junglericette

Capita a volte che una semplice mozzarella nel piatto, per cena, riesca a deprimere chi si accinge a mangiare. E’ proprio la situazione capitata a me pochi istanti fa, quando ho appreso con la bocca asciutta di avere una cena simile, accompagnata da un po’ di funghi cucinati in padella con aglio e prezzemolo.

Vedete ragazzi, io sono intollerante al lievito, perciò non posso permettermi né pane, né crackers, niente fette biscottate né pizza… e allora spesso devo cucinarmi io stessa il pane azzimo che mi occorre (visti i prezzi esorbitanti di quello in vendita). Tuttavia per fare del pane ci vuole un sacco di lavorazione e abbastanza cottura… quando manca un quarticello alla cena tutto questo tempo a disposizione non ce l’hai!

E allora ecco che mi brilla in mente un’idea già realizzata altre volte! Un calzoncini magrissimo (ottimo anche per chi sta a dieta) riempito con mozzarella filante e funghi!

Attenzione però: “calzoncino” è il nome che ho dato io alla preparazione, ma il tutto invece si configura molto più vicino a una sorta di crepe. Ve ne spiego la semplicissima e altrettanto veloce preparazione:

Sbattere ¾ di bicchiere di farina con il latte che occorre per far venire l’impasto simile ad una crema lenta (insomma, non proprio liquido ma quasi). Mi raccomando, niente grumi! Sbattetelo con una forchetta come se steste preparando una frittata! Aggiungete un pizzico di sale e se volete anche un po’ di prezzemolo tritato.

Adesso prendete una padellina antiaderente, versateci sopra un cucchiaino rado di olio (va benissimo quello di semi, ma se siete parecchio affezionati all’aroma dell’extravergine d’oliva potete anche usare quest’ultimo) e abbiate cura di spargerlo bene per tuta la padella (magari aiutandovi con un dito).

A questo punto mettete sul gas a fiamma viva la padella, e, quando il sottilissimo strato di olio inizierà a soffriggere, versate il composto semi-liquido, avendo cura di spargerlo bene per tutta la padella. A questo punto abbassate il gas e tenetelo un pizzico più alto del livello minimo. Non toccate la “pizzetta” finchè non vedete che si stacca da sola dal fondo. A questo punto giratela, e aspettate giusto un paio di minuti. Voltatela nuovamente e disponeteci sopra, per metà, la mozzarella tagliata a fettine (è meglio, per evitare un’eccessiva formazione di acqua, strizzarla) e lasciate cuocere coprendo con una padella. Quando vedrete che la mozzarella si è fusa per bene versate sorpa i funghi (non esagerate con la quantità) e chiudete in due la crepe. Lasciate cuocere, prima da una parte poi dall’altra, ancora qualche istante (dipende da quanto è venuta spessa la crepe e dal liquido emesso dalla mozzarella – liquido che potrete sempre scolare dalla padella, se volete). Una volta cotto (all’interno della sfoglia rimane sempre leggermente cremoso) ponete il vostro “calzone alternativo” su di un piatto e… mangiate caldo!

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Formagelle (dolce sardo)

Post n°21 pubblicato il 21 Febbraio 2008 da junglericette

Ingredienti per la pasta:
1 Kg di farina di grano duro
300 gr di strutto
1 pizzico di sale
acqua tiepida

Ingredienti per il ripieno:
1 Kg di formaggio fresco (pecorino o caprino)
150 gr di farina
150 gr di zucchero
4 uova
scorza di limone e di arancia grattugiata
10/15 stimmi di zafferano
una fialetta di acqua “mille fiori”
1 cucchiaio di latte


Preparazione della pasta
Impastare la farina con l’acqua tiepida, il sale e lo strutto. Lavorare per bene ricoprire con un panno e lasciarla riposare almeno un’ora.

Preparazione per il ripieno:
Grattugiare il formaggio fresco e un tantino acido (una leggera acidità si ottiene lasciandolo qualche giorno, coperto da un panno umido, in un ambiente moderatamente fresco. Aggiungere un uovo intero e tre tuorli, il sale, la farina e lo zafferano sciolto nel latte tiepido, amalgamare per bene il composto.

Stendere una sfoglia sottile e ricavarne tanti dischi di 10 cm di diametro.
Disporre su ciascun disco un cucchiaio di ripieno sollevare il bordo tipo scodellina con quattro spigoli per contenere bene il ripieno. Disporre le scodelline cosi ottenute, su una teglia infarinata e infornare a calore moderato per circa 30 minuti. Servire cosparse di miele

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Babà napoletano

Post n°20 pubblicato il 20 Febbraio 2008 da junglericette

Ingredienti:
Per la pasta

500 g farina americana (manitoba),
50 g zucchero,
150 g burro ammorbidito a temperatura ambiente,
sale fino – un cucchiaino da caffè,
8 uova,
2 panetti di lievito di birra.

Per bagnare

2 l acqua
600 g zucchero
1 buccia intera di limone non trattato,
rum q.s.

Preparazione:
Mettere nella ciotola girevole dellimpastatrice la farina, lo zucchero, il burro a pezzettini, il sale ed il lievito sbriciolato. Avviare le fruste e miscelare il tutto. Aggiungere le uova ad uno ad uno ( e solo quando il precedente sia stato assorbito).
La pasta dovrà risultare elastica e rimanere attaccata alle fruste. Per ottenere ciò è importante la quantità di uova: evitare di sceglierle troppo grandi; se lo fossero mettere le prime sette, sempre uno alla volta, ed eventualmente aggiungerne solo metà dell’ultimo. Impastare con le fruste fino a che la pasta non salga sulle fruste sino a ricoprirne quasi le aste e non risulti gommosa. Per verificarlo prendere un pizzichino di pasta tra l'indice e il pollice ed allargare le dita: se risulta elastica e quasi gommosa è pronta. Far crescere la pasta nella ciotola stessa sino a che non raggiunga il bordo. Trasferire in un unico stampo imburrato (o in più stampi piccoli e cilindrici) con buco centrale e far crescere di nuovo fino a raggiungere i bordi. Infornare in forno caldo a 180°C per circa 20 minuti. Preparare il bagno: Scaldare l'acqua, lo zucchero, la buccia di limone ed il rum (la quantità dipenderà dai gusti) fino a far sciogliere lo zucchero. Eliminare la buccia del limone. Mettere il babà su una grata (va bene quella del forno) e poggiarla su una teglia o un recipiente abbastanza grande. Praticare dei fori con uno stuzzicadenti sulla superfice superiore del babà (quella piú lucida) e cominciare a bagnare usando un mestolo. Girare il babà e continuare a bagnare piú volte. Quando il bagno termina recuperarlo dalla teglia su cui poggia la grata (serve a questo), eventualmente riscaldarlo nuovamente e continuare a bagnare il babà. Lasciare poi gocciolare il babà sulla grata per qualche ora. Servire le fettine di babà aggiungendo ancora altro liquido (che sarà stato messo a parte) se necessario o gradito.Qualora si siano usati piccoli stampi i babà risultanti potranno esser bagnati immergendoli rapidamente per intero nel bagno e recuperandoli con una schiumarola.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Torta al limone

Post n°19 pubblicato il 20 Febbraio 2008 da junglericette

Ingredienti :
Per la pasta del fondo:
140 gr di farina
140 gr di burro fuso
40 gr di mandorle in polvere
40 gr di zucchero
un pizzico di sale
Per la guarnizione:
150 gr di zucchero
150 gr di burro
100 gr di mandorle in polvere
3 uova
2 limoni
Preparazione:
Prepara la pasta mescolando gli ingredienti fino a formare un impasto omogeneo poi stendilo su una tortiera precedentemente imburrata. Fai riposare la pasta in frigo per almeno 1 ora. Poi cuocila in un forno ben caldo (200°) per 15 min.
Nel frattempo lavora con la frusta uova e zucchero aggiungendo la buccia di limone grattuggiata (solo la parte gialla) e il succo di 1/2 limone. Aggiungi il burro fuso e altro succo di limone (assaggia l'impasto per regolarne la giusta quantità).
Versa il composto sulla pasta e fai cuocere a fuoco medio per 30 min.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ciambellone

Post n°18 pubblicato il 20 Febbraio 2008 da junglericette

Ingredienti
350 gr di farina
200 gr di zucchero
100 gr di burro fuso
3 uova
1 bustina di lievito in polvere
1 scorza di limone
q.b. di burro
q.b. di farina


Preparazione
Lavorare insieme lo zucchero con le uova.
Amalgamare la farina e il burro fuso.
Lavorare un po' l'impasto, e aggiungere il lievito setacciato e la scorza di limone grattuggiata.
Imburrare uno stampo per ciambelle ed infarinarlo.
Versarvi il composto ed infornare in forno preriscaldato a 180° per 25-30 min circa.
Sfornare e lasciar raffreddare

Puoi decorare la ciambella con lo zucchero a velo

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ciambella soffice con yogurt al limone

Post n°17 pubblicato il 20 Febbraio 2008 da junglericette

Questa è una ciambella semplicissima in cui non bisogna pesare gli ingredienti! Si usa come misurino il barattolo di uno yogurt da 125 gr!
Ingredienti
3 uova
2 barattoli di zucchero
2 barattoli di fecola di patate
1 barattolo di farina
1 barattolo di yogurt al limone
1 barattolo di olio di mais
1 bustina di lievito per dolci
Preparazione
Mescolare bene le uova con lo zucchero, aggiungere la fecola, la farina e il lievito setacciati, lo yogurt e, per ultimo, l'olio.
Mescolare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo, versare in uno stampo per dolci rotondo (circa 24 cm di diametro) e cuocere per circa 30/40 minuti in forno preriscaldato a 180°.
Far raffreddare, poi cospargere di zucchero a velo.
Suggerimenti:
Si può sostituire lo yogurt al limone con qualsiasi altro gusto (ottimi la fragola, i frutti di bosco, la banana, il cocco: se si usa lo yogurt al cocco, si può sostituire il barattolo di farina con uno di farina di cocco.
E' davvero squisita!!!).
Se non si dispone di fecola, si può sostituire con farina (ovviamente la ciambella sarà meno soffice!).

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Ciambellone soffice al limoncello e pinoli

Post n°16 pubblicato il 20 Febbraio 2008 da junglericette

Ingredienti
• 4 uova
• 300 gr. di zucchero
• 500 gr. di farina 00 (setacciata)
• 50 gr. di fecola di patate
• 250 gr. di margarina (sciolta)
• 1 bicchiere (plastica) di latte
• 1/2 bicchiere di limoncello
• 2 limoni non trattati (scorza grattata)
• 1 1/2 bustina di lievito per dolci
• pinoli

Preparazione
Accendere il forno a 200°C. Imburrare ed infarinare la teglia. sciogliere la margarina a bagno maria o al microonde. grattuggiare la scorza dei limoni. infarinare i pinoli. Sbattere con le fruste per almeno 5 minuti le uova e lo zucchero, aggiungere la margarina ed iniziare a versare farina e fecola a cucchiaiate continuando a sbattere con le fruste. A mano a mano che il composto di addensa aggiungere il latte ed il limoncello. Nel caso in cui aveste bisogno di renderlo meno denso aggiungere ancora limoncello. Incorporare la scorza di limone ed infine il lievito. Versare nello stampo da ciambella e cospargere con i pinoli. Cuocere per 40-45 minuti circa.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
« Precedenti Successivi »