Creato da luger2 il 29/01/2008
I vantaggi dell'unità d'Italia

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 35
 

Ultime visite al Blog

giuspiemontesefrancziniSehnsucht69diegobomgbautoricambiStrada_in_salitadddddgl13tex51grilloboiaastackadriluefrancipino.ariganelloladysola1sognodiangelafuriaquattro
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

DISCLAMER 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7.03.2001. Le immagini pubblicate su questo blog provengono per la maggior parte dalla rete. Nel caso la loro pubblicazione dovesse violare evenutali diritti d’autore, prego di comunicarlo, verranno rimosse immediatamente. Tutti i marchi registrati e i diritti d’autore in questa pagina appartengono ai rispettivi proprietari. Tutti i post all’interno del blog rappresentano il punto di vista e il pensiero dei rispettivi autori. Per garantire la pluralità di pensiero gli autori danno la possibilità a chiunque di inviare commenti sui singoli post oppure post veri e propri.

 

Contatta l'autore

Nickname: luger2
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 56
Prov: NA
 

VISITATORI

LETTERA di un EMIGRANTE NAPOLETANO

 

Maurizio Restivo ad "Atlantide" LA7

 

FOTTUTO TERRONE

 

L'ECCIDIO di BRONTE

 

I SAVOIA: La vera negazione

 

La vera negazione II parte

 

La vera negazione III parte

 

La vera negazione IV parte

 

 

« PIETRARSA LA STRAGE DEGL...SOTTO IL SEGNO DEI BORBO... »

Smascherato lo Stato taliano come Stato criminale!

Post n°2333 pubblicato il 23 Maggio 2014 da luger2
 

Già una ventina d’anni fa lo Stato italiano era stato messo al corrente in dettaglio che era in atto un massiccio inquinamento criminale delle terre meridionali fino allora mondialmente invidiate per la loro salubrità e fertilità.

Inquinamento realizzato scaricandovi e seppellendovi sistematicamente rifiuti tossici di ogni genere in enorme quantità provenienti da Nord Italia, Germania, Austria ed altri paesi d’ Europa

E chi aveva provveduto a mettere al corrente in dettaglio della faccenda  lo Stato italiano e le sue più importanti “autorità” ?

Proprio dei capi della vituperata camorra !

Costoro infatti in un primo tempo avevano collaborato a “sistemare” quei rifiuti nelle loro zone, poiché ciò apportava loro lauti introiti finanziari

In seguito però, resisi conto di che genere erano quei rifiuti e dei danni atroci che arrecavano a quelle terre e ai loro abitanti, alcuni di questi capi avevano ritenuto di “pentirsi”, dettagliando allo Stato (attraverso i suoi più specifici rappresentanti : magistrati, commissioni antimafia e così via)  i  luoghi, i contenuti, gli autori e le provenienze di quei rifiuti mortali.

A questo punto lo Stato italiano aveva il dovere assoluto di intervenire immediatamente per porre fine a quello scempio, avendone tutte le necessarie informazioni nonché tutti i mezzi (magistratura, polizia, carabinieri, esercito e così via).

E invece che fece? Semplicemente nulla, per cui quell’invasione di rifiuti tossici poté continuare indisturbata ed anzi aumentare in modo esponenziale, essendo pienamente coperta da questo Stato criminale cosiddetto italiano.

E non c’è da sorprendersi poiché questo Stato vi era in realtà strettamente implicato, avendola esso stesso freddamente e “lucidamente” architettato, rientrando in pieno nella linea criminale atta a distruggere sistematicamente il Sud e la sua popolazione che questo Stato perpetra fin dalla cosiddetta “unità”, cioè da ben 152 anni…

E le conseguenze sono state triplicazione de  tumori fra la popolazione, aumento di malformazioni genetiche nei neonati, distruzione di terreni particolarmente fertili, territori già rinomati per la loro salubrità resi invivibili…

Sennonché stavolta la faccenda, data la sua particolare atrocità, è scoppiata fra le mani, a questo Stato…

Poiché proprio quegli stessi capi della camorra che a suo tempo lo avevano invano messo al corrente affinché intervenisse in urgenza, hanno deciso recentemente di denunciare la faccenda pubblicamente e in dettaglio… addirittura per televisione.

Quelle dichiarazioni davvero interessanti…

Si tratta in particolare di Carmine Schiavone, il quale ha fatto dichiarazioni non poco interessanti… Per esempio:

“Ho cercato di rimediare quando la mia coscienza si ribellava… quando hanno iniziato ad avvelenare dei territori interi scaricando rifiuti tossici…

 “Scorie, fanghi termonucleari… a Casale, Castelvolturno, Santa Maria la Fossa, Grazzanise, in tutta la zona… ammazzando i bambini prima che nascessero, o anche se nascevano erano condannati

 Diedi alle commissioni antimafia tutti i documenti… indicai perfino le targhe dei camion che scaricavano le scorie, le società che li mandavano…

“Speravo che qualcosa si muovesse… che si facesse giustizia…

 “Ma non c’era una giustizia in Italia.. non c’è un politico che sappia vedere queste cose.

“Ministri, magistrati, carabinieri hanno permesso questo… polizia, carabinieri, guardie di finanza “non vedevano” quel che succedeva apertamente davanti ai loro occhi…

“Ho cercato di impedire tutto questo… ma le  istituzioni ci hanno abbandonato”.

Ed a questo intervento di Schiavone ne è seguito uno di Gaetano Vassallo, altro capo camorrista che ha aggiunto altri dettagli.

Dichiarazioni di Schiavone e Vassallo che nessuna “autorità” italiana è stata in grado di smentire, poiché evidentemente ben documentate, sicché hanno suscitato nel Sud una massiccia reazione popolare contro questa atroce situazione.

Una manipolazione sfrontata

E allora che ha fatto lo Stato cosiddetto italiano ?

Ha cercato disperatamente di sviare l’attenzione dal proprio comportamento criminoso, tentando di scaricare ogni responsabilità proprio sulla camorra benché fossero stati quei suoi capi a denunciargli in tempo – Schiavone ben 20 anni fa ! – quegli scempi,  spingendolo invano ad intervenire…

E così si deve assistere a massicce campagne mediatiche contro la camorra, additata come causa di quella strage, evitando con cura di dire che in realtà la causa fondamentale era proprio lo Stato italiano col suo sistematico e  “lucido” comportamento criminale.

Un un prete, Maurizio Patriciello, a Caivano si è messo alla testa della gente indignata che protesta massicciamente per le strade, ma alla fine non ha saputo far altro che cercare di convincer quella gente a implorare l’intervento proprio di quello Stato che ha causato il disastro!

E in questa manipolazione si è cercato di coinvolgere perfino la nazionale di calcio italiana, facendole effettuare un allenamento a Quarto, cittadina nei presso di Napoli, in un campo sportivo che era stato sequestrato alla camorra, tentando di presentare ciò come un’azione simbolica della nazionale contro la camorra…

Sennonché gli organizzatori di questa farsa si sono ritrovati con una brusca messa a punto del campione Mario Ballotelli il quale, avendo evidentemente capito tutto, ha tenuto a dichiarare che lui andava a quell’allenamento per giocare al calcio e non certo a fare il simbolo anti-camorra…

Denunciare internazionalmente questo Stato criminale italiano da cui il Sud è urgente si distacchi

Ebbene, stando così le cose, diventa imperativo ed urgente che questo Stato italiano sia denunciato urbi et orbi (presso tutte le istanze internazionali e tutti i governi europei e in genere occidentali) come Stato criminale, sicché per i territori meridionali non c’è che esigere di distaccarsene con urgenza.

Tanto più che questo scempio non è che l’estremo, definitivo atto di un disastro che questo Stato perpetra ai danni del Sud da ben 152 anni, cioè precisamente dall’atto di quella cosiddetta “unita” che gli storici hanno ormai smascherato come un autentico crimine contro l’umanità, perpetrato contro un popolo che da tremila anni ha contribuito all’80 % all’evoluzione della civiltà.

Denuncia internazionale che sta mettendo a punto un gruppo operativo che fa capo a Stefano Surace, il giornalista d’inchieste e maestro di Arti Marziali di rinomanza mondiale, celebre per le sue battaglie “impossibili” ma sempre vincenti, nonché presidente del Partito Secessionista dell’Italia Meridionale.

Affare da seguire…

Tratto da http://www.sfogliando.it/category/politica/

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/BRIGANTESEMORE/trackback.php?msg=12817586

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
diletta.castelli
diletta.castelli il 22/10/16 alle 13:07 via WEB

articolo veramente ben scritto. I miei complimenti da lumaca

(Rispondi)
 
diletta.castelli
diletta.castelli il 23/10/16 alle 14:21 via WEB

questo post mi ha fatto molto riflettere. Complimenti per il tuo stile di lettura. Ciao da vipera

(Rispondi)
 
labora17554
labora17554 il 10/08/18 alle 22:52 via WEB
IO CREDO CHE LA CAMORRA ,CON LA SUA POTENTE ORGANIZZAZIONE AVREBBE MEGLIO E FATTO PRIMA, DELLO STATO AFFINCHE' LA SITUAZIONE NON DEGENERASSE.
(Rispondi)
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.