Creato da: carloreomeo0 il 03/06/2014
pensieri in libertà
Citazioni nei Blog Amici: 33
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 33
 

Ultime visite al Blog

jigendaisukegin_iocarloreomeo0Loly.1centrorispcarnicolucidavide.russiellodonyminorettiYuliviinancyperry4145cassetta2robi70dsgCherrysllascrivanaQuartoProvvisorio
 

Ultimi commenti

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« EUTANASIA!RICORDANDO MIO PADRE... »

IN RICORDO...

Post n°330 pubblicato il 29 Ottobre 2020 da carloreomeo0

 

Il 09/10/2020 mia padre ha ultimato il suo percorso di sofferenza su questa terra ed ora riposa in pace.

 

Di fronte alla morte di un proprio caro, ognuno reagisce in modo diverso, dipende dalle proprie esperienze pregresse, dal carattere, dalla propria emotività. Per me personalmente questa perdita, per quanto alla fine invocata, pregata, implorata, mi ha colpito come un pugno nello stomaco, di quelli che ti fanno mancare il fiato. Pensavo di essere pronto ad affrontarla, invece, ancora una volta, mi ha trovato totalmente impreparato, spiazzato 

A volte può capitare che ci sia bisogno di tempo prima di riuscire a parlare, esternare, il proprio dolore, il tempo per elaborare il lutto, il tempo per interiorizzare e analizzare ciò che si sta provando, perché ci sono emozioni così forti che spesso soffocano le parole, che impediscono di parlare o di scrivere e il dolore è una di queste ed allora bisogna attendere, attendere che la marea che esso genera si ritragga, in modo da far riaffiorare altre emozioni, permettendo che quel senso di soffocamento si attenui, per far defluire, attraverso le parole, una parte di quel dolore che ci devasta dentro, espellendo parte di quella sofferenza, quel senso di vuoto che immancabilmente una perdita importante ci lascia. Ognuno poi ha una sua strada da seguire, un suo percorso da compiere per venirne fuori per far riemergere pian piano la sua anima dall’abisso in cui è sprofondata.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog