PERCHE’ FARE YOGA?

PERCHE’ FARE YOGA?
Questa è una domanda che in tanti mi pongono. Quando io ho iniziato e non avevo coscienza di cosa realmente fosse lo yoga lo scelsi solo perchè volevo uscire dal mio stato di pigrizia, risolvere i miei problemi di schiena e, dato il mio lavoro stressante, volevo poter gestire il mio stress.
Oggi, che ho iniziato anche il mio percorso per diventare insegnante yoga, e che ho capito cos’è davvero lo yoga, mi sento di consigliarlo a tutti e, vi spiego perchè:
Lo yoga nasce in india secoli fa come pratica meditativa e, questo concetto occorre tenerlo sempre bene a mente, perchè lo scopo dello yoga, qualunque genere si pratichi, è l’unione del nostro vero Io con la Coscienza Universale, il Sè supremo e gli asanas sono uno dei mezzi attraverso i quali arrivare a questa introspezione profonda e a questa connessione con il Divino. Ora, molti si saranno già spaventati da questa premessa, anche se, fortunatamente, negli ultimi decenni la visione dello yoga si è sdoganata anche in occidente dalle due uniche visioni che lo rinchiudevano o in una mera pratica fisica o in sedute di meditazione.
Ma questa premessa è fondamentale per comprendere che lo yoga lavora anche attraverso il fisico per lavorare sulla nostra mente, rendendola cosciente che l’unico momento che conta è il QUI E ORA e per avere la capacità di acquietare i nostri pensieri ed essere capaci di vivere pienamente il momento presente, sul nostro spirito attraverso i principi yogici e la meditazione, che anche nella pratica fisica quotidiana non devono mai essere persi di vista. Qualche articolo fa abbiamo illustrato come Iyengar ci riportava all’applicazione dei principi Yama nell’esecuzione delle nostre posizioni.
Lo yoga considera l’essere umano nella sua interezza, corpo, mente e spirito, ed anche nella pratica fisica questo principio rimane fermo. Man mano che si pratica lo yoga e si và al di là degli esercizi fisici e lo si vive più pienamente, si impara ad ascoltare il proprio corpo e a rispettarlo nell’esecuzione degli asanas, facendoci guidare dal nostro grande maestro che è il respiro ed i cambiamenti si riscontrano nella vita quotidiana. Nel dire questo non mi baso su letture, studi e quant’altro, ma sulla continua esperienza personale. Impari a vivere la vita con una filosofia diversa, perchè se ciò che conta è il qui e ora, apprezzi ogni singolo momento e ne sei grata, anche quelli sbagliati o negativi perchè da essi puoi trarre solo insegnamento. Acquisisci una maggiore calma e serenità. Per non parlare poi dei reali benefici fisici: la mattina quando mi sveglio non ho più dolore alla zona lombare come invece fino a qualche anno fa accadeva ogni mattina, la mia colonna vertebrale sta acquisendo maggiore elasticità così come i miei tendini ed i miei muscoli.
Un lavoro costante con lo yoga permette al corpo di tonificarsi ed allungarsi. Le ossa di rinforzano. Le articolazioni riprendono la loro mobilità. I tendini si allungano e si rinforzano. Tutte le posizioni yogiche lavorano anche sui tessuti più profondi, sugli organi interni, sulle ghiandole e i sistemi energetici del nostro corpo. Il lavoro costante sulla respirazione aiuta a mantenere elastici ed attivi i nostri diaframmi, aumenta la capacità respiratoria di polmoni e bronchi e migliora la circolazione sanguigna. Molte patologie legate a posture sbagliate e vita sedentaria o eccessiva pratica sportiva, problemi muscolo scheletrici, sofferenze su organi interni, possono essere risolti con lo yoga. Alcune malattie degenerative possono essere rallentate o tenute sotto controllo. I problemi legati ad ansia e stress gestiti e, in molti casi, risolti. Soprattutto quando la pratica fisica viene accompagnata da pratiche meditative (così come dovrebbe sempre essere).
Qualunque tipo di yoga si scelga i risultati con l’impegno e la costanza sono raggiungibili da tutti. La Scelta della tipologia è davvero soggettiva. Per fare qualche esempio ai più dinamici potrà piacere l’Ashtanga yoga, a chi ama un lavoro intenso ma più “lento” l’Hatha yoga, a chi preferisce pratiche più soft ma altrettanto efficaci il Restorative yoga, e così via dicendo. Ce n’è per tutti i gusti. L’importante è affidarsi ad insegnanti preparati e che non fanno dello yoga un mero esercizio fisico da performance ed entrare nell’ottica che quando state su quel tappetino state lavorando per voi e su di voi nella vostra interezza e che, il vero lavoro dello yoga, continua anche quando da quel tappetino ci si alza.
Spero di esservi stata utile.
Namasté
Marzia
L'immagine può contenere: il seguente testo "Con Yoga e Meditazione non solo cambi il tuo modo di vedere le cose, ti TRASFORMI DHARMAYOGAKARUNA Sii il meglio di te stesso"
172
Persone raggiunte
7
Interazioni
Metti in evidenza il post
Condivisioni: 2
Mi piace
Commenta
Condividi
PERCHE’ FARE YOGA?ultima modifica: 2020-11-18T18:11:18+01:00da almacondomini

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).
I campi obbligatori sono contrassegnati *.