Aggiornamenti in Oncologia by Xagena

OncologiaMedica.net

ALERT Oncologia !

Top News / La nuova scoperta potrebbe interessare: melanoma, tumore del rene, e tumore del pancreas

 

Scoperto il meccanismo la cui inibizione porta al blocco della crescita delle cellule tumorali

E’ stato scoperto un meccanismo biologico, che interessa i lisosomi, la cui inibizione porta al blocco della crescita delle cellule tumorali. Il lisosoma è un organello che rappresenta il sistema d …

Speciale ASCO Meeting

Carcinoma uroteliale localmente avanzato o metastatico: Pembrolizumab migliora la sopravvivenza

E’ stata confermata l’efficacia di Pembrolizumab ( Keytruda ) nel trattamento del carcinoma uroteliale. I risultati aggiornati di KEYNOTE-045 e KEYNOTE-052, due studi sperimentali con Pembrolizumab, …

Tumore mammario BRCA-positivo: Olaparib, un inibitore di PARP, ritarda la progressione del tumore

I risultati dello studio di fase 3, OlympiAD, hanno mostrato l’efficacia di Olaparib ( Lynparza ) ( 300 mg due volte al giorno ), un inibitore di PARP, nel trattamento del tumore della mammella con mu …

Carcinoma polmonare non-a-piccole cellule metastatico: Alectinib riduce dell’84% le metastasi cerebrali e prolunga la sopravvivenza

Lo studio clinico di fase III, ALEX, presentato nel corso dell’ASCO Meeting e pubblicato sul The New England Journal of Medicine ( NEJM ) Alectinib ( Alecensa ) riduce dell’84% le metastasi cerebrali …

Unione europea, approvazioni

Carcinoma uroteliale avanzato, Opdivo approvato nell’Unione Europea

La Commissione europea ha approvato Opdivo ( Nivolumab ) per il carcinoma uroteliale localmente avanzato o metastatico negli adulti dopo il fallimento di una precedente terapia a base di Platino. L …

Progetti

ACC Genomica, il primo passo verso la medicina personalizzata dei tumori

La missione di Alleanza Contro il Cancro ( ACC ) è promuovere la rete tra Centri oncologici con finalità di ricerca primariamente clinica e traslazionale per portare al letto del paziente le innovazio …

FarmaExplorer

Pazienti anziani con tumore polmonare non-a-piccole cellule con mutazione EGFR: inibitori della tirosin-chinasi di EGFR, una valida opzione terapeutica

Gli inibitori della tirosin-chinasi di EGFR, quali Erlotinib ( Tarceva ), Gefitinib ( Iressa ) e Afatinib ( Giotrif ), hanno profondamente modificato la storia del tumore polmonare non-a-piccole cellu …

Pazienti anziane con tumore al seno: associazione tra obesità e tossicità cardiaca correlata a Trastuzumab

Trastuzumab ( Herceptin ) può migliorare la prognosi delle pazienti con tumore alla mammella, ma la possibile tossicità cardiaca è tema di preoccupazione. Uno studio ha cercato di identificare i fa …

Pazienti anziani con tumori solidi in stadio precoce: il punteggio VES-13 maggiore o uguale a 7 è un utile strumento per prevedere il declino funzionale o il decesso

La fragilità aumenta il rischio di esiti negativi e/o di decessi quando si accompagna a fattori di stress. La valutazione di routine della fragilità può risultare utile nella decisione sul trattament …

Pazienti anziani con carcinoma a cellule squamose del testa-collo ricorrente o metastatico: regime a base di Cetuximab – Carboplatino – 5-Fluorouracile

Il regime Cetuximab ( Erbitux ) più chemioterapia a base di Platino è uno standard di cura nel trattamento del carcinoma a cellule squamose della testa e del collo ( HNSCC ), ricorrente o metastatico …

Pazienti anziani con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule, metastatico e non-squamoso: Bevacizumab in combinazione con la chemioterapia come prima linea

Esistono diverse strategie per la gestione dei pazienti anziani con un tumore al polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ), non-squamoso, in fase avanzata. I pazienti di età maggiore o uguale a 70 an …

 

Sindromi Coronariche Acute Newsletter

AnginaOnline.net
ALERT Angina & Sindromi coronariche acute !
 –
Top News / Sindrome coronarica acuta & Livelli di Potassio
 –

L’iperpotassiemia al momento del ricovero è associata a mortalità intra-ospedaliera e l’ipopotassiemia a arresto cardiaco e fibrillazione atriale di nuova insorgenza nei pazienti ricoverati con sospetta sindrome coronarica acuta

Nella sindrome coronarica acuta ( ACS ), lo squilibrio di potassio al momento del ricovero è stato associato a aritmie, arresto cardiaco e mortalità ospedaliera. Tuttavia, non sono state prese in con … 

News

Associazione tra lieve disfunzione tiroidea ed esiti clinici nei pazienti con sindrome coronarica acuta sottoposti a intervento coronarico percutaneo

Gli ormoni tiroidei esercitano una influenza sul sistema cardiovascolare, ma gli effetti di una lieve disfunzione tiroidea sull’esito clinico dei pazienti con sindrome coronarica acuta ( ACS ) sottopo …

Sindrome coronarica & Diabete mellito

Lixisenatide riduce il rischio di macroalbuminuria nei pazienti con sindrome coronarica acuta e con diabete mellito di tipo 2

Uno studio ha mostrato che nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 e sindrome coronarica acuta, Lixisenatide può rallentare o prevenire danni ai reni. E’ stato condotto uno studio randomizzato i …

Focus On: Alirocumab

Inibitori di PCSK9: nei pazienti con sindrome coronarica acuta Alirocumab ha ridotto gli eventi cardiovascolari e la mortalità per qualsiasi causa

Il colesterolo LDL rappresenta la principale causa delle malattie cardiovascolari su base aterosclerotica. Il paziente ipercolesterolemico e a rischio cardiovascolare alto e molto alto è una persona …

Alirocumab associato alle statine riduce gli eventi cardiaci nei pazienti con diabete mellito e sindrome coronarica acuta

In una nuova analisi dello studio ODYSSEY Outcomes, i pazienti con recente sindrome coronarica acuta e diabete mellito hanno tratto il maggior beneficio, in termini di eventi avversi cardiaci maggior …

ODYSSEY Outcomes: Alirocumab riduce gli eventi cardiovascolari nella popolazione con sindrome coronarica acuta

La riduzione delle LDL a livelli molto bassi con l’inibitore di PCSK9 Alirocumab ( Praluent ) riduce il rischio di eventi cardiovascolari avversi maggiori e la mortalità per qualsiasi causa nei pazien …

FarmaExplorer

Effetti della Ranolazina sulla angina e sulla qualità di vita dopo intervento coronarico percutaneo con rivascolarizzazione incompleta

L’angina spesso persiste o ritorna dopo l’intervento coronarico percutaneo ( PCI ). Si è ipotizzato che Ranolazina ( Ranexa )…

Efficacia della troponina T ad alta sensibilità nell’identificazione dei pazienti a rischio molto basso con possibile sindrome coronarica acuta

I medici hanno bisogno di informazioni su come utilizzare il primo test disponibile negli Stati Uniti per la troponina ad…

Post sindrome coronarica acuta: stratificazione del rischio aterotrombotico ed Ezetimibe per la prevenzione secondaria

Ezetimibe ( Zetia ) migliora gli esiti cardiovascolari nei pazienti stabilizzati dopo sindrome coronarica acuta ( ACS ) quando è…

Malattie dermatologiche Newsletter

DermatologiaOnline.it
ALERT Dermatologia !
Top News / Regime a tripletta per il melanoma con mutazione BRAF V600
 –

Spartalizumab aggiunto a Dabrafenib e a Trametinib sembra sicuro ed efficace nel melanoma avanzato, BRAF V600-mutato

L’aggiunta di Spartalizumab a Dabrafenib e Trametinib è apparsa sicura ed efficace per i pazienti precedentemente non-trattati con melanoma non-operabile, in fase avanzata o metastatico, con mutazion …

Carcinoma cutaneo a cellule squamose

L’FDA ha approvato Libtayo, il primo farmaco specifico per il carcinoma cutaneo a cellule squamose in fase avanzata

L’FDA ha approvato Cemiplimab-rwlc ( Libtayo ) per il trattamento endovenoso dei pazienti con carcinoma cutaneo a cellule squamose metastatico o carcinoma cutaneo a cellule squamose localmente avanza …

Dermatite atopica

Nemolizumab efficace nella dermatite atopica moderata e grave non adeguatamente controllata con terapia topica

Per i pazienti con dermatite atopica da moderata a grave non adeguatamente controllata con agenti topici, Nemolizumab, un anticorpo monoclonale umanizzato anti recettore A della interleuchina 31 ( IL- …

Melanoma

Melanoma in fase avanzata: la combinazione di Nivolumab e Ipilimumab ha mostrato benefici duraturi di sopravvivenza a 4 anni

I risultati a quattro anni dello studio clinico di fase III CheckMate -067 hanno mostrato un beneficio di sopravvivenza durevole e a lungo termine con la combinazione di Nivolumab ( Nivolumab ) e Ipil …

Farmacovigilanza

Uso di Idroclorotiazide e rischio di tumore cutaneo non-melanoma

L’Idroclorotiazide, uno dei farmaci diuretici e antipertensivi più frequentemente utilizzati negli Stati Uniti e nell’Europa occidentale, è fotosensibilizzante ed è stato precedentemente associato a c …

FarmaExplorer

Effetto di Secukinumab sull’attività clinica e sul carico patologico della psoriasi ungueale: risultati dello studio TRANSFIGURE a 32 settimane

La psoriasi ungueale è associata a menomazione funzionale, dolore e ridotta qualità di vita. L’obiettivo di uno studio è stato…

Efficacia e sicurezza di Guselkumab nei pazienti con artrite psoriasica attiva

Guselkumab ( Tremfya ), un anticorpo monoclonale umano che si lega alla subunità p19 dell’interleuchina 23, è stato approvato per…

Dermatite atopica, efficacia di Dupilumab negli adolescenti

Sono stati presentati i risultati di fase 3 di Dupilumab ( Dupixent ) negli adolescenti con dermatite atopica moderata-grave non…

Malattie Neurologiche Newsletter by Xagena

Neurologia.net
ALERT Neurologia !
 –
Top News / Aspirina dopo TIA o ictus minore
 –

L’Aspirina assunta subito dopo un TIA riduce il rischio di ictus grave

La terapia immediata con Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) dopo un TIA ( attacco ischemico transitorio ) riduce il rischio di recidiva precoce. Il rischio di una forma grave di ictus è molto alto …

News

Sclerosi multipla recidivante: Opicinumab, un anti-LINGO-1, non ha raggiunto l’endpoint primario

Sono stati riportati i risultati dello studio di fase 2 SYNERGY, che ha valutato il farmaco sperimentale Opicinumab, un anticorpo monoclonale completamente umano anti-LINGO-1 che è in sviluppo come po …

Fenitoina per la neuroprotezione nei pazienti con neurite ottica acuta

La neurite ottica demielinizzante acuta, una caratteristica comune della sclerosi multipla, può danneggiare la visione attraverso la neurodegenerazione nel nervo ottico e nelle sue fibre nella retina. …

Farmacovigilanza

Farmaci contenenti Valproato: rischi connessi all’esposizione in gravidanza

L’Agenzia Italiana del Farmaco ( AIFA ) e le Aziende titolari dei medicinali a base di Valproato ( Sodio valproato, Magnesio valproato, Acido valproico, Valproato semisodio e Valpromide ) hanno ricor …

Registrazione

Ocrevus nel trattamento della sclerosi multipla recidivante e nella sclerosi multipla primariamente progressiva: avviate le procedure registrative negli Stati Uniti e nell’Unione Europea

Roche ha annunciato che l’Agenzia europea EMA ( European Medicines Agency ) ha accettato la Marketing Authorisation Application ( MAA ) di Ocrevus ( Ocrelizumab ) per il trattamento della sclerosi mul …

 

Informazioni mediche ? MediExplorer.it, un database per i Medici

 

Pioglitazone dopo ictus ischemico o attacco ischemico transitorio

I pazienti con ictus ischemico o attacco ischemico transitorio ( TIA ) sono ad aumentato rischio di futuri eventi cardiovascolari nonostante le terapie preventive attuali. L’identificazione di insulino-resistenza come un fattore di rischio per … Leggi

Prevenzione secondaria dopo TIA e ictus lieve: Ticagrelor non superiore all’Aspirina

Il tasso a 90 giorni di ictus, infarto miocardico, o morte è stato pari al 6.7% con Ticagrelor ( Brilique ) contro il 7.5% con Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) ( hazard ratio, HR=0.89, IC 95%, 0.78-1.01, p=0.07 ). Il tasso di ictus ischemico … Leggi

La Clemastina, un antistaminico, ha mostrato potenziali attività di remielinizzazione nella sclerosi multipla

La Clemastina fumarato ( Tavegil, Tavist ) ha ridotto il ritardo delal latenza dei potenziali evocati visivi di 1.9 ms per occhio, con una tendenza verso il miglioramento della acuità visiva con stimoli a basso contrasto, in un piccolo studio … Leggi

Cardiologia Newsletter by Xagena

Cardiologia.net
ALERT Cardiologia !
 –
Top News / Procedura PCI & Beta-bloccanti
 –

Intervento coronarico percutaneo: i beta-bloccanti non migliorano gli esiti, possono aumentare il rischio di insufficienza cardiaca

Nonostante il crescente uso, i beta-bloccanti non appaiono migliorare i tassi di mortalità o di riduzione degli eventi cardiovascolari nei pazienti di età uguale o superiore ai 65 anni con angina stab …

Top News / TAVR & Infarto cerebrale

Il dispositivo di protezione cerebrale riduce il danno al cervello dopo sostituzione della valvola mitrale per via transcatetere

I dati dello studio CLEAN-TAVI hanno dimostrato che i pazienti sottoposti a posizionamento della valvola aortica per via transcatetere con un dispositivo di protezione cerebrale hanno presentato una …

News

I pazienti con diabete mellito che assumono beta-bloccanti e terapia intensiva per il controllo glicemico presentano una minore incidenza di eventi cardiovascolari

La terapia intensiva per il controllo glicemico è associata a una riduzione dell’incidenza degli eventi cardiovascolari nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 in trattamento con beta-bloccanti.

Focus On :: Ivabradina

L’efficacia dell’Ivabradina versus beta-bloccanti nella riduzione della frequenza cardiaca durante angiografia coronarica con tomografia computerizzata

Lo scopo dello studio è stato quello di quantificare l’efficacia del pretrattamento con Ivabradina ( Corlentor, Procoralan ) rispetto ai beta-bloccanti prima della angiografia coronarica con tomograf …

Studio RESPONSIfVE: efficacia e tollerabilità della Ivabradina con o senza beta-bloccante nei pazienti con angina cronica stabile

Nello studio multicentrico, prospettico, in aperto, RESPONSIfVE, l’efficacia, i tassi di risposta e la tollerabilità della Ivabradina ( Corlentor, Procoralan ) con o senza beta-bloccante sono state v …

Metoprololo versus Ivabradina – L’Ivabradina nella gestione medica dei pazienti con stenosi mitralica in cui sono controindicati i beta-bloccanti

La forma grave della stenosi mitralica di solito è sintomatica e viene trattata mediante valvuloplastica con palloncino ( BMV ) oppure con un intervento chirurgico, mentre la stenosi mitralica da lie …

Informazioni mediche ? MediExplorer.it, un database per i Medici

 

Associazione tra scompenso cardiaco e demenza

L’insufficienza cardiaca e la demenza spesso coesistono, ma poco si conosce riguardo ai legami esistenti tra queste condizioni patologiche e la prognosi. Gli obiettivi di uno studio sono stati: (i) descrivere i pazienti con insufficienza … Leggi

La parodontite è correlata a elevato rischio di primo infarto miocardico

Uno studio caso-controllo di grandi dimensioni ha mostrato che i pazienti che hanno avuto un primo infarto miocardico avevano una maggiore probabilità di soffrire di parodontite. Dallo studio PAROKRANK ( Periodontitis and Its Relation to Coronary … Leggi

Tumori Newsletter by Xagena

OncoBase.it
ALERT Oncologia !
FDA: Breakthrough Therapy / Carcinoma uroteliale avanzato
 –

Opdivo ha ricevuto la designazione di terapia fortemente innovativa da parte della FDA per il carcinoma uroteliale in fase avanzata

L’FDA ( Food and Drug Administration ) ha concesso la designazione di Breakthrough Therapy ( terapia fortemente innovativa ) ad Opdivo ( Nivolumab ) per la potenziale indicazione di carcinoma urotelia …

Immunoterapia oncologica – Reazioni avverse – Polmonite

L’incidenza della polmonite correlata agli inibitori PD-1 più alta nel carcinoma del polmone non-a-piccole cellule e nel carcinoma a cellule renali, rispetto al melanoma

Da una meta-analisi è emerso che la polmonite correlata agli inibitori di PD-1 si è verificata più frequentemente tra i pazienti con tumore del polmone non-a-piccole cellule o con carcinoma renale. …

News

Agopuntura come approccio integrato per il trattamento delle vampate di calore nelle donne con tumore alla mammella

Si è determinata l’efficacia dell’agopuntura per la gestione delle vampate di calore nelle donne con cancro al seno. È stato condotto uno studio randomizzato e controllato di confronto tra l’agopunt …

Combinazione di Talimogene laherparepvec e Ipilimumab nei pazienti con melanoma in fase avanzata

Uno studio clinico ha trovato che la combinazione di Talimogene laherparepvec ( T-VEC ) e Ipilimumab ( Yervoy ) si risultata sicura e efficace nei pazienti con melanoma in fase avanzata non-operabile …

Pazopanib associato a Paclitaxel può aumentare la sopravvivenza nel carcinoma uroteliale refrattario

Uno studio di fase 2 ha mostrato che la combinazione di Pazopanib ( Votrient ) e Paclitaxel hanno indotto tassi di risposta più elevati e hanno esteso la sopravvivenza rispetto ad altri regimi di sec …

Prevenzione Oncologica

Altri otto tipi di cancro associati a eccesso di grasso corporeo

Un Working Group dell’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro ( IARC ) dell’OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità ) ha individuato altri otto tipi di tumori associati a eccesso di grasso …

 Informazioni mediche ? MediExplorer.it, un database per i Medici

Tumore alla mammella metastatico HR+: linee guida ASCO sulla terapia endocrina

L’American Society of Clinical Oncology ( ASCO ) ha pubblicato le nuove lineeguida sulla terapia endocrina nelle donne con carcinoma mammario metastatico positivo ai recettori ormonali ( HR+ ). Le raccomandazioni sottolineano che la terapia … Leggi

Afatinib versus Gefitinib come trattamento di prima linea dei pazienti con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule positivo alla mutazione EGFR

Il bloccante irreversibile della famiglia ErbB Afatinib ( Giotrif ) e l’inibitore reversibile della tirosin-chinasi di EGFR Gefitinib ( Iressa ) sono approvati per il trattamento di prima linea del carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC … Leggi

Pembrolizumab per il cancro gastrico avanzato PD-L1-positivo

L’espressione di PD-L1 ha dimostrato di essere up-regolata in alcuni pazienti con tumore gastrico. Come parte dello studio di fase 1b KEYNOTE-012, sono state valutate la sicurezza e l’attività dell’anticorpo anti-PD-1 Pembrolizumab ( Keytruda ) … Leggi

Carcinoma uroteliale metastatico refrattario: maggiore efficacia dell’anti-PD-L1 Avelumab nei pazienti PD-L1-positivi

Uno studio di fase Ib ha mostrato che l’anticorpo monoclonale anti-PD-L1 Avelumab possiede attività antitumorale con un profilo di sicurezza accettabile nei pazienti con carcinoma uroteliale metastatico refrattario alla terapia standard. Le … Leggi

Medicinali Newsletter by Xagena

Farmaci.net
ALERT Farmaci !
 –
Top News
 –

A) Mieloma multiplo

Daratumumab associato a Bortezomib e a Desametasone: nuovo standard di cura nel mieloma multiplo

Un regime costituito da tre farmaci comprendente Daratumumab ( Darzalex ) può rappresentare un nuovo standard di cura nel mieloma multiplo recidivato. Sono stati presentati i risultati dello studio …

B) Diabete & Malattia cardiovascolare

Empagliflozin riduce il rischio di nefropatia nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 e accertata malattia cardiovascolare

Nuovi dati hanno mostrato che Empagliflozin ( Jardiance ) riduce il rischio di insorgenza o peggioramento della nefropatia del 39% rispetto a placebo, quando aggiunto allo standard di cura, nelle pers …

C) Aspirina dopo TIA o ictus minore

L’Aspirina assunta subito dopo un TIA riduce il rischio di ictus grave

La terapia immediata con Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) dopo un TIA ( attacco ischemico transitorio ) riduce il rischio di recidiva precoce. Il rischio di una forma grave di ictus è molto alto …

D) Tumore del polmone B con mutazioni BRAF

Risultati promettenti per Dabrafenib più Trametinib nel tumore del polmone non-a-piccole cellule con mutazione BRAF V600E

I risultati di uno studio di fase 2 hanno mostrato che il trattamento combinato con Dabrafenib ( Tafinlar ) e Trametinib ( Mekinist ) produce attività antitumorale marcata, e risulta tollerabile e sic …

E) Scompenso cardiaco & Riduzione della riospedalizzazione a 30 giorni

L’associazione Sacubitril e Valsartan riduce i tassi di riammissione per tutte le cause a 30 giorni dopo ospedalizzazione per insufficienza cardiaca

L’obiettivo di uno studio è stato quello di verificare se il trattamento con Entresto ( LCZ696; Sacubitril e Valsartan ) fosse in grado di ridurre i tassi di ricovero ripetuto a 30 giorni dopo l’osped …

F) Nuovi farmaci per il trattamento della cefalea

Sicurezza ed efficacia di AMG 334 per la prevenzione della emicrania episodica

Il pathway del peptide correlato al gene della calcitonina ( CGRP ) è un promettente bersaglio per le terapie preventive nei pazienti con emicrania. E’ stata valutata la sicurezza e l’efficacia di A ..

Informazioni mediche ? MediExplorer.it, un database per i Medici

L’assunzione quotidiana di Aspirina non riesce a prevenire infarto, ictus negli anziani senza malattia cardiaca

Uno studio clinico di ampie dimensioni, effettuato in Giappone, non ha evidenziato nell’arco di 5 anni alcuna associazione tra l’assunzione una volta al giorno, di Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) a basso dosaggio e il rischio di infarto, … Leggi

La terapia con Niacina è associata ad un moderato aumento del rischio di sviluppare diabete mellito

Studi precedenti avevano mostrato che il trattamento con Niacina aumentava i livelli di glicemia nei pazienti con diabete mellito. E’stata effettuata una meta-analisi di dati pubblicati e non-pubbli …

Efficacia di Liraglutide per la perdita di peso nei pazienti con diabete mellito di tipo 2

Una perdita di peso del 5% fino al 10% è in grado di migliorare il diabete di tipo 2 e le patologie concomitanti correlate. Attualmente sono disponibili pochi farmaci sicuri ed efficaci per la gestione del peso. E’ stata valutata … Leggi 

Donne con malattia di Alzheimer: il Raloxifene non sembra esercitare alcun effetto benefico sulla capacità cognitiva

Uno studio ha verificato se il Raloxifene ( Evista ), un modulatore selettivo del recettore degli estrogeni, migliora la funzione cognitiva rispetto al placebo nelle donne con malattia di Alzheimer. Inoltre, si è cercato di fornire una stima … Leggi

Medicina Notizie by Xagena

Farmaci Newsletter

Farmaci.net
ALERT Farmaci !
Top News / EMA: Non c’è evidenza che gli Acidi grassi Omega-3 siano in grado di prevenire gli eventi cardiovascolari

EMA: i farmaci a base di Acidi grassi Omega-3 non sono più considerati efficaci nella prevenzione delle malattie cardiache

L’EMA ( Agenzia europea per i medicinali ) ha concluso che i medicinali a base di Acidi grassi Omega-3 non sono efficaci nella prevenzione cardiovascolare nei pazienti che hanno presentato un infarto …

Le Nuove Frontiere dell’Oncologia

Tumore neuroendocrino del pancreas: l’antidiabetico Metformina riduce significativamente il rischio di progressione tumorale

Uno studio, coordinato dall’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano ( Sara Pusceddu ) e pubblicato sulla rivista Gastroenterology, ha mostrato che il farmaco per il diabete Metformina riduce in modo s …

Le terapie mirate migliorano la sopravvivenza in alcuni tumori

Oggi il 54% degli uomini e il 63% delle donne colpiti da tumore sconfiggono la malattia. In un ventennio ( 1990-2009 ) la sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi è aumentata rispettivamente del 15% …

Nivolumab, un anticorpo anti-PD-1, nel trattamento del tumore squamoso del testa-collo in progressione durante o dopo terapia a base di Platino

Nivolumab ( Opdivo ) è il primo farmaco anti-PD-1 approvato in Italia per il trattamento del carcinoma squamoso del testa-collo negli adulti in progressione durante o dopo terapia a base di Platino, e …

Midostaurina nel trattamento della leucemia mieloide acuta Flt3 mutata

Il trattamento con Midostaurina apporta benefici significativi in termini di sopravvivenza complessiva, nei malati di leucemia mieloide acuta Flt3 mutata, con un miglioramento della durata di vita da …

Cardiologia

Cangrelor, un antiaggregante per via endovenosa, riduce gli eventi trombotici nei pazienti con cardiopatia ischemica sottoposti ad angioplastica coronarica

Cangrelor ( Kengrexal ), un antiaggregante per via iniettiva, ha dimostrato di ridurre gli eventi trombotici, rispetto alla terapia orale standard, nei pazienti con cardiopatia ischemica sottoposti ad …

Dermatite atopica

Nemolizumab efficace nella dermatite atopica moderata e grave non adeguatamente controllata con terapia topica

Per i pazienti con dermatite atopica da moderata a grave non adeguatamente controllata con agenti topici, Nemolizumab, un anticorpo monoclonale umanizzato anti recettore A della interleuchina 31 ( IL- …

Diabete mellito 

Dapagliflozin abbassa i tassi di ospedalizzazione per insufficienza cardiaca nei pazienti ad alto rischio affetti da diabete mellito di tipo 2

Dapagliflozin ( Forxiga ) somministrato una volta al giorno a una singola dose da 10 mg, non è risultato associato a una maggiore o minore frequenza di eventi avversi cardiovascolari maggiori ( MACE ) …

Controversie

Inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina e rischio di cancro ai polmoni

Lo scopo di uno studio di coorte basato sulla popolazione è stato quello di determinare se l’uso di inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina ( ACEI ), confrontato con l’uso di bloccanti …

Farmacovigilanza

Fluorochinoloni associati a rischio cardiovascolare

Diversi antibiotici fluorochinolonici sono stati associati a relazioni avverse cardiache, portando al ritiro di alcuni di questi farmaci dal mercato. Effetti collaterali cardiaci come prolungamento d …

FarmaExplorer

Efficacia e sicurezza di Guselkumab nei pazienti con artrite psoriasica attiva

Guselkumab ( Tremfya ), un anticorpo monoclonale umano che si lega alla subunità p19 dell’interleuchina 23, è stato approvato per…

Eptinezumab può fornire una riduzione rapida ed efficace dei giorni di emicrania mensili

Eptinezumab può essere una opzione rapida ed efficace per la prevenzione dell’emicrania cronica, secondo i risultati dello studio PROMISE-2. Eptinezumab,…

Sicurezza ed efficacia di Upadacitinib in pazienti con artrite reumatoide e risposta inadeguata ai farmaci antireumatici modificanti la malattia convenzionali sintetici: studio SELECT-NEXT

Upadacitinib è un inibitore selettivo della Janus chinasi 1 ed è risultato efficace negli studi di fase 2 in pazienti…

Cardiologia Newsletter

Cardiologia.net
ALERT Cardiologia !
Top News / Terapia ormonale sostitutiva & Rischio cardiovascolare

Più alto rischio di tromboembolismo venoso con la terapia sostitutiva ormonale orale rispetto a quella transdermica

I preparati orali della terapia ormonale sostitutiva ( HRT ) per il trattamento dei sintomi della menopausa sono associati a un maggior rischio di tromboembolismo venoso ( TEV ) rispetto alla terapia …

Fibrillazione atriale

L’ablazione della fibrillazione atriale riduce le ospedalizzazioni

Tra i pazienti sottoposti ad ablazione transcatetere per fibrillazione atriale, i ricoveri per cause cardiovascolari sono risultati meno frequenti nell’anno successivo alla procedura rispetto all’anno …

Infarto miocardico

Defibrillatore cardioverter indossabile dopo infarto miocardico

Nonostante l’alto tasso di morte improvvisa dopo infarto miocardico tra i pazienti con una bassa frazione di eiezione, i defibrillatori cardioverter impiantabili ( ICD ) sono controindicati fino a 40- …

Sindromi coronariche acute

Cangrelor nei pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo

Da una meta-analisi è emerso che i potenziali candidati per il trattamento con Cangrelor ( Kengrexal ) includono pazienti sottoposti a intervento coronarico percutaneo ( PCI ) emergente o urgente che …

FOCUS: Farmaci & Rischi cardiovascolari

Pannel dell’ FDA: i benefici di Febuxostat superano i rischi cardiovascolare nei pazienti con gotta che non tollerano l’Allopurinolo

Un Panel congiunto dell’FDA ( Food and Drug Administration ), Arthritis Advisory Committee e Drug Safety and Risk Management Advisory Committee, ha votato 19 a 2, con una astensione, sull’esistenza di …

FarmaExplorer

Rivaroxaban può ridurre il rischio tromboembolico nei pazienti con scompenso cardiaco

Rivaroxaban ( Xarelto ) a basso dosaggio aggiunto alla terapia antipiastrinica è risultato associato a un ridotto rischio di eventi…

Canakinumab riduce le ospedalizzazioni per insufficienza cardiaca nei pazienti con un precedente infarto miocardico: beneficio dose-dipendente

Il trattamento con Canakinumab, un anticorpo monoclonale diretto contro l’interleuchina-1beta [ IL-1beta ] ), dei pazienti con un precedente infarto…

Farmaci antibatterici: rischio di aritmie potenzialmente fatali con Azitromicina

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha avvertito gli operatori sanitari e il pubblico che il farmaco antibiotico…

1 2 3 46