Cancro al Seno News by Xagena – Phesgo

OncoGinecologia

Phesgo a base di Pertuzumab / Trastuzumab / Ialuronidasi, per le persone con carcinoma mammario HER2-positivo

La Commissione Europea ha approvato Phesgo, una combinazione a dose fissa di Perjeta e Herceptin con Ialuronidasi, somministrata mediante iniezione sottocutanea per il trattamento del carcinoma mammario HER2-positivo precoce e metastatico.

Phesgo permette di ridurre in modo significativo il tempo che le persone trascorrono a ricevere la terapia standard di cura a base di Perjeta ( Pertuzumab ) ed Herceptin ( Trastuzumab ), contribuendo a ridurre al minimo l’impatto del trattamento sulla loro vita quotidiana.

Phesgo è disponibile come flaconcino monodose per iniezione sottocutanea e consente un trattamento più rapido di oltre il 90% rispetto alla somministrazione endovenosa della terapia standard con Perjeta ed Herceptin.
La somministrazione sottocutanea di Phesgo richiede circa otto minuti per la dose di carico iniziale e circa cinque minuti per ogni successiva dose di mantenimento. Questo valore viene confrontato con circa 150 minuti per l’infusione di una dose di carico di Perjeta ed Herceptin utilizzando le formulazioni per via endovenosa standard e tra 60 e 150 minuti per le successive infusioni di mantenimento dei due medicinali CONTINUA: https://www.medicinanews.it/articolo/phesgo-a-base-di-pertuzumab-trastuzumab-ialuronidasi-per-le-persone-con-carcinoma-mammario-her2-positivo

News di OncoGinecologia

Efficacia di Olaparib come mantenimento per il tumore ovarico avanzato di nuova diagnosi con mutazione BRCA: studio SOLO1

Nello studio SOLO1, Olaparib ( Lynparza ) come terapia di mantenimento ( 300 mg due volte al giorno ) ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) per le pazienti c …


 

Trastuzumab emtansine mostra efficacia nel carcinoma mammario metastatico HER2-positivo con metastasi cerebrali

Secondo una analisi esplorativa dello studio KAMILLA, Trastuzumab emtansine ( Kadcyla; T-DMI ) ha indotto una attività antitumorale clinicamente significativa tra i pazienti con carcinoma mammario met …


 

Studio SOLAR-1: beneficio della combinazione Alpelisib e Fulvestrant nel carcinoma mammario HR+/HER2- con mutazione nel gene PIK3CA

Nello studio SOLAR-1 le pazienti in postmenopausa con carcinoma mammario avanzato PIK3CA-mutato, recettore ormonale positivo ( HR+ ), HER2 negativo, hanno presentato una sopravvivenza globale ( OS ) p …


 

Chemioterapia settimanale a base di Platino rispetto alla chemioterapia a base di Platino trisettimanale per tumore ovarico di nuova diagnosi: studio ICON8

Lo studio ICON8 non ha riportato alcun miglioramento significativo della sopravvivenza libera da progressione, un endpoint primario, con la chemioterapia settimanale rispetto al trattamento standard t …


 

Letrozolo preoperatorio per carcinoma duttale postmenopausale positivo al recettore degli estrogeni in situ: studio Alliance

La terapia endocrina primaria per il carcinoma duttale in situ ( DCIS ) come potenziale alternativa alla chirurgia è stata sottovalutata. È stata esaminata la fattibilità di un ciclo a breve termine …


 

Attività antitumorale e sicurezza di Trastuzumab deruxtecan per tumore mammario avanzato a bassa espressione di HER2

Trastuzumab deruxtecan ( T-DXd, Enhertu ) è un nuovo coniugato anticorpo-farmaco ( ADC ) mirato al recettore del fattore di crescita epidermico umano 2 ( HER2 ) con un payload inibitore della topoisom …


 

Bevacizumab e combinazioni a base di Platino per tumore ovarico ricorrente

La terapia attuale per il tumore ovarico ricorrente adatto a un ritrattamento a base di Platino comprende combinazioni contenenti Bevacizumab ( Avastin ) ( Bevacizumab combinato con Carboplatino – Pac …


 

Rucaparib per il carcinoma ovarico ricorrente sensibile al Platino: studio ARIEL3

Nello studio ARIEL3, il trattamento di mantenimento con Rucaparib ( Rubraca ) ha migliorato significativamente la sopravvivenza libera da progressione rispetto al placebo. Sono stati riportati endpoi …


 

Anastrozolo per la prevenzione del tumore al seno: studio IBIS-II

Due grandi studi clinici hanno mostrato un tasso ridotto di sviluppo del tumore mammario in donne ad alto rischio nei primi 5 anni di follow-up dopo l’uso di inibitori dell’aromatasi: MAP.3 e Internat …


 

Olaparib versus chemioterapia non-Platino nei pazienti con tumore ovarico recidivante sensibile al Platino e una mutazione della linea germinale BRCA1/2: studio SOLO3

Uno studio di fase II ha mostrato l’attività delle capsule di Olaparib ( Lynparza ) versus Doxorubicina liposomiale pegilata nei pazienti con tumore all’ovaio recidivato, resistente al Platino o parzi …


 

Aggiunta della soppressione ovarica a Tamoxifene per tumore al seno in premenopausa

L’aggiunta della soppressione della funzione ovarica ( OFS ) per 5 anni al Tamoxifene per il trattamento dei pazienti in premenopausa con tumore mammario dopo il completamento della chemioterapia ha e …


 

Pertuzumab, Trastuzumab e Docetaxel per il tumore mammario metastatico HER2 positivo: studio CLEOPATRA

CLEOPATRA è stato uno studio di fase 3 che ha confrontato l’efficacia e la sicurezza di Pertuzumab ( Perjeta ), Trastuzumab ( Herceptin ) e Docetaxel con placebo, Trastuzumab e Docetaxel in pazienti c …


 

Trattamento con inibitore di CDK4/6 per tumore alla mammella HR-positivo, HER2-negativo, avanzato o metastatico

Gli inibitori della chinasi ciclina-dipendenti ( CDKI ) 4/6 sono indicati con la terapia endocrina come trattamento di prima linea o di seconda linea per il tumore mammario positivo al recettore ormon …


 

Dostarlimab, un anticorpo anti PD-1, nelle donne con tumore dell’endometrio ricorrente o avanzato, con deficit della riparazione MMR del DNA

Dall’ analisi aggiornata dello studio di fase 1 GARNET è emersa un’attività clinica promettente dell’inibitore PD-1, Dostarlimab, con risultati clinicamente significativi, in donne con carcinoma endom …


 

Capecitabina adiuvante dopo chemioterapia neo- / adiuvante standard nei pazienti con tumore mammario triplo negativo in fase precoce

I tumori mammari tripli negativi ( TNBC ) operabili hanno un rischio più elevato di recidiva rispetto ai tumori non-TNBC con terapia standard. Lo studio GEICAM / 2003-11_CIBOMA / 2004-01 ha esaminat …

 

Tumori Newsletter by Xagena

OncologiaMedica.net

ALERT Oncologia !

 –

Focus – Medicina di Precisione in Oncologia: Carcinoma renale

RESORT è il primo studio indipendente al mondo che ha fornito informazioni sull’approccio multidisciplinare integrato ( chirurgia più terapia farmacologica ) nella fase avanzata del carcinoma renale.  E’ stato presentato al Congresso dell’American Society of Clinical Oncology ( ASCO ) ed è uno studio tutto italiano coordinato da Giuseppe Procopio, responsabile dell’Oncologia Medica genitourinaria dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano.  L’obiettivo dello studio era quello di verificare se una terapia integrata potesse offrire vantaggi concreti ai pazienti favorendo la guarigione ed evitando un eccesso di trattamenti.

Congresso ASCO – Trattamento personalizzato per il tumore del rene in fase avanzata

Lo studio di fase II, RESORT, ha coinvolto 76 pazienti, arruolati da 12 Centri italiani, con carcinoma renale in fase avanzata precedentemente sottoposti a nefrectomia. Questi pazienti presentavano no …

Carcinoma al polmone

Pembrolizumab più chemioterapia come nuovo standard di prima linea nel tumore al polmone non-a-piccole cellule squamoso

L’aggiunta di Pembrolizumab ( Keytruda ) al trattamento di prima linea Carboplatino / Paclitaxel o Nab-Paclitaxel ( Abraxane ) ha ridotto il rischio di morte del 36% rispetto alla sola chemioterapia n …

Nivolumab più Ipilimumab a basso dosaggio mostra risposte durature nel tumore al polmone non-a-piccole cellule PD-L1-negativo a TMB-alto

La combinazione di Nivolumab ( Opdivo ) e Ipilimumab ( Yervoy ) a basso dosaggio ha ridotto il rischio di progressione o morte del 52% rispetto alla chemioterapia standard con Platino doppietto per i …

Persistenza del beneficio di Alectinib come prima linea, rispetto a Crizotinib, nel tumore del polmone ALK-positivo

Alectinib ( Alecensa ) ha significativamente prolungato la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) rispetto a Crizotinib ( Xalkori ) come trattamento di prima linea per i pazienti con tumore polm …

Carcinoma alla prostata 

La combinazione di Olaparib e di Abiraterone migliora la sopravvivenza libera da progressione nel carcinoma alla prostata resistente alla castrazione metastatico

I dati di uno studio di fase II ha mostrato che l’aggiunta dell’inibitore PARP Olaparib ( Lynparza ) all’antiandrogeno Abiraterone acetato ( Zytiga ) ha ridotto il rischio di progressione della malatt …

Carcinoma al rene

Congresso ASCO – Carcinoma renale a cellule chiare: il tasso di risposta globale è stato pari al 38.2% con Pembrolizumab in monoterapia in prima linea

I risultati di una analisi ad interim dalla Coorte A dello studio di fase II KEYNOTE-427 su 110 pazienti, che ha valutato Pembrolizumab ( Keytruda ), un inibitore del checkpoint immunitario PD-1, nel …

Carcinoma uroteliale

Studio PURE-01: Pembrolizumab neoadiuvante induce una risposta patologica nel carcinoma uroteliale della vescica

Pembrolizumab ( Keytruda ) neoadiuvante ha indotto risposte patologiche complete in quasi il 40% dei pazienti con carcinoma uroteliale della vescica, secondo i risultati intermedi dello studio PURE-01 …

Approvazione nell’Unione Europea

Tagrisso per il trattamento di prima linea del carcinoma polmonare non-a-piccole cellule con mutazione di EGFR, approvato nell’Unione europea

La Commissione europea ha concesso l’autorizzazione alla commercializzazione di Tagrisso ( Osimertinib ), un inibitore irreversibile di terza generazione della tirosin-chinasi di EGFR ( EGFR-TKI ), i …

OncoBase.it

Nivolumab in pazienti con cancro gastrico o della giunzione gastroesofagea refrattario avanzato, o intolleranti almeno due precedenti regimi chemioterapici

I pazienti con forma avanzata di tumore gastrico o della giunzione gastroesofagea refrattario o intollerante a due o più regimi…

Olaparib per il tumore mammario metastatico nelle pazienti con mutazione BRCA della linea germinale

Olaparib ( Lynparza ) è un inibitore orale della poli-adenosina difosfato-ribosio polimerasi ( PARP ) che ha promettente attività antitumorale…

Ribociclib è efficace come terapia di prima linea nel carcinoma mammario avanzato HR-positivo

Nelle pazienti che hanno subito un trattamento sistemico iniziale per il cancro al seno HR-positivo e HER2-negativo, avanzato, la durata…

Oncologia Update: Aggiornamenti Oncologici by Xagena

OncologiaMedica.net

Oncologia Update !

 

Top News / Melanoma

Melanoma: l’inibizione di BRAF/MEK associata a rischio cardiovascolare

Una meta-analisi ha mostrato che la doppia terapia di inibizione BRAF e MEK per il melanoma può comportare alcuni danni cardiovascolari. In cinque studi randomizzati per un totale di 2.317 pazienti …

Tumore alla vescica

La combinazione di Atezolizumab e chemioterapia prolunga la sopravvivenza libera da progressione nel carcinoma della vescica in fase avanzata

L’aggiunta di Atezolizumab ( Tecentriq ) alla chemioterapia a base di Platino ha esteso la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) tra i pazienti con carcinoma avanzato della vescica precedenteme …

Carcinoma alla prostata

Olaparib estende la sopravvivenza libera da progressione radiografica per alcuni uomini con carcinoma alla prostata

Olaparib ha significativamente esteso la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ) radiografica rispetto al trattamento standard di cura in un sottogruppo specifico di uomini con carcinoma prostati …

Tumori cerebrali

L’immunoterapia neoadiuvante produce benefici relativi alla sopravvivenza globale nel glioblastoma

I risultati di uno studio randomizzato di fase I hanno mostrato che i pazienti con glioblastoma recidivato trattati con Pembrolizumab ( Keytruda ) prima e dopo l’intervento chirurgico hanno ottenuto u …

Tumori testa-collo

Sicurezza ed efficacia di Durvalumab con o senza Tremelimumab nei pazienti con carcinoma a cellule squamose della testa e del collo recidivante o metastatico PD-L1 basso / negativo: studio CONDOR

Il doppio blocco del ligando 1 di morte cellulare programmata ( PD-L1 ) e della proteina 4 associata ai linfociti T citotossici ( CTLA-4 ) può superare l’inibizione del checkpoint immunitario. Non è …

Farmaci antitumorali agnostici ai tessuti

Rozlytrek per i pazienti affetti da tumori con fusione del gene NTRK e per i pazienti con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ROS1-positivo, approvato dalla FDA

La FDA ( US Food and Drug Administration ) ha concesso un’approvazione accelerata a Rozlytrek ( Entrectinib ), un trattamento per i pazienti adulti e adolescenti i cui tumori hanno un difetto genetico …

 

 

FarmaExplorer

 

Pembrolizumab versus chemioterapia per tumore al polmone non-a-piccole cellule precedentemente non-trattato, con espressione di PD-L1, localmente avanzato o metastatico: studio KEYNOTE-042

La monoterapia con Pembrolizumab ( Keytruda ) di prima linea migliora la sopravvivenza generale e libera da progressione nei pazienti…

Pertuzumab più Trastuzumab per il tumore del colon-retto metastatico con amplificazione di HER2: studio MyPathway

Le terapie che hanno come target HER2 hanno migliorato gli esiti clinici nei carcinomi mammari e gastrici HER2-positivi e stanno…

Alpelisib più Fulvestrant nel tumore alla mammella PIK3CA-alterato e PIK3CA-wild-type positivo al recettore degli estrogeni, in fase avanzato

La via della fosfatidilinositolo 3-chinasi ( PI3K ) è spesso attivata nei pazienti con tumore mammario positivo al recettore dell’estrogeno…

Axitinib associato a Pembrolizumab promettente nel tumore al rene in stadio avanzato

Uno studio in fase 1b in corso ha mostrato che la terapia di associazione con Axitinib più Pembrolizumab è risultata…

Tumori Newsletter

OncologiaMedica.net
ALERT Oncologia !
Top News OncoPneumologia

Carcinoma polmonare non-a-piccole cellule in stadio III non-resecabile: Durvalumab migliora la sopravvivenza globale nello studio PACIFIC

Sono stati annunciati i risultati di sopravvivenza globale ( OS ) di PACIFIC, uno studio di fase III, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo e multicentrico di Durvalumab ( Imfinzi ) …

Trattamento di prima linea del carcinoma polmonare non-a-piccole cellule squamoso nello studio KEYNOTE-407: Pembrolizumab ha migliorato la sopravvivenza globale e la sopravvivenza libera da progressione

Lo studio pivotale di fase 3 KEYNOTE-407 che ha studiato Pembrolizumab ( Keytruda ), una terapia anti-PD-1, in associazione con Carboplatino – Paclitaxel o nab-Paclitaxel, come trattamento di prima li …

News

Una dieta a basso contenuto di grassi migliora la sopravvivenza nelle donne con cancro al seno

Una analisi secondaria di uno studio randomizzato ha evidenziato che le donne con diagnosi di tumore alla mammella che hanno assunto una dieta a basso contenuto di grassi hanno presentato una sopravvi …

Fumare durante il trattamento del cancro alla prostata aumenta il rischio di metastasi e mortalità

I pazienti che hanno fumato durante il trattamento per carcinoma prostatico localizzato hanno presentato un aumento del rischio di recidiva biochimica, metastasi e morte specifica per cancro. Il fu …

OncoExpert

Immunoterapia: Carcinoma polmonare non a piccole cellule, trattamento di seconda linea

Speaker: Diego Cortinovis – Direttore della Lung Unit – Ospedale S.Gerardo Monza

FarmaExplorer.it: Farmaci

 

Atezolizumab nel carcinoma uroteliale metastatico o localmente avanzato

Il Comitato scientifico ( CHMP ) dell’EMA ( European Medicines Agency ) ha espresso parere favorevole per l’uso di Atezolizumab…

Pembrolizumab per cancro alla testa e al collo refrattario a Platino e Cetuximab

Non ci sono trattamenti approvati per il carcinoma a cellule squamose ricorrente / metastatico di testa e collo refrattario a…

Aspirina e altri farmaci anti-infiammatori non-steroidei nei pazienti con tumore del colon-retto in relazione ai marcatori tumorali e alla sopravvivenza

L’uso regolare dell’Aspirina ( Acido Acetilsalicilico ) è associato a una sopravvivenza migliore per i pazienti con tumore del colon-retto….

Oncologia Newsletter

OncologiaOnline.net
ALERT Oncologia !
Novità dall’ESMO Congress
Carcinoma all’ovaio

Durvalumab, un inibitore PD-L1, e Olaparib, un inibitore PARP, nel carcinoma ovarico ricorrente

L’inibitore di PARP, Olaparib ( Lynparza ) ha mostrato attività clinica in sottogruppi di pazienti con recidiva di carcinoma all’ovaio. I ricercatori hanno ipotizzato un aumento del danno al DNA da p …

Carcinoma renale

JAVELIN Renal 101: Avelumab più Axitinib versus Sunitinib come trattamento di prima linea del carcinoma a cellule renali avanzato

In uno studio di fase 1b, Avelumab ( Bavencio ) più Axitinib ( Inlyta ) come prima linea aveva dimostrato una incoraggiante attività antitumorale nei pazienti con carcinoma a cellule renali in fase av …

Melanoma

Melanoma in fase avanzata: la combinazione di Nivolumab e Ipilimumab ha mostrato benefici duraturi di sopravvivenza a 4 anni

I risultati a quattro anni dello studio clinico di fase III CheckMate -067 hanno mostrato un beneficio di sopravvivenza durevole e a lungo termine con la combinazione di Nivolumab ( Nivolumab ) e Ipil …

Tumore alla prostata

Enzalutamide prolunga il controllo dei sintomi urinari e intestinali negli uomini con carcinoma alla prostata resistente alla castrazione non-metastatico

Lo studio PROSPER ha mostrato un miglioramento clinicamente e statisticamente significativo nella sopravvivenza libera da metastasi ( hazard ratio, HR = 0.292 [ IC 95% 0.241, 0.352 ], p inferiore a 0. …

Focus: Combinazione inibitore VEGF & Inibitori PD-1

Tivozanib in combinazione con Nivolumab nel carcinoma a cellule renali: risultati ad interim della fase 2 dello studio TiNivo

I risultati intermedi aggiornati della fase 2 di TiNivo, uno studio multicentrico di fase 1b/2 riguardante Tivozanib orale ( Fotivda ) in combinazione con Nivolumab ( Opdivo ), un inibitore del checkp …

Focus: Malattia iperprogressiva & Inibitori PD-1 / PD-L1

Gestione della malattia iperprogressiva nel carcinoma polmonare trattato con Nivolumab

Un’analisi retrospettiva di una serie di casi ha descritto le strategie di gestione dei pazienti con carcinoma al polmone non-a-piccole cellule ( NSCLC ) che hanno presentato una malattia iperprogress …

JAMA Oncology

Carcinoma a cellule squamose del testa-collo recidivato o metastatico: Durvalumab con o senza Tremelimumab ha mostrato attività clinica in uno studio di fase 2

Durvalumab con o senza Tremelimumab è considerato sicuro ed efficace nei pazienti con carcinoma a cellule squamose del testa-collo recidivato o metastatico. In uno studio di fase 2, multicentrico, … 

Approvazioni dell’FDA – Food and Drug Administration

Vizimpro per il trattamento di prima linea dei pazienti con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule metastatico con mutazione di EGFR, approvato dalla FDA

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Vizimpro ( Dacomitinib ), un inibitore della chinasi per il trattamento di prima linea dei pazienti con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ( …

Lorbrena per il carcinoma polmonare non-a-piccole cellule metastatico ALK-positivo precedentemente trattato, approvato dalla FDA

La FDA ( Food and Drug Administration ) ha approvato Lorbrena ( Lorlatinib ), un inibitore della tirosin-chinasi ( TKI ) di ALK, di terza generazione per i pazienti con carcinoma al polmone non-a-picc …

News

Studio PURE-01: Pembrolizumab neoadiuvante induce una risposta patologica nel carcinoma uroteliale della vescica

Pembrolizumab ( Keytruda ) neoadiuvante ha indotto risposte patologiche complete in quasi il 40% dei pazienti con carcinoma uroteliale della…

Efficacia e sicurezza di Durvalumab nel carcinoma uroteliale localmente avanzato o metastatico

I dati illustrati di seguito sono stati accettati per la valutazione da parte della FDA ( US Food and Drug…

Lorlatinib mostra attività antitumorale nel carcinoma polmonare non-a-piccole cellule positivo per ALK

Lorlatinib ha mostrato attività antitumorale tra i pazienti con carcinoma polmonare non-a-piccole cellule ( NSCLC ) e mutazioni del dominio…

Tumori: Informazioni Oncologiche tratte dalle principali Riviste Internazionali by Xagena

 

Bevacizumab – OncologiaMedica.net

https://www.oncologiamedica.net/…/bevacizumab-in-combinazione-con-chemioterapi…

Bevacizumab in combinazione con chemioterapia come terapia di prima linea nel carcinoma gastrico avanzato: valutazione dei biomarcatori. Lo studio AVAGAST ha mostrato che l’aggiunta di Bevacizumab ( Avastin ) alla chemioterapia nei pazienti con tumore gastrico in stadio avanzato migliora la sopravvivenza libera da …

PARP – OncologiaMedica.net

https://www.oncologiamedica.net/…/talazoparib-un-inibitore-parp-dimostra-un-potenz…

Talazoparib, un inibitore PARP dimostra un potenziale nel cancro al seno BRCA+. Uno studio internazionale di fase III, in aperto, ha mostrato che Talazoparib, un inibitore poli-ADP-ribosio polimerasi ( PARP ), di estendere la sopravvivenza libera da progressione ( PFS ), rispetto alla chemioterapia standard, nelle donne …

Pembrolizumab – OncologiaMedica.net

https://www.oncologiamedica.net/…/pembrolizumab-per-il-trattamento-del-cancro-del…

Pembrolizumab per il trattamento del cancro del polmone non-a-piccole cellule. E’ stata valutata l’efficacia e la sicurezza della inibizione della morte cellulare programmata 1 ( PD-1 ) con Pembrolizumab ( Keytruda ) nei pazienti con cancro del polmone non-a-piccole cellule avanzato arruolati in uno studio di fase 1.

Cancro alla mammella – OncologiaMedica.net

https://www.oncologiamedica.net/…/cancro-alla-mammella-ai-primi-stadi-in-donne-pr…

Cancro alla mammella ai primi stadi in donne precedentemente trattate per depressione: minore sopravvivenza. Uno studio di coorte basato su registri ha determinato se le donne trattate per depressione prima di un tumore al seno primario in stadio precoce siano ad aumentato rischio di ricevere un trattamento che non è …

Sorafenib – OncologiaMedica.net

https://www.oncologiamedica.net/…/efficacia-e-sicurezza-della-radioterapia-interna-sel…

Efficacia e sicurezza della radioterapia interna selettiva con microsfere in resina con Ittrio-90 rispetto a Sorafenib nel carcinoma epatocellulare localmente avanzato inoperabile. Sorafenib ( Nexavar ) è il trattamento raccomandato per i pazienti con carcinoma epatocellulare avanzato. Sono state confrontate l’efficacia e la …

Everolimus – OncologiaMedica.net

https://www.oncologiamedica.net/…/everolimus-nel-trattamento-del-tumore-gastrico-…

Everolimus nel trattamento del tumore gastrico metastatico precedentemente trattato. Everolimus ( Afinitor ), un inibitore orale del bersaglio della rapamicina nei mammiferi, ha mostrato attività anti-tumorale nel tumore gastrico in studi preclinici e di fase I. In uno studio di fase II sono state valutate l’efficacia e la sicurezza di …

Tumori: Aggiornamento Medico Continuo by Xagena

Scoperto il ruolo di IL-1R8 nello sviluppo dei tumori

XagenaSalute
È il caso di due freni dell’immunità già noti, CTLA4 e PD-1/PD-L1, che trovano impiego nelle terapie immunologiche contro il melanoma e altri tumori, da cui traggono beneficio solo una parte dei malati ( 20-40% ). La scoperta di IL-1R8 apre la strada all’uso sempre più efficace di armi immunologiche contro diversi tumori.

Tumore del testa-collo, novità terapeutiche per i pazienti che non …

XagenaSalute
Il 90% di questi tumori sono carcinomi spinocellulari ( o carcinomi a cellule squamose ); il restante 10 per cento è rappresentato da melanomi, linfomi, sarcomi e altri tumori. Sono una patologia rara e nel 2017 sono attesi circa 9.400 nuovi casi, 7.200 tra gli uomini e 2.200 tra le donne. Nel 2014 sono stati 2.917 i decessi per …

Immunoterapia oncologica: Pembrolizumab per il trattamento di …

XagenaSalute
L’analisi sulla sicurezza a supporto dell’approvazione europea di Pembrolizumab si è basata sui dati di 2.953 pazienti con melanoma avanzato o tumore attraverso quattro dosaggi diversi ( 2 mg/kg ogni 3 settimane, 200 mg ogni 3 settimane, o 10 mg/kg ogni 2 o 3 settimane ) negli studi KEYNOTE-001, KEYNOTE-002, …

Epatocarcinoma, l’immunoterapia con Nivolumab aumenta la …

XagenaSalute
In Italia Nivolumab è stato approvato per il trattamento del melanoma avanzato ( sia in prima linea che pretrattato ), del tumore del polmone non-a-piccole cellule squamoso e non-squamoso ( avanzato pretrattato ) e del carcinoma renale ( avanzato pretrattato ). ( Xagena Medicina ) Fonte: BMS, 2017 Xagena_Salute_2017

Immunoterapia oncologica & Oncologia: Aggiornamenti by Xagena

OncologiaOnline.net – Oncologia & Immunoterapia oncologica

Newsletter Xagena. Aggiornamento in Medicina. Iscrizione Free · MelanomaOnline.net | OncoGinecologia.net | OncoImmunoterapia.net | OncologiaMedica.net | OncologiaOnline.net | TumoriOnline.net | TumoriRari.net |. Alleanza Mediterranea Oncologica in Rete · Controversies in Genitourinary Tumors · OncoGeriatria

Alectinib

Alectinib nel cancro del polmone non-a-piccole cellule ALK …

More Links

More Links. Abiraterone · Adenocarcinoma …

Cobimetinib

Combinazione di Vemurafenib e Cobimetinib nel melanoma …

Afinitor

Everolimus per il trattamento dei tumori neuroendocrini del …

Carcinoma gastrico metastatico

Regime a base di Docetaxel, Cisplatino, Fluorouracile ( DCF …

ADI-PEG2O

Mesotelioma pleurico maligno: promettente la deprivazione di …

Carcinoma renale metastatico

Ritrattamento con inibitori della tirosin-chinasi efficace come …

Temozolomide

Nei pazienti con glioblastoma di nuova diagnosi che ospita un …

Chemioprevenzione del …

Chemioprevenzione del tumore del colon-retto in pazienti con …

Temsirolimus

Terapia mirata a VEGF, RAF chinasi e mTOR con …

Tumori: Sopravvivenza a 5 anni by Xagena

Tumori, la sopravvivenza a 5 anni è più alta nelle Regioni del Nord-Est e più bassa nell’Italia del Sud

Per i tumori, seconda causa di decesso in Italia, il principale indicatore di outcome è rappresentato dal tasso di sopravvivenza netta a 5 anni dalla diagnosi di tumore.

Secondo i dati del Rapporto Airtum 2017, nel 2005-2009 la sopravvivenza netta a 5 anni dalla diagnosi per tutti i tumori esclusi i carcinomi della cute è stata pari al 54% negli uomini e al 63% nelle donne, in significativo aumento rispetto ai tumori diagnosticati nei quinquenni precedenti.  (CONTINUA )

1 2