UN FENOMENO DI “Déjà vu” LE NOZZE COI FICHI SECCHI PRESI A CREDITO TRA MATEMATICA, VACCINI, LUPI ED AGNELLI LA DECISIONE DEL GOVERNO ITALIANO, LA NAVE AQUARIUS ED IL PREVEDIBILE FUTURO PENSIERI IMPERTINENTI (O FORSE NO?) SU POLITICI E COMMENTATORI ATTUALITA’ INTERNAZIONALI, PENSIERI CONTROCORRENTE IL PICCOLO SFORTUNATO ALFIE ED IL SUO DIRITTO DI VIVERE LA MANCANZA DI COSCIENZA, LA LIBERTA’ E GLI INSEGNAMENTI DEL PASSATO LA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, L’OPINIONE DI UN COSTITUENTE P A S Q U A 2 0 1 8 LE ELEZIONI POLITICHE ITALIANE: ASPETTANDO GODOT NEL DESERTO DEI TARTARI IN RICORDO DI ALESSIA E MARTINA COSE DI QUESTO MONDO, ATTUALITA’ NOSTRANE E NON APPENDICE AL POST REMINISCENZE SCOLASTICHE…E VICENDE ATTUALI REMINISCENZE SCOLASTICHE …E VICENDE ATTUALI LA FAVOLA DEI PROGRAMMI ELETTORALI RACCONTATA AGLI ITALIANI. NATALE 2017, CAPODANNO 2018, AUGURI A TUTTI. IL CAMMINO DALLA FATTORIA DEGLI ANIMALI ALLA CORTE DEL GRANDE FRATELLO LE FAKE NEWS, “ER PADRE DE LI SANTI” E LE “ZEBBRE” CON DUE ZETA ICEBERG, IL PROFESSORE ED I CANI PERICOLOSI UN EFFICACE MANIFESTO DI DENUNCIA: LA SENTENZA IL REFERENDUM CATALANO E LA LEGGE ELETTORALE IN ITALIA IL REFERENDUM DELLA CATALOGNA E L’EUROPA: PROSPETTIVE ED INCOGNITE. IL TEMPO E’ DENARO ED A VOLTE ANCHE ALTRO UN EFFICACE MANIFESTO DI DENUNCIA I TOP-POST, LO IUS SOLI E GLI STUPRI PER NON DIRE DI PENSIONI. E’ POSSIBILE DETERMINARE IL NUMERO DI MIGRANTI DA ACCOGLIERE ? O E’ UN’UTOPIA? LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE ED I COMMENTI: NUN VE REGGAE PIU’ IL TERRORISMO, PIAZZA SAN CARLO ED IL CAVALLO DI TROIA LA TRAGEDIA DEL MEDIORIENTE, LA POVERA GENTE ED I GIOCHI DI POTERE LA SERRACCHIANI, LO STUPRO ED I SEPOLCRI IMBIANCATI IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA DI CATANIA, LE ONG E LE VERITA’ APPARENTI REMINISCENZE CINEMATOGRAFICHE: LA SETTIMANA INCOM MIGRANTI: SALVATAGGI IN MARE ED INSERIMENTO NEI PAESI DI ARRIVO NON SONO VEGETARIANO NE’ ANIMALISTA, MA CONDIVIDO L’INVITO CON TUTTO IL CUORE I TEMPI DELLA GIUSTIZIA PENSIERI IMPERTINENTI SU UN ARGOMENTO SERIO LA DISONESTA’ IN BUONA FEDE AI NUOVI ISCRITTI AL MIO BLOG: BENVENUTI (CON RISERVA) PLATONE, LA LIBERTA’ E IL PAESE DEI BALOCCHI. IL BALLOTTAGGIO: OPINIONI A CONFRONTO GLI ANIMALI ED I TEST DI TOSSICITA’ COMMENTI DI RIPARAZIONE PRO RTEO LA BUONA SCUOLA, ALEX E SAMOA SALVIAMO IL LUPO: COMPORTIAMOCI DA POPOLO CIVILE LA LEGGE ELETTORALE, LA CULTURA E L’ETICA ESISTE ANCORA LA “PIETAS ROMANA”? Ahi serva Italia di dolore ostello,….non donna di province , ma bordello! PER NON DIMENTICARE LE INDAGINI DI UN MAGISTRATO DRAMMATURGO E L’ITALIA D’OGGI LA DEMOCRAZIA, IL REFERENDUM E LA SPERANZA LA CHIROMANTE SCIENTIFICA PROBLEMI DI SPAZIO: L’ATOMO, IL COSMO E LE MIGRAZIONI IL REFERENDUM COSTITUZIONALE ED I CONGIUNTIVI BENVENUTI A “VILLA ARZILLA” ELEZIONI USA VAURO, LA LEOPOLDA ED IL TERREMOTO LA POLITICA PARALLELA, cioè DUE PESI E DUE MISURE Buoni e cattivi: ci sono dittatori e dittatori? Pensieri sparsi Angelo martirizzato da balordi malvagi Yulin e simili A Cesare quel ch’é di Cesare ” IL PATENTINO “ De minimis…seconda puntata Le pensioni in Italia Breve panoramica sull’attualità Keynes e il capitalismo, note a margine Mattanza di cetacei e crudeltà gratuita Indovinelli e paradossi De minimis Precisazione Brevi considerazioni su un argomento di attualità
giphy

PENSIERI IMPERTINENTI (O FORSE NO?) SU POLITICI E COMMENTATORI

apparenze

Oggi in TV ho visto il tentativo di un cronista di intervistare un giornalista diventato (per grazia ricevuta) parlamentare nell’ultima tornata elettorale: mi sono convinto definitivamente che chi nasce tonto (no, non é un errore ortografico!) non muore quadro!

5693c506-64b0-11e8-b95e-dd52101f52a2_salvini-savona-kPpC-U11101152990736gAD-1024x576@LaStampa.it

Tutti i personaggi più o meno noti abituati ad esprimere in pubblico le proprie opinioni sono stati concordi nel riconoscere l’abilità politica di Salvini, il quale ha avuto la capacità di condurre in un vicolo cieco il suo socio di maggioranza del M5S imponendo tassativamente il nome del professore Savona come unico candidato all’incarico di Ministro dell’Economia, nessuno ha speso una sola parola per commentare l’acquiscenza al gioco del suddetto professore e farci capire se ritengono che egli sia un vecchio rimbambito egocentrico, incapace di rendersi conto delle conseguenze naturalmente derivanti dalla sua designazione (ipotesi molto difficilmente credibile), o se invece egli sia scientemente colluso per il conseguimento dei fini politici dello stratega Salvini.

904256bc-61d3-11e8-b95e-dd52101f52a2_c0cead3106a8230395da29490e32f668-30406-k1Z-U11101096506216vxC-1024x576@LaStampa.it

In aiuto di tutti coloro che con modi perentori criticano l’iniziativa del Presidente della Repubblica perché ne discutano con maggiore cognizione di causa riporto dal “DIZIONARIO della lingua italiana” di F. Palazzi tutte le accezioni del vocabolo PROPORRE: “porre avanti alcunchè, a ciò che sia esaminato, discusso, posto in deliberazione, accettato, darlo o consigliarlo altrui perché lo tratti,” con i seguenti sinonimi “presentare, portare, suggerire, designare, offrire, esibire, stabilire, prefiggere, affacciare un’idea, avanzare una proposta, consigliare, enunciare, mettere innanzi, offrire, profferire, prospettare, promuovere, sottoporre, prefiggere, deliberare, prestabilire, fissare, disporre, impromettersi, divisare, volgere l’animo”. Il medesimo DIZIONARIO del vocabolo IMPORRE riporta i seguenti significati e sinonimi: “porre sopra, comandare con autorità, comandare, tassare, prescrivere, sovrapporre, apporre”. Com’é facile vedere le due parole in argomento non possono considerarsi sinonimi! Aggiungo perciò per tutti gli uomini di buona fede che il vero significato del vocabolo proporre e della sua aleatorietà traspare con la massima evidenza dal noto proverbio: “L’uomo propone e Dio dispone.”.

books-1655783__340[1]

Probabilmente in occasione delle prossime elezioni politiche il famoso umorista Forattini ci proporrà una nuova edizione della bellissima vignetta ideata in una passata votazione, in cui mostrava il segretario politico on. Spadolini dinanzi allo specchio in costume adamitico dire con grande entusiasmo +2%, +2%!

b4164

PENSIERI IMPERTINENTI (O FORSE NO?) SU POLITICI E COMMENTATORIultima modifica: 2018-05-31T16:10:46+02:00da Quivisunusdepopulo

27 comments:

  1. Ciaoooooooo.“Che tu possa avere sempre il vento in poppa, che il sole ti risplenda in viso e che il vento del destino ti porti in alto a danzare con le stelle.”
    Sul blog un saluto per te. Sal
    PS. Perchè si possa chiamare ” fortuna ” occorre sorridere, sorridere, sorridere. Sal
    Domani, con calma, commenterò questo tuo interessantissimo post. Notte.

    1. Ciao Sal, sono molto contento di rivedere la tua firma, ancora di più per la tua grinta ottimista, che é quel che ci vuole per affrontare al meglio le difficoltà della vita. Tantissimi auguri.

  2. Buona sera Quivi, in una campagna elettorale basata sull’adesione all’Europa Salvini ha un vantaggio chiaro sugli avversari per la semplice riconoscibilità della sua posizione rispetto a quella, ad esempio, dei 5S, l’altro maggiore partito in corsa per la vittoria. Il Movimento infatti non ha una visione chiara né un’immagine unitaria dei suoi possibili rapporti con l’Unione, non è abbastanza sovranista o lo è troppo per poter essere associato in maniera semplice a una posizione o all’altra, come rilevato da Il Post durante le elezioni. A meno che Savona non faccia un passo indietro o la Lega non decida di riaprire al Movimento ottenendo magari la premiership, ci aspetta una violenta lotta di potere che deciderà il futuro del paese per i prossimi decenni. Chi vincerà alla fine? Bravissimo il Forattini, sono una sua “simpatizzante”. Notte stellata, a presto..

    1. Ciao Nina, tra le due formazioni politiche esiste un abisso di esperienza e di capacità operative che non sarà senza conseguenze. Il professore Savona, a quanto pare, ha fatto un finto passo di lato e data la sua notorietà ed importanza non ci si poteva attendere di più! In ogni caso, a prescindere dalle contingenze presenti, la lotta di potere ci sarà, non solo per le vicende interne, ma soprattutto per quelle internazionali, che con l’affermarsi di un numero sempre crescente di autocrati sulla scena mondiale si stanno terribilmente complicando. Forattini? Io lo ammiro! Buona giornata.

  3. Dal verbale scolastico dell’esame di terza media con Di Maio:
    “Mi spiace Luigino, ma non ci siamo, soprattutto con l’italiano ed i congiuntivi, non ne azzecchi uno!”
    “Prof per favore non può mandarmi a casa… i miei mi metteranno in punizione!”
    Il prof viene intenerito e dice: “Va bene Luigino…vieni, in via eccezionale, domani mattina alle 10”.
    Di Maio: “Ehm… professore, io venghi se sapessi dove è questa via Eccezionale…”. Sorriso per un sereno e allegro weekend. Sal
    PS. Nel mio post penso di averti battuto in ironia, che poi tanta ironia non è. Ciao…

  4. Ciao. Riflettere è considerevolmente laborioso; ecco perché molta gente preferisce giudicare. Bisognerebbe fare un lungo esame di coscienza prima di pensare di giudicare gli altri. L’ignoranza che si riconosce, che si giudica e che si condanna, non è un’ignoranza intera: per esser tale, occorre che essa ignori sé stessa. Con un sorriso ti auguro una serena domenica ed un sorridente inizio settimana.
    PS. Cavolo!!! Per essere ai primissimi di Giugno i 33° di oggi mi sono apparsi eccessivi, e il mare, al momento, me lo posso e debbo dimenticare o all’IEO mi ci riportano in Eliambulanza

    1. Ciao Sal, io non sono bravo ad immaginare barzellette, ma penso che quella ideata da te non sia molto distante dalla realtà, specie dopo aver consultato sulle fonti d’informazione le scarne note biografiche dei nuovi ministri del M5S. Quanto alla facile propensione ad emettere giudizi inappellabili io penso che bisognerebbe attenersi al precetto cristiano “Nolite iudicare”: la cosa mi riporta alla memoria la lontana epoca dei miei esami di maturità, quando mi meravigliava constatare che i meno timorosi della prova da affrontare erano proprio quelli notoriamente meno preparati! La cultura é un peso che trascina verso il fondo: nihil novi sub sole! Per te una felice settimana ed un sollecito ritorno all’abbraccio del mare.

  5. Amico buongiorno. Leggo con piacere questa tua nuova riflessione. Ho anche letto i commenti, ovviamente, che mi hanno preceduto. Che dire ? Oggi il nuovo governo chiederà la fiducia alle Camere. Un ulteriore passo in avanti verso la piena operatività. Sul governo e i suoi ministri si sono finora sprecati commenti di ogni genere; anche il pro o contro Mattarella ha riempito le pagine dei giornali, e forse anch’io ho preso posizione credendo di essere nel giusto. Come tutti coloro, peraltro, che hanno richiamato famosi costituzionalisti e radiografato l’articolo 92 della Carta, e altri articoli affini. D’altronde nella “culla del diritto”, come un tempo si diceva, e che è rimasta allo stadio di culla senza mai passare al letto, o dall’adolescenza alla fase di adulti, cos’altro ci si potrebbe aspettare. Si coglie da una tua risposta che in fondo c’è una “lotta di potere”. E’ questa, infatti, che a mio avviso dirige tutte le nostre azioni; tutti i nostri comportamenti e anche i nostri commenti e i posizionamenti pro o contro. La libertà di pensiero è soltanto uno slogan, così come sono vuote le parole che hai cercato di riempire chiamando in causa il Palazzi. Di Maio ignorante ? Salvini stratega ? Savona colluso nella strategia di Salvini ? Non lo so. Può darsi si e può darsi no. Tutto accade perché deve accadere. I Fatti sono accadimenti che discendono da un fondo naturale ed è su di essi che bisogna soffermare l’attenzione e prenderne atto. Ogni interpretazione finisce per scatenare la divisione in fazioni, ma anche queste sono inevitabili nella vita sociale. Una previsione: come andranno le cose in futuro ? Risposta: nello stesso modo in cui sono già andate nei tempi passati ma in una nuova fase spazio-tempo !

    1. Ciao amico mio, ti leggo sempre con molto piacere, anche se non capisco perché tu abbia perso una R ed abbia rinunciato alla tua immagine simbolo. Quanto al tuo commento aggiungo che in gran parte lo condivido, salvo alcune precisazioni che non posso esimermi di riportare a chiarimento: 1) l’Italia, o meglio l’antica Roma, é stata realmente la culla del diritto, ora non é appropriato affermare che sia rimasta allo stato di culla, ma piuttosto che essa sia stata letteralmente distrutta da un popolo di arrivisti che l’ha fatta morire dando vita ad una pseudolegislazione con caratteristiche cancerogene. 2) Io non ho cercato di riempire il significato delle parole, ma ho cercato di ridare alle stesse il giusto senso che hanno nella lingua italiana, la cui corretta conoscenza sarebbe necessaria, più che opportuna, per la giusta comprensione del pensiero altrui e forse anche delle proprie effettive convinzioni. 3) Forse posso anche pensare che Di Maio sia ignorante, nel solo senso di non conoscere ciò che dovrebbe sapere in ragione della sua attività, ma non credo di averlo scritto, mentre credo che il termine stratega abbia significato anodino ed in ogni caso non ho espresso, a proposito del professore Savona, una mia opinione, ma ho solo rilevato una carenza degli opinionisti accreditati riguardo al suo comportamento. 4) Non sono fatalista e perciò non credo che gli accadimenti siano predeterminati, anche se credo che tutto andrà in futuro come é sempre andato, un poeta tomanesco direbbe: “é gnissempre un pangrattato”. Ti saluto cordialmente.

  6. Ciao.Ovunque ci sia un essere umano, vi è la possibilità per una gentilezza.
    (Seneca)
    Oggi regala ad un estraneo uno dei tuoi sorrisi. Potrebbe essere l’unico sole che vedrà durante il giorno.
    Un amichevole sorriso, Sal

    1. Ciao Sal, non posso che condividere un pensiero di Seneca, non per niente nella pagina del mio profilo ho riportato una sua frase. Tra l’altro un sorriso non costa niente ma può donare tanto. Cordiali saluti.

  7. Caro Amico buongiorno. Anzitutto, circa il mio logo, non riesco a capire come mai sia scomparso. Non riesco a venirne a capo. Passo, comunque, alle tue osservazioni. Hai ragione certamente sulla “culla del diritto”, anche se, mi consentirai, di valorizzare pure l’ordinamento democratico ateniese che ha consentito alle civiltà moderne di dare ingresso alla volontà popolare nelle Carte costituzionali. Circa, invece, il “contenuto” delle parole mi viene da pensare che quando la stessa parola abbia una infinità di significati contrari allora la parola non è più soltanto strumento di comunicazione ma anche di potere; e, inoltre, anche strumento per i sofismi che garantiscono il potere e non i semplici cittadini.
    Ieri, come noto, il neonato Governo ha ottenuto anche la fiducia della Camera. Uno scontro, in particolare, ha suscitato la mia attenzione: quello sul conflitto d’interessi. Il “premier” ha detto che tale conflitto si annida ovunque, e quindi anche tra i singoli deputati. Cosa verissima, a mio avviso, essendo i deputati anche dei comuni cittadini, quando sono al di fuori del momento legislativo; eppure ha scatenato un putiferio. Quanto accaduto sta solo a dimostrare che i fatti non piacciono a nessuno; meglio le parole, i sofismi, così si può anche imbrogliare. Colgo, però, in ciò che ho scritto, che il mio pensiero è parziale e forse neppure lineare, ma oggi è così. Evviva la natura!

    1. Ciao amico mio, la lingua italiana é il prodotto di una civiltà millenaria ed é costituita da oltre duecentocinquantamila vocaboli per poter rendere tutte le sfumature del pensiero ed io non credo che questo sia un difetto, é invece certamente un difetto la circostanza che il vocabolario della maggioranza degli italiani comprenda soltanto un migliaio scarso di vocaboli, circostanza che di conseguenza non consente di distinguere il diverso significato dei vocaboli proporre ed imporre, così come tanti altri, situazione che determina il perpetrarsi all’infinito dello stato confusionale della torre di Babele, nel quale molti con gran piacere si attengono al suggerimento che il soccorritore del Parini, nella poesia di questi “La caduta”, ritiene di dare al poeta! Circa il conflitto d’interessi non c’é da meravigliarsi se esso costituisca il difetto della gran parte dei parlamentari e non solo, tuttavia colgo l’occasione, ricordando ciò che tu spesso hai denunciato, per chiederti la tua opinione sul neopresidente del Consiglio, che per sua ammissione esercita l’avvocatura pur essendo professore in attività con altri incarichi temporanei. Cordiali saluti.

  8. Caro Amico, buonasera. Rilevo che il mio intervento di stamattina non risulta inserito. Comunque, circa il mio logo e nome non so dire per quali motivi il sistema non mi riconosca. Misteri del web. Condivido quanto tu affermi in ordine alla “culla del diritto”, e mi piace aggiungere che grazie anche alla tradizione della cultura democratica greca oggi abbiamo una Carta costituzionale che assegna una qualche centralità alla volontà popolare. I rapporti internazionali tra gli Stati sono sempre stati mutevoli, a seconda della convenienza politica ed economica. Oggi il neo Governo apre alla Russia, in distonia con la linea filo USA, che ha con la NATO il pilastro fondamentale della dottrina militare. Dove potrà spingersi l’Italia, che pure rivendica una sorta di “sovranismo” ? in un contesto europeo dove già da tempo, ormai, la sovranità è stata limitata ? E anche gli USA che giocano il ruolo del protezionismo, ma poi devono fare i conti con una Cina che ricambia con dazi e altre misure di prelievo sui prodotti americani. Ieri è circolata la notizia che il Quatar ha chiesto di poter aderire alla NATO, così come già ha fatto l’Ucraina. E non è ancora risolto il problema della Turchia, che per la Nato costituisce un alleato rilevante nell’area mediterranea ma per l’UE è uno Stato che calpesta i diritti umani e le libertà fondamentali. E’ evidente che la storia non si arresta e che gli scenari geopolitici cambiano nel tempo. Per cui domani sarà di sicuro un altro giorno.

    1. Ciao amico mio, la mancata automatica pubblicazione dei commenti dipende da ogni più minima differenza nel nome del suo autore, io ne ho esperienza diretta visto che sono stato costretto a rinnovare il mio blog. Nel merito rilevo che hai rappresentato un discreto florilegio dei problemi e delle contraddizioni internazionali. Non so se ciò che tu riporti a proposito del Qatar sia effettivo, tuttavia la cosa non mi sorprenderebbe visto che quel paese é stato isolato dall’Arabia saudita e dagli altri Emirati come colluso con l’Iran e conseguentemente reso ostile anche agli USA, situazione non molto dissimile da quella dell’Ucraina. La Turchia, o meglio il suo autocrata, si comporta come se avesse già ricostituito l’impero ottomano, o forse questo é già una realtà di cui non ci siamo resi conto! Concludendo non si può non dare ragione ad Eraclito, che credo sia nato parecchio prima di Rossella O’hara. Un caro saluto.

  9. Ciao. Il tempo è troppo lento per coloro che aspettano, troppo rapido per coloro che temono, troppo lungo per coloro che piangono, troppo breve per coloro che celebrano. Ma per chi ama, il tempo è l’eternità. Sorriso per una serena giornata, Sal

  10. Caro Amico, grazie, anzitutto, per le delucidazioni informatiche. Voglio rispondere alla tua domanda, su cosa io ne pensi circa la molteplicità degli incarichi del neo Presidente del Consiglio. Non cambio idea, ovviamente. Per me un Professore universitario, peraltro ordinario, che è adeguatamente remunerato (a mio avviso) per la funzione svolta oltre agli indubitabili riflessi onorifici, non deve poter svolgere anche la libera professione forense. E non solo perché questa si ponga in “conflitto” con l’altra – che è nelle cose (stranamente i professori universitari assumono sempre incarichi economicamente rilevanti; inoltre, spesso “incontrano professionalmente” anche i magistrati in occasione di convegni, seminari, corsi di perfezionamento, di specializzazione, etc.)- ma perché in una fase storica di grande disoccupazione giovanile è più che mai necessario liberare occasioni di lavoro. Per onestà debbo dire che nessun governo, finora, soprattutto quelli di sinistra, né alcuna maggioranza di governo, ha provveduto a porre l’incompatibilità, dimostrando, così, che in fondo sta bene a tutti, o almeno a tutti coloro che ne traggono benefici. Certo sarebbe veramente innovativo e aprirebbe una fase nuova nella nostra società se proprio il neo capo dell’esecutivo, che ha giustamente parlato di conflitto d’interessi alla Camera, suscitando una aberrante reazione di un deputato del PD, proponesse una norma sull’incompatibilità tra l’impiego pubblico e la libera professione.
    Faccio anche una necessaria precisazione: la legge professionale dell’avvocatura prevede l’incompatibilità per il capo del governo, per cui, per ora, non gli sarà possibile. Va detto, che la stessa incompatibilità è prevista per il presidente della repubblica e dei presidenti delle due Camere, ma non, ovviamente per i parlamentari, né per i Consiglieri regionali e i sindaci (solo per quelli con una popolazione oltre 1.000.000 di abitanti). Confesso che vedere i parlamentari in udienza (qualcuno lo fa con molta disinvoltura), che pure percepiscono circa 25.000 euro al mese, non fa un bell’effetto (almeno a me).

    1. Ciao amico mio, la domanda da me posta era chiaramenre pleonastica, giacchè non avevo alcun dubbio che nella tua risposta non avresti fatto eccezioni neppure per il Presidente del Consiglio, la cui adeguatezza alla carica per la verità era posta in forse dal suo stesso padre; il mio intento in realtà era diretto a porre in evidenza che al di là degli schieramenti ufficiali sono estremamente pochi coloro che sono capaci di essere coerenti con i principi ed i valori formalmente professati, constatazione che estesa alla maggioranza degli altri parlamentari non lascia molto spazio alla speranza di un vero cambiamento nella direzione dell’onestà e della più equa distribuzione delle risorse disponibili. Ovviamente io estendo le mie considerazioni a tutti i professionisti ed a tutti i soggetti attivi della società e non limito le mie attenzioni alla sola avvocatura! Buona domenica.

  11. .Alimenta l’entusiasmo e la passione verso ciò che ti piace: sono i motori dell’esistenza. E aiutano a mantenersi vivi e curiosi. Per restare ottimisti è molto importante, allontanare chi critica sempre, chi si lamenta per ogni cosa, chi non si ama, chi conduce uno stile di vita scorretto e chi non apprezza le tue scelte. Un sorriso per un piacevole e sereno weekend, Sal

  12. Ciao. Finalmente ho capito che ad essere il sogno di qualcuno, si rischia di passare tutta vita in un cassetto. Sorriso per una allegra domenica e se vai al mare fatti una nuotata anche da parte mia…Sal

    1. Ciao Sal, riandando con la memoria ai tempi passati ho capito che forse sono stato il sogno di qualcuna, per fortuna non me ne sono mai accorto e mi sono sentito libero! Le nuotate sono rinviate ai prossimi mesi, allora, se ancora ti servirà, provvederò con piacere. Un caro saluto.

    1. Mi rendo conto che ciò che dico potrà sembrare una nota stonata, tuttavia ho raggiunto la consapevolezza che la “guerra” sia il “motore dell’universo”. Ma questo concetto viene da lontano; era già nelle intuizioni di Anassagora, Eraclito, e altri. Anche il nostro organismo è in costante “guerra” con se stesso per non essere sopraffatto dagli agenti patogeni, molti dei quali peraltro vivono comodamente in simbiosi con l’organismo fino a quando non si alteri l’equilibrio. Questo, tuttavia, non vuol dire che gli esseri umani non debbano perseguire la “Pace”. Anzi, tutt’altro. Forse è proprio questa la vera sfida della ragione del genere umano. E, a mi avviso, non importa neppure il risultato, perché il piacere del sogno di pace ben ripaga le sofferenze della cruda realtà. Cordialmente.

      1. Ciao amico mio, ricordo bene di aver studiato alcuni anni or sono che tra le funzioni assolte dalla guerra poteva annoverarsi anche quella di agente ecologico e demografico, peraltro nell’osservazione dell’universo si deve constatare sempre la prevalenza della forza maggiore nei confronti di quella più debole (o quanto meno così appaiono ai nostri occhi certi fenomeni!). E’ proprio questa consapevolezza che ci spinge a ricercare la pace. Un caro saluto.

        1. Caro Amico, buongiorno. La ricerca della Pace è un dovere morale. Che la si realizzi, poi, è tutt’altro discorso. In verità credo che, ahinoi, non sarà mai possibile che la pace abbia una durata eterna. Nulla, peraltro, è eterno, escludendo, ovviamente, il Creatore, di cui molti dubitano. Ho riflettuto forse troppo a lungo sulle dinamiche umane e non solo e sono addivenuto alla conclusione che tutto è in movimento; ma anche che il positivo gioca un ruolo fondamentale col negativo, e l’uno è essenziale per l’esistenza dell’altro. Pensiamo a che cosa accadrebbe se tutto si fermasse. Poniamo che la terra non giri più su se stessa. Ebbene finirebbe la vita, almeno questa vita così come la conosciamo. Forse una strada, politicamente parlando, in cui colloco anche il senso morale della vita, è quella di ridurre al minimo le diseguaglianze sociali ed economiche. Ma gli uomini riusciranno mai in questa impresa ?

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).

2016 Name of Company