LE NOZZE COI FICHI SECCHI PRESI A CREDITO TRA MATEMATICA, VACCINI, LUPI ED AGNELLI LA DECISIONE DEL GOVERNO ITALIANO, LA NAVE AQUARIUS ED IL PREVEDIBILE FUTURO PENSIERI IMPERTINENTI (O FORSE NO?) SU POLITICI E COMMENTATORI ATTUALITA’ INTERNAZIONALI, PENSIERI CONTROCORRENTE IL PICCOLO SFORTUNATO ALFIE ED IL SUO DIRITTO DI VIVERE LA MANCANZA DI COSCIENZA, LA LIBERTA’ E GLI INSEGNAMENTI DEL PASSATO LA COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA ITALIANA, L’OPINIONE DI UN COSTITUENTE P A S Q U A 2 0 1 8 LE ELEZIONI POLITICHE ITALIANE: ASPETTANDO GODOT NEL DESERTO DEI TARTARI IN RICORDO DI ALESSIA E MARTINA COSE DI QUESTO MONDO, ATTUALITA’ NOSTRANE E NON APPENDICE AL POST REMINISCENZE SCOLASTICHE…E VICENDE ATTUALI REMINISCENZE SCOLASTICHE …E VICENDE ATTUALI LA FAVOLA DEI PROGRAMMI ELETTORALI RACCONTATA AGLI ITALIANI. NATALE 2017, CAPODANNO 2018, AUGURI A TUTTI. IL CAMMINO DALLA FATTORIA DEGLI ANIMALI ALLA CORTE DEL GRANDE FRATELLO LE FAKE NEWS, “ER PADRE DE LI SANTI” E LE “ZEBBRE” CON DUE ZETA ICEBERG, IL PROFESSORE ED I CANI PERICOLOSI UN EFFICACE MANIFESTO DI DENUNCIA: LA SENTENZA IL REFERENDUM CATALANO E LA LEGGE ELETTORALE IN ITALIA IL REFERENDUM DELLA CATALOGNA E L’EUROPA: PROSPETTIVE ED INCOGNITE. IL TEMPO E’ DENARO ED A VOLTE ANCHE ALTRO UN EFFICACE MANIFESTO DI DENUNCIA I TOP-POST, LO IUS SOLI E GLI STUPRI PER NON DIRE DI PENSIONI. E’ POSSIBILE DETERMINARE IL NUMERO DI MIGRANTI DA ACCOGLIERE ? O E’ UN’UTOPIA? LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE ED I COMMENTI: NUN VE REGGAE PIU’ IL TERRORISMO, PIAZZA SAN CARLO ED IL CAVALLO DI TROIA LA TRAGEDIA DEL MEDIORIENTE, LA POVERA GENTE ED I GIOCHI DI POTERE LA SERRACCHIANI, LO STUPRO ED I SEPOLCRI IMBIANCATI IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA DI CATANIA, LE ONG E LE VERITA’ APPARENTI REMINISCENZE CINEMATOGRAFICHE: LA SETTIMANA INCOM MIGRANTI: SALVATAGGI IN MARE ED INSERIMENTO NEI PAESI DI ARRIVO NON SONO VEGETARIANO NE’ ANIMALISTA, MA CONDIVIDO L’INVITO CON TUTTO IL CUORE I TEMPI DELLA GIUSTIZIA PENSIERI IMPERTINENTI SU UN ARGOMENTO SERIO LA DISONESTA’ IN BUONA FEDE AI NUOVI ISCRITTI AL MIO BLOG: BENVENUTI (CON RISERVA) PLATONE, LA LIBERTA’ E IL PAESE DEI BALOCCHI. IL BALLOTTAGGIO: OPINIONI A CONFRONTO GLI ANIMALI ED I TEST DI TOSSICITA’ COMMENTI DI RIPARAZIONE PRO RTEO LA BUONA SCUOLA, ALEX E SAMOA SALVIAMO IL LUPO: COMPORTIAMOCI DA POPOLO CIVILE LA LEGGE ELETTORALE, LA CULTURA E L’ETICA ESISTE ANCORA LA “PIETAS ROMANA”? Ahi serva Italia di dolore ostello,….non donna di province , ma bordello! PER NON DIMENTICARE LE INDAGINI DI UN MAGISTRATO DRAMMATURGO E L’ITALIA D’OGGI LA DEMOCRAZIA, IL REFERENDUM E LA SPERANZA LA CHIROMANTE SCIENTIFICA PROBLEMI DI SPAZIO: L’ATOMO, IL COSMO E LE MIGRAZIONI IL REFERENDUM COSTITUZIONALE ED I CONGIUNTIVI BENVENUTI A “VILLA ARZILLA” ELEZIONI USA VAURO, LA LEOPOLDA ED IL TERREMOTO LA POLITICA PARALLELA, cioè DUE PESI E DUE MISURE Buoni e cattivi: ci sono dittatori e dittatori? Pensieri sparsi Angelo martirizzato da balordi malvagi Yulin e simili A Cesare quel ch’é di Cesare ” IL PATENTINO “ De minimis…seconda puntata Le pensioni in Italia Breve panoramica sull’attualità Keynes e il capitalismo, note a margine Mattanza di cetacei e crudeltà gratuita Indovinelli e paradossi De minimis Precisazione Brevi considerazioni su un argomento di attualità
2rr7w3d

LA DECISIONE DEL GOVERNO ITALIANO, LA NAVE AQUARIUS ED IL PREVEDIBILE FUTURO

5693c506-64b0-11e8-b95e-dd52101f52a2_salvini-savona-kPpC-U11101152990736gAD-1024x576@LaStampa.it

Il ministro dell’interno Salvini, con l’intervento del ministro delle infrastrutture Toninelli, ha chiuso i porti italiani all’attracco delle navi delle ONG che trasportano migranti tratti in salvo poco fuori del mare territoriale libico: il primo risultato ottenuto é stato l’impossibilità per la nave Aquarius di sbarcare sul nostro suolo i 629 naufraghi raccolti a bordo, i quali, dopo una fase di stallo conclusasi con l’apertura del porto di Valencia decisa dal primo ministro spagnolo, saranno verosimilmente ivi trasferiti da navi della nostra marina.

652bbd60-6b56-11e8-a712-1f322bac5c99_DfLGe87XcAAbNBk-kHGD-U11101285602720whG-1024x576@LaStampa.it

Non è certamente mia intenzione riproporre in questa sede i problemi ed i dubbi già esposti oltre un anno fà, né esprimere giudizi di alcun genere sulla vicenda,  né prendere posizione sulle reazioni suscitate dall’iniziativa in sede internazionale o su quelle nazionali di riflesso, vista la ridondanza ottenuta da esse su tutti i mezzi d’informazione.

Il mio intento é piuttosto quello di prevedere le possibili conseguenze di un gesto così deciso, specie se la sua impostazione sarà mantenuta ferma per il futuro: in tal caso é molto probabile che l’esito finale sarà l’allontanamento dal teatro dei “salvataggi nel Mediterraneo”  di tutte le navi delle ONG battenti bandiere non italiane, cioè l’eliminazione dei mezzi di trasporto sufficientemente sicuri dei migranti, ma non l’eliminazione dei motivi delle migrazioni, i quali permarranno spingendo sempre nuove masse di disperati sulle coste della Libia o della Tunisia pronte a sfidare qualsiasi pericolo nella speranza di una vita accettabile.

40ARFEMO5776-k0kD-U1101545582216BGB-1024x576@LaStampa.it

Non é difficile di conseguenza ipotizzare che, perdurando il business per gli scafisti ed i loro mandanti, riprenderanno le traversate a bordo di vecchi barconi affollati all’inverosibile diretti sulle coste più vicine dell’Italia ed in particolare di Lampedusa: se così sarà non servirà la chiusura dei porti per le imbarcazioni che avranno la fortuna di concludere la traversata senza consegnare al mare il loro carico dolente ed all’anonimato eterno la loro vita perduta. E non ci sarà soluzione neppure se si dovesse dare effettivamente attuazione all’intento manifestato con l’espressione “aiutiamoli a casa loro” se prima non si individueranno e non si elimineranno le cause vere del fenomeno migratorio, che a parer mio sono piuttosto da ricercare negli interessi postcoloniali perseguiti dalle multinazionali nei paesi di partenza con il favore dei corrotti politici locali.

Italy_Migrants_Protest_65203jpg-fc13d_1508596344-kGrD-UAGJFfJuV4oikry-1024x450@LaStampa.it-Home Page

 

 

 

LA DECISIONE DEL GOVERNO ITALIANO, LA NAVE AQUARIUS ED IL PREVEDIBILE FUTUROultima modifica: 2018-06-14T20:50:03+02:00da Quivisunusdepopulo

26 comments:

  1. Volevo fosse una giornata serena da affrontare col sorriso ed il buon umore. Nada. Leggi cosa ha appena dichiarati il nostro Ministro degli Interni Salvini. Che Dio abbia pietà di noi e riservi a quel patraculo ciò che si merita. Sal

  2. Ciao. Speravo che il Prof. mi concedesse di andarmene al mare. Nada. Ancora almeno due settimane e poi se ne riparlerà. Di fatto qualcosa me la inventerò anche se,volendo, potrei farmi un giretto dalle parti di Di Maio e Salvini. Vedi mai che, personalmente, non riesca a prenderli acalci dove non batte il sole. Sorridente domenica, Sal.

    1. Ciao Sal, dalle mie parti esiste il detto secondo il quale “la processione si guarda quando si ritira”, ora mi sembra troppo presto per esprimere giudizi sulla partita appena iniziata! Cordiali saluti:

  3. …e con il benestare del Governo, ma soprattutto dopo avere affittato un ” barcone ” da una delle ONG che per amore soccorrono i migranti, orgoglioso di essere italiano, ti lasciamo il nostro buongiorno per un sereno inizio settimana. Noi si inizia a migrare senza dare troppo nell’occhio!!! sal&allegraband

  4. Caro Amico, buongiorno. Tema spinoso, quello che proponi. Potrei dire che sono d’accordo con l’iniziativa del neo ministro dell’interno, e così mi troverei bersagliato da una pioggia di critiche; potrei anche dire di essere in disaccordo e, analogamente, non sfuggirei alle critiche. Bel Paese, il nostro, visto che qualsiasi posizione uno assuma è sempre soggetto a critiche. Prenderò, comunque, una posizione, rispettando la legge di Solone che colpiva con l’atimia chi si sottraeva dal prendere parte. Il salvataggio delle persone in mare è un dovere umanitario. Non possiamo però trascurare il problema della speculazione economica – ovvero gli affari – delle ONG (o di alcune di queste). Sembra che alcune imbarcazioni vadano a caricare clandestini dopo aver contrattato il carico con gli scafisti dei paesi africani. Un vero e proprio mercato degli schiavi, che starebbe alimentando una corsa all’arricchimento dei tanti malfattori senza scrupolo. Questa speculazione deve necessariamente essere contrastata, sia perché è immorale sia perché danneggia i tanti disperati in cerca di una vita migliore. Poi c’è il problema di collocare la sterminata massa di migranti. L’Italia di sicuro non può più farvi fronte. Il governo Renzi aveva dato la disponibilità all’approdo nei porti italiani ma la Bonino ha riferito che la negoziazione era avvenuta in cambio dello sforamento del rapporto deficit/pil; ossia per poter spendere di più in casa nostra (bonus 80 euro ?). Brutta storia; così come quella di aver negoziato con la Francia la cessione di una vasta area marina al largo della Liguria, senza spiegare le ragioni di quella “svendita”. Ad ogni buon conto, per stare al tema, il problema dei migranti deve essere europeo e affrontato a tale livello. L’Europa non può più stare a guardare, oppure fare finta accoglienza, come ha fatto la Francia, ma anche la Spagna (a parte Valencia). Il fenomeno migratorio è certamente inarrestabile; è sempre avvenuto e sempre continuerà ad esistere. Pertanto non potrà mai essere arrestato, ma la Politica ha il dovere di “governarlo”, ossia di accompagnarlo anche con lo scopo di assorbirlo o di integrarlo. Non ce la farà ? Non lo so, ma la Politica deve tentare di gestirlo.

    1. Ciao amico mio, non so se il tema sia spinoso, però é certamente attuale nella nuova configurazione assunta. Quanto alle critiche ricordo che una canzone dei primi Sanremo affermava tra l’altro “qualunque cosa fai sempre pietre in faccia prenderai!”, perciò non c’é da preoccuparsi. In ogni caso io non ho inteso prendere posizione né pro né contro, ho soltanto cercato di prevedere gli esiti dell’azione intrapresa dal neoministro dell’interno tenendo conto dello scenario su cui va ad incidere, dal quale non spariranno nè i disperati migranti, né i trafficanti stranieri e nostrani, né infine le cause determinanti. Certo sono d’accordo con te, ma anche la svolta assunta dalla politica odierna io l’avevo prevista affermando che il fenomeno migratorio sarebbe durato fino a quando non avrebbe contrapposto in maniera decisa gli interessi dei residenti con quelli dei cercatori di nuove terre su cui stabilirsi, del resto, come tu dici, é ciò che é sempre avvenuto, e non solo tra gli uomini! Tuttavia non posso fare a meno dal considerare che l’espressione usata dal richiamato ministro “io non mollo” ricorda molto da vicino il “boia chi molla” di non felice memoria. Un caro saluto.

  5. Ciao…Sai ched’è la statistica? È na’ cosa che serve pe fà un conto in generale de la gente che nasce, che sta male,che more, che va in carcere e che spósa. Ma pè me la statistica curiosa
    è dove c’entra la percentuale,
    pè via che, lì, la media è sempre egualepuro co’ la persona bisognosa.
    Me spiego: da li conti che se fanno
    seconno le statistiche d’adesso
    risurta che te tocca un pollo all’anno:
    e, se nun entra nelle spese tue,
    t’entra ne la statistica lo stesso
    perch’è c’è un antro che ne magna due.( Trilussa)
    Sorriso, Sal

  6. Ciao. Ciao. Nella vita i momenti sereni non durano che il tempo di un caffè, ma ce ne sono tanti, assaporiamoli con gusto.Allo stesso modo le parole che ci feriscono si dimenticano, ma spesso quando riaffiorano sono più dolore della puntura di una spina di rose. Da domani, se se la sentirà, il Blog passerò per qualche giorno nelle mani di Anna Paola mentre noi saremo nella penisola per delle serate musicali. Un sorriso, Sal
    PS. Ribadisco che personaggi peggiori di questi non credo l’Italia ne abbia mai avuto: arroganti e presuntuosi al punto di essersi autoproclamati ” i giusti ” Na riparleremo a bre quando si dovranno realmente scontrare sulle vere leggi. Sai, sono curioso di chi si calerà per primo le braghe e si leccherà le ferite…Buona serata, Sal

  7. Buongiorno.Io credo che siamo liberi, entro certi limiti, eppure sono convinto che c’è una mano invisibile, un Angelo guida, che in qualche modo, come un’elica sommersa, ci spinge avanti
    (Rabindranath Tagore)
    E per dirla alla Sal, un sorriso per una bella giornata. Anna Paola

  8. Ciao Anna Paola, noi siamo relativamente condizionati dal nostro passato e dall’ambiente in cui siamo nati, nonchè da quello in cui viviamo e soprattutto dalle esperienze fatte. Felice giornata anche al bebè.

  9. Ciaoooooo. Ma sta qui il senso dell’appartenenza: ovvero trovare il pezzo mancante che completa l’incastro perfetto del puzzle. Ti chiederai: come si può trovare questo pezzo misterioso? La risposta? Eccola: arriverà è ti sconvolgerà la vita senza conoscere più la lecita direzione. Ed è quello che è successo anche a me. Buona giornata e sereno fine settimana, Anna Paola e…da lunedi ripiangiti l’amico Sal

  10. Ciao.Non lasciare che nessuno ti dica chi sei o chi dovresti essere. Ama chi vuoi amare. Credi come vuoi credere. Scegli la libertà come un diritto.” Serena domenica, Sal
    PS. Post che ho/abbiamo dedicato alle nostre ultime decisioni che per noi valgono tanto. Sal

  11. Ciao. La prima cosa che farò stamattina all’apertra dei negozi? Comprare due pupazzi di nome Salvini e Di Maio e darli in pasto agli squali del mediterraneo…O faranno schifo anche a loro? Sorriso, Sal
    PS. Aspetto ancora di leggere che in Parlamento discutano un solo punto della legge sul famigerato ” Contratto di Governo “: pensioni, lavoro,sud, integrazion e via dicendo…

    1. Buon inizio settimana. Preciso subito che non sono il “difensore” dei precitati, Salvini e Di Maio; voglio, però, interrogarmi su chi essi siano e se, in fondo, coloro che li avversano a prescindere siano o meno migliori di loro. Se le mie informazioni sono esatte essi sono espressioni del nostro tempo; la loro “statura politica” sorge sulle macerie di una sinistra ormai incapace di affrontare i problemi reali della società. La colpa, pertanto, non è loro [di Salvini e Di Maio] ma di chi, invece, non ha dato prova di risolvere i problemi, oppure di affrontarli solo secondo la logica del potere senza alcun fine ulteriore se non quello del consenso elettorale. Ma merita una risposta anche l’altra domanda, cioè se siano o meno migliori, o peggiori, coloro che li avversano a prescindere. Non credo che ci siano differenze sostanziali. Si potrebbe subito replicare che trattasi di una sintesi qualunquistica. Va bene; ormai siamo dentro le espressioni ad effetto, come quella dei populismi ed altre similari, giusto per evitare ogni approfondimento sulle ragioni dei fenomeni sociali e politici. Invece sia le forze che stanno lentamente lasciando la gestione del potere sia quelle che le stanno sostituendo seguono la stessa logica del potere, con una differenza, però, che piaccia o meno: quelle che stanno subentrando stanno affrontando i problemi secondo le aspettative maggioritarie dei cittadini. Un amico di sinistra (così si è sempre dichiarato) mi ha spesso detto di non trovare giusto che il suo voto (egli è un medico specialista, certamente uomo di cultura) avesse lo stesso peso di quello di un cittadino ignorante. Forse è sbagliata la democrazia, ma le cose vanno così.

      1. Buongiorno amico mio, sono costretto anche io a precisare innanzitutto di non essere il pubblico accusatore dei due vicepresidenti del consiglio e, per la verità, di non essere neppure interessato a sapere se essi siano migliori o peggiori di chi li avversa. Quanto al resto concordo pienamente con la tua analisi, con una differenza: non mi risulta che stiano affrontando i problemi secondo le aspettative maggioritarie dei cittadini, ma solo che le abbiano inserite acriticamente nei loro programmi elettorali senza analizzarne le concrete possibilità di attuazione (per il vero non credo neppure che tra le aspettative della maggioranza dei cittadini possa annoverarsi la flat tax!). Circa il tuo amico, sedicente di sinistra, penso che sia certamente un uomo colto, ma dubito che possa essere definito un uomo di cultura, altrimenti dovrebbe sapere che in una vera democrazia la cultura dovrebbe essere riconosciuta dalla collettività per fargli raggiungere posti di maggiore responsabilità, non per attribuirgli un voto più pesante di quello concesso all’ignorante. Il vero guaio non é che la democrazia sia sbagliata, ma che il meno disposto a riconoscere la propria ignoranza é proprio l’ignorante! Con molta cordialità.

        1. Non saprei dire quanto e se effettivamente il medico specialista sia di sinistra, secondo me ben poco, per il resto dico solo che, a fronte di una caduta verticale di una sinistra utopica, si riscontra il crollo altrettanto importante di tutte le altre ideologie, espresse da vari partiti. E la risposta egoistica dell ‘Europa contro i migranti è la prova che la suddetta Europa non ha mai funzionato, almeno entro questi termini, se non sulla carta.

          1. Ciao Roberto, io rispetto tutte le opinioni, tanto più quando le condivido. Tuttavia non é sufficiente il corretto giudizio sull’esistente a far migliorare le cose: occorrono la buona volontà, l’impegno ed il sacrificio dei benpensanti e, soprattutto, la capacità di vedere il bicchiere mezzo pieno! Un caro saluto.

  12. Ciao…Decisamente la voglio prendere a ridere:- Pronto, polizia? Siamo in ostaggio di due pregiudicati.
    – Mantenga la calma e mi dica dove vi trovate e quanti siete.
    – Italia, 60 milioni.
    Sorriso, Sal

  13. “Gli occhi della paura vogliono che voi mettiate serrature più grandi alla vostra porta, che vi compriate delle armi, che vi isoliate. Gli occhi dell’amore, invece, ci vedono tutti come una cosa sola. Ecco che cosa possiamo fare per cambiare il mondo, proprio adesso, in un giro di giostra migliore. Prendiamo tutti i soldi che spendiamo in armi e nella difesa ogni anno e spendiamoli invece per cibo, vestiti ed educazione per i poveri nel mondo, e basterebbero a farlo molte volte, nessun essere umano escluso, e potremo esplorare lo spazio, insieme, sia interiore che esteriore, per sempre, in pace.” Sorriso, Sal

  14. Ciao…All’atto dell’iscrizione ai mondiali i tedeschi hanno dichiarato: età non giovanissimi, professione calciatori-genio, segni particolari: talenti mostruosi e campioni del mondo. Dopo la partita e l’eliminazione di ieri contro la Corea, non so se oggi ripeterebbero le stesse cose…E io, come tutti gli italiani sportivi, godo…Sorrisissimo, Sal

Lascia un commento

Se possiedi già una registrazione clicca su entra, oppure lascia un commento come anonimo (Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog).

2016 Name of Company