NON ABBANDONATE IL VOSTRO ANIMALE DOMESTICO

Post n°1011 pubblicato il 20 Luglio 2016 da alf.cosmos
 

Periodo di vacanze...

NON ABBANDONATE IL VOSTRO ANIMALE DOMESTICO

gatto

I nostri compagni animali hanno grandi sentimenti e sono dipendenti da noi nella nostra vita quotidiana e quindi non saprebbero come cavarsela in quanto dalla nascita sono abituati alle nostre attenzioni e al cibo che gli doniamo.

Sono compagni veramente preziosi e ci amano. Non vanno quindi trattati come oggetti ma come esseri con grandi emozioni.

Gli animali amano, amiamo gli animali e prendiamoci cura di loro

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

ANNE GIVAUDAN E GLI EXTRATERRESTRI

Post n°1010 pubblicato il 17 Luglio 2016 da alf.cosmos
 

ANNE GIVAUDAN E

GLI EXTRATERRESTRI

 

Anne Givaudan è una viaggiatrice astrale, autrice di parecchi libri e tutto ciò che scrive e dice riguarda esperienze vissute in prima persona

 


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

DURANTE IL SONNO, NEL MONDO INVISIBILE di O.M. Aivanhov

Post n°1009 pubblicato il 11 Luglio 2016 da alf.cosmos
 

DURANTE IL SONNO, NEL MONDO INVISIBILE di O.M. Aivanhov

 

Aivanhov

 

 

 "È di notte, durante il sonno, che trovate le condizioni favorevoli per istruirvi nel mondo invisibile. E anche se non conservate alcun ricordo preciso di ciò che avete imparato, a volte potete sentire che alcuni elementi nuovi si sono aggiunti alla vostra comprensione delle cose.

Ogni giorno è una nuova esistenza. Ogni mattina nascete al mondo e ogni sera lasciate il mondo; è importante per voi vivere bene l’ultimo momento della vostra giornata, perché quel momento prepara le condizioni per il giorno seguente. Qualunque giornata abbiate trascorso, al momento di addormentarvi sforzatevi di scacciare tutto ciò che può oscurare la vostra coscienza. Fate appello ai migliori pensieri e ai migliori sentimenti affinché vi accompagnino nel viaggio sacro che state per intraprendere nell’altro mondo. L’indomani entrerete nel nuovo giorno con sensazioni di luce, di pace e di gioia. "

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

 

IL SONNO SACRO di Aivanhov

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L’UOMO COME UN ROBOT? VEICOLI ASTRALE E MENTALE COME AUTOMATISMI? COME MACCHINE? di Cerchio Firenze 77

Post n°1008 pubblicato il 07 Luglio 2016 da alf.cosmos
 

L’UOMO COME UN ROBOT? VEICOLI ASTRALE E MENTALE COME AUTOMATISMI? COME MACCHINE? di Cerchio Firenze 77

 

uomo robot


Per la parte inferiore si, in linea di principio. Perché poi ognuno ha un suo corpo mentale, un corpo astrale. E poi c’è il discorso dei corpi mentali analoghi quando subentra il discorso della diversa evoluzione. Perché non sono analoghi? Perché fra l’uno e l’altro c’è un’evoluzione diversa.

Un cervello elettronico tu lo interroghi e ti risponde a tono. Ma non ha coscienza. Allora perché non puoi pensare che un corpo mentale unito a un corpo astrale e a un corpo fisico possano rispondere senza che quei segnali siano percepiti da una coscienza?

Voi dovete pensare al corpo fisico, astrale e mentale , nelle loro funzioni, proprio come a degli automatismi. Come a delle macchine che, a certi segnali, danno certe risposte.

Consideriamoli proprio scevri dal governo che il sentire di coscienza ha nei loro confronti. Ora esagero l’esempio per farvi intendere: se prendessimo un corpo fisico, astrale e mentale analoghi nella loro costruzione di carattere (perché c’entra anche questo, al di fuori dal governo che ne ha il sentire di coscienza; e se a questi corpi voi faceste giungere dei segnali ambientali, ebbene voi vedreste che la reazione sarebbe analoga, non dico proprio uguale ma molto simile. Nel momento invece in cui collegate questi corpi alle rispettive coscienze, cioè alle rispettive individualità, allora la reazione è sensibilmente diversa. Perché? Perché l’evoluzione, la coscienza, l’ampiezza della coscienza di ogni essere governa, controlla l’automatismo del corpo astrale e mentale, controlla la reazione che il corpo astrale ha di fronte ai segnali ambientali, e a evoluzione diversa corrisponde controllo diverso e quindi manifestazione diversa, sentire in senso lato diverso.

Come ho detto prima, l’esempio è spinto agli estremi proprio per farvi capire. E’ come se ogni uomo avesse un cervello elettronico, un computer, che riguarda le funzioni sensorie, cioè il corpo astrale; un altro computer che riguarda le funzioni intellettive, cioè il corpo mentale; e così ogni corpo. Come questi apparecchi funzionano deriva dal governo della coscienza

 

Tratto da: MAESTRO PERCHE' - risposte dall'invisibile - di Cerchio Firenze 77

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Mio video : Corrado Malanga: Chi ammazza gli animali uccide una parte di sé 14.05.2016 Torino

Post n°1007 pubblicato il 30 Giugno 2016 da alf.cosmos
 

Mio video:

Corrado Malanga: Chi ammazza gli animali uccide una parte di sé 14.05.2016 Torino

 


 


Spezzone della conferenza del 14.05.16 in cui Malanga si esprime a favore degli animali e contro la caccia.
Ho filmato personalmente il video e più avanti pubblicherò altri video riguardo questa conferenza
Viva gli animali, con il loro importante percorso, la loro intelligenza e i loro sentimenti :-)
Alf

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

BAMBU’. LE CASE ECOSOSTENIBILI GRAZIE ALLA PIANTA DELLE MERAVIGLIE

Post n°1006 pubblicato il 27 Giugno 2016 da alf.cosmos
 

BAMBU’. LE CASE ECOSOSTENIBILI GRAZIE ALLA PIANTA DELLE MERAVIGLIE

Dalla casa che resiste alle inondazioni fino ai padiglioni per le esposizioni. Architetti e ingegneri riscoprono il materiale già utilizzato dai loro "colleghi" nel medioevo

di MARCO ANGELILLO

 

 

case ecosostenibili

 

ROMA - Si narra che sia la prima specie vegetale rinata sui suoli di Hiroshima e Nagasaki dopo il bombardamento atomico del 1945. Il bambù è la pianta delle meraviglie: graminacea perenne, sempreverde, dalla crescita spontanea, rapida. Non ha bisogno di essere seminata, annaffiata o concimata e si propaga autonomamente, rigenerandosi all'infinito. Il suo fitto apparato radicale costituisce una barriera naturale a rischi di smottamento, frana, dilavamento del suolo. Le foglie di un bosco di bambù assorbono anidride carbonica e rilasciano ossigeno come poche altre specie. La sua versatilità era conosciuta fin dall'antichità: il bambù veniva impiegato fin dal Duecento in Cina per realizzare le gomene e le cime delle navi, le funi dei ponti sospesi, il più duraturo dei quali, sul fiume Min (nella provincia del Fujian), è durato oltre 1.700 anni. Il suo legno era utilizzato anche per costruire le tubature per l'irrigazione dei campi di riso, soprattutto nella provincia del Sichuan.

 

 Bali, la fabbrica fatta solo di bambù

l bambù è un alimento fondamentale per il panda gigante e per la scimmia ragno, pianta decorativa nei giardini zen giapponesi e nei parchi romantici occidentali, materiale per l'interior design e per la costruzione di armi e trappole (utilizzate dai Vietcong durante la guerra del Vietnam), per vele, carta, tessuti, telai per biciclette, canne da pesca, farmaci e filtri per aria e acqua. Nella cucina orientale i germogli, ricchi di proteine e di sali minerali, sono gli ingredienti base di molte ricette e dalle foglie si ottengono particolari bevande alcoliche.

 case eco

Acciaio vegetale


È nelle costruzioni, antiche e contemporanee, tuttavia, che il bambù esprime tutte le sue potenzialità. Oggi è impiegato in edilizia principalmente in Asia e in America Latina, ma è probabile che in futuro conquisterà anche l'Europa e il Nordamerica. Basta infatti elencare qualche sua caratteristica fisica e meccanica per convincersi che sarà così. In alcune specie lo spessore del culmo (il fusto delle graminacee) può arrivare fino a 30 millimetri e il suo diametro fino a 30 centimetri, con altezze che possono raggiungere i 40 metri. Cavo e leggero, il bambù ha straordinarie proprietà meccaniche: la resistenza a tensione delle sue fibre può toccare i 12.000 kg/cm2, quasi due volte quella dell'acciaio. E supera addirittura il calcestruzzo nella resistenza a compressione. Sta diventando sempre più competitivo sul mercato delle costruzioni green e per le sue caratteristiche un laboratorio di ricerca di Singapore costituito da un team svizzero-asiatico, il Future cities laboratory, in collaborazione con l'Istituto federale svizzero di tecnologia di Zurigo, sta testando il bambù nel calcestruzzo armato, proprio al posto dell'acciaio.

 

Gli esempi di edifici in bambù sono moltissimi. A Manizales, città colombiana culla dell'architettura in bambù americana, sono ancora abitabili alcune case costruite a fine Ottocento. Architetti e ingegneri di tutto il mondo hanno fatto ricerca sul bambù, dal tedesco Frei Otto allo statunitense Richard Buckminster Fuller, dal giapponese Arata Isozaki a Renzo Piano. In America Latina si sono sviluppate tecniche costruttive rivoluzionarie: in Colombia, per esempio, l'architetto Carlos Vergara ha realizzato a Cali, negli anni Ottanta, la struttura in bambù a pianta quadrata più grande del mondo. In Costa Rica, Ecuador, Perù e Colombia sono stati costruiti interi quartieri di case popolari. Considerato il massimo esponente mondiale per questo tipo di costruzioni, Simòn Vélez ha realizzato ville, capannoni, stalle, ponti e addirittura una cattedrale. A Pereira (Colombia), nel 1999 l'opera venne completata in sole 5 settimane, con un costo pari a 30.000 dollari americani. L'intreccio dello scheletro architettonico a vista rimanda alle ricche e spontanee foreste pluviali colombiane e si inserisce in armonia nel contesto circostante e preesistente. Caratteristica sorprendente di questa architettura è il richiamo diretto allo stile gotico, con accentuati sviluppi verticali e una leggerezza strutturale invidiabile.

 

Simòn Vélez è l'autore anche di alcune tra le prime realizzazioni contemporanee in bambù d'Europa: una casa a basso costo e il padiglione Zeri all'Expo 2000 di Hannover, edificio a pianta poligonale alto 14 metri e mezzo e largo 40 con uno sbalzo perimetrale di 7 metri per proteggere l'interno dal sole e dalla pioggia. E a proposito di Expo, anche a Milano non poteva mancare un padiglione che celebrasse il trionfo del bambù: è quello del Vietnam, ispirato agli stagni di loto, ambiente caratteristico del Paese asiatico. È stato progettato dall'architetto vietnamita Vo Trong Nghia, che ha sentenziato: "Penso che il bambù e il laminato di bambù sostituiranno altri materiali e diventeranno l'acciaio verde del 21° secolo".

 

Verde e solidale

Numerose le realizzazioni, rigorosamente in bambù, che uniscono l'aspetto sociale alla sostenibilità ambientale ed economica. Lo studio H&P Architects di Hanoi ha progettato la Blooming bamboo home, un prototipo di casa pensato per resistere a inondazioni alte fino a tre metri. Il piano di calpestio è sollevato rispetto al suolo, per permettere all'acqua di scorrere al di sotto del solaio; le pareti e alcune sezioni della copertura si aprono verso l'esterno per consentire la ventilazione naturale. Zona giorno e zona notte occupano il piano principale; lo spazio sottotetto può essere utilizzato per lo studio o la preghiera. Vasi sospesi, sempre in bambù, possono ospitare piante e fiori, creando un giardino verticale sulla facciata. Di notte, l'illuminazione interna si diffonde magicamente all'esterno attraverso le fenditure delle pareti perimetrali. La struttura può essere assemblata in appena 25 giorni. Costo: 2.500 dollari!

 

E ancora. Una torre in bambù alta nove metri e larga tre produce acqua potabile ricavandola da pioggia, nebbia e rugiada: è la Warka water tower, un'invenzione italiana realizzata dall'architetto Arturo Vittori per contrastare il problema della siccità in Etiopia. L'aria si condensa in goccioline d'acqua che si depositano sulle fibre della rete interna alla struttura; da qui, seguendo i percorsi intrecciati della maglia, le gocce scivolano in un bacino alla base della torre dove l'acqua viene raccolta. Sempre in Africa, in Ghana, il bambù è ancora protagonista. Bamboo bike è la bicicletta nata in collaborazione con un network internazionale per la produzione di bambù e vimini. L'acciaio verde viene utilizzato per il telaio delle bici. Obiettivi: aiutare i produttori a uscire dalla povertà e mettere a disposizione degli abitanti di tutto il mondo un mezzo di trasporto sostenibile. Un'impresa sociale con sede a Kumasi, Ghana Bamboo, assembla le biciclette e le vende nel mercato globale.

 


case ecosostenibili

 

Per un lungo periodo l'utilizzo diffuso di materiali moderni ha significato per il bambù la perdita del ruolo che aveva conquistato nelle regioni del pianeta in cui è diffuso. È stato gradualmente sostituito da calcestruzzo, acciaio e legno ed è cosi diventato il legno dei poveri. Ma oggi questa connotazione e l'idea della sua deperibilità sono fattori in parte superati e il bambù è in fase di rivalutazione in tutto il mondo, anche grazie alla sua connotazione ecosostenibile. La pianta delle meraviglie, tuttavia, non è esente da rischi: alcune delle migliaia di specie di bambù sono, purtroppo, a rischio di estinzione a causa della deforestazione. Non sono pochi gli incendi dolosi, provocati per liberare i terreni ad altre coltivazioni, magari più redditizie nel breve periodo ma certamente meno lungimiranti.

 

Fonte e altre foto: Repubblica del 24/5/2015  http://www.repubblica.it/ambiente/2015/05/24/news/bambu_-115147736/

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

EMOZIONI, SENTIMENTI E SOFFERENZE DEGLI ANIMALI

Post n°1005 pubblicato il 22 Giugno 2016 da alf.cosmos
 

EMOZIONI, SENTIMENTI E SOFFERENZE DEGLI ANIMALI

Prof.ssa Alessandra Graziottin

Direttore del Centro di Ginecologia e Sessuologia Medica H. San Raffaele Resnati, Milano

 

 

lama

 

 

Charlie e Josephine erano stati compagni inseparabili per 13 anni. Di fronte all’impietrita Josephine, Charlie venne ucciso a colpi di fucile dalla polizia che aveva cercato di catturarlo, con un atto di violenza che risultò poi del tutto immotivato. Josephine all’inizio restò immobile, senza un gemito. Poi, lentamente, si avvicinò al corpo di Charlie accasciato a terra, si piegò sulle ginocchia. Silenziosamente appoggiò la sua testa sul corpo morto di lui, coperto di sangue. Si piegò di più, con un gemito lungo che straziò il cuore dei presenti... Non si alzò più. In quindici minuti Josephine, sana e forte, era morta. Di crepacuore.

L’aspetto più singolare di questa storia amara, raccolta dal dottor George Engel, dell’Università di Rochester, studioso che si interessa di morti improvvise, e della loro comune fisiopatologia, negli uomini e negli animali, è che Charlie e Josephine erano due lama di uno zoo fuggiti durante una tempesta di neve.


Un’eccezione, un caso singolare? No. L’osservazione attenta e affettuosa dei nostri amici animali, in circostanze anche meno drammatiche, ci svela verità che ci fa comodo non voler vedere. La loro capacità di attaccamento, di amore, è forse pari alla nostra, anche se si esprime in modi diversi. Forse, per alcuni animali, è superiore. Il fatto che non parlino con linguaggio umano non significa che non abbiano emozioni, sentimenti profondi, tenerezza e dolcezza, e capacità di dedizione fino all’eroismo. Una qualità, quest’ultima, di assoluta evidenza nei nostri amici cani. Sono capaci di pensieri formulati in forma di immagini visive, olfattive, uditive, tattili e gustative, associate a emozioni, intuizioni e comportamenti. La finezza e la complessità del loro mondo emotivo si esalta con l’amore, l’attenzione, l’interazione continua con qualche umano che li ami. Sentono le nostre emozioni, il nostro dolore, i nostri conflitti, le nostre ansie, la nostra gioia, che captano con antenne sottili, invisibili  e potenti. E soffrono, più di quanto immaginiamo, non solo per ferite fisiche, ma anche emotive. Patiscono l’indifferenza, la crudeltà dell’assenza, la violenza gratuita. Soffrono l’abbandono, la separazione dai loro amici umani, specie d’estate. Hanno una vera e propria depressione, e  attacchi di panico, se il loro padrone li lascia soli d’estate. E possono morire, o lasciarsi morire, quando vengono abbandonati. Possono morire di crepacuore, proprio come noi. Il dolore acuto dell’abbandono, o della morte di un altro animale a loro caro, o la scomparsa di una persona amata, può causare un’impennata di adrenalina e una vasocostrizione coronarica così violenta da causare un infarto massivo e senza appello. Più spesso, l’abbandono li lascia in disperata attesa sulla strada dove sono stati abbandonati, fiduciosi ad attendere che il padrone ritorni, finché una macchina non li travolge.

Liquidare l’abbandono con un cinico “Tanto è solo un cane”, oppure “E’ solo un gatto”, fa torto alla intelligenza e sensibilità dei nostri amici animali che ci amano con una dedizione assoluta, senza ombre e senza incertezze, sconosciuta a molti umani. E’ giusto ricordare quanto male facciamo ai nostri amici animali, quando li abbandoniamo, ora che di nuovo arriva l’estate e con lei la strage lungo strade e autostrade di migliaia di loro, condannati a morte dalla nostra incuria, dal nostro egoismo, dalla nostra crudeltà, dalla nostra vertiginosa noncuranza. Homo sapiens, homo crudelis.

 Fonte: http://www.alessandragraziottin.it/it/articoli.php/Emozioni-sentimenti-e-sofferenze-degli-animali?EW_FATHER=1484&ART_TYPE=AQUOT

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

L’INUTILITA’ DI SEGUIRE DEI DOGMI di O.M. Aivanhov

Post n°1004 pubblicato il 18 Giugno 2016 da alf.cosmos
 

L’INUTILITA’ DI SEGUIRE DEI DOGMI

 

di O.M. Aivanhov

 

Aivanhov

 

 

 

"Per molti cristiani, la religione si riduce ad una serie di articoli di fede che non hanno alcun rapporto con le loro esperienze quotidiane. Essi accettano passivamente dei dogmi che sono stati loro inculcati e dei quali non sanno cosa fare; e siccome non sanno cosa farne, continuano a vivere come qualsiasi miscredente. È così che la religione ha finito per non avere più niente in comune con la vera fede; non restano che delle credenze che non salveranno nessuno. Essi sono cristiani, certo, ma senza il lavoro, senza lo sforzo e senza la sperimentazione, quale risultato possono attendersi? Ora, è detto nei Vangeli che la fede è in grado di spostare le montagne; ma finché i credenti si accontenteranno di ripetere delle formule, dei gesti o dei riti spesso incomprensibili, la loro fede non sposterà le montagne e non farà alcun miracolo; e quando parlo di “miracolo”, non si tratta di guarire i malati o resuscitare i morti, ma di trasformare se stessi, resuscitare se stessi."


Omraam Mikhaël Aïvanhov

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

AVVISTAMENTI UFO DURANTE LA PARTITA DI CALCIO FIORENTINA-PISTOIESE NEL 1954

Post n°1003 pubblicato il 14 Giugno 2016 da alf.cosmos
 

AVVISTAMENTI UFO DURANTE LA PARTITA DI CALCIO FIORENTINA-PISTOIESE NEL 1954

 

Siccome siamo in clima di europei di calcio, ho pensato di proporre qualcosa di incredibile che avvenne durante la partita Fiorentina-Pistoiese nel 1954.

Tutti i giocatori si fermarono durante la partita in quanto c'erano ufo in cielo e in quei giorni a Firenze continuarono gli avvistamenti con fenomeni anche piuttosto particolari


 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

OLTRE LE RELIGIONI di Alf

Post n°1002 pubblicato il 12 Giugno 2016 da alf.cosmos
 

OLTRE LE RELIGIONI di Alf

 

religioni

 

Le religioni sono state un modo per fare un percorso Interiore a seconda del luogo geografico e delle tradizioni. Purtroppo sono sempre state oggetto di manipolazioni e utilizzate dai poteri forti per i loro fini.

Assistiamo a estremismi che non hanno nulla a che fare con la Spiritualità vera; non solo oggi ma anche in passato, ad es. con le crociate. Non esistono guerre “sante” e nel contempo non può esistere razzismo di nessun tipo nella vera Spiritualità.

In parole povere le religioni, anche per cattive interpretazioni e manipolazioni, hanno contribuito a dividere, anziché unire.

Naturalmente ci sono persone buone con grande Cuore e mentalità aperta in tutte le religioni. Ci sono anche persone che non appartengono ad alcuna religione, i cui comportamenti sono spirituali veramente, al contrario di chi pensa di essere detentore di verità solo perché appartiene alla religione che reputa giusta o va in chiesa o appartiene a un determinato gruppo spirituale o setta.

E’ quindi ora di trovare i comuni denominatori; quelli che convergono verso l’Amore e il collegamento con tutto ciò che è visibile e invisibile.

La Spiritualità del futuro sarà oltre le religioni che abbiamo sempre conosciuto…sarà quella che parte da dentro di noi e si collegherà in modo amorevole a ciò che ci circonda, fin dalle piccole cose, che siano persone, animali o natura.

Ciò che conta veramente sono i nobili pensieri con i quali costruire dentro e fuori, i sentimenti che partono dal Cuore, non possessivi e altruistici, e come attraverso le azioni tutto questo diventa la realtà che ci circonda…

Ognuno può fare la sua parte per in mondo diverso di Giustizia, Pace e Armonia

La Spiritualità è unione e collegamento…certo col Divino, ma anche in Terra, perché se siamo qui è per fare esperienza e cercare in qualche modo di “spiritualizzare” la materia e portare il Cielo in Terra…Possiamo creare il Paradiso o l’Inferno…dipende solo da noi…

Un abbraccio cosmico

Alf

 

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
« Precedenti
Successivi »
 
 

       

  
  
  
  
  

 

MIO CANALE YOUTUBE

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

adelasia111giovila1966psicologiaforensealf.cosmososcardellestelleamorino11deteriora_sequormarlow17RavvedutiIn2PABDGTby_soulshantiom0mirsadgenerazioneottanta
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 142
 

I miei Blog Amici

- Sorgente Divina
- Diario Stellare
- Arcobaleno dAmore
- Pensieri
- IlPiccoloMondoDiMery
- IL VERO SE sentire percepire guardare oltre..
- Sol Tre News
- RI_INCONTRIAMOLO
- anima blu
- Angeli
- angeli_senza_ali
- FIGLIA DELLE STELLE
- terrarisonante di Don Luisito
- SentiSenti
- Essere non essere
- NEXUS
- Nel reale e oltre
- * LA MIA ISOLA* di JOANNAS
- Vehuel Rosso Cuore
- St Germain
- Starchild
- Maestri di Luce
- Kryon
- l’Arcangelo Michele
- FederazioneGalattica
- LA VITA E MERAVIGLIA di Dolly
- Io e i miei Mondi di Alex
- Star trek-mania blog
- Range random di Southcross
- come un carillon di fata nocino
- IL SENSO DELLA VITA di Angelica
- Lucedoriente di Luce
- golBBlog di hareezio
- Armonie di Atlantis
- STAR TREK di danko1075
- incontinuaevoluzione di ocarlino
- spiritelli di foriero0
- spazio di unicaeoriginale
- Gira si la vòi gira di lanzarda
- RIFLESSI DI LUCE di KETHER
- D_E_S_IO di desiodgl0
- Nihil di onlyang
- Fiore di fiordiloto
- I giorni Maya di interpretazioni_maya
- Fotografando Emily.. di Emily2009
- Sogno diurno di dovere di vivere
- RICORDI E POESIE di monchery10
- Laraba fenice di torrepreziosa
- counseling-integrato di Fiorintegrati
- MAYA di donamaya
- liberi di essere di olena63
- Puro Cuore Fra Noi
- FIORE DI LOTO di soleluna140
- ESPRESSIONI DAMORE di Aquamarinablu
- May it be....di TrinitàDeiMonti
- Le grand ouvre di ledlordsandro9
- il mare infinito di lafatadelmare
- Avanscoperta di lauravera1959
- PRIMAVERA ! di claire66
- Percorso di LUCE di lapiccolastellina2
- finestra sul mondo di ormailibera
- il regno di arcadia di xx Arcadia xx
- blogmelina di donnadaipassiperduti
- interrogativi di antone.a
- Il_Colore_oro di afrodite.58
- Dedicato a Karol di laura_brustenga
- Libera su Libero... di LaBrusLa
- Morven di Morven61
- SYMPATHY di pachira0
- BILUNABA di bibastella.b
- AMORE UNIVERSALE di salvatore.ravas
- Neshama di Cleinsciandra
- Dalle Memorie di MaurJah
- vita meravigliosa di Cristina
- La vita è un soffio amo larte e dipingo di Luli
- NellInfinito di Maria Carrassi
- Un anima a nudo...di AngeloSenzaVeli
- Sei fili bianchi di Pinktree
- OCCHI PER GUARDARE OLTRE di soliinmezzoallagente
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini, i testi e le notizie pubblicate sono quasi tutte tratte dal web e quindi valutate di pubblico dominio. Qualora il loro utilizzo violasse dei diritti d’autore, si prega avvertire l’ Autore del Blog il quale provvederà alla loro immediata rimozione.

 

Archivio messaggi

 
 << Luglio 2016 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom