Community
 
EvolutionMoka
   
 
 
Creato da EvolutionMoka il 06/10/2005
poeta minore

copyright

 

Creative Commons License

 

Il blog di Giovanni Gigliano gode di una

LICENZA CREATIVE COMMONS

 

 

Area personale

 
 

FACEBOOK

 
 
 

Ultime visite al Blog

 
troglotribeelisa.r79Mylady811poeta.72cassetta2EvolutionMokabal_zacBasta_una_scintillabarraversosudvaniloquiorisvegliocavinoDuochromeacr_crDJ_Ponhzisblog
 
 
 

 

 

LUMACHE

Post n°711 pubblicato il 26 Giugno 2014 da EvolutionMoka
 

 

 

 

I barbari non passeranno

non c’è più nulla da saccheggiare

corpi da violare

cibi da divorare

templi da profanare

Oh terre un tempo così attraenti

ora siete divenute ripugnanti

anche all’occhio del bandito

Non avete più vergogna di nulla

succhiatori di anime e piacere

avete succhiato tutto il miele

ora succhiate gli avanzi

e continuerete a succhiare

finché non rimarrà

solo il vostro sangue alla bocca

Non passeranno i barbari

non passeranno nemmeno allora

per calpestarvi

e regalarvi la fine

 

(G.G. - 2014)

 
 
 

FUORI DAL BORGO

Post n°710 pubblicato il 18 Marzo 2014 da EvolutionMoka

 

 

 

Non sono mai riuscito

a far parte delle altre persone:

a scuola non legavo

con i più popolari,

per l’oratorio

dicevo troppe parolacce,

negli sport di squadra

fuor di misura individualista,

degli schieramenti politici

disinteressato,

al lavoro sempre per conto mio

quasi sconosciuto agli altri,

per le donne freddo

e senza punti di riferimento…

Ci soffrivo inizialmente

per quanto mi sforzassi

non riuscivo mai

a stare in mezzo agli altri

facendo parte degli altri.

Mi sentivo escluso ed emarginato,

ma poi col tempo capii

che la colpa era solo mia

non erano gli altri ad escludermi,

bensì io ad escludere tutti gli altri

Non vi amo e non vi odio

vi osservo nel borgo,

non desidero la vostra vita

mi basta la mia senza di voi

Non sento più

il desiderio improvviso d’uscire

di me stesso, di vivere la vita

di tutti,

d’essere come tutti

gli uomini di tutti

i giorni

 

(G.G. - 2014)

 
 
 

CONGEDO

Post n°709 pubblicato il 11 Febbraio 2014 da EvolutionMoka
 

 

 

 

 

E’ persa la speranza

tra i rami rinsecchiti

di un qualsiasi autunno

ce ne andremo

senza voltarci indietro

illuminati dalla luce artificiale

delle aureole dei santi

che ci osserveranno

con le braccia incrociate

E’ persa la speranza per voi

che rispondevate in silenzio

piegando le labbra

in sorrisi deformi

il nostro addio

vi lascerà indifferenti

come prima

come sempre

Ce ne andremo così

da chi si apre il petto

e mostra un cuore sanguinante

evitando di guardare

il cuore malato degli altri

Ce ne andremo così

dalle sale d’attesa

al salone dei miracoli

dove ci sono persone scomparse

di vecchiaia e illusioni sopite

Ce ne andremo convinti

di non tornare più

consapevoli che dimenticare

è un lusso che porta all’eternità…

…Ce lo avete insegnato voi

 

(G.G. 2014)

 
 
 

SABATO 21 DICEMBRE AL CAFFE' DEL TEATRO A FIORANO

Post n°708 pubblicato il 18 Dicembre 2013 da EvolutionMoka
 

 
 
 

DELLE DELIZIE

Post n°707 pubblicato il 13 Novembre 2013 da EvolutionMoka
 

 

Unicuique suum. La nuova mappa del potere nei Consigli di Amministrazione delle università italiane

Non avere paura dei mostri,

 

ma dei mostri vestiti da angeli

 

che si avvicinano indisturbati

 

e ti abbracciano rassicurandoti

 

e quella stretta diviene

 

sempre più robusta sino a soffocarti

 

Il tuo nemico è sempre lo stesso

 

cerca di riconoscerlo

 

ha giocattoli con cui conquistarti

 

e regalarti l’illusione

 

che vivere alla grande,

 

ma con le pezze al culo

 

sia quello che volevi

 

La libertà non è un' utopia

 

chi ha il potere

 

è libero per davvero

 

e si diverte a soddisfare

 

i propri capricci e i propri vizi

 

Siamo solo oggetti

 

sugli artigli del potere

 

da usare e smontare

 

a proprio piacimento

 

Ci hanno rubato il futuro

 

e sottratto le occasioni,

 

ci hanno saccheggiato i sogni

 

e privato della nostra moralità,

 

hanno sostituito il nostro cielo

 

con un cielo usa e getta,

 

ci hanno drogato con sesso e denaro

 

così da farci dimenticare tutto

 

così da cancellare la nostra coscienza

 

Nell’orgia volgare

 

dell’immondizia mediatica

 

che scrive la storia a modo suo

 

talvolta sopravvive ancora una poesia

(G.G. 2013)

 

 
 
 
Successivi »