Creato da: ceithre il 12/06/2007
Cronache Lunari di una Madre Fuori Moda

 

 
« Happy Woman's Day to Everyone!

Tirare le Somme

Post n°342 pubblicato il 30 Maggio 2013 da ceithre

Ecco che è finito il mese di Maggio - l'ultimo mese di scuola. Ora rimangono 12 giorni di cosette, feste, saggi, corsi a destra e manca e poi "La Fine".

F3 finisce la scuola elementare e se da una parte me ne rammarico, è difficile vederla crescere - dopo tutto è la mia piccina, dall'altra non ne posso più. Le maestre hanno tirato le somme con noi genitori 2 settimane fa, e noi genitori credo l'abbiamo fatto un po' di tempo fa e io non ne posso più di tanti genitori -  meno male che alle medie posso ignorarli felicemente, tanto ci troveremo solo in fila insieme per i colloqui.

Ora però tiro le somme io. Le rappresentanti di classe vorrebbero che i ragazzi lasciassero un ricordino per le maestre, un disegno, una poesia, un pensierino - mi torna in mente che la F1 aveva scritto una lettera ai suoi maestri all'epoca e mi chiedo cosa vorrà fare la F3. Lei con fogli di carta sparsi davanti a sè mi chiede aiuto: vorrebbe fare un disegno, ma non sa di cosa. -Beh- dico io - prova con un bel ricordo che hai di loro, un momento che ricorderai per sempre, qualcosa di particolare. Lei pensa un poco, e poi si decide - alla maestra d'Italiano farò un delfino che le piacciono tanto.

Ecco...

credo che esistono 3 tipi di insegnanti (a quelli cattivi non li do nemmeno l'appellativo di insegnante):

Il primo è quella che ha trovato la F3. Insegnanti che sono competenti e insegnano la propria materia con più o meno successo. Saranno ricordati per le verifiche, o i compiti o qualche episodio sporadico in classe che li coinvolgeva, quasi loro malgrado.


il secondo è l'insegnante appassionato - quello che adora la propria materia e cerca in tutti modi di coinvolgere i ragazzi e a spronarli ad amare la sua materia come lo ama lui. La F3 ne ha incontrati parecchie in questi 5 anni di scuola, tutti esterni, l'insegnante di musica, di scacchi, di teatro. Tornava dalla lezione con una voglia matta di riprovare quello che era stata fatta in classe. Bei insegnanti, di loro si ricorda la voglia di riuscire, il piacere, la luce negli occhi.

Poi ci sono i Maestri. La F3 non mi capiva, non riusciva a comprendere cosa intendevo quando le ho chiesto cosa le avevano insegnato le sue maestre. Finche non le ho chiesto cosa le aveva insegnato la sua prima maestra di Twirling. Le è venuta un grande sorriso: "di tenere il mento in su, di sorridere, di non fare il broncio perchè non aiuta nessuno men che meno a me.... e di non darmi per vinta, provando e riprovando se si insiste alla fine riesco anch'io."
Ecco, questa è una Maestra, una persona che riesce ad impartire lezioni per la vita mentre insegna la propria materia.
Per fare questo si deve sentire l'insegnamento nel cuore - e se i primi due tipi vanno bene dalle medie in avanti alle elementari bisogna trovare più Maestri. Ogni bimbo ha il diritto di trovare almeno uno di maestro sulla propria strada e chi sceglie il mestiere di insegnante dovrebbe tenerlo a mente.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog