Pensieri in Cucina

"Nella ricetta c'è tutto ....tranne l'essenziale" - (G.Marchesi)

 
 

ON LINE

 

ISTRUZIONI PER L'USO

Fate CLICK sulle foto per ingrandirle !!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Ele88iptarcentopostaladykawasakiluisasalomitigrottaTobagarospo.74gloria751malgeri.fabriziociro1000boggio.carolinavalum0patty1_mahazzurra478giuseppe.pelusolalalaladgl3
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

Grazie!
Inviato da: Recettes d'agneau
il 03/09/2013 alle 11:14
 
Grazzie!
Inviato da: Blog tendresse
il 31/07/2013 alle 09:25
 
Grazie Giorgia!! Mi impegnerů a farlo, promesso!!
Inviato da: lucio.colizzi
il 10/03/2013 alle 15:01
 
Ciao Lucio! Ť da un pů che t seguo su ABC e volevo farti...
Inviato da: Giorgia
il 08/03/2013 alle 18:28
 
Ottimo abbinamento Ciccio!!! Ciao e grazie per aver...
Inviato da: lucio.colizzi
il 01/08/2012 alle 09:17
 
 

SECONDI 1

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Questo blog fa parte del gruppo i migliori blog! (ricette di cucina)

 

 

« Frollini al cioccolatoZuppa di Marzo con Orecc... »

Gambero rosso di Gallipoli con crema di patate, porri, asparagi e schiuma di crostacei

Post n°36 pubblicato il 12 Marzo 2009 da lucio.colizzi
 
Foto di lucio.colizzi

 

Ci sono certi ingredienti che stanno così bene insieme che si fa fatica a pensare che il loro abbinamento derivi da materie prime così diverse tra di loro. E’ il caso classicissimo della patata e del porro.

In questa ricetta vi propongo una crema arcinota con un abbinamento apparentemente insolito, ovvero i crostacei (e che crostacei!) e gli asparagi, visto che siamo in piena stagione.

Prima di tutto due parole sui crostacei di Gallipoli. Fondamentalmente si pescano da quelle parti due tipologie di gambero, il rosso (Aristaeomorpha foliacea) e la specie viola. Sono entrambi delle prelibatezze, e praticamente noi li mangiamo soprattutto crudi. Per salvaguardare al massimo la freschezza dei gamberi anche se cotti vanno fatti appena lambire dalle fiamme.

 Quindi procuriamoci dei bei gamberoni, degli asparagi, un bel porro, qualche patata, della menta ed un bicchierino di brandy. E via di spedito in cucina.

 

  1.  Facciamo una crema di patate, porri e asparagi: tagliamo a joulienne i porri ed a cubettini le patate ed i gambi degli asparagi. Saltiamo in una casseruola il porro con dell’olio extra, aggiungiamo patate ed asparagi, saltiamo ancora un minuto e versiamo acqua fino a coprire gli ingredienti. Copriamo con un coperchio  e facciamo cuocere per almeno venti minuti dal bollore. Saliamo, pepiamo e frulliamo tutto aggiungendo a filo un po’ di olio extra fino ad ottenere una bella crema cremosa.
  2.  Prendiamo una fetta di pan carrè, mettiamola tra due fogli di carta da forno, e schiacciamola con un mattarello. Utilizziamo un bicchiere per tagliare dei dischi. Spennelliamo i dischi di pan carrè con dell’olio e tostiamoli su una pentola antiaderente finchè non diventano croccanti
  3.  Tagliamo le punte degli asparagi a metà e saltiamoli con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio per cinque minuti, aggiungiamo poi i gamberoni a pezzettini, qualche foglia di menta fresca e sfumiamo subito con il brandy (se riuscite fate un flambè). Togliamo dal fuoco, ricordatevi che i gamberoni devono rimanere quasi crudi e le punte degli asparagi belle croccanti.
  4.  Adesso un ultimo passaggio che se volete POTETE TRANQUILLAMENTE EVITARE. Se però vi volete cimentare vi dovete procurate un “sifone” (qui trovate un esempio), si proprio quell’aggeggio che viene utilizzato dalle pasticcerie per montare al volo la panna. Per fare la schiuma di crostacei, facciamo prima di tutto un fumetto. Tostate le teste dei gamberoni con un filo d’olio, aggiungete qualche gambo di asparago (non si butta via niente!!) e coprite con dell’acqua. Salate e pepate q.b. Fate cuocere per trenta minuti dopo di che filtrate il fumetto. Fatelo un po’ raffreddare (se avete un termometro da cucina dovrebbe scendere la temperatura sotto i 60 gradi). Sciogliete nel fumetto alcuni fogli di colla di pesce (5 ogni mezzo litro d fumetto). Inserite il composto nel sifone e caricate con due fiale di gas. Fate riposare in frigo almeno due ore.
  5.  Impiattiamo in una coppa come nella foto, mettendo qualche cucchiaio di crema di patate, porri ed asparagi. Posiamo sopra il disco croccante di pancarrè ed un po’ di gamberoni ed asparagi con qualche cucchiaiata del loro sughetto di cottura. Finiamo con un sifonata di schiuma di crostace.

 

 Io l’ho servito questa sera a moglie come antipasto….che dire !!!  Complimenti e lode ai gamberoni rossi di Gallipoli !!

 

….alla prossima      

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: lucio.colizzi
Data di creazione: 27/12/2008
 

FOTOGRAFIA GASTRONOMICA

Il mio piatto dal titolo "Il Porcino di Mare" ha vinto il concorso nazionale fotografia gastronomica "anche l'occhio" 2007.

Il Porcino di Mare

 






 





 

 





 





 





 
 




 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2014 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31