TORTA AL COCCO

torta al cocco

Ricetta molto gustosa e soffice, facile da preparare e che fa venire l’acquolina in bocca , assolutamente da provare.

Ingredienti:

3 uova intere

farina 00 150 gr.

zucchero 200 gr.

latte o acqua 100 ml.

cocco rapè 150 gr.

2 vasetti di yogurt al gusto di cocco

olio di girasole o mais 100 ml.

polvere lievitante vanigliata (una bustina da 20 gr.)

tortiera da 25 cm di diametro

Preparazione:

Uniamo 3 uova intere allo zucchero in una bacinella, poi aggiungiamo 100 ml di olio di girasole o di mais e mescoliamo il tutto con la frusta. Aggiungiamo il cocco rapè (cioè essiccato e grattugiato) e lo yogurt al gusto di cocco, nel frattempo riscaldiamo il forno a 180°.

Aggiungiamo il cocco essiccato e mescoliamo con la frusta, cercando di dare al composto un aspetto corposo ma fluido. Aggiungiamo il latte o l’acqua.

Ungiamo e infariniamo la tortiera. Incorporiamo la polvere lievitante vanigliata all’impasto e lo versiamo nella tortiera, poi scuotiamo la teglia per livellarlo bene, inforniamo a 180° per 30 o 35 minuti. Il forno deve essere ben caldo sia sotto che sopra.

Prima di togliere a torta dal forno controlliamo la cottura: si introduce uno stuzzicadenti all’ interno della torta e lo si tira fuori, se rimane dell’ impasto attaccato vuol dire che è ancora cruda, se invece lo stuzzicadenti è pulito significa che è cotta.

Come tortiera è meglio usare quella che si può aprire, così si evita che si attacchi ai bordi. E’ sempre meglio comunque aspettare una ventina di minuti prima di toglierla, altrimenti sarebbe troppo morbida.

Quando la torta si è raffreddata la si può decorare con zucchero a velo, cocco rapè, o miele.

E’ BUONISSIMA E FACILE DA FARE!

LE NOSTRE RIFLESSIONI SUL GF VIP

gf-vip

Con riferimento all’attuale edizione del programma televisivo ‘GF VIP’, noi pensiamo che invece di concentrarsi così tanto sulle notizie relative a questi personaggi famosi, ci si dovrebbe interessare maggiormente a ciò che avviene nel mondo, seppur il panorama televisivo attuale non offra nulla di interessante in alternativa.

Con riferimento al clamore che l’esclusione del pugile Clemente Russo ha suscitato, per le sue battute sessiste, alcuni di noi pensano che sia un tentativo di sviare l’attenzione dei più dalle notizie realmente importanti.

I protagonisti del programma, in quanto personaggi famosi, dovrebbero dare il buon esempio con il proprio comportamento e invece indulgono in atteggiamenti biasimabili. Inoltre, i programmatori potrebbero almeno strutturare meglio le loro attività giornaliere per creare performance più interessanti.

Un’altra osservazione riguarda l’aspetto esteriore di questi VIP, il tempo passa per tutti… qualcuno dovrebbe dirglielo! L’eccesso di chirurgia estetica da’ un segnale negativo alla gioventù in crescita e, oltre trasmettere ideali fisici irrealistici, è francamente brutta da vedere….. consigliamo a loro la visione del film ‘La Morte ti fa bella’.

GRUPPO CUCINA

Il progetto “GRUPPO CUCINA” è stato pensato come un intervento riabilitativo di gruppo per sperimentare la preparazione e la condivisione del pranzo, con l’obiettivo di migliorare la conoscenza e le abilità in ambito culinario e di fornire un contesto di socializzazione.

Il gruppo è iniziato nel 2014, ed era costituito da due operatori e una decina di utenti del centro diurno, accomunate dal bisogno di ampliare le proprie abitudini alimentari, di socializzare, oltre che ovviamente dalla passione per la buona tavola. Settimanalmente ci riunivamo presso uno dei nuclei abitativi del gruppo appartamento “LA PIAZZA” di Frassineto Po, messo a disposizione da due dei suoi ospiti. Insieme si definiva il menù, e il budget a disposizione per la settimana successiva e si preparava insieme la ricetta del giorno definita la settimana precedente. Un piccolo gruppo si occupava di fare la spesa per tutti.

Col passare dei mesi siamo diventati una vera e propria squadra, dividersi i compiti è diventato via via sempre più naturale e le preparazioni, anche le più complesse, erano veramente appetitose.

Saltuariamente il gruppo ha organizzato pranzi allargati, cui ha invitato diversi ospiti, arrivando a fare gli gnocchi in casa anche per 20 persone!

‘’L’esperienza del gruppo cucina ci ha insegnato che si possono esplorare nuovi orizzonti nell’ambito culinario. Abbiamo imparato nuove ricette, per noi il menù e un po’ poesia, un’armonia di sapori che legano’’ (Lola e Creepers).

Attualmente il gruppo si riunisce solo saltuariamente perchè non c’è più la disponibilità di una cucina sufficientemente grande, ognuno cucina qualcosa da casa e lo porta per condividerlo al centro diurno oppure d’estate alla Cittadella, nell’area attrezzata con i tavoli.

Operatori e partecipanti sono alla ricerca di un nuovo spazio per riprendere l’attività del gruppo, intanto ci fa piacere condividere, attraverso questo blog, le ricette che abbiamo sperimentato. Le foto delle ricette che vedete nella categoria cucina del blog sono quelle originali scattate da noi.

Provatele e BUON APPETITO!

LA CORSA CHE INIZIA COME CURA E DIVENTA PASSIONE

corsa

immagine presa dal web

Nell’ambito della rubrica sportiva abbiamo deciso di intervistare Emilio, un ragazzo casalese che pratica la corsa e ha partecipato all’ultima edizione della “Stracasale”. Emilio collabora al nostro blog da poco. Abbiamo pensato di fargli alcune domande sulla sua esperienza da podista e su questa manifestazione.

Emilio corre dall’età di 18 anni (quindi sono 22 anni che corre!!) e da come ci racconta la corsa è come una terapia contro la depressione. Seguendo il consiglio di uno zio inizia ad allenarsi fino ad accorgersi che la corsa gli piace e dopo qualche anno decide di partecipare alla stracasale .

”La corsa è un aiuto, è chiaro che se il malato di depressione non collabora con lo psichiatra, anche se corre secondo me non guarisce completamente. Il farmaco serve, però il farmaco funziona se anche tu ti dai da fare… già all’inizio del mio percorso di cura un medico psichiatra mi aveva consigliato di fare un’attività che mi impegnasse fisicamente”.

Quest’anno la Stracasale si è svolta il 27 Maggio e vi hanno preso parte circa 5000 persone.

Emilio ha percorso 9 km in 37 minuti mantenendo un andamento più o meno costante .

Allenandosi è riuscito ad ottenere un buon risultato, raggiungendo il 55° posto.

Partecipa alla Stracasale da ormai 15 anni .

La stracasale di quest’anno è stata vinta dalla podista cubana Elisabeth Garcia e dal podista casalese Simone D’Ambrosio.

Sandro ’86 e TB88