Pensieri in Cucina

"Nella ricetta c'è tutto ....tranne l'essenziale" - (G.Marchesi)

 
 

ON LINE

 

ISTRUZIONI PER L'USO

Fate CLICK sulle foto per ingrandirle !!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

claudiomirandamarcobaldinellinadiamattavelli.52alboaspanoantoAdeleSimioliagriflorsncpasqualetomaiuolo1macfelixlucio.colizziclabag70geniola.danieletorregiulia2004stefanosalvi1verdidgl8
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
 

AREA PERSONALE

 

ULTIMI COMMENTI

ho apprezzato moltissimo questo articolo. Complimenti da...
Inviato da: diletta.castelli
il 07/10/2016 alle 17:24
 
Davvero molto interessante il mondo delle salse, bel post....
Inviato da: Mr.Loto
il 28/06/2016 alle 18:18
 
Grazzie!
Inviato da: Blog tendresse
il 31/07/2013 alle 09:25
 
Grazie Giorgia!! Mi impegneró a farlo, promesso!!
Inviato da: lucio.colizzi
il 10/03/2013 alle 15:01
 
Ciao Lucio! è da un pó che t seguo su ABC e volevo farti...
Inviato da: Giorgia
il 08/03/2013 alle 18:28
 
 

SECONDI 1

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Questo blog fa parte del gruppo i migliori blog! (ricette di cucina)

 

 

« Linguine all’asticeFarfalle con tonno fresc... »

Polpette di agnello al limone con millepunti di ortaggi e mandorle su rostì di patate

Post n°60 pubblicato il 28 Maggio 2009 da lucio.colizzi
 
Foto di lucio.colizzi

Vorrei prendere lo spunto di questa ricetta semplice semplice per mettere in evidenza l’importanza dei tempi di cottura in cucina. Ogni ingrediente cuoce in tempi diversi e per questo motivo è fondamentale utilizzare un metodo che prevede la cottura separata. Non vi preoccupate, non è necessario avere cinque padelle contemporaneamente sui fornelli (in un ristorante farebbero così!); ne basta una nella quale alterniamo le diverse materie prime da cuocere.
La cottura separata preserva inoltre i colori e la consistenza degli ingredienti, dando la possibiità a chi assaggia di distinguere ed apprezzare ognuno di essi anche ad occhi chiusi. Provare per credere..

 

La ricetta

 Per due persone utilizzate: 300 gr di carne di agnello macinata (o se preferite maiale o vitello), 4 patate medie, un peperone giallo, due zucchine medie, una melanzana piccola, mentuccia, una manciata di mandorle, mezzo limone, basilico, 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato, olio extra, sale e pepe.

 

  1. Pelate la melanzana, tagliatela a rondelle ed arrostitele su di una piastra. Tagliate le rondelle a julienne, mettetele in una ciotola e conditele con un cucchiaino di olio extra, delle foglie di mentuccia tritate, sale, pepe e mezzo spicchio d’aglio (che poi eliminerete)
  2. Tagliate a cubetti le zucchine ed il peperone; Tritate al coltello le mandorle
  3. In una pentola antiaderente, tostate le mandorle finchè non avranno preso un bel colore ambrato e sprigionato i profumi dell’olio essenziale che contengono,
  4. Togliete le mandorle e nella stessa pentola imbiondite mezzo spicchio d’aglio con un cucchiaio di olio extra, aggiungete poi le zucchine e saltatele per tre minuti, aggiungete la mentuccia, salate e pepate.
  5. Togliete le zucchine, ed aggiungete nella stessa pentola i cubetti di peperone, senza aggiungere altro olio. Saltate per sette minuti, aggiungete il succo di mezzo limone, salate  e pepate
  6. Unite il tutto in una ciotola: zucchine, peperoni e mandorle
  7. Pelate le patate e grattugiatele con la mandolina. Versatele in una ciotola, giungete un cucchiaino di olio extra, sale, pepe e basilico tritato. Amalgamate per bene dopo di che fate dei dischi molto sottili di patate su una teglia foderata con carta da forno (fatte così le patate si chiamano rostì).
  8. Prendete della carne di agnello macinata (potete utilizzare anche del vitello o maiale), mettetela in una ciotola, aggiungete un cucchiaio di parmigiano grattugiato, sale, pepe, basilico tritato e la scorza grattugiata della metà di limone che avevate utilizzato prima. Amalgamate per bene e ricavate delle polpette che adagerete in una teglia da forno, spennellandole appena con olio extra.
  9. Infornate i rostì di patate e le polpette per 30 minuti a 200 gradi.

 

A cottura ultimata componente il piatto mettendo il rostì croccante al centro. La dadolata di zucchine e peperoni con mandorle al centro, alcune polpette sopra e la melanzana a julienne sparsa qua e là.. Guarnite poi con basilico e menta.

 Mentuccia, basilico, ortaggi freschi….c’è proprio l’estate in questo piatto! Mi raccomando attenti alle cotture!

 

Alla prossima….

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: lucio.colizzi
Data di creazione: 27/12/2008
 

FOTOGRAFIA GASTRONOMICA

Il mio piatto dal titolo "Il Porcino di Mare" ha vinto il concorso nazionale fotografia gastronomica "anche l'occhio" 2007.

Il Porcino di Mare

 






 





 

 





 





 





 
 




 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31