Creato da lubely il 16/12/2005

piazza alimonda

Resistere x esistere

GENOVA, LUGLIO 2001

Il G8,
quel G8,
non è finito.
Continua
QUI
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: lubely
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 52
Prov: TO
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

- Ali Rosse
- disinformati
- STOP al Berlusca
- Sfegatata
- GIOVANNI MAIOLO
- Obellaciao
- Il mio obiettivo
- Boycott ©®
- Comunista dentro
- antonia nella notte
- Lo squalo rosso
- Pensiero libero
- revolucion
- Rigitan's
- Viaggi e miraggi
- Avvolgente
- PENSO POSITIVO
- Betty Elena Marlene
- Banshee Cantastorie
- Con l'Unione
- L'Ondacalda
- BLOGROSSO
- XXI secolo?
- VETRINE AI MACELLI
- Pace
- Regno Intollerante
- FiLoStRoNzEggIaNdO..
- Ci sono sogni.....
- AURAROSA...AURANOVA
- ANTIFASCISMO
- Brigate Gb
- BERLUSCONI?NO,GRAZIE
- Hasta siempre!
- Pugni chiusi
- querciarossa
- Di tutto, di piu'
- Rocca CapriLeone
- DOVE OSANO LE PECORE
- Per me, per tutti...
- Guarda avanti a te
- Quattrocaniperstrada
- Ripeness is all
- formidabili i 70
- Blog for Africa
- Blog del Giorno
- Rosso Pensiero
- ERRORI & PERLE
- Quando
- Villa delle libertà
- musica e altro
- lavoroesalutenews
- La Toga Strappata®
- PRINCIvsTUTTO
- Shake my body
- L'angolo di Montotto
- Un blog difficile
- Alessandra pensiero
- CORRENTE CONTRO
- Prc Gargnano
- About a girl
- osservatorio politic
- Mitakuye Oyasin
- libidoscribendi
- CARPE DIEM
- PAPERE E PANNOCCHIE
- IlMioFavolosoMondo
- particellelementari
- Operatore Loggato!
- Briganterosso Blog
- Arrancame la vida!
- Otherwiseness
- Bagnacauda e capperi
- jazzando
- Person to person
- vivazapatero
- Bodybag Blog
- Ricomincio da Me
- cosepreziose
- Libera uscita
- Autoestinguente
- Mente e cuore
- la passione........
- milleimmagini
- welly wonka...
- SenzaFiltroBlog
- Crysalis-blog
- la seconda occasione
- ...viaggiando...
- PiazzaCarloGiuliani
- Piazza delle Erbe
- ...la mia vita....
- Rosa Luxemburg
- farewell
- inkoerenze
- Per ORTONOVO........
- IO NON CI STO
- PISCO MONTANO
- MANGIARE BENE
- La vera me stessa
- MADRE TERRA
 
Citazioni nei Blog Amici: 93
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lubelyDeisinibitabubi_66wrurwuwuwuwtato660castello_niceExperience80apungi1950nonninamia57ecaltamulas.simoneossimoradon.francobRavvedutiIn2
 

 

« Curiosamente contentoPiove, governo ladro »

Il peso delle parole

Post n°272 pubblicato il 28 Maggio 2008 da lubely

Pesano, le parole. Non di per sé. Pesano a seconda di chi le dice, perché le dice, come le dice, a chi le dice, per quello che evocano. Prendi la parola «addio». Cinque lettere come tante. Ma se quella parola devi dirla ad una persona cui tieni ti fa un male cane. Se devi dirla a uno che ti sta sui marroni, arrivato alla «o» capace che ne stappi una per festeggiare.

Con le parole ci campo. Ne scrivo tante e tante ne dico. E altrettante ne scambio.

Ho imparato a riconoscere i «cazzari». Quelli che parlano solo perché parlare, alla fine della fiera, è un fatto tecnico, e lo fanno anche se non hanno niente da dire. E quando dicono poi non mantengono, perché alla parola, anche la loro, non danno peso alcuno.

Ne ho bene in mente due, di cazzari. Il primo lo incontro ogni volta che vado a comprare le sigarette al bar. E’ lì al bancone. Sempre. A consumare quintali di boeri e spendere l’equivalente del Pil della Tunisia in campari e crodini, solo perché consumando può buttare generose occhiate nelle altrettanto generose scollature delle bariste (primo o poi glielo spiegherò che hanno risparmiato sulle insegne e investito sulle tette, che è un’operazione di marketing e non l’infatuazione di una ragazzotta nei suoi confronti). Lui, quando mi vede, divarica un po’ le gambette, bascula, mulina il ditino e mi dice: «Ti chiamo che stavolta mettiamo una suppostina a chi dico io», dove per mettere la suppostina intendesi sodomizzare giornalisticamente qualcuno. «Si, si, chiamami pure». Tanto lo so che non chiamerà mai. L’altro, quando il destino ci fa in qualche modo incrociare, mi saluta con un «Ti devo assolutamente parlare. Va bene giovedì alle 21?» Se anche quel giovedì a quell’ora mi dovessero operare a cuore aperto gli direi: «Va benissimo». Perché il giovedì, al massimo alle 19, arriva un messaggio del tipo: «Scusa, ma il lavoro va per le lunghe – o, a scelta – Ti ricordi la nonna malata?, vorrei ma la mia ragazza…. Ho una riunione improvvisa di partito…. Ho un’erezione per cui vorrei approfittarne ecc ecc».

Questo mare di stronzate per poi dire un paio di cosette, che con le parole ed il loro peso hanno a che vedere.

Prima cosetta: il peso che si dà alle parole. Conosco abbastanza bene due imprenditori (cioè, ne conosco un tot, ma di due sono particolarmente amico). Uno di questi viaggia su altri pianeti. Nel senso che quasi la totalità di quelli che passano di qui avrà qualcosa di suo. L’altro è uno che fa lavorare. E che un giorno mi ha detto: «Credo in questa cosa che vuoi fare e ti aiuto mettendo la mia parte di ricchi euri». Lui non è un cazzaro. Lui è uno che mi ha telefonato dicendomi: «Ti ricordi quello che ti avevo detto? Ecco, per ora non sono riuscito a mantenerla, ma lo farò». Conoscere qualcuno che tiene alla parola data, e si scusa per non averla ancora mantenuta invece di fare finta di nulla, è una cosa che fa star bene.

Seconda cosetta. Telefonata quasi notturna. «Ciao, ti ricordi….». Mi ricordo sì. Non ci sentiamo da una vita (il mio telefono è morto con tutti i numeri dentro). Bastano quelle tre parole per portarti alla mente una settimana di stage, una sera in birreria, una bolgia infernale con 800 macchine da scrivere che sparavo lettere a raffica, un pasta mangiata a Padova in una domenica piovosa. «Certo che mi ricordo. Come stai?». Anche risentire qualcuno che da un po’ non senti è una cosa che fa stare bene.

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://gold.libero.it/piazzaalimonda/trackback.php?msg=4782969

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 28/05/08 alle 09:50 via WEB
hai ragione, pesano. sia dette che scritte. pesano, tanto. Stefi
 
 
tigre.grintosa
tigre.grintosa il 28/05/08 alle 10:40 via WEB
Ho delle parole per te. Passa da me
Ti voglio bene
 
poison.dee
poison.dee il 28/05/08 alle 12:33 via WEB
essendo una nota cazzara, non posso esimermi dal farti una domanda: davvero esistono ancora i boeri?
 
 
lubely
lubely il 29/05/08 alle 14:43 via WEB
oddio, lì' li vendono. Se poi sono quelli del '15 - '18 non lo so. Al limite chiedo all'omino che ne mangia a raffica....
 
   
poison.dee
poison.dee il 29/05/08 alle 14:45 via WEB
che nostalgia...
 
ventididestra
ventididestra il 28/05/08 alle 14:36 via WEB
"potere alla parola...." chi lo diceva? frankie energy, lo ricordate quel musicista che ora non si sente più? chi mi aiuta? Cmq bravo lubely belle riflessioni, espresse anche bene. Ciao!
 
 
sonofortunata
sonofortunata il 28/05/08 alle 19:19 via WEB
frankie hi nrg straordinario rapper torinese con ottimi testi e magnifica interpretazione. :-)
 
fabio.1971
fabio.1971 il 28/05/08 alle 16:53 via WEB
Oppure "Parola è vita" ma suona troppo ecclesiastico, però ha sempre il suo peso. In ogni caso "potere alla parola" lo preferisco.
 
ventididestra
ventididestra il 28/05/08 alle 21:35 via WEB
Ciao, lube, ho fatto un post sulla droga. Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi.
 
kris1965
kris1965 il 28/05/08 alle 23:17 via WEB
alcune parole dicono siano pesanti come macigni, ed e' probabile che siano quelle che lasciano in noi ferite che difficilmente il tempo rimarginera'. si dice spesso anche "avrei preferito che tu mi dessi uno schiaffo"......in alcune occasioni mi e' capitato di dirlo..... ma le parole pesanti che sento ultimamente sono quelle di alcuni politici, o se vogliamo dirla tutta di una certa parte politica, quelle non solo fanno male ma causano danni irreversibili! ciao lube, e' sempre bello leggerti, scrivi egregiamente! kris
 
fabio.1971
fabio.1971 il 29/05/08 alle 16:44 via WEB
Lube com'è la situazione dalle tue parti ? Qui, ponte Carpanini e XI febbraio chiusi. E' un casino ! Ciao Fabio
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 29/05/08 alle 21:40 via WEB
reduce dal giro sui ponti della zona posso dire con una certa sicurezza che per ora siamo tranquilli. Per ora... Lub
 
scilla5
scilla5 il 29/05/08 alle 16:58 via WEB
c è chi fa delle parole un'arma di difesa ed offesa.. io le ho chiamate parole vuote.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 29/05/08 alle 21:41 via WEB
se vuoi te ne compro alcun e te li regalo a natale.. tanto mese più, mese meno..... non credo vadano a male Lub
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 30/05/08 alle 09:02 via WEB
Post bello senza dubbio, le parole pesano eccome, soprattutto per chi le riceve......il problema è un altro......IO ADORO I BOERI......esistono ancora e sono ancora buonissimi!!!! Tiè!!!!
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 30/05/08 alle 09:03 via WEB
ohh scusa non mi ero loggata quella sopra sono io...Bea :D
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 01/07/08 alle 12:07 via WEB
Le parole "leggerissime, soavelle" di Walter Veltroni, ci han portato a dittatura lercia maf..ascista di nuovo, quindi.... Lettera a Walter Veltroni Mr Walter Vletroni, anch'io, 4 anni fa' circa, pensavo che lei fosse la migliore pedina da muovere, a fine carriera di Prodi. Ma sto' rimanendo stupefatto nel notare che non sta' azzeccando una mossa, che una. CI HA FATTO ANDARE A ELEZIONI ANTICIPATE, SPACCANDO IL GOVERNO APPOSTA, ATTRAVERSO IL SUO "PROCLAMA UMBRO". RISULTATO? DISASTRO. HA ROTTO L'ASSE CON LA SINISTRA. RISULTATO? DISASTRO. NON PER NIENTE ORA E' LI CHE LI RIRINCORRE. Gia' i primi politici greci nel 350 AC dicevano " chi unisce in politica, e' genio". Ha avuto davanti esempi magnifici tipo quello di Lula da Silva, che abbina al suo governo ex marxistoni a ciellini, e pure ex fascisti, riuscendo a farli adeguare tutti, alla propria mediana linea governativa, con risultati fantastici sia a livello economico che sociale. Lo stesso che anche lei, d' altronde, riusci' a fare a Roma per molti anni, o nell'Ulivo. Ma non le e' bastato. Ha avuto davanti l'esempio di Penati a Milano, che ha portato via almeno una poltrona meneghina ai porci maf..ascisti di Arcor..leone, unendo 8 partiti diversi, ma non le e', di nuovo, bastato. Io vivo all'estero e le assicuro che il 90 per cento di persone dal San Gottardo in su, o dalla Libia in giu, o da Trieste verso est, o da Montecarlo verso ovest ( guarda caso da dove le tv Mafiaset Nazistset Mediaset non si prendono piu'), DISGUSTA SILVIO BERLUSCONI! Solo i mafiosi e i piu' schifosi corrotti simpatizzano per lui. E LE DICO DI PIU': SCHIFANO SILVIO BERLUSCONI, ANCOR DI PIU' LE PERSONE DI DX, CHE DI SIN! ODIANO IL FATTO CHE E' IN POLITICA SOLO PER SCHIAFFEGGIARE PM E GIUDICI, CHE SE NO, PROBABILMENTE, NON LO FAREBBERO USCIRE PIU' DI CASA ( ODIO USARE LA PAROLA GA.ERA CON SUPERFICIALITA' E SBRUFFONISMO; FEDELE CONFALONIERI E MARCELLO DELL'UTRI DISSERO TESTUALMENTE " SE NON ERAVAMO IN POLITICA ERAVAMO IN GALERA PER MAFIA", E VISTO CHE HAN USATO ESSI; QS PAROLA, LA HO RIPETUTA ANCH'IO; MA TRA PARENTESI E CON UN "."). ODIANO IL FATTO CHE CHI LO CRITICA, DA SEMPRE, DIVENTA UN SENZA LAVORO, SENZA RAPPORTI SOCIALI, UN MORTO CHE CAMMINA, E POI CHE MANCO CAMMINA PIU', VISTO CHE MARCELLO DELL'UTRI STESSO DISSE A UN IMPRENDITORE DA TERRORIZZARE " ABBIAMO UOMINI E MEZZI PER RENDERTI MORTO CAMMINANTE, E POI MANCO PIU' QUELLO FACENTE". SON NAUSEATO A SCRIVERE OLTRE E NEANCHE NE HO PIU' IL TEMPO. PER ME, LEI E IL SUO MOSCISMO, NONCHE SBADIGLISMO, CI PORTERA' ALLA PRIMA DITTATURA "MODERNAZISTA", FUORISPUNTATA, ALL'INTERNO DEL MONDO OCCIDENTALE, A SEGUITO DELLA MORTE DI FRANCISCO FRANCO. LEI, PER ME, DEVE TANTISSIMO ANTONIO DI PIETRIZZARSI" E PER NULLA AFFATO DIRE CHE LUI FA' REGALI A BERLUSCONI. SI RICORDI CHE I GIROTONDI, FECERO TORNARE L'ITALIA IN BUONE MANI, ATTRAVERSO LE VITTORIE A RAFFICA DEL 2002,3,4,5,6. IL SUO AMMOSCISMO, PENZOLISMO, LA HA FATTA TORNARE IN MANI SCHIFOSAMENTE MAFIOSE E NAZISTE. GUARDI WALTER VELTRONI CHE NOI NON SIAMO PIU' G7, MA G 15 O G 17. NON SOLO LA SPAGNA, MA IL BRASILE, L'ARGENTINA, LA RUSSIA, LA CINA, IL MESSICO, L'AUSTRALIA, IL VIETNAM, L'INDIA, IL SUDAFRICA, CI HAN SCALZATO. LO DICE ORMAI APERTAMENTE ANCHE GOLDMAN. STIAM FACENDO LA FINE DELLO ZIMBABWE, SI A AL LIVELLO DI PUZZONA DISQUALITA' DI DEMOCRAZIA BERLUSCON..AZISTA CHE CI RITROVIAMO, COME ECONOMICAMENTE, SOCIALMENTE, CIVILMENTE. SI ARRABBI, URLI, RIVOLUZIONI IL SUO MODO DI ESSERE, O NON SARA' LEI AD ANDARE IN AFRICA A AIUTARE I POVERI LOCALI, MA SARANNO NAZIONI EMERGENTI AFRICANE COME IL BOTSWANA, IL GHANA, L'ANGOLA E IL MOZAMBICO, CHE VERRANNO IN ITALIA A AIUTARE TANTI PERSEGUITATI DA SCHIFOSI OLIGARCHICI NAZINDRANGHETARI DI ARCOR..LEONE. ASCOLTI MENO AI SUOI MASSONI, E DI PIU' AL SUO CUORE, CHE SO' LEI HA, E NON DI SCARSISSIMA QUALITA' ( IL GIUSTO AL GIUSTO). I MASSONI VOGLIONO "IN GOPPA" SILVIO BERLUSCONI, PERCHE' PROTEGGE I LORO FRATELLI, AMICONI E FINANAZIATORI: I MAFIOSI. L'ITALIA PER BENE STA' PER MORIRE E QUELLA PER MALE PER TRIONFARE, IN QS MOMENTI O SI TIRAN FUORI GLI ATTRIBUTI, O SI DECEDE. MICHELE NISTA, SIMILRIFUGIATO ITALIANO ALL'ESTERO A SEGUITO DI UN TENTATIVO DI OMICIDIO EFFETTUATO DA AGENTI UNFP, NEL 2003 ( DOUBLE ABU YEAR, NON PER NIENTE: OMAR E GRAID) VIA NAZISKIN, ORDINATO DA SILVIO BERLUSCONI, GIULIANO FERRARA E GIANNI LETTA. COORDINATO DA GAETANO SAYA, MARCO MANCINI, RICCARDO SINDOCA, E OMICIDA NAZISKIN, BEN APPUNTO. FARO' BRUTTA FIGURA A SCRIVERLO? ME NE STRA FREGO. LO FACCIO AI FINI DI PROVARE A SALVARE IL POSTO OVE NACQUI, E POI, "CHI SI UMILIA SARA' ESALTATO, CHI SI ESALTA, SARA' UMILIATO". Michele Nista
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 05/07/08 alle 15:39 via WEB
Letter nr 2. Leggo qua e la su internet che Goffredo Bettini parla di allargare la propria alleanza il piu’ possibile. Unendo Pierferdinando Casini a Claudio Fava ( lo stesso che fa’, non per niente, il, per me, migliore politico al mondo, al momento: Ignacio Lula da Silva; con effetti indimenticabilmente quasi gloriosi, sul nuovo mega exploit del Brasile, che simil profetizzai gia’ nel 2000, all’arrivo di Lula stesso, allorche “i destroni” del mondo spaccavano il real a 4,4 contro un dollaro Us per terrorizzare nazimaccartistissimamente il globo intero; o, invece, guardando da dx, lo stesso che fa’, un’altro tra i migliori politici d’Europa, se non pur del mondo: Angela Merkel). E di nuovo, lo stesso che io urlavo via web a squarcia gola di dover fare, a partire dallo scorso settembre, ma invano, anzi, per notare poi, “proclami di Orvieto” davvero autocastranti in toto. Son lieto di notare che anche tu, comunque, ora, Walter Veltroni, mi pare che stai mollando il tuo simivomitevole, da parecchi punti di vista, “moscismo” e stai passando a un molto piu’, davvero “onorevole”, “dignitismo”. Silvio Berlusconi, per via di qs tue due nuove tattiche, sa la fa’ ovviamente sotto, e cerca di rinarcotizzarti parlando di tuo nuovo “giustitzialismo”, ma mai cita del suo “maf..ascismo”. Picchia duro non di piu’, ma moltissimo ancora di piu’. Se no l’Italia intera vivra’ una “Corea Fabbriana” a livello social/civil/economico/politico. Su una cosa solo sbagli e tantissimo, per me: “chi mette ministro una similprostituta per le sue arti oratorie, ma non intese a livello di capacita’ di parlare, discutere e convincere, ma a livello di altro: E’ UN MAGNACCIA”! DIRLO E’ DA UOMINI VERI, IMBOSCARLO E’ DA OMINICCHI “MOSCISTI”, E QUINDI, PER SEMPRE, PERDENTI. “ANTONIO DI PIETRIZZATI” MOLTISSIMO DI PIU’ E SALVERAI L’ITALIA. IN FEDE, MICHELE NISTA. utente anonimo
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
S. il 02/02/13 alle 12:25 via WEB
"Anche risentire qualcuno che non sentì da un po' non sentì é una cosa che ti fa stare bene." Vero..quando succede. S.
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

UNA QUESTIONE DI MANI

Capita di trovarsi
nelle condizioni di avere
bisogno di una mano.

In genere qualcuno c'è.
Io ne ho avuto bisogno.
Le mani ci sono state.
Adesso le mie,
assieme a quelle
di tanti altri,
sono nel
"Blog for Africa".

Lo trovate qui accanto,
a sinistra.

Sono lì.
In attesa di altre mani....
 

ULTIMI COMMENTI

CHI È IL PEDOFILO INCULA BAMBINI PAOLO CARDENA' DEL...
Inviato da: VAMOS-A-GANAR!
il 19/08/2017 alle 18:28
 
1 Ho tantissimo da scrivere su sto Renato Vallanzasca...
Inviato da: GIANNI PANNI
il 07/11/2015 alle 14:58
 
"Anche risentire qualcuno che non sentì da un po'...
Inviato da: S.
il 02/02/2013 alle 12:25
 
Pochi capiscono, ma quei pochi sorridono....grazie liguria...
Inviato da: Countess_alpha_tauri
il 20/11/2012 alle 16:19
 
un blog interessante
Inviato da: vrgd321
il 24/10/2010 alle 15:06