QUANDO LA CATTIVA ALIMENTAZIONE DANNEGGIA GRAVEMENTE IL SISTEMA ENDOCRINO

Nessuna descrizione della foto disponibile.
In premessa va detto che l’alimentazione è essenziale per la funzione del sistema Endocrino. Il bambino cresce grazie all’Ormone della Crescita ( GH)  ma se non diamo le proteine, il bambino non cresce. La Tiroide che produce l’ormone utile per fare funzionare il metabolismo di tutte le ghiandole che abbiamo, ma che, se non le diamo lo Iodio, questa non funziona perchè lo Iodio è parte costitutiva dell’Ormone Tiroideo. Si può ancora proseguire.
Il tanto temuto Colesterolo; direi, meno male che c’è, perchè sia gli Estrogeni nella donna sia il testosterone nel maschio che il Cortisolo; Ormone che reagisce contro le varie vicende che incontriamo durante la giornata e della nostra vita, in senso positivo, è formato da una molecola di base che è il Colesterolo.
Quindi, l’alimentazione serve per aiutarci.
Poi esistono nell’alimentazione quelli che mi permetto di definire “Ormoni che non siamo capaci di sintetizzare e sono le Vitamine. Di fatto, le vitamine, sono degli Ormoni che fanno più o meno la stessa funzione, ma che noi non siamo in grado di sintetizzare, per cui, le prendiamo da fuori e le trasformiamo  dentro in vitamine attive.
Infine, poi c’è però il rischio – alimentazione. Esistono in ambito dell’alimentazione tutta una serie di sostanze che interferiscono col sistema Endocrino.
Il più clamoroso di tutte è l’Olio di Soia. La Soia è una sostanza buonissima, dietetica utilizzata in tutto il mondo, ma sappiamo che i cinesi, sono grandissimi consumatori di Soia, il che li rende Ipofunzinanti testicolari cronici, sono Glabri per la scarsa produzione di testosterone, anche se hanno minore probabilità di sviluppare tumori prostatici; quindi ne traggono in un certo senso, dei vantaggi.
Ebbene, se noi queste sostanze le introduciamo nella dieta di un soggetto che non è abituato a questo regime alimentare e magari aggiungiamo dei grassi alimentari o dei conservanti, come i vari zuccheri che hanno sostituito il vecchio e caro amico “Glucosio” con i vari saccarosi, o con zuccheri estratti dal mais, assistiamo a terrificanti picchi di Insulina e non dobbiamo meravigliarci se c’è diffusa una certa forma di epidemia cronica di “Obesi”. E non avevamo mai visti gli obesi grandissimi della preistoria, se non solo dai dipinti. Se oggi c’è l’obeso di Kg.280 ci sarà un motivo; motivo che viene individuato ai tanti schiaffoni dati al metabolismo attraverso l’alimentazione.

QUANDO LA CATTIVA ALIMENTAZIONE DANNEGGIA GRAVEMENTE IL SISTEMA ENDOCRINOultima modifica: 2021-08-18T16:41:23+02:00da un_uomonormale0

13 pensieri riguardo “QUANDO LA CATTIVA ALIMENTAZIONE DANNEGGIA GRAVEMENTE IL SISTEMA ENDOCRINO”

  1. Argomento quanto mai interessante e a cui,spontaneamente si presta attenzione, vista anche la gran voglia dei giovani e giovanissimi di non ingrassare. C’è tuttavia una gran fetta di gente che mangia troppo e male, diciamo che si riempie esageratamente di cibo di ogni tipo, solo per goderne , non certo per necessità di nutrimento. Penso che una educazione alimentare appropriata
    dovrebbe essere impartita fin dai primi anni di vita, perchè l’attuale benessere economico rispetto al passato e la grande produzione si cibi, non proprio genuini, concorrono a trasformare anche tanti bambini in pallottoline di grasso e ciò non li rende robusti, ma solo obesi. Una specie di igiene della alimentazione dovrebbe anche essere inserita nei programmi scolastici, per sopperire aberranti comportamenti nel senso opposto e cioè essere guida per una sana nutrizione che eviti ai giovanissimi la carenza esagerata di nutrienti in diete sconclusionate,adottate allo scopo di restare magrissimi ,con l’annesso pericolo di diventare patologiche. Grazie, Dottore,per le tante informazioni mediche di enorme utilità per la nostra salute e lieta serata.

    1. Mia cara, la branca dell’endocrinologia si interessa dello studio delle azioni degli ormoni in numerose funzioni del nostro organismo. Pensa che noi siamo forniti di centinaia di ormoni che svolgono attività persino vitali. Sorvolo tutte le attività degli ormoni e mi fermo sull’alimentazione, che come ho avuto modo di dire in altre circostanze, si può definire un Para-Ormone. Al di là di alcuni elementi, come le vitamine, che in buona sostanza vanno definiti dei veri e propri ormoni ma che si differenziano che il nostro organismo non fabbrica, quindi li dobbiamo introdurre per via esterna, tutta la varietà di cibi quali le proteine, zuccheri, lipidi, e anche la stessa acqua e i sali minerali, svolgono un lavoro sinergico con i vari ormoni al fine di garantirci una buona salute. Esempio, se introitiamo molti grassi o molti zuccheri non facciamo altro che introdurci un alto tasso di calorie, quindi, finisce che la nostra scorta ormonale va in esaurimento, quegli ormoni, cioè, che sono deputati a monitorare il nostro metabolismo di queste sostanza, col risultato inevitabile di aumentare il nostro peso, cioè, ingrassiamo. Questo circolo vizioso lo si può bilanciare se assumiamo uno stile dietetico equilibrato: ho detto “stile”; correggo, una condotta alimentare. Non dimentichiamo, che il nostro è la cervello sede della cabina di regia per la sazietà e per la fame. Buon pomeriggio cara, spero fresco

  2. L’alimentazione è per me un discorso ostico. A parte il cucinare per me sola che mi dispone al mangiare rapido e senza intingoli vari ma è diventato quasi una questione di “stanchezza” Con il caldo, io praticamente mi affido alle verdure cotte (solo pomodoro e cetrioli a crudo) alla frutta e vedura. Mi fa corona il pesce (surgelato), consumato spesso nella settimana. Il mio stomaco, gastritico da una vita, lo assecondo con il Lansoprazolo, che prendo a seconda dei periodi, ormai non chiedo nemmeno più al medico. Finchè ci sono le angurie ne approfitto così, anche bevo, dato che altrimenti mi dimenticherei o quasi dell’acqua, pur avendo sempre la bottiglia vicino. A volte faccio la brava, ma mi pesa e lo stomaco protesta. Il mio nutrirmi, penso, sia solo questione di bisogno corporale, non una scelta determinata e conveniente al buon funzionamento dei vari organi. Ti saluto, Peppe, c’è un un leggero venticello che fa respirare meglio, speriamo duri. Buona giornata a te!

    1. Ciao Licia, mi pare che segui uno stile alimentare adeguato, quindi, ne gode il tuo sistema endocrino. Escludo ch tu possa essere in sovrappeso, condizione che favorisce l’insulino resistenza predisponendo al diabete, quindi, godi certamente di un buon metabolismo glucidico ( zuccheri ). In poche parole, uno stile dietetico esemplare garantisce un giusto equilibrio ormonale, quindi un invecchiamento più lento e meglio. Ciao Licia, fresca giornata

  3. Mi sono interessata a leggere i tuoi commenti e quelli delle tue ospiti molto istruttivi.
    Confesso di essere in sovrappeso con glicemia alta dovuta all’alimentazione sballata.
    Molta sedentarietà dovuta alla mia patologia (che ti ebbi a dire nel mio blog )con problemi di flebite alle gambe.
    Non sono mai riuscita a seguire una dieta nè tanto meno c’ho mai provato….troppo pigra.
    Di buono ho una mente molto attiva che mi piace assai:)
    Buon pomeriggio caro Peppe,oggi si respira……ciao.

    1. Carissima Diana, encomiabile il tuo ottimismo, il che è cosa buona.Tu dici di avere il diabete a causa del tuo regime dietetico non corretto; bene, è verosimile, ma questo non deve essere significato quasi come un senso di colpa:”ho il diabete per il mio stile di vita scorretto!”. Dico questo perchè probabilmente, come spesso si verifica, il diabete nella persona che lo manifesta è insorto prima di accorgersene per una predisposizione genetica, la familiarità. Sapessi quante persone hanno il diabete tipo2 nonostante abbiano messo in atto tutte le cose per prevenirlo ? comunque sia, prenditi cura seriamente del tuo diabete. Non posso allungarmi ulteriormente su questo. La tua Flebite non so come la tratti, spero non con antibiotico perchè non necessario. Immagino indossi la calza elastica oltre alla terapia con Eparina a b.pm. Utile rilevare le cause, perchè una flebite riconosce l’insufficienza venosa,, trombofilia, trauma e altro. Ciao Diana abbi cura di te.

  4. Buon pomeriggio Peppe, credo che l’alimentazione sia un punto fondamentale in ogni fase di vita e che a volte si modifica e che che se ne dica, cambiano i nostri parametri di vita, quel famoso metabolismo che rallenta per fatti suoi. C’è chi mangia poco e ingrassa, chi si limita all’esenziale e non migliora quindi l’unica via è quella di farsi seguire da un biologo nutrizionista che valuta il meccanismo interno.
    Personalmente adoro le verdure, poca frutta (anguria) e tantissima acqua soprattutto in questo periodo.
    Ma quello che vorrei chiederti, se non si assume una certa quantità di cibo e si ha energia per un lasso di tempo cosa significa? che abbiamo energia a sufficienza?
    Un caro abbraccio frescolicchio

    1. Ciao Serè, mi provo rispondere alla tua domanda. Il tuo peso è xKg, e questo determina il tuo bilancio energetico, nel senso, le entrate di calorie e le sue uscite che ricavi tramite gli alimenti. Questo bilancio energetico viene usato dal tuo corpo sia quando dormi la notte, al fine di mantenere la buona funzione del cervello, dei polmoni, sia del cuore sia quando sei in movimento attivo. Ora avviene, che se tu introiti più energia di quanto ne puoi consumare, il di più verrà depositato in forma di grasso, quindi il tuo peso aumenta. Qualora introiti meno energia di quanta ne consumi, il tuo corpo va presso il deposito di grasso accumulato e lo trasforma in energia. Un abbraccio a te cara

        1. Serè, mi poni un quesito che, scusami, non mi sembra adatto a te. Comunque sia, su questa pratica nonostante dati scientifici inducono a ritenere possa favorire il metabolismo e indurre una certa longevità, non si esclude riflettere come per ogni novità. Spiegare il meccanismo ormonale è un attimino complicato, e non è questo lo spazio indicato. Inoltre, ancor prima di intraprendere questa “avventura” occorre avere un chiaro quadro clinico della persona. Ciao Serè. abbraccio

  5. Gentile Dottore, sono sempre interessata agli argomenti trattati su questo blog e cerco di essere presente per giovarme col la lettura e lasciare il mio commento. Oggi, pare di non aver trovato un nuovo post che avrei letto con il solito piacere e, naturalmente, commentato. Lascio, dunque il mio cordialissimo saluto e l’augurio per un proseguo di serata con qualche spiffero di aria meno afosa. Ciao.

Lascia un commento