Community
 
GiuseppeToki
   
 

Cronache di Toki

Cinema Cinema Cinema.. e non solo

Creato da GiuseppeToki il 03/05/2009

"Sono cresciuto attraverso il cinema. Se mi sono interessato alla letteratura, alla musica è stato grazie al cinema" (Michael Powell)

 

Tag

 

Visitate il nostro sito di Home cinema!!!

Visita  www.homecinemainside.it 

 Vuoi vedere la lista dei Film?  E' su "TAG" ! Cliccaci

 

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

thomas.franzinellihelga2008BARITIMEWIDE_REDtrenthampunk.angelstrong_passionpsicologiaforensesexyM23msnVEDO.TUTTOnichy1955pedroni72baiannatoyscondordgl6Andrenews
 

FACEBOOK

 
 

 

 

« ReviewReview »

Review

Post n°41 pubblicato il 24 Maggio 2010 da GiuseppeToki
 
Tag: Adam

Adam (Max Mayer , 2010)

" Il mio libro preferito parla di un piccolo principe che viene sulla terra"

Tempo di commedie. Blasoni o misteriosi flop al botteghino, non fa differenza, voglio solo consigliarvi questo piccolo gioiellino che parte gia' benissimo citando uno dei miei libri preferiti e cavalcando la malinconia fin dalle prime scene con garbo e raffinatezza. Il nome del protagonista da il nome al film, Adam (Hugh Dancy)e' un ragazzo affetto da una lieve forma di autismo, di bell'aspetto e molto timido, appassionato di astronomia e indubbiamente colto. Conosce Beth (Rose Byrne), la nuova vicina di casa appena uscita da una storia finita male, e lentamente instaura un rapporto che parte dalla diffidenza, passa attraverso la curiosita' reciproca e culmina in una bellissima e originale storia d'amore. Qualcuno potrebbe pensare a Forrest Gump, ma con grande ironia il regista prende atto della cosa (In un dialogo, Adam cita il film chiedendo a Beth di non trattarlo come il personaggio del film) Non temete, non c'e' nessuno spoiler perche' s' intuisce da subito dove vuole mirare la vicenda, che cerca di appassionare con le sfumature, le musiche, le parole. Riuscendo perfettamente nell'intento, intrattenendo ed incuriosendo, rischiando un po' forse, causa un ritmo non sempre sostenuto ma necessario ai fini dell'impatto emozionale. Una commedia romantica che annulla i cliche' e supera il prevedibile in scioltezza.  Preparate i fazzoletti.

Voto : 7.5

 
 
 
Vai alla Home Page del blog