Cronache di Toki

Cinema Cinema Cinema.. e non solo

Creato da GiuseppeToki il 03/05/2009

"Sono cresciuto attraverso il cinema. Se mi sono interessato alla letteratura, alla musica è stato grazie al cinema" (Michael Powell)

 

Tag

 

Visitate il nostro sito di Home cinema!!!

Visita  www.homecinemainside.it 

 Vuoi vedere la lista dei Film?  E' su "TAG" ! Cliccaci

 

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

IlMilaneseHitchcockcondelloantonino57tonono62helga2008beppetokilennon927bal_zaccondordgl6TheBlueOysterthomas.franzinelliBARITIMEWIDE_REDtrenthampunk.angelstrong_passion
 

FACEBOOK

 
 

 

 

« ReviewReview »

Review

Post n°53 pubblicato il 01 Novembre 2010 da GiuseppeToki
 

Paranormal Activity 2 (Tod Williams, 2010)

Quando vidi Paranormal Activity in sala, fui abbastanza fortunato. Pochi schiamazzi, sala piena per un terzo, assenza di bulli che per dimostrarsi coraggiosi ridevano dopo ogni scena notturna. Ho sempre pensato che il fenomeno horror diretto da Oren Peli sia tutto sommato un prodotto riuscito, nonostante l'unione tra alte aspettative e desiderio di minimizzazione da "fenomeno commerciale" potessero farmi partire prevenuto. Horror come questi necessitano di silenzio e solitudine, altrimenti l'artifizio di base volto a creare suspance va a farsi friggere, e non nego che fino all'ultimo istante avevo pensato di non rischiare, aspettando l'uscita del dvd per visionarlo nel silenzio di casa mia.  Tra pernacchie, commenti sarcastici e risate sdrammatizzanti dei soliti perditempo, l'atmosfera ne ha risentito non poco. Davvero non mi spiego come si possano spendere 7-8 euro per entrare con l'obiettivo di rovinare la visione al resto del pubblico, indipendentemente dalla qualita' del film. Idioti a parte, si tratta di un sequel intelligente che, ricollegandosi agli eventi del precedente, cerca di fare luce su come si e' arrivati al tragico epilogo nella camera da letto. La tecnica e lo stile visivo restano quelle del precedente, tuttavia il maggior numero di soldi spesi per la realizzazione di questo seguito lo rendono tecnicamente migliore, perlomeno sulla carta. I collegamenti con la storia di Paranormal Activity mantengono l'interesse su buoni livelli (si rivede la coppia protagonista) , il livello di tensione e' indubbiamente alto e nonostante l'evidente senso di deja-vu, il regista escogita nuovi "scherzi" per far saltare il pubblico sulla poltrona centrando il bersaglio in almeno 2 scene. Peccato per una prima parte noiosa proprio come in passato, nonostante gli sforzi per ampliare i personaggi e la trama, e per una sequenza finale bella si' per l'allacciamento al prequel, ma deludente per livello di tensione (il finale di P.A. e' persino meglio). Ad ogni modo, se vi e' piaciuto il primo non vi dispiacera', ma abbassate tranquillamente di un punto il voto finale se disturbati da coprofaghi parlanti.

Voto : 6

 
 
 
Vai alla Home Page del blog