Creato da goccedivaniglia il 09/04/2006

Passione... Arte

Atmosfere intense, un connubio molto emozionale d'arte, letteratura, musica, poesia, sogni. Momenti di malinconia si mescolano con attimi di profonda passione

 

Messaggi di Marzo 2007

Dal Mondo

Post n°245 pubblicato il 31 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

immagine

Un saluto agli amici lettori di questo blog, che vivono dall'altra parte del globo, ma che con questo mezzo sono vicinissimi!!

alcuni accessi al blog dal mondo

Sevilla, Spain
Federal Way, WA, United States
Somerset, VA, United States
Grimsby, ON, Canada
Rosario, Argentina
Koeln, Nordrhein-Westfalen (Germany)
Istanbul, (Turkey)
Sarasota, Florida (United States) 
Sydney, New South Wales (Australia) 
Herndon, Virginia (United States) 
Salt Lake City, Utah (United States)
Blatnitsa, Bulgaria
Cologne, Germany
Seclin, France
Birmingham, United Kingdom
Madras, India
Amstelveen, Netherlands
Pensacola, FL, United States
Blatnitsa, Bulgaria
Tulcea Romania
Constanta, Romania
Sierning, Austria
Praha, Czech Republic
Mountain View, CA, United States
Würselen, Germany
Paris, France
Berlin, Germany
Cervelló, Spain
São Pailo (BRAZIL)
Ängelholm, Sweden
Neubrandenburg, Germany
Kornwestheim, Germany
Khabarovsk, Russian Federation

questo post sarà in continuo aggiornamento, a seconda degli accessi.

immagine

Che ne dite di questo brano musicale

immagine

Ennio Morricone - Per un pugno di dollari colonna sonora del film di Sergio Leone

 
 
 

Sussurri di Quiete

Post n°244 pubblicato il 29 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

immagine

 

 

 

immagine

 

 

Vastità degli oceani,

Orizzonti ampi,

Voci che scivolano nell'indistinto

 

 

 

Enya - Adiemus

 
 
 

NON HO PAROLE!!!!

Post n°243 pubblicato il 27 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

INCREDIBILE::: come si fa a copiarmi così!!!!!!!!!!!?

Erano le mie personalissime emozioni...

immagine

http://blog.libero.it/Lamiarte/2472427.html

Creative Commons License
Quest'opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

il mio post, ( copiato )  qui... :(  ---> http://kreszentia.splinder.com/

21:10, 27 marzo, 2007


é il mio post tratto da http://blog.libero.it/Lamiarte/2472427.html

non trovo giusto il tuo comportamento... se vuoi usare le mie parole, per correttezza devi fare riferimento al mio blog.
Casualmente ho visto il tuo link tra i miei rank su blog italia, dove il mio blog è conosciuto e apprezzato, (
http://www.technorati.com/search/blog.libero.it/lamiarte) spero vivamente tu sostituisca il mio post con qualcosa di tuo personale e non frutto della sensibilità e dei sentimenti altrui.....
goccedivaniglia
Mercoledì 28 marzo 2006, 19:45
Noto con piacere che hai modificato il tuo post.

.•¨`*•...¨...•¨`*•..•¨`*•...¨...•¨`*•..•¨`*•...¨...•¨`*•.


immagineLa Mia Arte

blog.libero.it/lamiarte di Goccedivaniglia da Bologna (BO)

C'è poesia leggerezza eleganza e sensazione di ospitalità mediorientale (enjamber). Cultura, capacità espositiva, conoscenza e intelligenza si sposano perfettamente con la bellezza e il fascino (anche) esteriore di cui sei innatamente dotata. (Advocaat)

tag: immaginearte immagineartigianato immaginecultura immaginefoto immaginelocalità immaginemusica immaginenatura immaginepoesia immagineviaggi immaginecittà d'arte immagineamicizia immagineamore immaginepassione

leggi il blog » | fast feed » | aggiungi al Segnablog »

Technorati rank: 27119 | blog linkati: 138 | link: 150
Top Italia: 248° immagine

variazione + 8
Grazie a Tutti

 
 
 

desde españa

Post n°242 pubblicato il 27 Marzo 2007 da jorge_cs

Si el arte representa lo actual de su época,

el gusto por el arte dependerá de cada persona

y no de las civilizaciones.

J.


 
 
 

Senso di colpa e...

Non ho dormito bene, non riuscivo a prender sonno, eppure sapevo di avere un paio d'ore al massimo per riuscire a riposare... niente di niente, occhi sbarrati e pensieri su pensieri, la voglia di piangere...

Poi la sveglia suona, sono le 5,30, mi alzo, tanto sono sveglia... preparo il caffè, tra uno sbadiglio e l'altro... mi preparo, mi vesto, per sicurezza dò un occhiata ai turni di lavoro...

.... che idiota! Faccio pomeriggio!!!!!!!!!!!!!

La voglia di tornare a dormire, tornare per modo di dire, visto che non ci sono riuscita affatto, eppure ieri non ho esagerato con i caffè...

sarà forse stato quel bicchiere di vino a tarda sera che mi ha scombussolata? Nooo non credo, anche se .. in effetti qualche effetto me lo ha procurato, il mio viso era caldo..  nonostante il clima non fosse proprio dei più miti...

ma allora? cosa sarà? intanto guardo fuori dalla finestra, e mi accorgo che inizia ad albeggiare, ma è un'alba molto triste... e mi ritornano in mente le parole di Dante, non so che cavolo mi sia preso, ma tutta notte mi risuonavano in testa, un vero incubo. Ok sono sveglia e di tornare a letto non ne ho voglia, tra qualche ora approfitterò per andare a fare un giro per uffici e banche.. ma intanto cerco le parole di Dante, perché voglio ricordare le sensazioni della scorsa notte, quando infreddolita, e con gli occhi aperti guardavo l'oscurità, di pessimo umore, affondavo il mio viso nel cuscino, imponendomi di dormire, ma niente da fare... i pensieri avevano la meglio sul sonno, adesso avverto malessere, mal di testa misto a un senso di inquietudine, e poi la voglia di fissare pensieri... che altrimenti sfumerebbero... così di prima mattina ho ben chiara nella mente una frase che risuona.. parole che vorrei fermare, e ricordare per sempre, perché potrebbero servire ad alleviare (forse) il mio senso di colpa... ma non è così.. non riuscirò mai a dimenticare quel che ho fatto, sono terribilmente angosciata adesso, perché ho spinto una persona ad "aprirsi" e a dire le sensazioni provate, e il perché di certi suoi atteggiamenti.  Sospettavo che il suo modo di comportarsi nei miei confronti dipendesse da alcuni miei atteggiamenti, ed averne avuto la dolorosa conferma, adesso mi rende triste, e anche sfiduciata. E' incredibile, ma quella frase che tanto premeva per voler uscire fuori, adesso pare essersi dissolta, forse è la maniera per voler cancellare ciò che mi crea dolore e sofferenza, ma nella mia anima sento un trambusto fortissimo. E' difficile convivere con i sensi di colpa, sarebbe meglio liberarsi da questo stato mentale, ma non è giusto scaricare su altri le nostre verità; io sono per la sincerità, per la chiarezza, ma quando chiarezza vien fatta, e sento le parole di altri che arrivano come pugnalate, poi inevitabile che io non riesca a convivere con questa verità, perché vista con gli occhi altrui, perché valutata personalmente da altri, sotto diversi punti di vista, che comprendo, ma che non condivido totalmente...

e comunque non fa star bene quando sai che sei colpevole di qualcosa, quando hai giocato con la sensibilità altrui... quando sai di essere stata stronza.

Adesso capisco molto meglio perché una persona a me molto cara si è allontanata da me con l'anima.. e forse non riuscirò mai più ad avvicinarla a me.. che un'anima credevo di avere, ma che cinicamente ho annientato facendo in modo che il mio egoismo prevalesse sui sentimenti altrui.

Tornare indietro non si può, rimediare non saprei, posso soltanto chiedere scusa, per i miei comportamenti...

E dire a questa persona che è molto importante per me, anche se non riesco a pronunciare alcune parole, anche se qualcosa o qualcuno ha fatto in modo che io fossi confusa, e disorientata.. non fossi capace di valutare obiettivamente il mio atteggiamento...

Ma tanto ormai anche queste parole serviranno a ben poco... credo di non riuscire mai più a salvare il salvabile... e forse perché mi merito questa tristezza, che da tempo ormai fa parte di me.

Vorrei piangere, ma non riesco a fare nemmeno questo...

immagine

TERZO CANTO INFERNO

(Dante Alighieri)

Per me si va ne la città dolente,
per me si va ne l'etterno dolore,
per me si va tra la perduta gente.

Giustizia mosse il mio alto fattore;
fecemi la divina podestate,
la somma sapïenza e 'l primo amore.

Dinanzi a me non fuor cose create
se non etterne, e io etterno duro.
Lasciate ogni speranza, o voi ch'intrate.

Queste parole di colore oscuro
vid' ïo scritte al sommo d'una porta;
per ch'io: «Maestro, il senso lor m'è duro».

Ed elli a me, come persona accorta:
«Qui si convien lasciare ogne sospetto;
ogne viltà convien che qui sia morta.

Noi siam venuti al loco ov' i' t'ho detto
che tu vedrai le genti dolorose
c'hanno perduto il ben de l'intelletto».

E poi che la sua mano a la mia puose
con lieto volto, ond' io mi confortai,
mi mise dentro a le segrete cose.

Quivi sospiri, pianti e alti guai
risonavan per l'aere sanza stelle,
per ch'io al cominciar ne lagrimai.

Diverse lingue, orribili favelle,
parole di dolore, accenti d'ira,
voci alte e fioche, e suon di man con elle

facevano un tumulto, il qual s'aggira
sempre in quell' aura sanza tempo tinta,
come la rena quando turbo spira.

E io ch'avea d'error la testa cinta,
dissi: «Maestro, che è quel ch'i' odo?
e che gent' è che par nel duol sì vinta?».

Ed elli a me: «Questo misero modo
tegnon l'anime triste di coloro
che visser sanza 'nfamia e sanza lodo.

Mischiate sono a quel cattivo coro
de li angeli che non furon ribelli
né fur fedeli a Dio, ma per sé fuoro.

Caccianli i ciel per non esser men belli,
né lo profondo inferno li riceve,
ch'alcuna gloria i rei avrebber d'elli».

  (Inferno, Canto III, vv. 1-9)



 
 
 
 
 

Il Settimo Splendore

Post n°239 pubblicato il 21 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

immagineDomenica 25 marzo alle ore 9:30 inizia ufficialmente a Palazzo della Ragione a Verona la mostra “Il Settimo Splendore, la modernità della malinconia”.
La mostra si segnala come l’evento più importante ed impegnativo dell’anno non solo per il fatto di presentare al pubblico 200 straordinari capolavori che rimarranno esposti per 4 mesi, sino al 29 luglio, ma anche perché si tratta del risultato di un lungo lavoro scientifico di 4 anni condotto dal direttore di Palazzo Forti, Giorgio Cortenova, che dell’esposizione è l’ideatore e il curatore, attraverso lunghe ed accurate ricerche attorno ai temi che contrassegnano la modernità: primo fra tutti, appunto, quell’intreccio di amore ideale, di malinconia e di meditativa riflessione che caratterizza il cielo dantesco, il settimo cielo o, meglio ancora, “il settimo splendore” del paradiso dell’Alighieri.

autori: Giovanni Francesco Barbieri detto il Guercino, Roberto Barni, Sandro Botticelli, Arnold Böcklin, Antonio Canova, Carlo Carrà, Annibale Carracci, Giorgio de Chirico, Gino De Dominicis, El Greco, Domenico Fetti, Giorgione, Lorenzo Lotto, Michelangelo Merisi detto il Caravaggio, Michelangelo, Amedeo Modigliani, Giulio Paolini, Parmigianino, Giovanni Battista Piranesi, Michelangelo Pistoletto, Pontormo, Domenico Tintoretto, Tiziano Vecellioimmagine

notizia e foto tratte dal web

immagine

Grazie a ursuss per l'info :)

 
 
 

Indifferenza

Post n°238 pubblicato il 17 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

Franco Battiato - Auto Da Fe` Lyrics

Si e` fatto tardi sulle nostre esistenze

e il desiderio tra noi due e` acqua passata.

Davvero tu non c'entri niente e` solo colpa mia.

Mi sono accorto tardi che tutto quello a cui tenevo,

ti era indifferente, scivolava via.

Siamo lontani, distanti, ti parlo e non mi senti.

E' sceso il buio nelle nostre coscienze

e ha reso apocrifa la nostra relazione.

Vorrei  innestare il modo dell'indifferenza

e allontanarmi da te;

per presentarmi  innanzi al tribunale di una nuova inquisizione.

Faccio un "auto da fe'" dei miei innamoramenti,

un "auto da fe'".

immagine
Voglio praticare il sesso senza sentimenti.

E mi piaceva camminare solo per sentieri ombrosi di montagna,

nel mese in cui le foglie cambiano colore,

prima di addormentarmi all'ombra del destino.

immagine

 
 
 

Crash!

Post n°237 pubblicato il 16 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

Desidero un abbraccio e aspetto ore ed ore per riceverne uno, ho voglia di piangere,immagine ma non ci riesco, non riesco a sfogarmi perché forse non serve poi... e allora ingoio e evito di pensare, guido, osservo, rifletto, penso, ripenso a quella triste notizia appresa alla radio; una giovane mamma di 36 anni, i sue due bambini, di 9 e 10 anni, questa mattina, hanno perso la loro vita, sulla strada... a seguito del tragico incidente che li ha visti coinvolti. Ascoltavo sconvolta questa notizia oggi intorno alle 12.58, ero in macchina, avevo fretta, come sempre quando da casa percorro quotidianamente i miei 40 km  per raggiungere il luogo di lavoro, e così imboccata la tangenziale, prudentemente osservo e sempre in maniera corretta, decido se è il caso o no di affrontare sorpassi. Sono piuttosto bravina alla guida, non ho mai avuto incidenti, né fortunatamente fino ad oggi sono stata investita... e apprendere quella notizia, mi lascia perplessa, come ogni volta; sono morti tragiche e vite che si consumano nel giro di attimi, è inevitabile pensare a queste persone, perché chiunque potrebbe trovarsi in situazioni analoghe, quando quotidianamente si mette alla guida del proprio veicolo... Così pensierosa ed accigliata, mi immedesimavo nel dolore dei familiari e conoscenti di questa giovane famiglia campana, il cui unico sopravvissuto è il conducente dell'automobile. Procedo decisa, mancano circa 200 mt all'uscita 11 della tangenziale di Bologna, trovandomi nella corsia di sorpasso, ho una velocità sostenuta... improvvisamente il conducente della vettura che sorpassavo decide di avventurarsi anche lui nel sorpasso, .... io non riesco a ridurre la velocità del mio veicolo, lui mi viene addosso sul lato destro della vettura e mi catapulta verso il muretto divisorio che separa la tangenziale dalla corsia autostradale, freno, la macchina sbanda leggermente, ma riesco a mantenere la strada... finché non mi fermo dopo una frenata di circa 8-10 mt. Sono ferma in mezzo alla corsia di sorpasso della tangenziale, le auto sopraggiungono, io accendo le 4 frecce... sono cosciente, sono salva, non mi sono fatta male, l'auto non si è neppure spenta... l'uomo che mi ha investita accosta la sua auto sulla corsia di destra 6-8 mt avanti a me. Viene nella mia direzione mi chiede come sto ... lo guardo, mantengo i nervi saldi, ho un ottimo autocontrollo, mi rivolgo a lui decisa ma educata, domandandogli: "Ma ti rendi conto di quello che hai fatto"? 

immagine  

Forse non si è davvero reso conto, credeva che io fossi "lontana" questa la sua risposta...

Conclusione: entrambi stiamo bene. Questo ciò che conta... Ed io pensavo tremante alle mie figlie, sarebbe potuto andare diversamente, .. ma evidentemente non so se si può chiamare destino, caso... o miracolo, fatto sta, che non era la mia ora... e tornando a casa questa sera alle 21.20, ho abbracciato la mia bambina, l'ho guardata, le ho sorriso, e l'ho stretta forte forte a me....


2007-03-16 19:11
SULL'A1 MORTI UNA MADRE E DUE FIGLI 
 
immagineSIENA - Una donna e i suoi due figli di 10 e 9 anni - una bimbo ed una bimba - sono morti in un incidente avvenuto all'alba di oggi sull'autostrada del Sole. Lievemente ferito il marito, che era alla guida del mezzo. La famiglia era originaria di Giugliano, in provincia di Napoli ed era diretta all'acquario di Genova. Viaggiava su una Fiat Grande Punto che al km 401 della A1, nel comune di Montepulciano, per cause in corso di accertamento, ha tamponato violentemente un autoarticolato che trasportava ghiaia.

L'impatto e' stato violento e il camion, condotto da un ternano, si e' fermato duecento metri dopo, sulla corsia di emergenza. La Punto ha sbandato a sinistra e, dopo aver colpito lo spartitraffico centrale, si e' ribaltata piu' volte. Mentre il conducente, il trentanovenne A.P., rimaneva nell'abitacolo riportando solo lievi contusioni, gli altri tre occupanti venivano sbalzati fuori e finivano sull'asfalto. Sono morti sul colpo Antonietta Aprovitola di 36 anni, e il figlio, D.P. di 10 anni. Immediatamente e' scattato il consueto dispositivo di intervento della Societa' autostrade e della polizia stradale, con l'arrivo anche di squadre dei vigili del fuoco e del 118.

Un'ambulanza ha trasportato la bambina, A.P di nove anni, all'ospedale di Nottola (Montepulciano), dove e' deceduta poco dopo il ricovero. In ospedale sono finiti anche i due conducenti, entrambi per il forte choc subito. La corsia nord dell'autostrada e' rimasta chiusa fino alle 8:20 provocando la formazione di una lunga coda di veicoli. Per accertare le cause dell'incidente ha aperto un fascicolo il dottor Grosso della Procura della Repubblica di Montepulciano.


Notizia Ansa.

 
 
 

Profili Tantrici

Post n°236 pubblicato il 14 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

La caratteristica del Tantra è di fondere le emozioni e l'erotismo
con la ricerca spirituale.

immagine

17:31 > sei tu la persona della foto?? Io studio e faccio profili tantrici e tu risulti un po atipica e collocabile in una fascia tantrica relativamente estrema come persona…. Scusa se mi permetto…hai tratti sia dolci e delicati che forti... :-)
17:32 > risulteresti cosi da naso, mento e zigomi ma potrei anche sbagliare.... sai nn e' poi cosi semplice il definire certe tipologie...
17:32 > interessante... dimmi dimmi
17:32 > dai tratti fisiognomici e morfologici di una persona risaliresti alla sua immaginepersonalita' e sessualita' - per poi dire e tracciare un profilo appunto tantrico
17:32 > ma nn hai mai fatto un profilo tantrico tu?
17:33 > no
17:33 > ti posso fare un paio di domande? nulla di sconcio sia chiaro eh?

<.........>

17:38 > donne a volte nn sempre capite dall uomo, dolci e romantiche ma anche decise e pratiche...problemi a livello decisionale a volte... dovuto alla loro base doppia... diciamo di base sia maschile che femminle
17:38 > di norma donne piu' energiche delle altre… dovuto alla loro base anche maschile… energia di tipo molto positivo… anzi secondo I principi tantrici e' la positiva per eccellenza…
17:38 > ti ci ritrovi?
17:39 > siiiiiii....... ma sei un ciclone
17:39 > a me a dire il vero sembri anche abbastanza estrema in questa fascia... lo sei sia caratterialemtne che fisicamente vero? o nn sai?

17:40 > di norma le donne estreme di questa fascia hanno una base molto forte maschile.... con anche relativi tratti fisici a livello sessuale che indicano il livello di ormoni maschili che producono…

17:46 > ti faccio il profilo
17:46 > carattere:

17:46 > forte - pratica - logica - franca - hai caratteri di base maschili abbastanza evidenziati, nn mi fraintendere, sei anche MOLTO dolce e femminile, MOLTO sensuale e passionale
17:47 > ok verissimo
17:47 > ti trovo molto completa come donna
17:47 > e molto sensibile e portata all'arte
17:47 > sei passionale e logica al contempo e questo ti porterebbe ad avere problemi di tipo decisionale, sai passionalita' e logica nn vanno molto daccordo assieme
17:47 > vero anche questo cavolo mi ci ritrovo!!!!!
17:48 > sei sensibile, intelligente e portata al bello, ti piace l'estetica nelle cose, sei una persona molto profonda e sensibile - poteri di veggenza o sensibilita' acuta oltre la norma
17:48 > infatti non mi piace non riuscire a decidere MAI
17:48 > SIIIIIIIII
17:48 > madonna mi spaventi

17:48 > probabilmente un fondo di tristezza o malinconia anche se pensi forse di essere estroversa
17:49 > ... si lo sono ma anche timidissima
17:49 > malinconica sempre
17:49 > l'uomo per te deve essere sensibile e forte nel contempo, un macho...ma nn troppo, anche intellettuale se e quando serve
17:49 > ovvio che si
17:49 > un accarezzatore e nn un penetratore
17:49 > ma dove sono?
17:49 > ci son cara ci sono
17:49 > :-))
17:49 > ahahah bella espressione

17:49 > il sessuale oraimmagine
17:49 > ....
17:49 > nn so se fartelo
17:50 > mi scandalizzerò?
17:50 > nn ti spaventare o prendere le cose personalmente
17:50 > va bene
17:50 > immagino
17:50 > io parlo di predisposizione ok?
17:50 > ok
17:50 > nn che tu sei come ti dico ok?
17:50 > ok
17:50 > ma si
17:50 > allora
17:50 > e anche se fosse vero chissenefrega... :)

17:50 > brava cosi' si ragiona
17:50 > sessualmente sei una dominante o paritaria a seconda del momento in cui il tuo essere femminile o maschile di base prende il sopravvento

17:51 > dominante... mah
17:51 > forse in passato

immagine17:52 > prediligi baci, carezze, giochi a penetrazione fine a se stessa, molto sensuale e portata alla masturbazione ed al sesso in generale
17:53 > dovresti prediligere posizione sopra uomo comunque, essere molto attratta da masturbazione.. da parte di uomo o tua, per venire vaginalmente .. se vieni vaginalemente.. devi ricevere sfregamento clitorideo, perche' vaginalemtne nn dovresti riuscire altrimenti
17:53 > la mente....dovuto al fatto che sei molto sensibile...
17:53 > quella guida la tua sessualita'
17:53 > quindi alterni i periodo MOLTO si a periodi MOLTO no

17:54 > sei una donna un po all antica.. romantica etc etc

ih ih ih ecco chi mi conosce sarà allibito e/o sconcertato, ma va beh divertente, questo profilo tantrico...

Noooo?

 
 
 

Buon Compleanno

Post n°235 pubblicato il 12 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

Alla mia Bambina...

Kiss me Liciaimmagine

.•¨`*•...¨...•¨`*•.

immagine

.•¨`*•...¨...•¨`*•.

10 anni fa.... il mio angioletto... veniva alla luce.. sono commossa! Oggi lo stesso abbraccio, ma in formato gigante, ci ha unite! immagine

e non servono altre parole...

.•¨`*•...¨...•¨`*•.

immagine

.•¨`*•...¨...•¨`*•.

immagine

.•¨`*•...¨...•¨`*•.

 
 
 

L'animale

Post n°234 pubblicato il 11 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

Franco Battiato - L'Animale

immagine

Vivere non è difficile potendo poi rinascere
cambierei molte cose un po' di leggerezza e di stupidità.
Fingere tu riesci a fingere quando ti trovi accanto a me
mi dai sempre ragione e avrei voglia di dirti
ch'è meglio se sto solo ...
Ma l'animale che mi porto dentro
non mi fa vivere felice mai
si prende tutto anche il caffè
mi rende schiavo delle mie passioni
e non si arrende mai e non sa attendere
e l'animale che mi porto dentro vuole te.
Dentro me segni di fuoco è l'acqua che li spegne
se vuoi farli bruciare tu lasciali nell'aria
oppure sulla terra.

Questa canzone, mi ricorda un preciso periodo della mia vita...

un pensiero particolare alle mie ex colleghe siciliane che hanno condiviso con me alcuni momenti piacevolmente allegri, che non potrò mai dimenticare, alla redazione di Noi Magazine, va un abbraccio... e un pensiero...

 
 
 

Genitori

Post n°233 pubblicato il 10 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

Le parole di un amico di questa community, ricevo e pubblico su sua esplicita richiesta.

Questo post, lo pubblico molto volentieri, vorrei che lo leggesse anche quell'anonima che mi ha costretto ad usare la moderazione, in quanto mi offende, gratuitamente ed in anonimato (troppo comodo) dicendomi che sono una pessima madre, ed altri epiteti, molto volgari, soltanto perché ho interessi che vanno al di la della mia "gestione familiare", sappia costei che è fin troppo facile giudicare, una donna che gestisce la propria vita, non solo in maniera esemplare, modestamente, ma anche permettendosi qualche distrazione, legittima, che comprende altri interessi, personali, molteplici, che riguardano passioni che anche se si è genitori, non dovrebbero essere messe da parte, perché è importante la cura dei propri figli, ma è altrettanto importante prendersi cura e rispettare se stessi e i propri interessi e passioni, le altre parole, che costei mi continua a rivolgene non le considero nemmeno, perché insulse e volgari.

Grazie Massimo per le tue belle parole che adesso i miei amici blogger potranno leggere.

 
 
   



 
  
GOCCEDIMEMORIA Ricevuto il: 09/03/07 01:04 
 

Tiziana guardando la foto di quel bellissimo bambino che hai pubblicato nel blog mi sono affiorati dei ricordi dalla mia mente.........un po' di tempo fa camminando per le vie di una ridente cittadina della provincia di Vicenza sentii così per caso una mamma che sgridava la sua bambina di non correre altrimenti si sarebbe accaldata con il pericolo di prendersi qualche malanno!!!!!!!!!  Udite queste parole mi avvicinai a questa mamma e iniziai a raccontargli la mia esperienza avvenuta qualche anno prima..............negli anni 90 per un certo periodo ho frequentato un reparto oncologico di un noto ospedale, in questo reparto c'erano sopratutto degenti bambini..........bambini senza capelli per le cure chemioterapiche a cui dovevano sottoporsi periodicamente, bambini con lo sguardo smarrito, bambini che speravano di poter tornare a correre, giocare, bambini che cercavano disperatamente un po' di speranza per poter ritornare a vivere...........camminando per quei corridoi di quel reparto guardavo i genitori di quei immaginebambini con gli occhi gonfi di lacrime ma non potevano piangere davanti a loro per non fargli capire che la speranza non c'era piu'.........un giorno camminando sempre per quel reparto sentii una bambina che piangendo disse: immagineMAMMA NON VOGLIO MORIRE, mi prese una stretta al cuore che non potro' mai dimenticare...........una settimana dopo quando ritornai il lettino di quella bimba era vuoto, quel male maledetto se l'era portata  per sempre via, via, via, via...........quei ricordi rimarranno sempre impressi in maniera indelebile nella mia mente.......dopo questo mio breve racconto la mamma che mi stava ad ascoltare in un sacro silenzio corse verso la sua bambina, se la strinse fra le braccia, si diresse verso di me, mi disse solamente due parole.............due parole che mi hanno fatto capire che da quel momento il rapporto fra lei e la sua bimba sarebbe stato molto,molto piu' intenso.......mi disse semplicemente guardandomi negli occhi GRAZIE INFINITE,..........Adesso mi rivolgo direttamente a tutte le mamme e a tutti i papa' dicendo........lasciateli correre i vostri bimbi, lasciate che sfoghino la loro energia, la loro fantasia, la loro creatività, e non dimenticatevi mai che loro sono il futuro dell'umanità...........insegnate ai vostri figli a diventare grandi mantenendo lo stesso entusiasmo per la vita di quando erano bambini.........cari genitori alla sera prima di coricarvi andate nelle camerette dei vostri bimbi, guardateli anche solo per un attimo e vi renderete conto di avere di fronte a voi un piccolo ma grandissimo miracolo.......un abbraccio e un affettuoso saluto a tutti i genitori di questo blog e a quelli di tutto il mondo, il vostro e sempre amico   MASSIMO.....
 
 
Inviato da:
mapomo

 
 
 

Un pensiero...

Post n°232 pubblicato il 08 Marzo 2007 da ursuss
Foto di goccedivaniglia

Un pensiero per tutte quelle donne...
che vivono situazioni difficili,
che lottano per vivere con dignità,
che sono madri,
che non lo sono,
che sono in guerra,
che hanno gli occhi che brillano di luce propria
e occhi velati di tristezza,
che sanno trasmettere allegria,
che ci sanno consigliare e confortare nei momenti bui,
che sono mogli premurose,
compagne insostituibili,
amiche preziose...

Oggi per voi non è una festa... è l'anniversario delle vostre conquiste...la vostra festa, per me, è tutti gli altri 364 giorni che restano.

Un bacio a tutte!
Ursuss

 
 
 

Donne

Post n°231 pubblicato il 08 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

immagine

Le origini della festa dell'8 Marzo risalgono al lontano 1908, quando, pochi giorni prima di questa data, a New York, le operaie dell'industria tessile Cotton scioperarono per protestare contro le terribili condizioni in cui erano costrette a lavorare. Lo sciopero si protrasse per alcuni giorni, finché l'8 marzo il proprietario Mr. Johnson, bloccò tutte le porte della fabbrica per impedire alle operaie di uscire. Allo stabilimento venne appiccato il fuoco e le 129 operaie prigioniere all'interno morirono arse dalle fiamme.immagine Tra di loro vi erano molte immigrate, tra cui anche delle donne italiane che, come le altre, cercavano di migliorare la loro condizione di vita. Successivamente questa data venne proposta come giornata di lotta internazionale, a favore delle donne, l'8 marzo assunse col tempo un'importanza mondiale, diventando il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli e il punto di partenza per il riscatto della propria dignità.

L'8 Marzo è quindi il ricordo di quella triste giornata.
Non è una "festa" ma piuttosto una ricorrenza da riproporre ogni anno come segno indelebile di quanto accaduto il secolo scorso.

La vera "esplosione" in termini di popolarità e di partecipazione, l'8 marzo l'avrà negli anni ’70. Anni che segnano la collaborazione dei movimenti femminili e femministi che, tra l'altro, operano attivamente per la legge di parità, per il diritto al divorzio e all’aborto. La prima manifestazione femminista, risale infatti al 1972 e si svolse a Roma. Ma il top, la celebrazione dell'8 marzo, lo raggiunge nel 1980, con una grande manifestazione unitaria in cui confluiscono per la prima volta tutti i movimenti femminili e femministi.
Il percorso dell'8 marzo si snoda in quasi un secolo di storia che ha visto nascere movimenti politici, guerre, ideologie, ricostruzioni. Un cammino lungo e complesso per le donne di tanti paesi, più volte interrotto, ma che con grande tenacia è sempre stato ripreso con l'obiettivo dell'emancipazione e della liberazione delle donne.
Nel 2001 si volta pagina: la tragedia delle Torri Gemelle a New York e la guerra in Afghanistan rimettono in campo i pericoli legati ad una possibile restrizione di diritti e di libertà per l'intero pianeta, ma, soprattutto per le donne e i bambini. immagineL'atto terroristico ha anche riportato all'attenzione il dramma delle donne afgane, di quelle palestinesi e di tutte quelle che nel mondo non godono dei diritti e delle libertà. Safiya (la donna nigeriana condannata alla lapidazione) è diventata il simbolo di queste sofferenze.

Notizie dal web.

Come tutto ciò che colpisce la mia attenzione, amo custodire su queste mie pagine notizie, eventi, e pagine che hanno fatto la storia.

Buon 8 marzo a tutte le donne.

 
 
 

Ode alla Speranza

Post n°230 pubblicato il 06 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

 

 

immagine

Crepuscolo marino,

nel mezzo

della mia vita,

le onde come uva,

la solitudine del cielo,

mi riempi

e trabocchi,

tutto il mare,

tutto il cielo,

movimento

e spazio,

i battaglioni bianchi

della spuma,

la terra arancione,

il cerchio

incendiato

del sole in agonia,

tanti

doni e doni,

uccelli

che obbediscono ai loro sogni,

ed il mare, il mare,

aroma

sospeso,

coro di sale sonoro,

frattanto,

noi,

gli uomini,

vicino all'acqua,

lottiamo

e aspettiamo

vicino al mare,

aspettiamo.

Le onde dicono alla costa ferma:

«Tutto sarà compiuto».

 
 
 

Immotivati tormenti

Post n°229 pubblicato il 05 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

(Non leggere...)
E torno a scombinarmi l'esistenza.
 
Finiscono i rari momenti di equilibrio, tornano i tormenti, le ore trascorse cercando, sperando, aspettando, un dolce tormento per la mia anima che al momento non riesce a percepire sensazioni positive.
Rigirarmi su me stessa alla ricerca vana di una sensazione, di un'emozione, di un interesse forte e prepotente che mi catturi.
Sensazioni queste che pare non arrivino mai, o mai più potranno tornare a far rivivere in me lo stato d'animo della bambina che si sorprende di fronte alla vista di un dono inatteso...
I miei pensieri mi accompagnano e ripercorrere infinite volte gli stessi tratti, fa riaffiorare alla mente emozioni e sensazioni vissute, piacevolmente condivise, assaporate e ormai quasi perdute...
Sento un boato inatteso, un rumore fastidioso che cattura la mia attenzione e sobbalzo per il turbamento provato, i miei nervi sono tesi e ne percepisco le ragioni, parlarne non mi aiuta, mi sentirei inutilmente incompresa, mi chiudo nel mio silenzio devastante, circondata da inutili attenzioni, faccio sorrisi di circostanza e rispondo amabilmente, perchè questo mio cercare in fondo, non mi permette di isolarmi da tutto e tutti, ma dentro me la solitudine dilagante, scuote i miei sensi fino a farmi giungere a conclusioni irragionevoli perché prive di confronti, e chiarimenti.
Frettolosamente decido di concludere e chiudermi alle spalle fantomatiche porte, allontanando chi fosse stato in grado di scuotere e infrangere ciò che avevo abilmente costruito intorno a me per rendermi inaccessibile e impermeabile a possibili o inattesi eventi. 
 
Qualche cicatrice in più, segno del trascorrere della vita, il tempo, lascia segni indelebili, e dovrò soltanto attendere che scorra e allontani i ricordi, quelli dolorosi insieme a quelli che piacevolmente hanno lasciato dentro me una carezza vellutata per la mia anima.
Cancellerò ogni pensiero, allontanerò ogni ricordo, mi farò ancora una volta scivolare via sensazioni ed emozioni, continuerò a circondarmi del mio bozzolo, impenetrabile, della mia corazza che diverrà nuovamente solida...
Riecheggiano questi pensieri, e le intenzioni di renderli concreti sono persistenti, ...immagine
 
Improvvisamente, inaspettatamente come un fulmine, che squarcia il cielo, arrivano parole, segni di impazienza, rimproveri e moniti...
Il mio volto non cela il turbamento provato, ed esprimo parole volte a spiegare quasi giustificare... comportamenti, idee e pensieri,
inevitabili incomprensioni, segnano il trascorrere di attimi che muovono emozioni profonde.. lacrime mi inondano il volto... non riesco a far a meno di esprimere il dolore provato per parole ricevute che vogliono essere come lame affilate... riesco a districarmi e a liberarmi da una rete che sento volermi imprigionare per far sì che io mi senta sconfitta, inferiore, debole, succube... ma il mio orgoglio primeggia, e misto a una punta di dolcezza, abilmente riesce a spuntarla ancora una volta, e riesco a ricucire rapporti che temevo essersi dissolti...
Mi rincuora ricevere un soffio sull'anima, una carezza sul cuore, e torno a respirarte, leggera torno a sorridere tra le lacrime
 
Le emozioni che riesco a ricevere creano in me stupore, riesco ancora a sentire dolore, riesco a rasserenarmi, riesco a sorridere, riesco a gioire, non sono chiusa dentro quel bozzolo, ma mi sento una farfalla che leggera e rassicurata adesso tornerà a volare libera e serena, accompagnata da ogni sorta di ricordo...
 
5 Marzo 2006
 
La Mia Anima 
 
 
 
 
 

 
 
 

Post N° 228

Post n°228 pubblicato il 05 Marzo 2007 da briciolabau

                                               immagine

              

               Averti e poi...
             non averti e poi?
           Rilascio la mente...


                                                              i miei sentimenti
                                                               sono in fuga,
                                                                si ammutinano
                                                                 alla ragione
                                                                  alla razionalità.


             In me cresce l'incoscienza,
            o la coscienza?
           La mia follia si arrende
          al tuo amore,
        tu che disdegnavi esso
      e mi hai rapito
    il cuore e l'anima.

                                         immagine       
                                                               Cascate di baci
                                      nelle nostre passioni notturne
                                   costellate di emozione e stelle.


        E la notte tra le tue braccia
          prendeva altri colori,
            quelli dell'arcobaleno.


                                                 Io mi specchiavo
                                                        nei tuoi occhi
                                        per non dimenticarli mai,
                                        per ridipingerli un giorno,
                                                         questo lo farò.


              Dipingerò i tuoi occhi
             il tuo sguardo
            i riflessi dell'arcobaleno
           che in esso vedevo.


                                                           La loro vastità,
                                            che era quella del cielo.
                                                      Tu che eri il volo
                                                     della mia anima
                                                 e con una freccia
                                                       l'hai trafitta
                                           proprio al centro.

immagine

             Bersaglio volutamente
              non mancato.
               Ho cercato di tamponare
                quel sangue
                 rivelatore di un amore
                  forse finito..
                    forse


                                                        ed è per quel forse
                                                 che ancora scrivo di te,
                                                                         per te
                                                 perchè in quel forse
                                          sento in questa anima,
                                                così accartocciata
                                      dalle pieghe della vita,
                                    posso ancora sperare
                                                      di averti.


          Non per un'ora
           non per un giorno
             ma per la vita intera.
               Questa è un'altra dimostrazione
                 del mio amore per te.

                                                      immagine

 
 
 

Appunti

Post n°227 pubblicato il 04 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

immagine

La sequenza animata dell'eclisse di Luna del 16 settembre 1997 (G. Garrad)

immagine

immagine

Osservando il cielo, la scorsa notte

trascorsa magicamente...

*****

21 Febbraio 2008 prossima eclissi totale di Luna

immagine

Tristezza della Luna

Questa sera la luna sogna più languidamente; come una
bella donna che su tanti cuscini con mano distratta e leggera
prima d'addormirsi carezza il contorno dei seni,
e sul dorso lucido di molli valanghe morente, si abbandona
a lunghi smarrimenti, girando gli occhi sulle visioni
bianche che salgono nell'azzurro come fiori in boccio.

Quando, nel suo languore ozioso, ella lascia cadere su questa
terra una lagrima furtiva, un pio poeta, odiatore del sonno,

accoglie nel cavo della mano questa pallida lagrima
dai riflessi iridati come un frammento d'opale, e la nasconde
nel suo cuore agli sguardi del sole.

Charles  Baudelaire

 
 
 

Il mio nome

Post n°226 pubblicato il 03 Marzo 2007 da goccedivaniglia
 

Tiziana/o: il nome deriva dal latino Titianus e significa "appartenente alla gente Tizia", famiglia romana. Tiziano fu un grande pittore del Rinascimento e il colore rosso tiziano è appunto una tonalità particolare, usata dal Tiziano. L'onomastico si festeggia il 3 marzo immagine in ricordo di San Tiziano vescovo di Brescia, morto nel 526.

Tiziano Vecellio, pittore veneto del Cinquecento.
Tiziano Crudeli, giornalista sportivo.
Tiziano Ferro, cantante.
Tiziano Pieri, arbitro di calcio.
Tiziano Sclavi, scrittore e autore di fumetti.
Tiziano Terzani, scrittore.
Tiziano Treu, politico.
Tiziano Sellitto, politico.


immagineTiziano Vecelli o Vecellio (circa 1488-90, Pieve di Cadore (Belluno) - 27 agosto 1576, Venezia), più comunemente conosciuto come Tiziano, fu uno dei grandi pittori veneti del Rinascimento.

Biografia
Cadorino, proveniva da una famiglia locale importante ed abbiente. Suo padre Gregorio Vecellio aveva diversi incarichi tra cui quello di capitano della milizia ed ispettore delle miniere.

Non si sa quale educazione abbia ricevuto: sicuramente non conosceva il latino, lingua molto importante all'epoca e la maggior parte delle lettere rinvenute furono scritte da altre persone per suo conto.
Tiziano si avvicinò alla pittura insieme al fratello Francesco, i due furono mandati a Venezia a studiare arte molto giovani (la data precisa non si conosce), si ritiene che iniziarono l'apprendistato nel 1500.
Il primo studio fu presso la bottega di Sebastiano Zuccato, per poi passare nello studio di Gentile Bellini ed infine in quello di Giovanni Bellini, fratello di Gentile.
Qui conobbe Giorgio da Castelfranco meglio conosciuto con il nome di Giorgione.
I due diventarono amici e soci d'affari, nel 1508 lavorarono insieme agli affreschi esterni del Fondaco dei Tedeschi.
Due anni dopo Giorgione morì di peste e probabilmente Tiziano completò molti quadri dell'amico rimasti incompiuti.

Tiziano dipinge i tre affreschi per la Scuola di Sant'Antonio a Padova (1511).immagine

Nel 1516, alla morte di Giovanni Bellini, Tiziano fu nominato suo successore come pittore ufficiale della Repubblica veneziana.

Nel 1520 esegue numerose importanti pale e commissioni laiche, incluse le decorazioni per il Palazzo dei Dogi e tre dipinti mitologici per Alfonso d'Este.
Tre anni dopo durante un viaggio a Ferrara conosce Federico II Gonzaga, marchese di Mantova.

Nel 1525 sposa Cecilia Soldano, figlia di un barbiere, che gli aveva già dato due figli: Pomponio e Orazio.
Nel 1530 nasce la figlia Lavinia e pochi mesi dopo muore la moglie.
Nello stesso anno conosce Carlo V durante un viaggio dell'imperatore in Italia, tre anni dopo gli conferisce il titolo di Conte Palatino e Cavaliere dello Sperone d'Oro, un onore senza precedenti per un pittore.

immagineNel 1545 si reca a Roma invitato da papa Paolo III, cinque anni dopo si reca ad Amburgo e comincia a lavorare alla sua serie di Poesie per il re Filippo II.
Il 16 marzo ottiene la cittadinanza romana, in seguito rientra a Venezia.

Insieme ad Andrea Palladio e a Tintoretto viene eletto membro dell'Accademia del Disegno di Firenze nel 1566.

Muore il 27 agosto 1576, forse di peste, ma più probabilmente di semplice vecchiaia; viene sepolto nella chiesa di Santa Maria dei Frari a Venezia.


Attività artistica
 San Giovanni Battista, circa 1542, Gallerie dell'Accademia, VeneziaTiziano matura uno immaginestile personale dei colori, che vengono stesi in modo rapido e talvolta impreciso, senza disegni preparatori: il risultato è l'immediatezza e l'espressività, le figure sono accennate e più vive e reali.

Agli inizi della sua carriera artistica Tiziano dipinse molte scene di vita pastorale idilliaca (ninfe e pastori) influenzato soprattutto da Giorgione.
Molti quadri di questo periodo sono di difficile attribuzione in quanto a volte Tiziano completava i quadri iniziati da Giorgione.

Il pittore dipinse anche molte immagini di donne bellissime e sensuali, di solito con lunghi capelli sciolti che ricadono sulle spalle nude e per la maggior parte hanno anche qualche accessorio simbolico o allegorico.
Non considerati ritratti, ma generiche esaltazione della bellezza femminile, queste tele erano piuttosto in voga a Venezia all'inizio del Cinquecento e si suppone che alcuni potrebbero rappresentare o alludere alle prostitute per cui la città era famosa.

immagineTiziano fu uno dei più prestigiosi ritrattisti e sicuramente il più influente, dato che andò oltre la formula del mezzo busto che era predominante nel XV secolo.
Spesso introduceva accessori nei suoi ritratti, come un cane od uno strumento musicale e la posa delle sue figure era naturale.
La maggior parte dei ritratti giovanili del pittore ha come soggetto personaggi sconosciuti, ma quando la sua fama crebbe, dipinse i più importanti uomini d'Europa.

Il pittore realizzò disegni, anche se molto rari, usando il gessetto, il carboncino, la penna e l'inchiostro con grande vigore.
Alcuni di questi disegni sono studi preparatori per dipinti, anche se secondo le testimonianze del tempo lavorava direttamente sulla tela senza alcuno schizzo preliminare.
Ci sono anche dei paesaggi molto rifiniti, attribuiti a Tiziano che sono all'apparenza opere indipendenti e la cui autenticità è oggetto di dibattiti eruditi.
Realizzò anche notevoli xilografie, alcune molto grandi e fatte con numerosi blocchi.immagine

Tiziano realizzò anche molte opere a carattere religioso, come la Vergine ed il Bambino o i Santi.
Nei primi lavori il pittore ambientò le sue figure in paesaggi bellissimi.

Si dedicò anche ad una serie di sette scene mitologiche intitolata "Poesie" dipinte per Filippo II di Spagna tra il 1550 e il 1562.
I personaggi ritratti sono: Danae, Diana, Atteone, Callisto, Perseo, Andromeda, Europa, Venere, Adone.

Opere
immagine Salomé con la testa del Battista, circa 1515, Galleria Doria Pamphilj, RomaLe tre età dell'uomo (1512)
Amor sacro e amor profano (1513)
L'Assunta (1516-1518)
Pala Pesaro (1519-1526)
Bacco e Arianna (1520-1523)
Venere di Urbino (1538)
Undici Imperatori Romani(1538; distrutti)
La famiglia Vendramin (1543-1547 circa)
Paolo III e i nipoti Alessandro e Ottavio Farnese (1546)
Diana e Atteone (1556-1559 circa)
La Pietà (1575-1576 circa)
Giuditta con la testa di Oloferne
Ritratto del Doge Andrea Gritti - National Gallery of Art di Washington
Il Baccanale degli Andrii - Prado
Venere e Adone (esistono sette versioni diverse)
Adone con cappello - Galleria Nazionale d'Arte Antica di Roma
Adone con spalle coperte, arcobaleno nel cielo - Metropolitan Museum di New York
Adone con spalla sinistra coperta, cielo nuvoloso - National Gallery di Londra
Adone con spalla sinistra coperta, cielo parzialmente coperto - Museo del Prado di Madrid
Adone con spalla sinistra coperta, cielo parzialmente coperto simile a quella del Prado - Collezione privata
Adone con spalle nude, arcobaleno nel cielo - National Gallery of Art di Washington

Tratto da Wikipedia

immagine

Amor Sacro e Amor Profano

 
 
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: goccedivaniglia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 42
Prov: VE
 
 

MIEI DIPINTI AD OLIO

 

"High Summer" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2007

"Green Turban" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2006

"The Brilliance" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2006

"Le cucitrici" di F. Botero copia d'autore, realizzata nel 2008

 
 

ULTIMI COMMENTI

Buonasera, qualcuno conosce il significato de " Il...
Inviato da: Tatiana
il 28/02/2017 alle 18:05
 
cok guzel oyunlar
Inviato da: en güzel oyunlar
il 01/12/2016 alle 21:34
 
gioco molto bello
Inviato da: çok güzel oyunlar
il 01/12/2016 alle 21:31
 
thank you
Inviato da: diyet
il 18/11/2016 alle 12:53
 
thank you
Inviato da: diyetler
il 17/11/2016 alle 23:18
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARTE&DONNE

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 
  Tamara de Lempicka

immagine

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 
Frida Kahlo 

immagine

Video Frida kahlo

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 


๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 

goccedivaniglia

Le Mie creazioni Equilibriarte

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑

 

ARTE

Suggerisci La Mia Arte: preleva il banner copiandolo dall'iimmagine sotto 

Arte, che sia essa Poesia, Musica, Arte scenica, avendo in sé il suo pieno, peculiare e insostituibile valore, può allargare e approfondire la nostra comprensione della verità.

immagine

L'Arte è una manifestazione dell'uomo che deve parlare all'uomo, in quanto lui solo ha occhi per comprenderla.

L'Arte ti artiglia lo stomaco. L'Arte ti fa respirare a pieni polmoni. L'Arte produce una patina colorata tra le cui trame si intravede qualcosa di vivo.

immagine

L'Arte viene associata al divino perché la silenziosa esplosione al calor bianco che produce è talmente carica di significanti non-significati che la mente non comprende, e l'uomo medio quando non comprende divinizza o peggio ne viene spaventato e ne fugge.

immagine

L'Arte non è una linea tracciata dalla tecnica o dalla raffinatezza d'intenti, è piuttosto il lamento dell'animo.

 

 

Creative Commons License
Opera pubblicata sotto una

Licenza Creative Commons

Tu sei libero:

Alle seguenti condizioni:

  • Attribuzione. Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza.

  • Non commerciale. Non puoi usare quest'opera per fini commerciali.

  • Non opere derivate. Non puoi alterare o trasformare quest'opera, ne' usarla per crearne un'altra.

  • Ogni volta che usi o distribuisci quest'opera, devi farlo secondo i termini di questa licenza, che va comunicata con chiarezza.
  • In ogni caso, puoi concordare col titolare dei diritti d'autore utilizzi di quest'opera non consentiti da questa licenza.

Visitor Map


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Artist Blogs - Blog Catalog Blog Directory

Technorati Profile

La mia compagna di viaggio



 

Questo come ogni altro blog è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estenzione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo N°196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al Nome, alla persona ed all'immagine ed all'onore. Quindi, tutto il materiale (scritto e fotografico, nomi, dati, testi) pubblicato sul mio blog non può essere utilizzato senza il permesso mio o dei rispettivi autori, pena denuncia alla Polizia Postale. Lo stesso vale per la diffamazione e la calunnia, che seguono il medesimo regime giuridico-penale della calunnia e/o diffamazione a mezzo stampa (diritto lesivo dell'onore), quindi si sporge lo stesso tipo di denuncia ed iter burocratico. Ciò vale anche nel caso di anonimi, poichè la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog

 
Citazioni nei Blog Amici: 96
 

immagine

artistas

Powered by  MyPagerank.Net Add to Technorati Favorites 

 

 

TAG