Creato da goccedivaniglia il 09/04/2006

Passione... Arte

Atmosfere intense, un connubio molto emozionale d'arte, letteratura, musica, poesia, sogni. Momenti di malinconia si mescolano con attimi di profonda passione

 

Messaggi di Maggio 2007

Con i miei occhi....

Post n°282 pubblicato il 29 Maggio 2007 da johper
 

immagine


Quante volte ti ho ammirato, da quante angolazioni, in tutte le stagioni, con tutte le condizioni meteo. Sulle tue sponde sono nato e cresciuto, ho visto il tuo “sorridere” nel sole ed il tuo “borbottare”durante le giornate di vento.

Chiudo gli occhi ...e ti guardo col cuore…

Ti vedo, ora, seduto in alto su un poggio; in questa notte di primavera, quieta dove anche il vento, tuo eterno compagno, ha deciso di riposare. E sei lì, quasi immoto, con la tua corona di luci che risplendono. E le mie iridi riflettono i bagliori come piccole lucciole che mi illuminano il cuore. Dietro ad ogni gruppo di luci si nascondono ameni paesi, che, benché ormai vocati ad un turismo sempre più insopportabile, mantengono ancora l’anima dei paesi dei pescatori, con le loro case colorate, arroccate spesso intorno ad una rocca o ad una chiesa. Li conosco uno ad uno, nome per nome, piazza per piazza, viuzza per viuzza, e li guardo così, immoti, lungo le tue rive come sentinelle all’erta, che nella notte scura ti proteggono.

immagine

Sopra di te una coperta di stelle luminose si specchia nelle tue acque, creando l’effetto di un unico firmamento. Ed io mi perdo, in quest' universo silenzioso, lasciando che il silenzio sia il tuo canto.

immagine

Ti vedo ora, in una giornata invernale, con le tue acque; sono agitate, ricoperte di spume che si infrangono sulle coste. Il vento tagliente mi sferza le membra, mentre un gabbiano solitario volteggia nel cielo, giocando con le raffiche …la mia mente mi riporta a quell’inverno, dove camminavo lungo la spiaggia, lasciando solo le mie impronte sulla neve immacolata, mentre dietro di me già sbiadivano, ricoperte da nuovi fiocchi, che scendendo cancellavano di già il passato, rendendo i contorni di ogni cosa ovattati.

immagine

Ti vedo ora, in questo pomeriggio d’autunno, con le montagne che ti circondano dipinte dai mille colori di questa stagione, che mescolano nelle tue acque increspate i loro toni, rendendo il paesaggio quasi soggetto di un dipinto di qualche impressionista …

Nell’aria si espandono i profumi dei prodotti delle ricche terre, che tu generosamente bagni. Profumo di vini, di olio, di agrumi, di fiori d’ogni sorta, che in quel clima da te protetto, regalano alle mie narici il solleticante sentore di mille promesse.

immagine

E la memoria dei profumi mi riporta all’estate, con l’odore delle creme solari delle persone che affollano le tue spiagge, rendendo la tua corona un groviglio multicolore di vita. Non contento di questo, vedo le tue acque colorate da una moltitudine di vele di spericolati surfisti, velisti... che il tuo vento impetuoso fa sfrecciare come stormi impazziti, che disegnano negli occhi sempre mille forme di fantasia. Ed a questo tripudio di colori artificiali fanno da sfondo magnifiche montagne, che percorrendo con lo sguardo mi portano a cime sempre più maestose, qualcuna ancora innevata, che si stagliano contro un cielo turchese che toglie il fiato …

immagine

E lassù, vola pigramente un rapace, maestoso guardiano dei cieli, che dalla sua postazione privilegiata ammira nel silenzio la vita che scorre.

immagine

Riapro gli occhi un’istante ed un tramonto mozzafiato mi cattura. Vedo il cielo tuffarsi nelle tue acque, generando un incendio di colori; e così, in questo silenzio che mi rapisce, sento i ricordi di mille emozioni che ho affidato alle tue acque, legati ad un anello nuziale col quale, fin dal mio primo vagito, mi sono legato a te, e che tu custodisci gelosamente, liberandoli solo per me e per quegli occhi che sanno vedere senza guardare….

immagine

Questa è la mia dedica per te …questo è il mio canto sicuramente parziale, per l’amore viscerale che sento per te, ma che ho voluto dividere con chi saprà capire quale tesoro prezioso tu sei per me e per tutti quelli che alla tua fonte di emozioni possono abbeverarsi.

 
 
 

Stranizza d'Amuri

Franco Battiato - Stranizza d'amuri

'Ndo vadduni da Scammacca
i carritteri ogni tantu
lassaunu i loru bisogni
e i muscuni ciabbulaunu supra
jeumu a caccia di lucettuli...
'a litturina da ciccum-etnea
i saggi ginnici 'u Nabuccu
'a scola sta finennu.
Man manu ca passunu i jonna
sta frevi mi trasi 'nda l'ossa
'ccu tuttu ca fora c'è 'a guerra
mi sentu stranizza d'amuri... l'amuri
e quannu t'ancontru 'nda strata
mi veni 'na scossa 'ndo cori
'ccu tuttu ca fora si mori
na' mori stranizza d'amuri... l'amuri.

 

 immagine

Messina, la mia città in una veduta quasi notturna, giugno 2006

 
 
 

Lettera a me stessa...

Post n°280 pubblicato il 27 Maggio 2007 da goccedivaniglia
 

immagineTitti scrive (23.21):
ciao <...>, ci sono adesso!!!
Titti scrive (23.23):
non entro quasi mai qui, perché mi fa male solo il pensiero delle conversazioni, o meglio i miei lunghi monologhi con <...>, ne sono traumatizzata, il suo mutismo, il suo ignorarmi mi rispondeva con delle faccine... ti rendi conto che umiliazione ho dovuto subire?
Titti scrive (23.25):
mi spiace che tu non ci sia, ho ricevuto il tuo bellissimo sms, ma spesso sono al lavoro e non riesco a rispondere, mi spiace, non sono sparita come pensi... vorrei sapere di te, come va? come stai?
Titti scrive (23.26):
spero tu riesca a leggere questi miei messaggi, sarebbe davvero un peccato che si perdessero, adesso ho voglia di scambiare 4 chiacchiere con un amico, sento molto la solitudine questa sera, in genere odio le domeniche anche se servono per riposarmi, ma io mi sento inevitabilmente e disperatamente sola...
Titti scrive (23.27):
Tanto silenzio intorno a me ed adesso io non riesco a sopportarlo, cerco parole, che allietino la mia solitudine che mi diano quel barlume di speranza, che mi facciano sentire qualcosa di positivo, anche quando vedo solo buio intorno a me...
Titti scrive (23.29):
sto scrivendo pensieri di getto, scusa ma mi viene spontaneo, adesso qui con te, che so che hai tanto da dire e anche tanto da dare, buono e disponibile sempre come hai dimostrato di essere, ma io sono abituata ai monologhi... e sono circondata da questo a volte devastante silenzio... che mi tiene compagnia, anche quando non sono io a cercarlo...
Titti scrive (23.31):
Quando sono di fronte a una tastiera riesco a buttare fuori ogni sorta di emozione, mi riesce bene, è la mia valvola di sfogo, mi libero di tutte le tensioni, esprimo quel che desidero, esprimo ciò che ho nell'anima... questa sono io... semplice, senza fronzoli, me stessa sempre, non ho paura di esprimere il mio dolore o le mie debolezze... anche quando forse farei bene a trattenere tutto dentro...
Titti scrive (23.32):
non vorrei angustiarti troppo con queste mie parole, ma ti ringrazio perché sono certa tu leggerai con molta attenzione e affetto che sempre dimostri nei miei riguardi. Un abbraccio di cuore, spero di sentirti presto, la tua amica Tiziana

 
 
 

Iniziativa Letteraria

Post n°279 pubblicato il 27 Maggio 2007 da goccedivaniglia
 

Questo post fu scritto in data 01-08-2006 - 09:49; sembra quasi io non riconosca più le mie parole... mi fa un certo effetto rileggerle a distanza di tempo. 

La mia città

questo post partecipa al gioco letterario
di
writer

Sicilia - Messina 

Si avvicina il tempo della decisione, partire.

Andare a respirare i miei profumi, andare a calpestare quei luoghi che mi hanno dato la luce. Devo andare, e devo avvicinare chi mi sta cercando, chi desidera incontrarmi, chi mi dimostra amore, e non ho saputo, né voluto ascoltare, perché incapace di amare, per voler tagliare ogni collegamento, anche solo quello della mente. Strapparmi violentemente da tutto e da tutti, per non ricordare, per non morirne per la nostalgia provata. Una persona in particolare si aspetta che io torni indietro, che trascorra ancora per una volta qualche attimo in sua compagnia, e il pensiero, ed il ricordo di questa persona mi fan sorridere, ma mi fanno anche sentire tanto colpevole di egoismo, per aver distrutto il suo castello di sogni, castello per me di sabbia, spazzato via da un alito di vento, fin troppo debole, per la mancanza di certezze, per l'assoluto egoismo che mi porta a scappare via da chi mi ama.

immagine

foto dal web

Devo affrontare ogni cosa, ogni persona, guardarla negli occhi, ricambiare almeno uno sguardo, un sorriso donatomi con amore ed affetto, devo ma al tempo stesso non voglio, non vorrei legarmi ancora una volta a chi o cosa non potrà darmi la gioia che cerco.
Non voglio illudere, non voglio legarmi, non alla mia terra, non a un anima, che generosamente mi offre il suo cuore, ma che so di non meritare.

immagine

foto goccedivaniglia

Terra mia perdonami se sono ingrata, non posso abbracciarti, ti sfiorerò appena, perché non ti merito abbastanza, perché talvolta disprezzandoti ho inferto ferite a me stessa, nell'autoconvinzione che io e te non siamo fatte per convivere, pur amandoci...

immagine    

    foto goccedivaniglia

Coloro i quali desidererebbero la mia presenza e vorrebbero convincermi a tornare sui miei passi, sappiano che la mia vita ormai mi ha condotto a fare scelte per le quali non tornerei mai più indietro. Inseguendo la felicità, mi sono accorta di averla trovata, è una felicità parziale, ma che mi regala profonda sicurezza nell'affrontare giorno dopo giorno ogni scelta. La certezza di essere in grado di badare a me stessa e riuscire a farlo da qui in avanti, senza il conforto di altri che amorevolmente mi guiderebbero, ma di cui ne sentirei la soffocante presenza.

Per il semplice fatto che è più grande il desiderio di Libertà.

Terra mia, però ti raggiungerò, perché non ho mai smesso d'amarti.

gocce...

qui un altro post, dedicato alla mia città

immagine

foto goccedivaniglia

ascolta

 
 
 

Incontri d'Anime

Post n°278 pubblicato il 26 Maggio 2007 da goccedivaniglia
 

immagineHo incontrato un uomo, e mi sono innamorata di lui. Ho lasciato che mi innamorassi per una semplice ragione: non mi aspetto nulla. So che fra tre mesi sarò lontana da questo posto, e lui sarà un ricordo, ma io non riuscivo più a sopportare di vivere senza amore. Ero arrivata al limite.
Sto scrivendo una storia per Ralf Hart - è questo il suo nome. Non sono sicura che tornerà nel locale dove lavoro, ma per la prima volta nella mia vita questo mi lascia indifferente. Mi basta amarlo, stare con lui nel pensiero e colorare questa bella città con i suoi passi, le sue parole, il suo affetto. Quando lascerò questo paese, lui sarà un volto, un nome, il ricordo di un caminetto. Tutto il resto che ho vissuto qui, tutti i momenti difficili che mi sono lasciata alle spalle, scompariranno al cospetto di questo ricordo.
Per Ralf, vorrei poter fare quello che lui ha fatto per me. Ho riflettuto a lungo e ho scoperto che non sono entrata casualmente in quel caffè.
Gli incontri più importanti sono già combinati dalle anime prim'ancora che i corpi si vedano. Generalmente essi avvengono quando arriviamo a un limite, quando abbiamo bisogno di morire e rinascere emotivamente.
Gli incontri ci aspettano, ma la maggior parte delle volte evitiamo che si verifichino. Se siamo disperati, invece, se non abbiamo più nulla da perdere oppure siamo entusiasti della vita, allora l'ignoto si manifesta e il nostro universo cambia rotta.
Tutti sanno amare, poiché nascono con questo dono. Alcuni praticano l'amore naturalmente, ma la maggioranza deve apprendere di nuovo, ricordare come si ama; e tutti - senza alcuna eccezione - hanno bisogno di bruciare nel fuoco delle proprie emozioni passate, di rivivere gioie e dolori, cadute e riprese, fino al momento in cui sono in grado di intravedere il filo conduttore che esiste dietro ogni nuovo incontro. Sì, perché c'è un filo.
Allora i corpi imparano a parlare il linguaggio dell'anima, e questo si chiama "sesso". Ed è ciò che io posso dare all'uomo che mi ha restituito l'anima, benché lui ignori totalmente la sua importanza nella mia vita. E' quello che mi ha chiesto, ed è ciò che avrà. Voglio che sia molto felice.

Tratto da "Undici minuti" - Paulo Coelho

Due destini - Tiromancino

 
 
 

Guantanamera - Joan Baez

Post n°277 pubblicato il 19 Maggio 2007 da goccedivaniglia
 

I rifiuti sono stati smaltiti, inceneriti e da oggi si respira un'aria diversa...

canto!

 immagine

 

«Prima di morire voglio dividere questi versi della mia anima
Il mio verso è verde chiaro
Ma anche rosso acceso
Coltivo una rosa in giugno e gennaio
per l'amico sincero che mi da la sua mano
E per il crudele che strapperebbe questo
cuore con il quale vivo.
Io non coltivo cardi ne ortiche
Io coltivo una rosa bianca.
Coltivo la rosa bianca
In giugno come in gennaio
Coltivo la rosa bianca
Per l'amico sincero
Che mi da la sua mano franca

Joan Baez - Guantanamera

 
 
 

Liberarsi da...

Post n°276 pubblicato il 19 Maggio 2007 da goccedivaniglia
 

11-02-2007 - 20:14
 

Piovono gocce... d'anima e di sangue di una bambina... che è una donna ma che si sente una bambina per la sua ingenuità... disarmante. Donna che vorrebbe esprimere il suo dolore e che lo contiene, bambina che inferocita e vendicativa ne rivela dettagli e particolari che soltanto pochi hanno il privilegio di conoscere. Una lacrima scende.
 

 
 
 

Vela Bianca

Post n°275 pubblicato il 17 Maggio 2007 da goccedivaniglia
 

«L'unico vero rischio nella vita è non voler correre alcun rischio.»

 

"La nostra barca, con le sue candide vele spiegate simili alle ali di un gabbiano, filava agile e leggera tra le isole dell'arcipelago..." "A volte andava con il vento a favore, altre con quello contrario. Fu allora che ci rendemmo conto che non era il verso in cui soffiava il vento, ma il modo in cui orientavamo le vele a determinare la direzione che avremmo preso, così come i nostri sogni potevano influenzare il corso del nostro destino".  "Se si sa interpretare il vento apparente e capire di conseguenza il momento giusto per girare le vele, allora si può diventare veri marinai".

"Gail e io restammo alla darsena fin dopo il tramonto, seduti su una panchina proprio di fronte alla barca, fissandola per ore, come due bambini che avessero ricevuto un dono tanto desiderato, ma che non si sarebbero mai sognati di avere.
Eravamo un po' spaventati e non del tutto sicuri di ciò che avevamo deciso di fare. Ma immaginavamo che fosse normale provare un certo sgomento quando si ha di fronte una radicale trasformazione della propria esistenza, quando si sta per
immaginelasciare quella che Gail e io chiamavamo «l'area protetta», quella zona circoscritta del proprio universo personale in cui regna la routine e ci si sente al sicuro perché tutto è familiare e prevedibile. quando si sta per valicarne i confini per avventurarsi nell'incognito, è come se all'improvviso venisse a mancare il terreno sotto i piedi"


Tratto da "Vela Bianca" - Lasciati portare dal vento della felicità - Sergio Bambarén

 

 «Cosi’ mi manchi
Nell’universo
In mezzo al mondo
Cosi’ ti cerco
E grido forte
Da in mezzo al mondo
Solo io
Posso trovarti»

E' delicato - Zucchero Mp3

 
 
 

Fattorie Aperte - Ferrara

Post n°274 pubblicato il 13 Maggio 2007 da goccedivaniglia
 

 immagine

 

immaginePer trascorrere una giornata diversa dal solito, alla scoperta della campagna e delle aziende agricole, in buona compagnia assaporando i prodotti tipici.

Ritorna il 13 e 20 maggio l'iniziativa "Fattorie Aperte", un invito quindi per avvicinasi alla campagna e conoscere le aziende agricole dell'Emilia Romagna che partecipano alla manifestazione.
L'offerta quest'anno si presenta ancora più interessate e stimolante per l'aggiunta di laboratori manuali e sensoriali per grandi e piccini, ma anche ricca di eventi culturali: come rappresentazioni teatrali in fattoria e visite a musei aziendali o legati a particolari prodotti gastronomici.

Per informazioni su "Fattorie Aperte 2007" è possibile rivolgersi all'URP della Regione Emilia-Romagna, numero verde 800662200 - e-mail: urp@regione.emilia-romagna.it

immagine

Avete mai visto un asinello "sorridere" ?


immagine

 
 
 
 
 

Per chi apre un nuovo Blog

Post n°272 pubblicato il 12 Maggio 2007 da goccedivaniglia
 

immagineDa tanto tempo non scrivo più niente su questo spazio, mi manca un po' scrivere, ma per poterlo fare come desidero devo trovare il tempo, il giusto relax, la sintonia di pensieri, la voglia di prendermi un attimo di pausa per radunare i miei pensieri sparsi... che è così difficile mettere insieme in maniera ordinata. Penso un po' a tutto, mi sento come in un frullatore, la mia settimana è stata intensa, e adesso finalmente mi sto fermando un attimo, e serenamente sto scrivendo giusto due righe per rilassarmi un tantino, perché quando scrivo un fluido fuoriesce da me, attraversando il mio corpo, e passando attraverso le mie dita che compongono parole su questi tasti, che schiaccio quasi con durezza a volte, con dolcezza altre, perché la mia indole è un insieme di passionalità e dolcezza, fermezza, determinazione e aggressività, insomma un po' complessa e indecifrabile, volutamente, a volte, e estremamente semplice e limpida, altre... chiusa ed ermetica, o espansiva e desiderosa di svelarmi e rivelare il mio vero io, che è mutabile a seconda di eventi e circostanze.. Cerco la solitudine, e a volte la ripudio, voglio circondarmi del mio ricercato silenzio, e lo rifuggo tuttavia. Adesso comunico, pur rimanendo sola con i miei pensieri, li metto a disposizione di chiunque passando di qui, voglia per un attimo entrare nel mio piccolo cantuccio, ove rifugio i miei attimi riservati alle riflessioni e ai miei più profondi pensieri, che custodisco dentro me e che spesso sento la necessità di trascrivere per poi rileggere quando a distanza di tempo, il loro ricordo sarà ormai distante dalla mia memoria. Ho scritto tutto e non ho scritto nulla, ma mi andava di affacciarmi un attimo per condividere le mie parole con chi le leggerà, un abbraccio a chi mi segue, e a chi ha trovato anche grazie al mio incoraggiamento, la volontà di mettersi in gioco per sfidare se stesso e tentare la strada, che io stessa per gioco tentai di intraprendere un anno fa, quando decisi di aprire questo Blog. In bocca al lupo, ai miei amici, che su mia richiesta e consiglio hanno deciso di trascrivere i loro bellissimi pensieri, mi riferisco a due persone in particolare, che conosco personalmente e che apprezzo moltissimo.

Un abbraccio a L. e a J.

Sono certa che la vostra anima sia in grado di liberare pensieri splendidi, che molti saranno in grado di apprezzare, ma soprattutto, i vostri pensieri emozioneranno soprattutto V O I, che con vostra stessa sorpresa, vi ritroverete a leggere con meravigliato stupore.

Per voi Le bellissime parole di
Niccolò Fabi -  Costruire

 
 
 

Agli Amici

Post n°271 pubblicato il 07 Maggio 2007 da goccedivaniglia
 

Jean Delville

L’amore delle anime

Pittura all’uovo su tela, cm 238 x 150, 1900

Bruxelles, Musée d’Ixelles

immagineAgli amici, a chi riesco ad abbracciare nella realtà, a chi mi dimostra attenzione, con parole che sento come una carezza che mi emoziona sempre, sono grata a tutti voi, per l'affetto che mostrate; la vostra presenza mi rallegra.

Grazie a chi si emoziona, a chi legge con attenzione, a chi vuol cogliere particolari, per conoscere e conoscermi, a chi è attento ed osserva, a chi riesce a trovare tesori nascosti all'interno di un contenitore virtuale che vorrei trasformare in un libro, da sfogliare, da portarmi sempre dietro, da poter stringere a me, perché sia compagno di viaggio, perché mi aiuti in alcuni momenti in cui mi sento fragile, sola, o incompresa... perché mi regali sempre brividi di emozione e sollievo nei momenti bui.

Affinché sia sostegno nella confusione, nell'incertezza, nel dubbio, perché mi dia coraggio per affrontare scelte e decisioni che reputo importanti... perché mi faccia sentire la stima di chi dimostra di tenere alla mia amicizia.

Voglio lasciare ancora un messaggio a chi teme che non sia serena;

adesso lo sono, perché affronto la quotidianità con occhi diversi, e con la voglia di sorridere alla vita.

Vi abbraccio.

Tiziana


immagine

Jean Delville (1867-1953)
L'École Du Silence [The School of Silence]
Oil on canvas, 1929

The sound of silence

 post con riferimento alla mostra in corso a Ferrara

 
 
 

Pausa

Post n°270 pubblicato il 05 Maggio 2007 da goccedivaniglia
 

Scusate la mia assenza...

Sono impegnata...

a sognare...

 

 

immagine

 

 
 
 
 
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: goccedivaniglia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 42
Prov: VE
 
 

MIEI DIPINTI AD OLIO

 

"High Summer" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2007

"Green Turban" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2006

"The Brilliance" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2006

"Le cucitrici" di F. Botero copia d'autore, realizzata nel 2008

 
 

ULTIMI COMMENTI

Buonasera, qualcuno conosce il significato de " Il...
Inviato da: Tatiana
il 28/02/2017 alle 18:05
 
cok guzel oyunlar
Inviato da: en güzel oyunlar
il 01/12/2016 alle 21:34
 
gioco molto bello
Inviato da: çok güzel oyunlar
il 01/12/2016 alle 21:31
 
thank you
Inviato da: diyet
il 18/11/2016 alle 12:53
 
thank you
Inviato da: diyetler
il 17/11/2016 alle 23:18
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARTE&DONNE

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 
  Tamara de Lempicka

immagine

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 
Frida Kahlo 

immagine

Video Frida kahlo

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 


๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 

goccedivaniglia

Le Mie creazioni Equilibriarte

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑

 

ARTE

Suggerisci La Mia Arte: preleva il banner copiandolo dall'iimmagine sotto 

Arte, che sia essa Poesia, Musica, Arte scenica, avendo in sé il suo pieno, peculiare e insostituibile valore, può allargare e approfondire la nostra comprensione della verità.

immagine

L'Arte è una manifestazione dell'uomo che deve parlare all'uomo, in quanto lui solo ha occhi per comprenderla.

L'Arte ti artiglia lo stomaco. L'Arte ti fa respirare a pieni polmoni. L'Arte produce una patina colorata tra le cui trame si intravede qualcosa di vivo.

immagine

L'Arte viene associata al divino perché la silenziosa esplosione al calor bianco che produce è talmente carica di significanti non-significati che la mente non comprende, e l'uomo medio quando non comprende divinizza o peggio ne viene spaventato e ne fugge.

immagine

L'Arte non è una linea tracciata dalla tecnica o dalla raffinatezza d'intenti, è piuttosto il lamento dell'animo.

 

 

Creative Commons License
Opera pubblicata sotto una

Licenza Creative Commons

Tu sei libero:

Alle seguenti condizioni:

  • Attribuzione. Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza.

  • Non commerciale. Non puoi usare quest'opera per fini commerciali.

  • Non opere derivate. Non puoi alterare o trasformare quest'opera, ne' usarla per crearne un'altra.

  • Ogni volta che usi o distribuisci quest'opera, devi farlo secondo i termini di questa licenza, che va comunicata con chiarezza.
  • In ogni caso, puoi concordare col titolare dei diritti d'autore utilizzi di quest'opera non consentiti da questa licenza.

Visitor Map


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Artist Blogs - Blog Catalog Blog Directory

Technorati Profile

La mia compagna di viaggio



 

Questo come ogni altro blog è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estenzione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo N°196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al Nome, alla persona ed all'immagine ed all'onore. Quindi, tutto il materiale (scritto e fotografico, nomi, dati, testi) pubblicato sul mio blog non può essere utilizzato senza il permesso mio o dei rispettivi autori, pena denuncia alla Polizia Postale. Lo stesso vale per la diffamazione e la calunnia, che seguono il medesimo regime giuridico-penale della calunnia e/o diffamazione a mezzo stampa (diritto lesivo dell'onore), quindi si sporge lo stesso tipo di denuncia ed iter burocratico. Ciò vale anche nel caso di anonimi, poichè la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog

 
Citazioni nei Blog Amici: 96
 

immagine

artistas

Powered by  MyPagerank.Net Add to Technorati Favorites 

 

 

TAG