Creato da goccedivaniglia il 09/04/2006

Passione... Arte

Atmosfere intense, un connubio molto emozionale d'arte, letteratura, musica, poesia, sogni. Momenti di malinconia si mescolano con attimi di profonda passione

 

Messaggi di Settembre 2006

Annibale Carracci

Post n°132 pubblicato il 30 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 
Foto di goccedivaniglia

Buongiorno a tutti 

Un invito appassionante... chi lo accetta?

Venus and Adonis  before 1595
Oil on canvas, 217 x 246 cm
Kunsthistorisches Museum, Vienna

Bologna, Museo Civico Archeologico Dal 22 settembre 2006 al 7 gennaio 2007

Mostra monografica

Annibale Carracci (1560 – 1609), per secoli è stato considerato il maggior rappresentante dell'arte del Seicento,

Annibale Carracci fu uno dei pittori contemporanei più stimati da Caravaggio, nonché uno dei suoi principali interlocutori.

immagine

Sacra famiglia (Madonna Montalto)
Londra, National Gallery - olio su rame

Straordinaria varietà e ricchezza della sua opera: i ricercatissimi disegni le incisioni, la gamma eccezionalmente ampia di dipinti, dai soggetti di genere ‘basso’ alle pale d’altare, dai ritratti ai paesaggi. Fu infatti merito esclusivo di Annibale, come videro i suoi primi estimatori, il trattare i generi diversi della pittura, che proprio in quegli anni a cavallo tra Cinque e Seicento si venivano definendo con nuova nettezza – i soggetti ‘alti’ di storia sacra e mitologica, il paesaggio, il ritratto, la caricatura, i soggetti ‘bassi’ di ambito feriale – con accenti stilistici diversi, come allora si chiedeva, introducendo novità fondamentali. Come scrisse il grandissimo conoscitore dei suoi tempi, Giulio Mancini, che gli fu amico, Annibale fu pittore universale, sacro, profano, ridicolo e grave, ed è appunto in questa molteplicità di linguaggi, di generi e di stili trattati, che risiede la modernità di Annibale Carracci.

immagine

Pietà
Napoli, Museo Nazionale di Capodimonte - olio su tela

Trattare soggetti diversi con stili diversi, unificando in un linguaggio comune i vari accenti caratteristici delle diverse scuole pittoriche tipiche delle diverse aree geografiche, la veneta, la lombarda, la toscana, la romana, come distinse il suo interlocutore privilegiato e primo critico, Giovanni Battista Agucchi: fu questo obiettivo, perseguito con impressionante tenacia per tutta la vita, a fare di Annibale Carracci il pittore che più di ogni altro dopo Raffaello possiamo dire ‘italiano’. In questo contesto è oggi possibile riscoprire il ruolo principe di Annibale Carracci nella storia della pittura italiana, tornando a riunire insieme, per la prima volta, nelle due sedi della mostra a Bologna e a Roma, l’Annibale ‘bolognese’ e l’Annibale ‘romano’, ovvero il pittore del colore lombardo dei soggetti umili e il pittore del disegno romano e dei temi aulici.

immagine

"Annibale Carracci The Dead Christ Mourned"
 

In contemporanea con la mostra sarà possibile visitare alcuni palazzi affrescati da Annibale, Ludovico e Agostino Carracci, generalmente chiusi al pubblico, quali Palazzo Sampieri e Palazzo Magnani e la piccola mostra Annibale, talento e impazienza appositamente allestita nella Pinacoteca Nazionale di Bologna, con dipinti e incisioni della Pinacoteca tra i quali alcuni di recentissima attribuzione, a complemento della mostra monografica presso il Museo Archeologico.

Holy Women at the Tomb of Christ (detail)
Oil on canvas
The Hermitage, St. Petersburg

www.annibalecarracci.it

Biglietti
intero € 9; ridotto € 7,5


fonte

 
 
 

Dark Bologna

Post n°131 pubblicato il 30 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

Lungo l’autostrada da lontano ti vedrò
Ecco là le luci di San Luca
Entrando dentro al centro l’auto si rovina un po’
Bologna, ogni strada c’è una buca
Per prima cosa mangio una pizza da Altero
C’è un barista buffo, un tipo nero
Bologna sai, mi sei mancata un casino
Aspetto mezzanotte che il giornale comprerò
Lo Stadio, il Trotto, il Resto del Carlino
Piove molto forte ma tanto non mi bagnerò
C’è un bar col portico, mi faccio un cappuccino
Ma che casino, quanta gente, cos’è ‘sta confusione?
C’è una puttana, anzi no è un busone
Bologna sai, mi sei mancata un casino
Chissà se in questa strada si può entrare oppure no
Ah no, c’è Sirio, ma che due maroni
Così cammino per la piazza con una merda sul paletot
Ma perché anche col buio volano i piccioni
Voglio andarmene sui colli, voglio andarmene a vedere il temporale
Tra i fulmini coi tuoni mi sembra di volare
Nel tempo dei ricordi perdermi, affogare
Figurine, piedi sporchi, e ancora i compiti da fare
Le pugnette sui tetti, che belli quei cieli, seduti là insieme
Con le nuvole che cambiano colore
Bocche rosse d’estate, cocomeri in fiore, buono nei viali il profumo dei tigli
Il profumo dei tigli con della benzina l’odore
Certe notti stellate nei cine all’aperto le lucciole che si corrono dietro
Si corrono dietro
Per fare l’amore
Com’è bello andare a fare l’amore
C’è un tuono, più forte, che la notte svanisce
Mi sveglio di colpo, più stanco, più solo, mentre il cielo schiarisce
Accendo il motore, guardo nello specchietto
E vedo riflesso, con un po’ di dolore
Bologna col rosso dei muri alle spalle
Che poco a poco sparisce
Metto la freccia e vado sulla luna
Vado a trovare la luna
Vado a trovare la luna
Vado a trovare la luna

immagine

Bologna

Sotto la Torre degli Asinelli

Il nuovo singolo di Lucio Dalla che è una dichiarazione d'amore, profonda ma ironica, del cantautore alla propria città d'origine.

 
 
 

Foresta Singolare

Post n°129 pubblicato il 29 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 
Tag: Svago

immagine

Da oggi ho scoperto e mi identifico anche con questo meraviglioso modo di essere... una Foresta .. misteriosa, luogo dai forti profumi e dalle forti emozioni, da attraversare mano nella mano con un'anima silenziosa che ama perdersi nella vastità di luoghi incantevoli e magici, in cui scoprire innumerevoli sensazioni e perdersi nella maestosa vastità di sentieri e alberi possenti e imperscrutabilmente carichi di Vita.

Che ne dite del mio nuovo Nick Ancestrale?? Bello non trovate? Provate ad utilizzare voi questo simpatico strumento per calcolare il vostro Nick Ancestrale... 

clikka qui per calcolare il nick

Foresta Singolare

immagine

 
 
 

Aiuto!!!

Post n°128 pubblicato il 28 Settembre 2006 da goccedivaniglia

Navigando in rete mi sono imbattuta in un odiosissimo FASTTRACK! Cancello la cronologia, elimino i file temporanei, elimino i cookie, ma non c'è verso! non mi vuol proprio abbandonare.... si reinstalla continuamente!!! indirizzandomi verso collegamenti 899.

chi mi da una mano a liberarmi da quest'incubo??

ehm ehm mi sono districata... e finalmente sembra che il nemico sia SCONFITTO... però è stata dura sapete?! si era installato nel profondo... accidenti l'ho scampata bella... rischiavo di non poter più connettermi, il che da una parte era solo un bene... considerando il fatto che recentemente io sia letteralmente Malata... (si, anche di mente...)

Comunque a parte queste considerazioni, penso di stare vivendo una sorta di "Oblio" non so dove mi condurrà, ma mi sembra di trovarmi in un Limbo... come sempre faccio delle considerazioni "sconsiderate" chissà a cosa o a chi è attribuibile tutto ciò? ... chi vivrà vedrà... e lo scoprirete presto (?) su questi schermi :) Bacini bacetti la Vostra Sempre Meno Umana

Gocce...

 
 
 

Bellezza e semplicità

Post n°127 pubblicato il 27 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

"Io non conosco verità assolute, ma sono umile di fronte alla mia ignoranza: in cio' è il mio onore e la mia ricompensa"

Kahlil Gibran

Come potrei non condividere queste parole...

sono il mio pane.

Buona giornata!!

 
 
 

Magie Lontane

Post n°126 pubblicato il 25 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

immagine

Il Silenzio e la Notte si conoscono da tempo immemore…….forse sono fratello e sorella…..o magari solo due semplici e cari amici……si ritrovano ogni giorno, puntualmente e alla stessa ora……ed è stupendamente bello assistere di nascosto alle loro celestiali conversazioni…….poichè segrete e delicatamente intime…….dinanzi alle quali ci si ritrova solo per puro caso o insperato colpo di fortuna…….e dopo la prima volta, non si attende altro……..che di riuscirci ancora…….all’infinito……


La notte esordisce per prima……..utilizza le stelle e la loro luce per disporre e comporre parole e frasi…….con le quali scrivere su di un immenso cielo prestatosi a lavagna nera…….i propri  pensieri ed innumerevoli impressioni e, dopo averlo fatto……..si riavvolge nel suo lungo e vellutato manto tinto di un blu scuro dalle tonalità curve…..in trepidante attesa che l’altro……replichi o risponda……in altrettanto originale……ed inimitabile modo……


Ed il Silenzio infatti, non esita a rispondere per nulla  desideroso di farsi attendere ancora……e così, dopo aver letto tutto parola per parola……..con un dito sfiora ogni singola stella……e da quel contatto ne scaturisce ogni volta un suono che, per mezzo di un  vento lunare si somma agli altri in architettonica e melodiosa armonia…..così nell’aria, prende forma un invisibile pentagramma fatto di luci e strascichi di stelle……ed una dolcissima musica antica raggiunge sicura l’anima della  Notte……la quale, con abbandonato trasporto ne ascolta rapita e sognante il tanto anelato messaggio…….e indecisa e stordita cede alla terribile tentazione di non rispondere……..per evitare di interrompere…….un momento atteso una vita…..

Ma ogni cosa bella è destinata a finire presto…….e così accade…….che la Notte si accende cedendo il posto ad un giorno frettoloso di comparire…….ed il Silenzio si infrange……spegnendosi laconico sulle ultime note di un’alba da tempo in viaggio…..la luna si congeda abbassando gli occhi e rivolgendo un saluto con un nobile inchino…..e le stelle si ritirano in ordine…..come fossero onde stanche......sull'eco di una risacca…..

 

autore:

silenzio_nell_anima

Grazie per avermi regalato questa meraviglia... che ho sottratto e fatto mia, in quanto trovo che sia un'opera d'arte. Con tanto tanto amore... Tiziana

ღ♥ღ.•**•. .•**•.ღ♥ღ

Messaggio N°72 15-09-2006 - 03:05

Rumorosi Pensieri dedicato a silenzio_nell_anima

Aspettarti... per provare un'emozione... non è giusto, perché mi impedisce di vivere...

Star qui, e sperare in un tuo passaggio... poterti dire che mi sei mancato, e quanto avrei voluto sentirti oggi...

...ma alle tue telefonate... non v'è stata risposta, eppure potevo farlo se solo avessi avuto il telefono con me... ma sai quanta ansia mi metta, sapere che proverò quella sensazione immaginaria, che mi provoca ansia mista a speranza e desiderio di portarti sempre con me, sentirti molto vicino, dentro me...

Ti immagino, riposare dolcemente, abbandonarti ai tuoi pensieri che la notte fortifica, rende ancora più profondi. Pensieri che senti e che fan rumore... con tutta la forza che riesci ad infondergli, capace di arrivare alle anime sensibili che ne rimangono affascinate, anime che vagano nella speranza di poter scambiare una dolce corrispondenza con te, che sai sempre misurare ogni parola e addolcirla di una musica che solo tu sei capace di sentire...

Buonanotte mio adorato...

Anime

 

Inviato da: animeinsimbiosi 

 


  Inviato da silenzio_nell_anima il 15/09/06 @ 04:02 via WEB

Credo che tu oggi, mi conosca abbastanza bene da sapere che, dinanzi a tanta emozione tramutata e trasmessa con semplici parole......non mi riesca anche volendo, di restarvi indifferente.....ho sempre pensato che la sensibilità di un animo non si manifesti o si riconosca con la sola capacità di cogliere quanto ci venga rivolto......ma ancor più....con la facilità con la quale....spontaneamente tante cose si dicono......o "non si dicono".....Forse il sottoscritto sarà anche in grado di addolcire in musica le cose che dice o scrive....e che così generosamente tu mi riconosci come qualità.....ma ti assicuro che nonostante tutto....non mi sia mai riuscito di comporre con tanta concisa bellezza.....il messaggio che a te invece....è costato pochissima fatica....Ti ringrazio di cuore per le bellissime parole che in questa incerta notte post - estiva mi hai donato....avremmo tante occasioni e possibilità di riuscire ad essere veramente felici se solo ci accorgessimo che non sono poi così distanti da noi.....invece spesso non ci facciamo caso.....e lasciamo che tutto scorra assieme alle nostre emozioni mancate.....e a tutti quei momenti che avrebbero potuto fare la differenza semplicemente.....vivendoli nel modo giusto.....Solitamente ad una telefonata non risposta reagisco male......forse non ci sono abituato, non so.....so che chi non risponde spesso è perche evita di farlo.....non è il tuo caso e non lo sarebbe cmq stato, so anche questo.....ma che dirti.....dopo aver letto queste parole......ti assicuro che mai come in questa occasione sono stato felice che tu non l'abbia fatto.....diversamente, ora non avrei le parole che questo meraviglioso post non manca di illuminare con le intenzioni in esse riposte.....Ti abbraccio e ti auguro una dolcissima notte.....

(Rispondi)
..   
Inviato da animeinsimbiosi il 15/09/06 @ 04:18 via WEB

I desideri si avverano, ma forse mi sto perdendo dentro un magico sogno, che mi sta accompagnando fino all'attesa di un'alba misteriosa, che spero arrivi più tardi possibile per poter trascorrere attimi di serena felicità, accompagnata dalla tua presenza che seppur lontanissima sento, ora qui, a un cm da me... La bellezza, come tu credi ci sia nelle mie parole è frutto di attenta osservazione e sensibilità che pochi sanno cogliere, ma di cui amo circondarmi, sono quei pochi affezionati che non trascurano mai di leggermi e a volte commentarmi, ma anche quando non lasciano alcun commento so per certo sentano profondamente ogni mia singola parola cha arriva alla loro anima.... un fluido scorre da me a chi legge, e mi torna indietro quando colgo lo stupore, negli occhi di chi come te sa apprezzare.... e di cui provo infinita passione. Ecco perché scrivo, non per me, soltanto. Un abbraccio infinito, lungo un sogno, che allontani l'alba....

 
 
 

Per te...

Post n°125 pubblicato il 23 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

 All I Want Is You

U2




You say you want diamonds on a ring of gold
You say you want your story to remain untold

All the promises we made
From the cradle to the grave
When all I want is you

You say you'll give me a highway with no one on it
A treasure just to look upon it
All the riches in the night

You say you'll give me eyes in a world of blindness
A river in a time of dryness
A harbour in the tempest

All the promises we make
From the cradle to the grave
When all I want is you

You say you want your love to work out right
To last with me through the night

You say you want diamonds on a ring of gold
Your story to remain untold
Your love not to grow cold

All the promises we break
From the cradle to the grave
When all I want is you

You
All I want is...you
All I want is...you
All I want is...you



Tutto Ciò Che Voglio Sei Tu
Dici di volere diamanti su un anello d’oro
Dici di volere che la tua storia resti taciuta

Tutte le promesse che facciamo
Dalla culla fino alla tomba
Quando tutto ciò che voglio sei tu

Dici che mi darai un’autostrada vuota
Un tesoro da rimirare
Tutte le ricchezze nella notte

Dici che mi darai occhi in un mondo di cecità
Un fiume in un periodo di siccità
Un porto nella tempesta

Tutte le promesse che facciamo
Dalla culla fino alla tomba
Quando tutto ciò che voglio sei tu

Dici di volere che il tuo amore funzioni
Per restare con me tutta la notte

Dici di volere diamanti su un anello d’oro
Che la tua storia resti taciuta
Che il tuo amore non si raffreddi

Tutte le promesse che infrangiamo
Dalla culla fino alla tomba
Quando tutto ciò che voglio sei tu



Tu
Tutto ciò che voglio sei…tu
Tutto ciò che voglio sei…tu
Tutto ciò che voglio sei…tu

Tiziana


 
 
 

Pensieri irrazionali

Post n°124 pubblicato il 21 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

Questo strano mondo... ogni giorno mi stupisce... i miei occhi si sorprendono, per tutto ciò che osservano, e nasce spontaneo un sorriso, perché accolgo dentro me piacevoli sensazioni che allietano le mie giornate, pensando e tornando spesso sui tali ricordi piacevoli ed indimenticabili.

Cerco emozioni, che allietino i miei momenti di tristezza, nel sentirmi sola, ma dei quali non saprei far a meno, i miei momenti di assoluta solitudine mi servono a sentire profondamente ogni mia emozione, una ad una vibrano dentro me e mi circondano accompagnandomi fin al momento in cui sarò distratta da altre presenze che dovranno in qualche modo esser parte della mia vita.

Non so se preferire la loro compagnia o il mio esser sola con idee ed emozioni che la mia mente crea. Pensieri deliranti e irrazionali, che si impossessano di me, e scaturiscono anche queste incomprensibili parole...

Buongiorno... mondo

 
 
 

Dal Marocco, sognando...

Post n°123 pubblicato il 18 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

Venerdì scorso ho ricevuto un dono: un' Intramontabile Caftano.
E' un indumento del Marocco, il paese di Souad, una mia cara amica, proveniente da questo affascinante paese.
Conosco Souad da 4 anni, e con lei ho instaurato un rapporto di profonda amicizia, scherziamo sempre quando siamo insieme, e il mio tono, se prima era serio e distaccato, via via è diventato aperto e socievole nei confronti di questa ragazza, che mi ha dimostrato lealtà, stima e rispetto verso la mia cultura, diversa dalla sua, che rispetto e non invado...

Ci confrontiamo spesso, mi racconta le tradizioni del suo paese, la cultura e la mentalità tutt'oggi retrograda. Souad è in Italia da dieci anni ormai, si trova a suo perfetto agio, si è integrata nella nostra cultura e adora vestirsi come una donna contemporanea, e comportarsi da persona libera, indipendente ed emancipata, qual è diventata.
Mi ha dato una notizia inaspettata: si è sposata, con un uomo del suo paese.
Attualmente lui vive in Marocco, al più presto la raggiungerà.
Da donna sposata Souad, dovrà cambiare le proprie abitudini, in quanto la tradizione vuole che lei debba vestirsi in maniera "adeguata", non potrà indossare abiti succinti, o mostrare forme prosperose, suo marito glielo impedisce, in quanto è ritenuto scandaloso che una donna sposata si comporti come se non lo fosse. L'uomo è autorizzato a comandare, a controllare, ad esigere.
Uno sguardo posato una frazione di secondo di troppo su un uomo lo autorizza all'approccio, al saluto e soprattutto a pensare che "ci sta". Diventa necessario quindi assumere da parte della donna comportamenti e modi di vestire che lancino inequivocabilmente il messaggio opposto, cioè che è una donna per bene. Uno di questi è lo "hijab", "velo", un foulard che nasconde completamente i capelli, "hijab" è anche un modo di vestire, giacca e pantaloni o giacca e gonna lunga, che lascia scoperto viso e mani, e che mette al riparo la donna dalle velleità di caccia dell'uomo.
Souad, ormai si sente italiana ed è difficoltoso per lei dover essere quasi "costretta" a retrocedere nelle sue abitudini. Tuttavia quando è tra le mura domestiche, ama indossare il caftano, un camicione lungo con maniche ampie, scollo verticale, scandito a passamanerie o ricami, comodo, versatile, facile. Un capo dal fascino esotico, un tempo vezzo di signore aristocratiche, che lo indossavano, rigorosamente a piedi nudi, a bordo piscina o sugli yacht. La contessa Marta Marzotto ne fa quasi il capo esclusivo del suo guardaroba,  e ne vanta un'infinita collezione, con pezzi rari e autentici, recuperati in ogni parte del mondo.  Con questi abiti sembro essere una donna proveriente dalle magiche terre di quel paese non troppo lontano dal nostro.

 
 
 

Tra abbuffate e risate

Post n°122 pubblicato il 17 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

Ho trascorso un'ottima serata, davvero, buona cucina e gradevole compagnia...

Ho conosciuto persone simpatiche, una in particolare con la quale ho riso, quasi con le lacrime... ihihih... a farne le spese il mio amico F. e le sue fotografie delle trascorse vacanze.... 

Ho fatto una gaffe incredibile.......... non farebbe nemmeno ridere raccontarla adesso qui, ma vi assicuro che c'era da morì dal ridere... eheheheh

Dolce notte a tutti! 

Titti

Potrai mai perdonarmi?

Per farmi perdonare ti regalo quest'immagine, del tuo adorato Sport.

da 1 a 10 quanto sono ruffiana? 

Ti voglio bene, lo sai....

 
 
 

Grande Evento

Post n°121 pubblicato il 13 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

Andrea Mantegna

Nasce ad Isola di Cartura, piccolo borgo in provincia di Padova, nel 1431 come si evince dal testo dell’iscrizione (“Andreas Mantinea Pat. An.septem et decem natus sua manu pinxit M.CCCC.XLVIII”) della perduta pala di altare della chiesa di Santa Sofia a Padova.
A partire dal 1441 il giovanissimo Andrea risulta registrato a Padova come figlio adottivo del pittore Francesco Squarcione e iscritto alla fraglia dei pittori della città del Santo.

Dopo circa sette anni vissuti presso la casa–bottega dello Squarcione, nel 1448 il Mantegna scioglie il sodalizio con il maestro e firma il contratto – insieme ai colleghi Nicolò Pizolo, Antonio Vivarini e Giovanni d’Alemagna – per l’esecuzione del ciclo di affreschi della Cappella della famiglia Ovetari nella chiesa degli Eremitani a Padova.
Nel corso della realizzazione della grandiosa opera ci furono diversi avvicendamenti che portarono il solo Mantegna a concludere il lavoro intorno al 1557.

Durante gli anni di lavorazione agli affreschi Ovetari, Andrea si impegna nella realizzazione di altri importanti opere quali la lunetta del portale maggiore della Basilica del Santo che rappresenta Sant’Antonio e san Bernardino da Siena che presentano il monogramma di Cristo terminata nel 1552 (Padova, Museo Antoniano), il polittico di San Luca per l’omonima cappella della Basilica di Santa Giustina (Milano, Pinacoteca di Brera), terminata e pagata nel 1454 e la grande tela con Sant’Eufemia datata sempre 1454 (Napoli, Gallerie Nazionali del Museo di Capodimonte).
Intorno al 1453 – 1454 il Mantegna si imparenta con la famiglia dei Bellini sposando Nicolosia la figlia di Jacopo.

Nel 1457, conclusi i lavori alla Cappella Ovetari, il Mantegna stava già intessendo trattative con Gregorio Correr, abate della Basilica di San Zeno a Verona, per la pittura della pala destinata a decorare l’altare maggiore della chiesa, dove tutt’ora si trova, ad eccezione delle tre tavole della predella che si trovano al Louvre di Parigi e al Musée des Beaux–Arts di Tours.

Andrea Mantegna, San Sebastiano, 1480, Museo del Louvre, Parigi

Intorno a questo periodo risalgono le prime documentazioni riguardo i pressanti solleciti da parte del marchese Ludovico Gonzaga per spingere il Mantegna a diventare pittore di corte.
Solo nel 1460 però il Mantegna decide di trasferirsi definitivamente a Mantova, dove rimane per tutta la vita, allontanandosi unicamente in due occasioni: una prima volta nel 1466 per un soggiorno a Pisa e a Firenze e fra il 1489 e il 1490 per andare a Roma, dove era stato chiamato a decorare la distrutta cappella di Innocenzo VIII al Belvedere.

A Mantova il Mantegna è impegnato nella decorazione della cappella privata di Ludovico Gonzaga a cui si fanno tradizionalmente appartenere il cosiddetto "Trittico" della Galleria degli Uffizi di Firenze e la Morte della Vergine oggi divisa tra il Prado di Madrid e la Pinacoteca Nazionale di Ferrara.
Tra il 1465 e il 1474 si colloca la decorazione della cosiddetta "Camera degli sposi" dedicata a Ludovico e Barbara Gonzaga.
Il successivo imponente lavoro del Mantegna, che si colloca durante il governo di Francesco II Gonzaga, è rappresentato dal ciclo di pitture su tela della rappresentazione dei Trionfi di Cesare in Gallia, oggi conservati nel palazzo di Hampton Court a Londra.

Nel 1496 il Mantegna espone la Pala celebrativa della vittoria di Francesco II Gonzaga nella battaglia di Fornivo, oggi al Louvre di Parigi.
L’anno successivo è datata la pala cosiddetta Madonna Trivulzio destinata all’altare maggiore della chiesa di Santa Maria in Organo di Verona, oggi conservata nel Civico Museo d’Arte Antica del Castello Sforzesco di Milano.
In questo stesso periodo è data testimonianza della collaborazione tra il Mantegna e Isabella d’Este, per la decorazione dello "studiolo" della marchesa nel castello di Mantova, a cui si fanno appartenere il cosiddetto Parnaso e la tela con Minerva che scaccia i vizi dal giardino delle virtù, oggi al Louvre di Parigi.

Andrea Mantegna, Compianto sul Cristo morto, 1500 ca., Pinacoteca di Brera, Milano

Francesco Correr da Venezia nel 1505 richiede ai Gonzaga la collaborazione del Mantegna per l’arredo del proprio camerino, il maestro, ormai vecchio portò a termine solo la prima tela commissionatagli L’introduzione del culto di Cibale a Roma (Londra, National Gallery).
La terza tela quasi terminata Favola del dio Como (Parigi, Louvre), alla morte di Mantegna nel 1506 fu ultimata da Lorenzo Costa.

Pacchetti Turistici

 
 
 

Come ti amo?

Post n°120 pubblicato il 10 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 


 Come ti amo?

Lascia che ti annoveri i modi.

Ti amo fino agli estremi di profondità,
di altura e di estensione che l’anima mia
può raggiungere, quando al di là del corporeo
tocco i confini dell’Essere e della Grazia Ideale.

Ti amo entro la sfera delle necessità quotidiane,
alla luce del giorno e al lume di candela.

 Ti amo liberamente, come gli uomini che lottano per la Giustizia;
Ti amo con la stessa purezza con cui essi
rifuggono dalla lode;

Ti amo con la passione delle trascorse sofferenze
e quella che fanciulla mettevo nella fede;

Ti amo con quell’amore che credevo aver smarrito
coi miei santi perduti,

- ti amo col respiro,
i sorrisi, le lacrime dell’intera mia vita!
-

e, se Dio vuole, ancor meglio t’amerò dopo la morte. 

(Elizabeth Barrett Brownin)

Amo questa città...

Bologna,

il mio locale preferito...

L'enoteca dall'ambiente rustico

 si trova nelle antiche cantine

 di palazzo Bentivoglio.


Il locale è famoso per l'ottima musica jazz

che si suona dal vivo

tutte le sere

e la particolare atmosfera che si crea.

Buona la carta dei vini con una scelta molto vasta,

vini da accompagnare a enormi crostini,

i piatti a base di formaggio, primi, secondi di carne e salumi.

Non mancate di far visita a questa città...

da Vivere, da Amare.

Bologna e le luci della città

Link utile

ma naturalmente...

Messina

è la mia CITTA!

 
 
 

Fusione

Post n°119 pubblicato il 08 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

L'immensità

Don Backy

Don Backy - Mogol - Mariano

Io son sicur*a* che, per ogni goccia
per ogni goccia che cadrà
un nuovo fiore nascerà
e su quel fiore una farfalla volerà

Io son sicur*a* che
in questa grande immensità
qualcuno pensa un poco a me
e non mi scorderà

Sì, io lo so,
tutta la vita sempre sol*a* non sarò
e un giorno io saprò
d'essere un piccolo pensiero
nella più grande immensità.....
di quel cielo.

Sì, io lo so,
tutta la vita sempre sol*a* non sarò
un giorno troverò
un po' d'amore anche per me
per me che sono nullità
nell'immensità...

Altri interpreti: Johnny Dorelli; Mina; Negramaro

...

Grazie Advocaat

 
 
 

Qualcosa di me

Post n°118 pubblicato il 03 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

Lettera Dal Passato

01/05/06 18:27:39

La mia giornata, ovvero tutto il lungo week end, l'ho trascorso molto serenamente a casa, per via del cattivo tempo, ho preferito riposarmi e dedicarmi alle faccende domestiche, e naturalmente ho anche dipinto, sono quasi al termine adesso del quadro, non mi ritengo poi così "artista", ma un'amante della pittura e delle decorazioni, e tutto quello che ha a che fare con l'elaborazione di manufatti artigianali.
Comunque realizzo Falsi d'autore, lo sai già che adoro la De Lempicka, conosco i lavori di Vettriano e devo dire che apprezzo molto il genere, sto realizzando il Bacco di Caravaggio... la difficoltà è notevole sono alle prese con la drappeggiatura del mantello bianco... ci perdo le ore... ma lo faccio talmente con amore che non mi pesa affatto.
Il prossimo fine settimana troverò il modo finalmente di fotografare tutti i quadri, che non sono tantissimi, dato che ho ricominciato a dipingere solo da pochi mesi, ma ho intenzione di continuare alla grande, quindi appena avrò le foto sarò lieta di inviarti ogni immagine possibile di ciò che sto facendo e ho fatto.
Anni fa realizzavo le ceramiche in maniera continuativa, ogni fine settimana me ne andavo in giro per mostre e mercati di arte e antiquariato a esporre i miei lavori, la fatica era tanta ma era divertente ritrovarsi con tutti gli altri appassionati d' arte ognuno con i propri lavori. Mi manca tanto quel tempo...
Qui ad xxxxx ci sono delle associazioni culturali ma non ne faccio parte, in realtà ancora non ho materializzato il sogno di vivere solo d'arte, svolgo anche un'altra attività che mi porta via tanto tempo...

 
 
 

Rosa Rossa

Post n°117 pubblicato il 02 Settembre 2006 da goccedivaniglia
 

Passione, pegno di un amore fedele, simbolo dell'amore che sopravvive alla morte, della rinascita per laici e religiosi. È, infatti, anche il simbolo del sangue versato dal Crocefisso per la redenzione dell'umanità.

 

Ti amo terribilmente,
se sbocciasse un fiore ogni volta che ti penso,
ogni deserto ne sarebbe pieno.... Potrei dimenticarmi di respirare
ma non di pensare a te
Il grande amore non si può vedere ne toccare,
si può sentire solo con il cuore.
L'amore non da nulla se non se stesso,
non coglie nulla se non da se stesso.
L'amore non possiede ne è posseduto:
l'amore basta all'amore

KAHLIL GIBRAN

immagine

Il tuo amore è consolazione nella tristezza,

tranquillità nel tumulto,

riposo nella stanchezza,

speranza

nella disperazione

immagine

Prenditi cura di me

con quella tenerezza

che solo in te ho trovato...

immagine

Potrei morire per te.

Il mio credo è l'amore

e tu sei il suo dogma.

Tu mi hai rapito con tale violenza,

che non posso resistere...

Non posso respirare senza di te

immagine

Tu sei sempre lì per me

e così mi dai

il coraggio di restare da sola

immagine

Amare significa correre il rischio più grande di tutti. Significa mettere il proprio futuro e la propria felicità nelle mani di un altro. Significa consentire a se stessi di fidarsi senza riserve. ed è per questo che io ti amo

immagine

Tu potresti dare te stesso ad un'altra, ma nessuno potrebbe amarti in maniera più pura o più completa di quanto abbia fatto io. Per nessuno la tua felicità potrebbe essere più sacra di quanto sia stata per me, ogni cosa, la più preziosa, io la dedico a te, e se sento di migliorare me stessa, è solo per diventare ancora più degna di te, per renderti ancora più felice

immagine

Ti amo con il respiro, i sorrisi, le lacrime di tutta la mia vita!

immagine 


 

Questi meravigliosi pensieri da me riportati, sono tratti dalle più celebri frasi d'amore di Donne.  Dopo averle accuratamente ricercate, le trascrissi su una striscetta di carta, 10x20 e le piegai per poterle custodire insieme ai documenti personali.

Questo accadde nel 1999, quando sentivo di essere profondamente innamorata e coinvolta; dedicai una di queste frasi all'uomo di cui ero innamorata, mai abbaglio fu più colossale, ma non mi pentii mai, dei miei sentimenti, e ancora ricordo quanta passione dedicai a quest'uomo che mi ingannò... e ancor oggi spererei di risentire o rivedere, affinché possa parlarmi in maniera chiara e senza alcun coinvolgimento emotivo da parte di entrambi, considerando il trascorrere del tempo, che ha svolto ampiamente bene il suo lavoro.

Questa mia intima rivelazione sento di volerla e poterla condividere oggi qui con voi... mettendomi completamente a nudo.

Spero non dovermene mai pentire, in genere non accade.

Vorrei riversare ancora tante e tante altre emozioni... ma per il momento credo sia meglio che io mi limiti...

Un abbraccio, a chi è riuscito ad arrivare fino in fondo a questa pagina, per me molto importante.

Dal cuore, Tiziana

 
 
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: goccedivaniglia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 39
Prov: VE
 
 

MIEI DIPINTI AD OLIO

 

"High Summer" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2007

"Green Turban" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2006

"The Brilliance" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2006

"Le cucitrici" di F. Botero copia d'autore, realizzata nel 2008

 
 

ULTIMI COMMENTI

Bel quadro di "Arte Dèco"... Bello e ricco il...
Inviato da: augusto75b
il 31/08/2014 alle 16:34
 
Grazie!! :)
Inviato da: goccedivaniglia
il 30/07/2014 alle 19:15
 
Grazie!! :)
Inviato da: goccedivaniglia
il 30/07/2014 alle 19:15
 
Grazie a tutti, le opere sono realizzate con olio di gomito...
Inviato da: goccedivaniglia
il 30/07/2014 alle 19:07
 
complimenti per le opere d'arte....pensavo fosse fatte...
Inviato da: stella
il 30/07/2014 alle 19:02
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARTE&DONNE

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 
  Tamara de Lempicka

immagine

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 
Frida Kahlo 

immagine

Video Frida kahlo

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 


๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 

goccedivaniglia

Le Mie creazioni Equilibriarte

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑

 

ARTE

Suggerisci La Mia Arte: preleva il banner copiandolo dall'iimmagine sotto 

Arte, che sia essa Poesia, Musica, Arte scenica, avendo in sé il suo pieno, peculiare e insostituibile valore, può allargare e approfondire la nostra comprensione della verità.

immagine

L'Arte è una manifestazione dell'uomo che deve parlare all'uomo, in quanto lui solo ha occhi per comprenderla.

L'Arte ti artiglia lo stomaco. L'Arte ti fa respirare a pieni polmoni. L'Arte produce una patina colorata tra le cui trame si intravede qualcosa di vivo.

immagine

L'Arte viene associata al divino perché la silenziosa esplosione al calor bianco che produce è talmente carica di significanti non-significati che la mente non comprende, e l'uomo medio quando non comprende divinizza o peggio ne viene spaventato e ne fugge.

immagine

L'Arte non è una linea tracciata dalla tecnica o dalla raffinatezza d'intenti, è piuttosto il lamento dell'animo.

 

 

Creative Commons License
Opera pubblicata sotto una

Licenza Creative Commons

Tu sei libero:

Alle seguenti condizioni:

  • Attribuzione. Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza.

  • Non commerciale. Non puoi usare quest'opera per fini commerciali.

  • Non opere derivate. Non puoi alterare o trasformare quest'opera, ne' usarla per crearne un'altra.

  • Ogni volta che usi o distribuisci quest'opera, devi farlo secondo i termini di questa licenza, che va comunicata con chiarezza.
  • In ogni caso, puoi concordare col titolare dei diritti d'autore utilizzi di quest'opera non consentiti da questa licenza.

Visitor Map


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Artist Blogs - Blog Catalog Blog Directory

Technorati Profile

La mia compagna di viaggio



 

Questo come ogni altro blog è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estenzione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo N°196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al Nome, alla persona ed all'immagine ed all'onore. Quindi, tutto il materiale (scritto e fotografico, nomi, dati, testi) pubblicato sul mio blog non può essere utilizzato senza il permesso mio o dei rispettivi autori, pena denuncia alla Polizia Postale. Lo stesso vale per la diffamazione e la calunnia, che seguono il medesimo regime giuridico-penale della calunnia e/o diffamazione a mezzo stampa (diritto lesivo dell'onore), quindi si sporge lo stesso tipo di denuncia ed iter burocratico. Ciò vale anche nel caso di anonimi, poichè la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog

 
Citazioni nei Blog Amici: 96
 

immagine

artistas

Powered by  MyPagerank.Net Add to Technorati Favorites 

 

 

TAG