Creato da goccedivaniglia il 09/04/2006

Passione... Arte

Atmosfere intense, un connubio molto emozionale d'arte, letteratura, musica, poesia, sogni. Momenti di malinconia si mescolano con attimi di profonda passione

 

Messaggi di Novembre 2007

Un attimo di respiro 

Post n°391 pubblicato il 29 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

 
 
 
 
Oggi non vedevo l'ora di arrivare a casa, un passaggio veloce qui tra queste pagine, ascolto la mia melodia preferita, che mi rasserena, mi rilassa, mi mette in pace col resto del mondo. Le settimane scorrono senza un attimo di respiro, senza potersi soffermare a volte nemmeno per una parola, né per poter rispondere a una mail o a un sms. Ho sentito i miei amici in settimana, mi piacerebbe incontrarli almeno prima di Natale, spero di riuscirci, anche se la notizia che la figlia della mia migliore amica sia in ospedale mi preoccupa molto, domani tornerò a trovarla, ma son certa che la bimba starà presto bene. Mi mancano tutte quelle persone con cui ho condiviso bellissimi momenti anche sul luogo di lavoro, adesso questo nuovo posto, lo sento ancora distante ed estraneo, anche se mi hanno accettata, tutto sommato, molto bene quasi tutti, tranne credo la solita vipera che in qualsiasi luogo di lavoro non manca mai di mostrare la propria invidia e cattiveria, ma come si dice, "non ti curar di loro ma..." ecco faccio esattamente così e procedo spedita per la mia strada. Sono certa che i miei collaboratori mi apprezzino, perché di giorno in giorno me lo dimostrano, e devo dire che riesco anche a divertirmi, nonostante non sia il mio, esattamente un luogo di divertimento, tutt'altro.. Il 14 dicembre inaugurazione, verranno le telecamere a riprendere..  direttore generale e proff. di tutto rispetto.. ed io cercherò di passare inosservata, ci riesco molto bene dietro la mia mascherina, quella che solitamente sono costretta a portare, ma non si tratta della maschera virtuale che tutti noi indossiamo quotidianamente, ma.. non posso dirvi altro perché lavoro in un luogo pubblico e poi rischierei che davvero tutta la mia azienda possa fare passaparola.. lasciamo perdere, il mio blog deve rimanere un blog anonimo, di una donna comune che ama l'arte, la comunicazione, la poesia, la musica, posso e debbo vivere in maniera serena, senza clamore, né dimostrare niente a nessuno, per adesso devo rimanere nell'ombra e cercare di essere il più concreta possibile perché ho bisogno di ricostruirmi un mio spazio vitale che mi permetta di respirare, al momento ho poco tempo anche per questa essenziale funzione vitale e rischio di non riuscire ad esprimere tutto quello che vorrei, ma come sempre la mia tastiera magica, sfiorandola appena si mette in movimento e il fiume di parole scorre via fluido, mentre la mia anima diventa soffice e aleggia per raggiungere chi è in grado di raccogliere emozioni. 
 
Un Bacio
 
gocce

 
 
 

Shining Silver Skies

Post n°390 pubblicato il 25 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

 Ashram - Shining Silver Skies - Elizabeth

 

 

Ho scelto questo video per la sua colonna sonora.

Non aggiungo altro, perché a volte ogni parola è superflua.

Ascolto silenziosamente,

con occhi curiosi e attenti, 

leggo, osservo, 

mi muovo tra le vostre parole, con un sorriso.

Un abbraccio

 ¤Tîziånæ¤

La poesia mi chiama, ed io rispondo

immagine

 Shining Silver Skies

Le note
si susseguono leggiadre
mi accompagnano
non mi fanno mai sentire sola
illuminano le mie notti con il dolce suono,
con il tepore che arriva dritto al cuore.

Non riesco a separarmene
non riesco a fare a meno della loro leggiadria
della loro dolce compagnia.

Il gelo intorno e dentro me, si scioglie
il tepore scalda la mia anima
fragile, persa nei ricordi,
nelle pagine sfogliate di attimi,
che inseguono parole, emozioni, sensazioni
esperienze vissute, altre da vivere, e ricercare.

Ho voglia di muovermi,
verso la luce che le note mi indicano,
ho voglia di sognare ancora,
di rivelare e svelare,
ogni piccolo desiderio nascosto.
 
Ho voglia di rincorrere la mia felicità,
ho voglia di circondarmi
di tutto ciò che mi fa stare bene

gocce

25 novembre 2007 9:00

 
 
 

Queen - Seven Seas Of Rhye

Post n°389 pubblicato il 23 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 
Tag: Artista

Freddie Mercury

 

5 Settembre 1946 - 24 Novembre 1991

 
 
 

Sorprese

Post n°388 pubblicato il 22 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

E quando meno te l'aspetti, ecco che la vita ti sorprende... e incontri sul tuo cammino un angelo dolcissimo... che ha bisogno del tuo amore, che ha bisogno di un tuo abbraccio, dei tuoi occhi, ove perdersi, che ti riempie di frasi carine, e dolcezze... ma ecco che la sorpresa arriva inaspettata, non riesci a controllare la situazione, perché ti senti confusa e incapace di gestirla... Poi ti abbandoni, alle riflessioni, cominci a valutare, quel che credi sia da non sottovalutare, per dare la giusta importanza e il giusto valore a chi lo meriterebbe, ma ancora non puoi trarre conclusioni, tutto è come vorresti che fosse... ma chi può sapere come andrà a finire... come si evolverà la situazione, cosa potrà renderti felice, se succederà, sarai certa che è ciò che vorrai? Quanti quesiti a cui non si sapranno mai dare le dovute risposte, perché la vita ti sorprende quotidianamente. Ed è bello sia così.   17 Gennaio 2007 - 13:45
¤Tîziånæ¤
 
 

«Ci fu un tempo in cui ero solita pregare
Io ho sempre mantenuto la mia fede nell'amore»

The Cramberris - Just my immagination

 
 
 

Autori contemporanei

Post n°387 pubblicato il 21 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 
Tag: Libri

Sono grata ai miei soliti e abitudinari lettori e commentatori, perché mi fanno sentire il loro affetto e non mi chiedono nulla, e perché io mi sento molto vicina alle loro bellissime anime. Ieri ho trovato parole che credo fossero state scritte per me, oggi quelle parole non so che fine abbiano fatto, ma non sono più laddove ieri sera le avevo lasciate, mi dispiace non averle potute trattenere, per poterle gustare pienamente anche oggi, e chiedo gentilmente a chi le ha rimosse di inviarmele in privato. Ringrazio chi si è accorto del mio ultimo post, che non cancello, perché non mi pento mai di ciò che faccio, e scrivo i miei stati d'animo, belli o brutti che siano. Ma non voglio investirvi di tristezza, dato che non sono triste, ma ieri, leggendo un blog di una scrittrice della mia città mi sono tornati alla mente alcuni episodi della mia vita. Credo che acquisterò il libro "Il bene tolto" di Giusi D'Urso, si chiama così l'autrice e il suo nick è uforobot, è conosciuta su questa community, ne ho sentito parlare molto bene da un amico che ha un blog molto bello, vorrei indirizzarvi tra le altre pagine, perché ci sono blog molto validi che talvolta non tutti riescono a notare, ho avuto la fortuna di riuscire ad imbattermi in persone buone e affettuose, ed è giusto che anche altri possano leggere ciò che di bello gira in rete.
 
¤Tîziånæ¤
 
 

 
 
 

Catching the Rain

Post n°386 pubblicato il 20 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

Ogni volta che penso al mio passato, un lungo brivido pervade la mia pelle, ogni volta che penso alle sensazioni provate avrei voglia di dimenticarle immediatamente, ogni volta che rivivo e osservo le scene che la mia mente ricrea e la mia fantasia da loro vita e anima, vorrei pensare ad altro e così sfoglio altre pagine della mia vita, guardo ad un passato recente, guardo a ieri, a qualche giorno fa, quando le sensazioni sono ancora fresche, da riuscire a superare quelle antiche, che non riesco a dimenticare, che ormai sono come un marchio sulla mia pelle. Perdonare, sì, oggi si può, ma allora quando gli occhi di una bambina si riempivano di lacrime perché non trovava giustificazioni, era difficile perdonare, era difficile accettare, e incomprensibile ogni gesto e ogni azione, troppa durezza, poco amore, affetto ridotto e distillato col contagocce, e non è voler piangersi addosso, è semplicemente rivivere la realtà di un passato ormai lontano perché a descriverlo oggi è una donna forte, che è diventata quasi insensibile a un certo tipo di dolore, tanto da fingere di non poter mai più lasciarsi scalfire dalla durezza di alcuni gesti, dall'indifferenza, dai sorrisi mancati, dalla poca voglia di dedicare attenzione e amore, dalle incomprensioni, dalle ingiustificate azioni, che erano troppo grandi agli occhi di una bambina forse solo troppo infelice ed incompresa. Come un mantello, questa mia malinconia, che si trascina lungo la strada dei miei giorni.
 
 
¤Tîziånæ¤
 
 
 
Opera di Steve Hanks - Catching the Rain
 
 
 

 
 
 

Mario Luzi

Post n°385 pubblicato il 19 Novembre 2007 da April_in_Paris
 


Ma tu continua e perditi, vita mia,
per le rosse città dei cani afosi
convessi sopra i fiumi arsi dal vento.
Le danzatrici scuotono l'oriente
appassionato, effondono i metalli
del sole le veementi baiadere.
Un passero profondo si dispiuma
sul golfo ov'io sognai la Georgia:
dal mare (una viola trafelata
nella memoria bianca di vestigia)
un vento desolato s'appoggiava
ai tuoi vetri con una piuma grigia
e se volevi accoglierlo una bruna
solitudine offesa la tua mano
premeva nei suoi limbi odorosi
d'inattuate rose di lontano.

( Se musica è la donna amata )

 
 
 

Tra i miei colori

Post n°384 pubblicato il 18 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

Oggi vorrei dipingere, la bambina con in braccio l'orsetto, mi sta attendendo, e mi osserva da molti giorni, credo si sia stancata di stringere tra le braccia un orsetto fantasma, quindi è giunta l'ora di dedicarle il mio tempo, non mi pesa affatto non uscire, fuori c'è il caos pre-festivo, e la gente che girovaga, in cerca di qualcosa da comprare, anticipando quella che dovrebbe essere l'euforia in attesa di una festa, che ormai sa troppo di consumismo. Anche io ci sono cascata in questa trappola, ed ho già fatto il mio primo regalo che attende di essere incartato, anche se la destinataria (la mia piccola pesticiattola) ha già visto di che si tratta, anzi lo pretendeva pure.. Non c'è più il gusto dell'attesa e della sorpresa, è un mondo frenetico, dove si consuma tutto subito, a me non va bene, quindi come forma di protesta io oggi mi ritirerò nelle mie stanze, armata di olio di lino, acqua ragia, e pennelli, ogni tanto una sbirciatina qui intorno, perché sono un po' curiosa di leggere e di stupirmi, quanto intorno a me ci siano persone un po' simili a volte, e tanto diverse da me, da stupirmi. A volte ho riso, altre ho pianto, altre ancora ho ricevuto brividi leggendovi, in ognuno di voi c'è un'anima unica e speciale e ognuno di voi ha qualcosa da regalare, un'emozione da trasmettere, e appena ho il tempo necessario mi fermo a stupirmi leggendo in profondità. Ieri sera l'ultimo post che ho letto è stato quello di odeius, meraviglioso, consiglierei a questo amico di intraprendere la carriera di scrittore perché penso ne abbia le potenzialità. Te lo ribadisco, caro Alex, mi incanti! Un sorriso per te e per i lettori che si affacciano tra queste pagine.
Buona domenica a tutti.

 
 
 

In the morning light

Post n°383 pubblicato il 17 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

  

 

  

  

   Yanni - In the Morning Light

Memories:

Cirano - Guccini

Notte di Calore - Ruggeri 

Modena City Ramblers - Ninna Nanna (questa te la dedico, per quando passerai da queste parti) 

 
 
 

Parole in Musica

Post n°382 pubblicato il 15 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 
 
 
 

Ghost

Post n°381 pubblicato il 13 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

 

 

 

 
 
 

Freddo

Post n°380 pubblicato il 12 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

 

 

 

 

 

Ho freddo, freddo dentro me, freddo fuori,
nessun interesse bussa a queste porte gelide,
i cristalli di ghiaccio accumulandosi formano strati spessi e consistenti.
Cercherò altrove quel che qui in questo momento mi sembra scivolar via,
inutile stare dove non ci si sente a proprio agio,
entrando in questo blog sto avvertendo questo,
inutilità, perdita di tempo, tempo da poter gestire meglio.
 
Oggi va così, domani forse... chissà
 
Un caldo tepore mi attende, devo solo incrementarne le fiamme...
 
 
 
 
 

 

 

 

 

 

 
 
 

Odio ingiustificato, follia

Post n°379 pubblicato il 11 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mi rifugio in questo mondo, perché riesco a scacciare l'orrore che gira nel mondo là fuori.  La televisione che mi mette ansia per la notizia appresa, le parole del cronista, parlano di quel che è accaduto oggi, il ragazzo morto, tutto il trambusto, questi racconti incitati, che catturano la mia attenzione, guardo le immagini, rimango sconvolta per tutto quest'orrore, per tutta la violenza.. per tutto l'odio che ragazzi riescono a tirar fuori, mi chiedo perché ci si debba ridurre così, cos'è che scatena questa follia.. non capisco, non riesco a capire, tutto questo non ha senso.. ragazzi che riescono a ribellarsi alle forze dell'ordine, con una violenza inaudita e ingiustificata, così com'è ingiustificata una morte assurda di un ragazzo che avrebbe soltanto desiderato vedere una partita di calcio, seguire una passione, che forse non è così innocua, considerando ciò che accade spesso, ciò che questo sport ha generato negli anni, persone che si lasciano andare, masse informi senza personalità che scatenano il peggio di sé.. Non voglio giudicare nessuno, ma esprimere l'inutilità di tutto questo odio, sangue sparso per quello che dovrebbe essere semplicemente uno sport, un divertimento, e che spesso si trasforma in cattiveria, odio, razzismo, e assurde morti.

 

 

 

 Un'altra triste pagina sul blog La mia Arte

http://blog.libero.it/Lamiarte/2244151.html

 
 
 

Sensazioni

Post n°378 pubblicato il 10 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

 

 

 Inizio - Ludovico Einaudi

 

La mia pigrizia.. il mio voluto dolce far niente, me lo merito, mi merito quest'ozio, e me lo sto gustando pienamente, fino all'ultima goccia, ma non è mai abbastanza. Sto ascoltando una playlist ricavata dagli mp3 sparsi sul mio blog e sul mediablog di splinder, che ogni tanto mi da la possibilità di inserire dei brani che amo e di trovarne altri altrettanto splendidi da conservare con cura e collegare ai miei molteplici stati d'animo, come quello insolito di questa fredda mattina.. pigra e lenta, in cui girovago sul web senza una meta precisa, perché ho solo la necessità di rilassarmi senza lasciare particolari tracce. Le giornate si susseguono con ritmi assurdi, frenetici, corse contro il tempo per migliorare la qualità del lavoro e fare addirittura "miracoli" per arrivare ad un livello ottimo e quasi senza precedenti. Si pretende il massimo, quando l'organizzazione è mediocre, ma io ce la farò, non mollerò, stringerò i denti a discapito di tutto, anche di chi mi vorrebbe vedere soccombere per la fatica e lo stress. Dimostrerò a chi ha bisogno di capire come sono fatta, quanta stoffa io abbia, quanto io sia capace di superare me stessa e migliorarmi. A volte tendo a sottovalutarmi, mi sento crollare tra la rabbia, però basta un confronto con chi mi capisce senza parlare, affinché io mi riprenda ciò che è mio, le mie qualità, la mia forza, e so che molto presto potrò essere in grado di superare alcune difficoltà che adesso mi stanno rendendo un po' fragile, per la consapevolezza che le energie impiegate superano di gran lunga ogni umana possibilità... Sono stanca, ma devo farcela, e ora riesco a riprendermi quel poco di ossigeno che sento quotidianamente essermi sottratto dall'incombenza di impegni che si stanno accavallando. Tutto sommato, mi riesco a ritagliare qualche spazio per me... ed è gratificante, quando senti ogni nota, che risuona dentro l'anima, ogni sensazione letta nelle espressioni altrui, che ti blocca, ti toglie le parole, ti emoziona fino a far nascere una luce improvvisa che rischia di farti apparire patetica o teatrale, ma che nasconde la sensibilità che talvolta vorremmo evitare di mostrare, ma che predomina e si impossessa di noi. Incomprensioni, sono all'ordine del giorno, continuare a sforzarsi di parlare, di capire, è ciò che non smetterò mai di fare, è un lento cammino, ma lo sto percorrendo anche se non so dove mi porterà e perché, intanto vivo il presente, e non farò in modo di allontanare ciò che di bello fa parte della mia vita, anche se a piccole dosi, non mi ha mai fatto sentire sola del tutto. So che forse qualcuno riuscirà a capire a cosa io mi riferisca e perché, ma se ciò non dovesse accadere, son certa che a capirci qualcosa in tutto questo, sia almeno io. Conserverò queste sensazioni sul mio diario, che tutti possono leggere e interpretare a loro modo, che spesso mi ha portato al confronto con bellissime anime, in grado di leggere oltre il consentito.
A chi riesce a capire gli accordi della mia anima e vuol percepire ogni sottile sfumatura, voglio dire semplicemente.. GRAZIE
 
Tiziana  
 
 
Opera dell'Artista Bruno di Maio
La lampadina cm 60x80 - olio su tela

 
 
 

Se...

Post n°377 pubblicato il 07 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

 
 
 
 
 Se ti incontrassi, ti abbraccerei
se ti incontrassi, amerei osservare il tuo sguardo
se ti incontrassi, amerei perdermi nelle mie emozioni
trattenere le lacrime
mostrarmi forte
talvolta indifferente
per non farti pesare il dolore
per non farti sentire la mia sofferenza
fingerei freddezza mista a cinismo
eviterei la tenerezza
parlerei con distacco
mi farei una violenza
per evitare di coinvolgerti
in un vortice che farebbe stare male entrambi..
 
 

goccedivaniglia ©

 
 
 
Patty Pravo - Se perdo te

 
 
 

Che nervi, ragazzi

Post n°376 pubblicato il 07 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 
Tag: Svago

Telecom italia, alice adsl:

persone incompetenti che anziché risolvere problemi, li creano!

Ho chiesto l'intervento tecnico venerdì scorso.. e solo oggi finalmente sono riuscita a trovare una persona tecnicamente preparata per risolvere il mio problema..

Devo dire che cominciavo ad avere le crisi di astinenza da Blog.. è stato un incubo, separarmi da voi amici, e dal mio blog.

Son tornata, nel frattempo ho dipinto, ed ho avuto le mie solite giornate interminabili,

Grazie per i bellissimi commenti che mi avete scritto. Mi fanno ritrovare il sorriso, alcuni sono riuscita a pubblicarli dal mio posto di lavoro, rubando 2 minuti di connessione.. Il resto lo leggo adesso.. ed è piacevole riuscire a ritrovare un po' di ossigeno tra le proprie cose.

Torno a trovarvi e leggere gli arretrati sui vostri blog, che iniziavano a mancarmi, tanto

Un sorriso, imbronciato

 
 
 

Quotidianità

Post n°375 pubblicato il 02 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

Direi che questa settimana non ne va una dritta! Lunedì, trovo la macchina con la batteria completamente scarica.. cominciamo male, arrivo tardi al lavoro   :( uffa. Poi credendo di aver "risolto" il problema, tutta contenta, mi avvio a fare la spesa, mi aveva aiutato il mio ex a caricare la batteria, (facciamo finta che io non gli abbia dovuto spiegare come collegare i cavetti, lasciamo stare..) comunque non ha tenuto :( uffa e riuffa.. Martedì mattina provo a rimettere in moto e cilecca, nuovamente a piedi... grrr che rabbia.. ancora non ho risolto il problema e mi sto facendo dei km interminabili, con grande gioia dei miei polpacci che ringraziano... ma non basta; mica le sfighe arrivano da sole, no.. martedì pomeriggio la mia macchina digitale decide di morire.. sigh mi abbandona, dà ancora qualche piccolo segno di vita all'accensione, ma dopo pochi vagiti anche lei... sbang, collassa... Ora mi chiedo, quando si dice non c'è due senza tre.. sarà vero? E cosa mai mi aspetterà, oltre alla settimana infernale di lavoro? Oggi sembrava che ci fosse una tensione da tagliare a fettine.. non andava bene niente e per giunta lunedì prossimo non potrò ancora svolgere il mio lavoro in maniera autonoma, questa cosa comincia a pesarmi perché pare che io debba aspettare che la mia collega, arrivata poco prima di me, finisca il suo periodo di affiancamento, ed io mi devo accodare? Ma da quando in qua? Del resto io ho già molta esperienza nel mio settore e non mi serve un mese di affiancamento, a dire il vero sarei autonoma per tanti aspetti, ma qualcuno ha deciso che si deve fare così.. posto che vai gente stronza che trovi... e la mia azienda non si smentisce mai.. anche cambiando reparto purtroppo la situazione cambia poco o nulla.. e il capo, dovrebbe fare un po' di più il capo. Gran brava persona, per carità, forse troppo buono, e qualche iena ne approfitta e vorrebbe tenere le redini della situazione, che al momento non è ben definita. Mercoledì e venerdì prossimo due riunioni di lavoro, arriverò a casa tardi, mi sa che lo stress anziché diminuire sta aumentando notevolmente; ho sempre meno tempo per la mia vita privata.. ma io non voglio vivere per lavorare e non mi interessa neppure far carriera lì dove sono, perché come tutti sapranno non amo particolarmente il mio lavoro, ma nonostante tutto è pur sempre il mio lavoro e mi ritengo fortunata per tanti aspetti.
 
E a proposito di passioni...
Opera dell'artista Bruno di Maio
Slanting light, cm.40x50 olio su tela 

L'arte.. è qualcosa di troppo bello, affascinante e inafferrabile da raggiungere, rimane sempre un sogno, una meta, un concetto astratto pieno di fascino, io ho sempre inseguito grandi ideali, grandi mete, e spesso sono rimaste irraggiungibili.. chissà, cosa accadrà, e se avrò mai le palle per farcela.. mi rendo conto che troppo spesso ho paura di tutto, del futuro e di essere inadeguata..
 
Cari amici miei, questa è una pagina che ritrae una donna molto comune, spero che vi rendiate conto di chi sia io in realtà, non una figura da idealizzare, né divinizzare, sono una comunissima persona con tutte le paure di questo mondo, che qualche volta riesce a vedere un mondo fantastico, colorato e magico, e troppo spesso invece sbatte la faccia per terra a toccare la dura realtà del quotidiano.. molto meglio sognare.. eh si. Una cosa per volta e dovrò mettere a posto ogni cosa.. ma non riesco a trovare nessuno che mi aiuti.. va beh .. sarò io che non riesco a chiedere mai. Sono proprio fatta male :(
 
Baci e abbracci

 
 
 

Un sogno, un piccolo miraggio

Post n°374 pubblicato il 01 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

domenica 20 agosto 2006, 15.26.08
 
La solitudine, fa sì che mi chiuda in me stessa. Ascolto le note di un pianoforte, e la melodiosa armonia accompagnata da parole che sono composizioni di versi che mi allietano mentre pensandoti provo a rivolgere parole per te, per entrare dentro il tuo cuore e circondarmi della tua presenza avvolgente come un abbraccio che ci ha visti protagonisti in un sogno durato solo pochi istanti..
 
 
Adesso sono decisa, si, ti ho chiesto espressamente di volerti incontrare, prima di partire, la nostra curiosità deve essere soddisfatta, e così finalmente mi vieni a trovare, nella mia camera d'Hotel, il "Bellavista",  camera 807.
Sono emozionata, sono appena rientrata dal mare, e non ho ancora fatto la doccia, ma non posso rimandare quest'incontro, lo desidero fortemente, e tra pochi istanti ci vedremo, occhi negli occhi, mani nelle mani, le nostre guance si sfioreranno e ci respireremo...
Mi chiami, sei a pochi metri da me, subito dopo ... toc toc... lancio un piccolo urlo... di felicità e ti vengo incontro aprendo quella porta che ci separa, per pochissimi istanti ancora.... ed eccoti, tuffarti tra le mie guance che accolgono i tuoi baci e li ricambiano, ma stordita dall'emozione non posso goderne appieno e non mi lascio andare come vorrei a quella magia...
Ti faccio accomodare ed iniziamo a conversare, ma non ricordo esattamente di che cosa... mi ricordo l'imbarazzo, quello sì...
poi ti offro da bere, preferisci acqua frizzante... ed eccoti servito, intanto "qualcuna" esce e ci sorprende... così vi salutate, e io sono meno a disagio... cominciamo a conversare... ci guardiamo e ci sorridiamo... tu timido... io nervosa...
Fai qualche commento sull'appartamento, decisamente e sorprendentemente grande... poi osserviamo fuori dalle finestre ampie, e parliamo dell'alba... che al mattino osservo...
Vaghi ricordi confusi, vorrei non lasciarti più andar via, ma mi dici che devi scappare, ti riesco a trattenere ancora, indugiando e perdendo tempo... appena giro lo sguardo mi ritrovo i tuoi occhi a fissarmi e squadrarmi... imbarazzata comincio a giocherellare dondolando la gamba destra che è accavallata sulla sinistra, noti ogni dettaglio e mi riferisci le tue impressioni...., mi alzo in piedi e anche tu lo fai, ad un certo punto ti vengo in contro in un abbraccio affettuoso e dolce, il mio profumo si confonde con il tuo, ne respiro l'intensità, colgo l'emozione dei nostri corpi che si toccano uno contro l'altro, poi avvicino le mie labbra alle tue in un bacio dolcissimo...
Ma ancora, voglio abbracciarti e divulgarti ogni emozione che vuol raggiungerti  e rapire la tua anima.
Ti accompagno fuori dall'uscio, ancora un bacio, mentre ci abbracciamo ancora più forte.... ed io sento che vorrei stare ancora con te per un lungo periodo, ma non possiamo, approfittiamo di questi piccoli attimi di solitudine per darci ancora un bacio, che diventa quello di due amanti che si divorano furtivamente... emozionante, breve, ma intenso... vorrei iniziare a sentirmi sciolta... ma il bacio viene bruscamente interrotto, così ci salutiamo, portando ognuno con se un pezzettino dell'altro...
Sono felice...
Talvolta è piacevole rivangare il passato  

 Altre pagine del blog La Mia Arte

Qualche foto e...

Foto goccedivaniglia ©

 
 
 

Sono come Tu mi Vuoi

Post n°373 pubblicato il 01 Novembre 2007 da goccedivaniglia
 

 

 

 

  

Mina - Come tu mi vuoi

Sono come tu mi vuoi
e t'amo come non ho amato mai
Io sono la sola
che possa capire
tutto quello che c'è da capire in te.

Forse se baciassi me
forse capiresti meglio che
Io sono la sola
che tu possa amare
non lo vedi che sono a due passi da te.

Non sai quanto bene ti ho dato
e non sai quanto amore sprecato
aspettando in silenzio che tu
ti accorgessi di me

Per capire quello che già sai
che sono, sono come tu mi vuoi
Come tu mi vuoi.

Io sono la sola
che tu possa amare
non lo vedi che sono a due passi da te.

Non sai quanto bene ti ho dato
e non sai quanto amore sprecato
aspettando in silenzio che tu
ti accorgessi di me

Per capire quello che già sai
che sono, sono come tu mi vuoi

Come tu mi vuoi
Come tu mi vuoi
Come tu mi vuoi

 

 

 

 

 
 
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: goccedivaniglia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 42
Prov: VE
 
 

MIEI DIPINTI AD OLIO

 

"High Summer" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2007

"Green Turban" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2006

"The Brilliance" di Tamara De Lempicka, copia d'autore, realizzata nel 2006

"Le cucitrici" di F. Botero copia d'autore, realizzata nel 2008

 
 

ULTIMI COMMENTI

Buonasera, qualcuno conosce il significato de " Il...
Inviato da: Tatiana
il 28/02/2017 alle 18:05
 
cok guzel oyunlar
Inviato da: en güzel oyunlar
il 01/12/2016 alle 21:34
 
gioco molto bello
Inviato da: çok güzel oyunlar
il 01/12/2016 alle 21:31
 
thank you
Inviato da: diyet
il 18/11/2016 alle 12:53
 
thank you
Inviato da: diyetler
il 17/11/2016 alle 23:18
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARTE&DONNE

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 
  Tamara de Lempicka

immagine

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 
Frida Kahlo 

immagine

Video Frida kahlo

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 


๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ 

goccedivaniglia

Le Mie creazioni Equilibriarte

๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑ ๑۩۞۩๑

 

ARTE

Suggerisci La Mia Arte: preleva il banner copiandolo dall'iimmagine sotto 

Arte, che sia essa Poesia, Musica, Arte scenica, avendo in sé il suo pieno, peculiare e insostituibile valore, può allargare e approfondire la nostra comprensione della verità.

immagine

L'Arte è una manifestazione dell'uomo che deve parlare all'uomo, in quanto lui solo ha occhi per comprenderla.

L'Arte ti artiglia lo stomaco. L'Arte ti fa respirare a pieni polmoni. L'Arte produce una patina colorata tra le cui trame si intravede qualcosa di vivo.

immagine

L'Arte viene associata al divino perché la silenziosa esplosione al calor bianco che produce è talmente carica di significanti non-significati che la mente non comprende, e l'uomo medio quando non comprende divinizza o peggio ne viene spaventato e ne fugge.

immagine

L'Arte non è una linea tracciata dalla tecnica o dalla raffinatezza d'intenti, è piuttosto il lamento dell'animo.

 

 

Creative Commons License
Opera pubblicata sotto una

Licenza Creative Commons

Tu sei libero:

Alle seguenti condizioni:

  • Attribuzione. Devi attribuire la paternità dell'opera nei modi indicati dall'autore o da chi ti ha dato l'opera in licenza.

  • Non commerciale. Non puoi usare quest'opera per fini commerciali.

  • Non opere derivate. Non puoi alterare o trasformare quest'opera, ne' usarla per crearne un'altra.

  • Ogni volta che usi o distribuisci quest'opera, devi farlo secondo i termini di questa licenza, che va comunicata con chiarezza.
  • In ogni caso, puoi concordare col titolare dei diritti d'autore utilizzi di quest'opera non consentiti da questa licenza.

Visitor Map


BlogItalia.it - La directory italiana dei blog

Artist Blogs - Blog Catalog Blog Directory

Technorati Profile

La mia compagna di viaggio



 

Questo come ogni altro blog è tutelato dalla legge 675 del 1996 (tutela della privacy), dall'estenzione della suddetta avutasi con il Decreto Legislativo N°196 del 30/06/2003 e dalle norme costituzionalmente garantite al Nome, alla persona ed all'immagine ed all'onore. Quindi, tutto il materiale (scritto e fotografico, nomi, dati, testi) pubblicato sul mio blog non può essere utilizzato senza il permesso mio o dei rispettivi autori, pena denuncia alla Polizia Postale. Lo stesso vale per la diffamazione e la calunnia, che seguono il medesimo regime giuridico-penale della calunnia e/o diffamazione a mezzo stampa (diritto lesivo dell'onore), quindi si sporge lo stesso tipo di denuncia ed iter burocratico. Ciò vale anche nel caso di anonimi, poichè la Polizia Postale può richiedere l'elenco degli IP che hanno effettuato l'ingresso al blog

 
Citazioni nei Blog Amici: 96
 

immagine

artistas

Powered by  MyPagerank.Net Add to Technorati Favorites 

 

 

TAG