Prevenire i Suicidi Iniziativa Garanti Regionali Minori e Detenuti-Regione Puglia -Divisione Informazione-

Bari

Lo scorso 10 settembre una iniziativa dei garanti della regione puglia detenuti e minori insieme all’ente di Via Capruzzi hanno organizzato una iniziativa di sensibilizzazione per la Giornata mondiale per la prevenzione del suicidio, giunta alla sua ventesima edizione e che viene celebrata il 10 settembre per attirare l’attenzione su questo importante problema di salute pubblica e per diffondere il messaggio che i suicidi si possono e si devono prevenire.L’iniziativa ha posto in evidenza l’attenzione sull’aspetto giovanile che vivono una condizione di limitazione della libertà personale, pertanto propensi a tenere sempre illuminato un il faro della speranza.All’iniziativa hanno aderito 4 associazioni del territorio regionale attive nella prevenzione del suicidio”speranza vuol dire ridurre lo stigma che circonda il suicidio, affinché si possa promuovere una cultura in cui le persone in difficoltà possano cercare aiuto senza concedere spazio alla vergogna di farlo”.

Fondi Pnrr Incontro a Bari Capigruppo Maggioranza Alla Regione Puglia Per Approfondire Su Gestione -Divisione Informazione-

Bari,Sede Regione Puglia
Bari,Sede Regione Puglia

I Capigruppo dei partiti di maggioranza che sostengono la giunta regionale pugliese si sono incontrati a Bari per fare il punto della situazione inerente i fondi Pnrr,nel corso dell’incontro si e’espressa la preoccupazione degli amministratori locali circa la possibile rimodulazione, da parte del governo nazionale, delle risorse del PNRR destinate alla realizzazione di opere strategiche sull’intero territorio italiano.Inoltre secondo gli stessi esponenti politici l’ipotesi di una rimodulazione dei fondi non è stata al momento confermata da atti ufficiali e proprio per questo tramite il governo regionale chiediamo a quello nazionale di intervenire nel merito. In assenza di risorse adeguate, molte delle progettualità previste non potranno più essere realizzate. La preoccupazione è forte e va assolutamente fugata nel corso delle prossime ore,inoltre e’stato lanciato un forte appello al governo nazionale affinche’siano coinvolte le istituzioni regionali ed i territori.

Volontariato Informale e Di Cittadinanza Iniziativa Del Centro Servizi Volontariato Foggia -Divisione Informazione-

Foggia
Foggia

Attivare Forme di volontariato e coinvolgere cittadini che si prodigano per aiutare chi e’in difficolta’,il Centro Servizi Volontariato di Foggia si fa promotore di una iniziativa che coinvolge 3 citta’della provincia di Foggia,Trinitapoli,Margherita di Savoia e San Ferdinando Di Puglia.Nell’ultimo periodo il fenomeno del “volontariato informale”, inteso come prestazione fornita a titolo gratuito all’infuori di strutture organizzate, sta crescendo in modo esponenziale, diventando la forma prevalente tra i più giovani. Protagonisti della narrazione saranno uomini e donne impegnati in supporto di fasce fragili della popolazione, nella trasformazione di spazi nelle comunità e nella rigenerazione dei territori.Le storie esemplari individuate diventeranno racconti e confluiranno in un e-book realizzato dal Centro di Servizio al Volontariato.

 

A Cerignola(Fg)Progetti Di Genitorialita’Per Tutelare Bambini e Minori -Divisione Informazione-

Maria dibisceglia

Il Comune di Cerignola(Fg)ha fatto partire una serie di progetti importanti il cui riferimento e’tutelare le famiglie con minori.Il Progetto intitolato”P.I.P.P.I”con emblema il celebre personaggio di di Pippi Calzelunghe punta nell’affrontare le situazioni avverse della vita, persegue la finalità di innovare le pratiche di intervento nei confronti delle famiglie che presentano una carenza significativa o un’assenza di risposte ai bisogni di un bambino, al fine di ridurre il rischio di devianza e maltrattamento e il conseguente allontanamento dei bambini dal nucleo familiare d’origine.Comprenderà interventi di natura sociale e educativa rivolti a minori con difficoltà, al fine di tutelare, sostenere e salvaguardare lo sviluppo armonico e completo della personalità del minore, mirando all’evoluzione del nucleo familiare in difficoltà e al raggiungimento di una adeguata autonomia dei genitori.Secondo la vicesindaca locale Maria Dibisceglia”attraverso il Servizio Educativo Domiciliare Territoriale e al RTI SocialService – Un sorriso per tutti, risultato vincitore del bando di gara accompagneremo i ragazzi a vivere nuove esperienze”.