Colesterolo alto e Trigliceridi alti…

IPERCOLESTEROLEMIA - COLESTEROLO Rimedi naturali e consigli

Molte persone dicono:” Io non mangio grassi nel modo più assoluto”. Beh, a questi non mi sento di encomiarli per la semplice ragione che se uno non mangia grassi; muore. I grassi sono almeno il 20% della fonte energetica, delle calorie della dieta, cosiddetti “Trigliceridi”. E poi, anche di grassi come il Colesterolo con funzioni speciali di stabilità della membrana delle nostre cellule e non solo, ma il Colesterolo è il precursore degli Ormoni steroidei, come gli Estrogeni, il Testosterone, ecc. ecc.

Se una persona non avesse Colesterolo non sarebbe ne maschio nè femmina; non sarebbe nulla per cui i grassi sono essenziali nell’uomo inteso persona umana. Naturalmente i loro livelli possono superare certe quantità e si hanno situazioni di “Ipercolesteroideo” le cui caratteristiche non sono fluide come si immagini il grasso, ma cristalline , per cui, quando si deposita nei tessuti, in particolare nelle arterie determina un processo degenerativo locale; quasi infiammatorio che porta a una Placca solida che diventa mobile, instabile e fragile, per cui quando questa placca si spezza fuoriesce il materiale che determina l’occlusione dell’arteria, quindi, l’infarto o l’ictus cerebrale ecc. ecc. In ultima analisi il Colesterolo è pericoloso per quanto detto perchè cristallino.

I Trigliceridi, invece, sono sostanze fluide e il loro eccesso nel sangue però, può procurare due conseguenze: a-) Pancreatite se le quantità sono stratosferiche; b-) Se sono quantità minori si rivelano anch’essi promotori di arterosclerosi, anche perchè, i Trigliceridi alti si associano a bassi livelli di HDL; cioè, il colesterolo buono che è lo spazzino delle arterie. Quindi, Triglicerdi alti, HDL basso si ha scarsa rimozione di Colesterolo e deposito di queste sostanze nelle arterie, quindi, Arterosclerosi, e Ipertrigliceridemia a Diabete. Questo per dire che si hanno patologie abbastanza complesse che richiedono specialisti nel settore con molta esperienza.

Si prenda il soggetto Ipercolesteroideo, questo non è grasso come si immaginerebbe, ma al contrario è soggetto quasi sempre magro. Di contro, il soggetto Ipertriglicerideo è essenzialmente in sovrappeso, quindi, a volte anche solo guardando il soggetto ci si può rendere conto di certe varianti che possono associarsi o meno a una malattia.

Si dice che avere il Colesterolo alto non dà sintomi evidenti. Bisogna dire che non è esatto e va tutto  rapportato all’entità di gravità. Dai 400 in su si manifestano caratteristici depositi chiamati XANTOMI che si vedono sul tendine d’Achille sulle falange delle dita della mano e che lo specialista riconosce subito e che denunciano un Colesterolo di almeno 400 mg. Si apprezzano XANTOMI ERUTTIVI che compaiono  improvvisamente  sul gomito, in particolare e che sono l’espressione di una marcata IPERTRIGLICERIDEMIA; diciamo sui 2000-3000 e che una volta effettuata la terapia per fare scendere i trigliceridi queste Xantomi scompaiono. I Xantomi più comuni compaiono sulle caviglie.

Vi sono casi, ad esempio, di pazienti con livelli di Colesterolo 280-300 e che non si accorgono di ninete. Ebbene, anche in questi si possono rilevare dei sintomi col sistema INTIMA- MEDIA; misura con ecocolor doppler ai TSA( tronchi sovraortici ) che ci dice in tempi rapidi se questo paziente ha già un deposito o no perchè si correla a un deposito sulle coronarie.

La terapia si avvale oggi dell’impiego di Statine e Fibrati. Attualmente  si dispone di nuovi prodotti che si impiegano per  trattare pazienti  con problemi muscolari da Statine che danno problemi ai muscoli. Ecco che oggi ci sia avvale di prodotti iniettabili quali PCSKA9 che hanno attività molto prolungata: 1-2 punture al mese.

Utile il  Riso Rosso che contine una Statina naturale che è attiva a dosaggi anche bassi: 3mg al giorno ed è ben assorbita.

Per i trigliceridi si ha il prodotto base che sono gli “Omega3”; acido grasso polinsaturo.

Colesterolo alto e Trigliceridi alti…ultima modifica: 2021-06-11T16:24:16+02:00da un_uomonormale0

8 pensieri riguardo “Colesterolo alto e Trigliceridi alti…”

  1. E’ un po’ che non verifico, tramite analisi del sangue, tali componenti che, se di misura più alta del normale, procurano vari danni alla nostra salute. Qualche volta, ho avuto il colesterolo un po’ più alto della norma, ma di quanto, non ricordo con precisione.Trigltceridi sempre nella norma.Vorrei chiederti in cosa consistono due rimedi, nel caso si avesse bisogno di abbassare i valori e ti chiederei cosa sono statine e fibrati, mentre so degli Omega3, che una mia cara amica farmacista mi ha sempre consigliato di assumere, cosa però che attualmente non faccio.Il post è interessantissimo e molto diffusi sono questi eccessi nel sangue umano.Ti ringrazio per la risposta e ti auguro buona serata.

    1. Ciao Maria Teresa, le Statine non si impiegano per livelli modesti di Colesterolo nel sangue, ma solo se persistono, nonostante la dieta livelli alti sopra i 300mg. I Fibrati si impiegano per ridurre l’eccesso di trigliceridi. Tu dici “colesterolo un po’ più alto ?” No, non è il caso di ricorrere alle statine, ma basta una dieta equilibrata. Un abbraccio a te cara

  2. Tasto dolente. Hai arricchito la mia umile conoscenza con note di approfondimento assai utili. Sinceramente, il tutto un po’ mi scoraggia: il mio colesterolo è abbastanza oltre i valori di riferimento e l’HDL è basso, a rischio moderato. I trigliceridi nel mezzo…cmq, io sono di già arteriosclerotica, come bene hai spiegato tu. Le statine? dovrei prenderle ma non le prendo, troppe controindicazioni su quel foglio annesso. Mi chiedo…ma se un farmaco può essere pericoloso per tante complicanze, perchè metterlo in circolazione? Non esiste un “aspiraplacche” che si possa prendere serenamente? Pare di no. Hai nominato diete e il riso rosso. Il riso è un alimento che mi è decisamente ostico ma me ne farei una ragione. Riso rosso: prima volta che ne sento parlare, nei Supermercati mai visto. ..poi, in quantità di 3mg al giorno: come misurarli questi 3 mg ? e dove trovare il riso rosso? Scusami queste domende, Peppe, ma penso potrebbe essermi di valido aiuto conoscerne la riposta. Ti ringrazio anticipatamente. Come per tutto il tuo interessante articolo. Hai trattato ujn tema di cui quasi tutti siamo un po’, o di più, penalizzati. Buona giornata, Peppe, un caro saluto…licia

    1. Licia cara, lo dici te stessa che ti necessiterebbero le statine ma ne temi le controindicazioni. Per certi versi ti do ragione, a motivo che danneggiano i tessuti muscolari, ma non è un fenomeno che accade a chiunque. Dici pure di avere l’HDL basso, e questo potresti gestirlo con gli Omega3, in capsule da assumere durante il pranzo e durante la cena,e pesce azzurro a volontà. Il riso rosso fermentato lo dovresti trovare nei supermercati, in qualche negozio di prodotti biologici e magari qualche parafarmacia: i 3 mg non è un problema, una farmacia di tua conoscenza te lo doserà e poi continuare tu. Va anche detto che questo prodotto sia pure abbassi i livelli di Colesterolo non ha le proprietà delle statine i quali riducono di molto i rischi di accidenti cardiovascolari. La tua domanda sul perchè un farmaco ha effetti collaterali, quindi, non andrebbe messo in commercio, ti rispondo, e cioè, a parte che tutti i farmaci presentano effetti collaterali, quindi non dovremmo assumerne, il che non è possibile. E poi, c’è sempre quel rapporto “beneficio: rischio” che è sempre a favore del beneficio. L’unico rimedio per aspirare le placche è quello di evitare il loro formarsi diversamente chirurgicamente. Perchè, dunque, non optare per le statine ? Un abbraccio a te cara Licia

Lascia un commento