Iodio Profilassi per il buon funzionamento della Tiroide

Découvrez les bienfaits du sel dans votre maison - WeMystic France
Studi internazionali all’unanimità concordano sull’importanza di centrare l’attenzione sulla Ghiandola TIROIDE, e sulla possibilità della cura perchè i problemi della disfunzione della Ghiandola Tiroide non riguardano solo i singoli individui, ma l’intera popolazione che occupa il pianeta TERRA e che è di enorme importanza.
In questo si inserisce la carenza di IODIO; una carenza che si è succeduta nei secoli e che ha condizionato la salute di tanta popolazione. Oggi bisogna essere grati agli interventi di tante associazioni che promuovono la cura e la prevenzione delle patologie della Tiroide in larga parte del mondo, la carenza di Iodio che è prima di tutto causa di gravi disfunzioni cerebrali; ivi compreso il “Cretinismo” e di milioni di Gozzi talora molto evidenti e associati a disturbi di notevole entità.
Si è dimostrato che la correzione che si può ottenere con la profilassi Iodica, è una correzione che riesce a prevenire quelli che sarebbero i danni maggiori della carenza dello Iodio che è l’elemento nutritivo attraverso cui la Tiroide può produrre i suoi Ormoni efficaci per lo sviluppo dell’organismo.
Ma nella gravidanza, dove necessita una maggiore Funzionalità della Tiroide; quindi di Ormoni tiroidei, la correzione del deficit Iodico tramite la profilassi più semplice; ovvero, col sale Iodato non è adeguata.
E da quì, si rivela importante richiamare l’attenzione delle persone sul fatto che è vero che la prevenzione deve essere fatta, ma è anche vero sapere che bisogna avere un occhio particolare nell’epoca gravidica, poichè non deve essere dimenticato che le malattie della Tiroide sono molto ma molto più frequenti nel sesso femminile rispetto al maschile.
Lo sono di più nell’età cruciali; ovverosia, nella gravidanza, epoca in cui una disfunzione della Tiroide non riguarda solo la donna-mamma ma soprattutto il bambino che tiene in grembo.
In ultima analisi, il feto è a rischio se non viene curata bene la donna che ha problemi tiroidei.
Vorrei formulare che la Tiroide è “Donna” , è “Gravidanza ” affinchè venga richiamata l’attenzione sull’importanza della prevenzione e sulla identificazione precoce di eventuali disfunzioni di questa Ghiandola. Vorrei ricordare, che le malattie della Tiroide hanno un grande vantaggio sul fatto che fra tutti i danni di organi Endocrini sono quelli che possono essere curati più facilmente e la terapia è talmente efficace che il rapporto Costo-beneficio pende a favore del “beneficio”. Questo perchè, identificare vuole dire, curare bene.
Il medico che più facilmente è a contatto con le persone, è sicuramente il medico di famiglia e non solo col malato, ma anche con colui che “si sente malato”. Ebbene, il rapporto col malato di Tiroide è molto importante perchè come ho già detto il problema principale è quella della prevenzione e il medico di famiglia è il primo a cui viene posta la domanda :” Debbo prendere anch’io il sale Iodato ?” La risposta è decisamente “Si” e vale per tutti: giovani, bambino, anziani, mamme, e non mamme necessitano di Iodio quale elemento essenziale per la buona funzione della Ghiandola Tiroide. Si badi bene, non è un farmaco o medicina, ma soltanto un elemento importantissimo della nutrizione. Non deve esistere situazione in cui si dica :” Tu si, e tu no !” L’importante è poco sale Iodato, perchè il Troppo non è indicato in tutti e in particolare coloro che hanno problemi cardiovascolari. Ecco l’importanza del medico di famiglia che collabori con l’Endocrinologo.
Il dosaggio giornaliero è di 150 microgrammi al giorno equivalente a 1 cucchiaino da caffè e di 250 microgrammi al giorno se la donna è in gravidanza.
Iodio Profilassi per il buon funzionamento della Tiroideultima modifica: 2021-06-15T12:55:46+02:00da un_uomonormale0

6 pensieri riguardo “Iodio Profilassi per il buon funzionamento della Tiroide”

    1. Ciao Rosì, il malfunzionamento di questa ghiandola riconosce senza dubbio, una carenza di Iodio. Questa carenza, nel soggetto, provoca in particolare la formazione del Gozzo, dei noduli e anche Ipotiroidismo anche senza gozzo. Quindi, cara Rosina, nelle tue pietanze, poco sale si, ma che sia Iodato. Attenta, sale addizionato di Iodio da non confondere col sale marino.T’ abbraccio

  1. Ciao. Io, da anni ed anni acquisto sale iodato per dovunque possa servire nella consumazione del cibo quotidiano cotto o crudo. Cerco di limitarne la quantità, ma , comunque, al cucchiaino arrivo certamente. Tu dai tante ottime indicazioni e, come affermi ,i medicinali per le disfunzioni della tiroide sono efficaci. Allora perchè tanta gente e specie tante donne ne soffrono? Perchè non si curano? Io credo sia colpa dei medici di famiglia, restii a proporre i giusti controlli per la funzionalità tiroidea e quasi mai a prescrivere, senza le sollecitazioni del paziente, un controllo di routine. Un caro saluto per te . mio Dott , con un sorriso.

    1. Le patologie tiroidee volgo al femminile per via sempre delle interferenze ormonali. Quelli che tu chiami medicinali sono ormoni, cioè, tipo la L-Tiroxina è una sorta di tiroide artificiale che lavora al posto della Tiroide se questa è ipofunzionante ( ipotiroidismo ). Naturalmente anche il maschio non ne è esente, ma in misura minore; diciamo un rapporto 8:2. La donna è seguita sin dalla sua ricerca di gravidanza perchè fa parte del protocollo. La donna che cerca una gravidanza o lo è di già deve rigorosamente mantenere il suo TSH sotto i 2,5, cioè tra 0,5-2,5. Qualora gestisce la sua epoca gestazionale non mantenendo questi livelli il rischio di abortire al 3° mese è notevole.Lo Iodio giova molto in epoca gestazionale appunto perchè fa produrre gli ormoni della Tiroide, ma lo si deve consumare in giusta misura. Ciao Maria Teresa

  2. Ciao Peppe! Se ho ben capito ipotiroidismo abbisogna di sale iodato. Lo vidi un giorno al supermercato e chiesi allo specialista se potevo consumarlo, mi rispose di si, senza soffermarvisi. Non l’ho preso. Sale iodao si prende anche se la pressione arteriossa volge verso l’alto? Io, praticamente mangio tutto senza sale, ne metto appena appena quando non è possibile mangiare senza gusto e poi ci si abitua. Certi alimenti sono già salati (es. il grana) e ci si consola. Sale iodato, poco poco, in ogni caso, dunque? Grazie. Il mio medico di famiglia nemmeno ci pensa a certe varianti e, se io non lo so, come faccio a chiederlo? Doppio grazie a te, Peppe, che ci ragguagli in modo prezioso. Buona serata…licia

Lascia un commento