Oggi, festa dell’Assunzione.

NON E’ ME CHE DOVETE LEGGERE MA QUELLO INSERITO IN QUESTO ARTICOLO.

Santa Maria Assunta

Una giornata non riconosciuta da tutti per il suo mistero.

Ho trovato questa poesia, che poesia non è, e che desidero donare a voi.

LA MIA PIU’ BELLA INVENZIONE È MIA MADRE…
La Mia più bella invenzione, dice Dio, è Mia Madre.

Mi mancava una Mamma e l’ho fatta.

Ho fatto Mia Madre prima che ella facesse Me. Era più sicuro.
Ora sono veramente un Uomo come tutti gli uomini.
Non ho più nulla da invidiar loro, poiché ho una Mamma.
Una vera.
Mi mancava.
Mia Madre si chiama Maria, dice Dio.
La sua anima è assolutamente pura e piena di grazia.
Il suo corpo è vergine e pervaso da una luce tale che sulla terra mai Mi sono stancato di guardarla,
di ascoltarla, di ammirarla.
È bella Mia Madre, tanto che lasciando gli splendori del Cielo, non Mi sono trovato sperduto vicino a lei.
Eppure so bene, dice Dio, che sia l’essere portato dagli angeli; beh, non vale le braccia d’una Mamma, credetemi.
Maria Mia Madre è morta, dice Dio. Dopo che lo ero risalito verso il Cielo, ella Mi mancava, lo le mancavo.
Ella Mi ha raggiunto, con la sua anima, con il suo corpo, direttamente.
Non potevo fare diversamente.
Era necessario.
Era più conveniente.
Le dita che hanno toccato Dio non potevano immobilizzarsi.
Gli occhi che hanno contemplato Dio non potevano restar chiusi.
Le labbra che hanno baciato Dio non potevano irrigidirsi.
Quel corpo purissimo che aveva dato un corpo a Dio non poteva marcire mescolato alla terra…
Non ho potuto, non era possibile, Mi sarebbe costato troppo.
Ho un bell’esser Dio, sono suo Figlio, e comando Io.
E poi, dice Dio, l’ho fatto anche per gli uomini Miei fratelli.
Perché abbiano una Mamma in Cielo.
Una vera, una di loro, corpo ed anima. La Mia.
È cosa fatta. Ella è con Me, dall’istante della sua morte.
La sua Assunzione, come dicono gli uomini.
La Madre ha ritrovato il Figlio ed il Figlio la Madre.
Corpo ed anima, l’Uno accanto all’ Altra, per l’eternità.
Se gli uomini intuissero la bellezza di questo mistero!
L ‘hanno finalmente riconosciuto ufficialmente.
Il mio rappresentante sulla terra, il Papa, l’ha proclamato solennemente.
Fa piacere, dice Dio, veder apprezzati i propri doni.
Da tanto tempo il popolo cristiano aveva presentito questo grande mistero del Mio amore filiale e fraterno…
Ed ora l’utilizzino maggiormente, dice Dio!
In Cielo hanno una Mamma che li segue con gli occhi, con i suoi occhi di carne.
In Cielo hanno una Mamma che li ama con tutto il cuore, con il suo cuore di carne.
E questa Mamma è la Mia, che Mi guarda con gli stessi occhi, che Mi ama con lo stesso cuore.
Se gli uomini fossero furbi, ne approfitterebbero, dovrebbero ben sospettare che lo non posso rifiutarle nulla…
Che volete, è Mia Madre. lo l’ho voluto. Non Me ne pento.
L’Uno di fronte all’ Altra, Corpo ed Anima, Madre e Figlio.

M.Q.

Oggi, festa dell’Assunzione.ultima modifica: 2021-08-15T14:04:26+02:00da un_uomonormale0

6 pensieri riguardo “Oggi, festa dell’Assunzione.”

  1. Leggendo questo scritto illuminante e traboccante di Fede, si resta senza parole e pare veramente di sentir parlare Gesù, come il più affezionato dei figli per la sua mamma.
    Un Dio non poteva che scegliersi su misura la sua genitrice terrena: giovanissima, bella, buona, pura. A lei aveva riservato la gioia che ogni figlio dà alla propria madre e il dolore atroce nel subirne la morte sulla croce. Poi, il sollievo della resurrezione… Non poteva mancare che le concedesse il dono dell’immortalità, dopo la sua morte terrena e che la incoronasse Regina del Cielo e della Terra.
    Da persona di fede, mi congratulo con te, che, in un giorno da tutti dedicato a distrazioni festaiole e vacanziere, hai ricordato, con uno scritto tanto suggestivo, che oggi ricorre anche una festività religiosa di capitale importanza per i Cristiani : l’Assunzione di Maria, Madre di Gesù e di tutti gli uomini, nell’alto dei Cieli . Condivido, grata, questa tua lodevole attenzione, Ciao.

    1. Straordinarie parole, proprio come tu dici che sembra proprio ascoltare Gesù che parla della Sua mamma e che alla fine sottolinea con una frase:” se gli uomini fossero più furbi ne approfitterebbero, sapendo che Lui non Le può rifiutare nulla. Che vuol dire ? Che possiamo sempre affidarci alla potente intercessione di Maria.Grazie cara del tuo intervento. Ciao

  2. Michael Quoist, sacerdote innamorato della Madonna…come avrebbe potuto, inversamente, comunicare con tanto ardore questi pensieri che commuovono per la loro verità assoluta, per il loro aspirare con tanta forza alla maternità di Maria? Mamma, la Mamma come nessun’altra…madre di Dio e di tutti noi peccatori. Da donna scelta da Dio e fatta nascere senza il peccato dell’origine, scelta per la sua umiltà, per quell’essere da subito attenta ai suoi doveri di sposa e madre con un amore di cui noi non saremmo mai capaci, di altruismo soltanto, di pienezza d’amore per tutti. Poteva una donna comune diventare madre del Signore? Giammai, il grembo che accolse il bimbo-Dio doveva essere immacolato, come quello di Maria. Avrebbe potuto Maria, che in vita fu l’ombra di suo Figlio durante tutto il suo cammino terreno, marcire sotto un cumulo di terra? Ecco la dormitio…ecco l’Assunzione al Cielo, proclamata Regina del Cielo e della terra, nella gloria di Angeli e Santi . Prima di morire, dalla croce, Gesù ci ha affidati a Lei come Madre di misericordia. A Lei dobbiamo sempre ricorrere , è una voce che parla a suo Figlio in nostro favore, è una promessa dei loro Cuori Immacolati. Maria appare ai veggenti, da anni omai a Medjugorje, pregando per noi e raccomandandoci di cambiare, di convertirci. Medjugorje è solo l’ultimo luogo in cui è apparsa…ci sono stati, nei secoli, mille altri luoghi e sempre è apparsa luminosa di bellezza e di Amore per tutti i suoi figli. Maria, mamma di dolcezza di tanta paziente umiltà. Buona continuazione di questa santa Festività, Peppe! un caro saluto

    1. Licia cara, io mi inchino davanti a questo tuo commento pregno di elevata spiritualità. La Divina taciturna è Maria piena di bellezza e satura di grazia, Natura sacra e isola della speranza, Madre di ogni donna che ama, Maria, Madre di ogni madre che piange un figlio ucciso, un figlio tradito e figli appesi ai patiboli.Ciao Licia ti abbraccio e grazie. Peppe

  3. Infatti…ed è una consolazione avere una intercessione di tale levatura. Il che sottintende che non sempre siamo ascoltati direttamente nelle nostre tante richieste ed anche presso l’Altissimo giova avere un avvocato infallibile che è Maria, la Madre di Gesù. Buona serata, Dottore.

Lascia un commento